Home page Planetmountain.com
Filip Babicz climbing Ade Integrale, a D15+ total dry tooling climb in the Gran Borna cave in Valle d'Aosta, Italy
Photo by archivio Filip Babicz
Filip Babicz climbing his Ade Integrale, a D15+ total dry tooling climb in the Gran Borna cave in Valle d'Aosta, Italy
Photo by archivio Filip Babicz
Filip Babicz celebrating after having completed Ade Integrale, a D15+ total dry tooling climb in the Gran Borna cave in Valle d'Aosta, Italy
Photo by archivio Filip Babicz

Filip Babicz completes Ade Integrale, D15+ total dry deep in Gran Borna cave, Italy

by

On 26 November 2019 Filip Babicz completed Ade Integrale, a testing dry tooling route in the Gran Borna cave close to La Thuile in Valle d'Aosta, Italy. The Pole suggests D15+. The route is completely natural but, being total dry, climbs no ice whatsoever.

At the end of November Filip Babicz completed Ade Integrale, his mega total dry project in the Gran Borna cave close to La Thuile in Valle d’Aosta, Italy, that he had started in 2015. Born in Poland but resident in Italy, Babicz had climbed the first 30m section in 2018.

As mentioned, the climb is completely underground and it crosses the gigantic roof of the cave for 70 meters. Illuminated by a series of lights, Babicz climbed with ice axes and crampons for a full 46 minutes past 165 moves.

Babicz has put forward the grade D15+, making it slightly more difficult than his Uragano Dorato at Bus del Quai. Should the grade be confirmed, then this would settle in as one of the hardest total dry tooling routes in the world. Babicz points out that the entire route is on completely natural holds, something which is fairly uncommon for total dry routes of this difficulty.

View this post on Instagram

Ade Integrale liberata!! . . Il 26 novembre l’idea è diventata la realtà. Nonostante questa salita aveva luogo già una settimana fa, solo ora inizio a comprendere il vero significato che ha per me questa realizzazione. Ade è una via di cui pensavo ininterrottamente da 4 anni. E’ LA via sulla quale e per la quale, 2 anni fa, il 29.11.2017 ho iniziato a praticare il drytooling. . . All’inizio scalare questo gigantesco soffitto sotto terra nella grotta Gran Borna mi pareva una cosa assolutamente futuristica, ma un sodo lavoro, una fede incrollabile e una perseveranza d’acciaio finalmente mi hanno condotto alla piena realizzazione di questo Grande Progetto. . . Per primo, l’hanno scorso è arrivata la libera della prima lunghezza, Ade, lunga 40 metri. Un’importante tappa successiva è stata conclusa quando ho realizzato tutti i singoli dell’intera linea lunga 70 metri. Da allora mi sono reso conto che per fare la salita integrale sarà necessario un periodo di totale concentrazione, una specie di full immersion nei sotterranei di La Thuile. . . L'occasione per testare la mia resistenza fino allo stremo è arrivata oltre un anno dopo. Un amica @przewodnikliteracki ha deciso di aiutarmi nella realizzazione di questo progetto. Dopo un mese di un allenamento specifico per questa via è arrivato il momento di full immersion su Ade. Per due settimane lavoravamo davvero sodo, passavamo fino a 10 ore al giorno nella grotta. . . Finalmente il 26 novembre è arrivato il momento magico della Realizzazione. Per salire Ade Integrale - la linea che passa dal punto più basso della grotta fino a scendere per terra nel suo punto più profondo avevo impiegato 46’ di arrampicata. Sulla via ci sono 104 appigli (165 movimenti), tutti naturali che la rende assolutamente unica nel mondo di dry estremo. E’ la via più lunga e una delle più difficili che io abbia mai salito. Considerando il grado che propongo (D15+) con grande dose di certezza posso scrivere che si tratta della via di drytooling più difficile al mondo su prese naturali. Il racconto continua sotto... @formanaszczyt.pl @karol_forma_na_szczyt

A post shared by Filip Babicz (@filipbabicz) on

Share


NEWS / Related news:
Filip Babicz frees Uragano Dorato, D15 dry tooling at Italy's Bus del Quai
13.03.2019
Filip Babicz frees Uragano Dorato, D15 dry tooling at Italy's Bus del Quai
At the drytooling crag Bus del Quai (Italy) Polish climber Filip Babicz has made the first ascent of Uragano Dorato, D15.

SEARCH news

ZONE

CATEGORY

Full text search

AUTHOR

EXPO / Products
EXPO / Company News
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com: climbing, alpinism, mountaineering, trekking, via ferrata, freeride skiing, ski mountaineering, snowboarding and ice climbing worldwide. Furthermore the site contains technical gear reviews, book and film reviews, expert advice, mountain photos, sport climbing competitions.
INFO
The information is indicative and subject to change due to the nature of the mountain environment. Given the inherently risky nature of the activities described within, Planetmountain.com does not assume any responsibility for the use of the information published.
NEWSLETTER

SUBSCRIBE to receive the weekly newsletter with all the latest news from planetmountain.com

Recent Comments Ice
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer