Home page Planetmountain.com
Tom Livingstone e Mathieu Maynadier tentano Pumari Chhish East in Pakistan, giungo 202
Fotografia di Mathieu Maynadier archive
Tom Livingstone e Mathieu Maynadier tentano Pumari Chhish East in Pakistan, giungo 202
Fotografia di Mathieu Maynadier archive
Tom Livingstone e Mathieu Maynadier tentano Pumari Chhish East in Pakistan, giungo 202
Fotografia di Mathieu Maynadier archive
Tom Livingstone e Mathieu Maynadier tentano Pumari Chhish East in Pakistan, giungo 202
Fotografia di Mathieu Maynadier archive

Pumari Chhish East tentata da Tom Livingstone e Mathieu Maynadier

di

A giugno gli alpinisti Tom Livingstone e Mathieu Maynadier hanno tentato senza successo l’inviolata cresta sudest del inviolata Pumari Chhish East in Pakistan. A causa delle condizioni proibitive sono scesi da circa 6750 metri.

L’alpinista francese Mathieu Maynadier e l’inglese Tom Livingstone si sono recati nella regione di Hispar in Pakistan il 18 giugno, dopo diversi ritardi dovuti al Covid. Il 26 giugno la cordata ha raggiunto un lussureggiante campo base a quota 4500 metri vicino al ghiacciaio Jutmaro, con splendide viste direttamente sulle pareti meridionali del Pumari Chhish Central (7492 m) ed Est (6850 m).

I due hanno trascorso alcuni giorni ad acclimatarsi il più possibile e sono saliti a 5600m, ma i loro piani sono stati interrotti a causa del tempo variabile. Anche la settimana successiva è stata caratterizzata da maltempo, con neve intermittente al campo base e tempo troppo brutto persino per fare boulder o nuoto al campo base. Tuttavia, la coppia è stata in grado di individuare un modo per raggiungere la base della parete sud del Pumari Chhish East attraverso il difficile ghiacciaio, per depositare cibo e materiale per un tentativo.

Giovedì 8 luglio è iniziata la prima delle 4 giornate di bel tempo previste. Non era sufficiente per tentare il loro obiettivo principale, quindi i due hanno scelto di tentare il premio di consolazione, ovvero l’ancora inviolata cresta sud-est del Pumari Chhish East.

Livingstone e Maynadier hanno trascorso due giorni a scalare misto moderato, neve e ghiaccio lungo una cresta "classica del Karakoram", spesso salendo grandi funghi di neve, effettuando lunghi traversi e salendo delle creste.

Domenica 12 si sono accampati a circa 6400m e si sono svegliati in una fitta nuvola e sotto una forte nevicata. Sono saliti a circa 6750 m con il tempo in peggioramento, nonostante questo dovesse essere il quarto ed ultimo giorno di buone condizioni. La neve pesante, lo spindrift, le nuvole spesse e il vento li hanno fatti sentire come se stessero scalando in Scozia in inverno, e sfortunatamente si sono ritirati, tornando fino al campo base più tardi quella notte.

Con previsioni del tempo brutte, la cordata ha lasciato il campo base il 18 luglio.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
The Pathan Project, online il film di Favresse, Maynadier, Molina e Wertz della Thagas Valley in Pakistan
02.04.2020
The Pathan Project, online il film di Favresse, Maynadier, Molina e Wertz della Thagas Valley in Pakistan
È visibile online fino al 15 aprile The Pathan Project, il film di Guillaume Broust che documenta la spedizione alpinistica di Nicolas Favresse, Mathieu Maynadier, Carlitos Molina e Jean-Louis Wertz nella Thagas Valley, Karakorum, Pakistan nel 2018.
Latok 1, la salita di Aleš Česen, Tom Livingstone e Luka Stražar in Karakorum
16.03.2020
Latok 1, la salita di Aleš Česen, Tom Livingstone e Luka Stražar in Karakorum
Il video della salita del Latok I effettuata lungo le pareti nord e sud da Aleš Česen, Tom Livingstone e Luka Stražar nell’estate del 2018.
Koyo Zom parete ovest, prima salita in Pakistan di Tom Livingstone e Ally Swinton
09.10.2019
Koyo Zom parete ovest, prima salita in Pakistan di Tom Livingstone e Ally Swinton
Gli alpinisti britannici Tom Livingstone e Ally Swinton hanno salito l’inviolata parete ovest del Koyo Zom (6877m) nella catena montuosa Hindu Raj in Pakistan. I due facevano parte di una spedizione composta anche da John Crook, Uisdean Hawthorn e Will Sim.
Piolets d’Or 2019 a Hansjörg Auer, David Lama, Aleš Česen, Tom Livingstone, Luka Stražar
08.09.2019
Piolets d’Or 2019 a Hansjörg Auer, David Lama, Aleš Česen, Tom Livingstone, Luka Stražar
La solitaria del Lupghar Sar West di Hansjörg Auer, la solitaria del Lunag Ri di David Lama e Latok 1 di Aleš Česen, Tom Livingstone e Luka Stražar saranno le salite premiate al Piolet d’Or 2019. Pubblichiamo il comunicato stampa della 27^ edizione del prestigioso premio internazionale di alpinismo che andrà in scena durante il Ladek Mountain Festival in Polonia tra il 19 e 22 settembre 2019.
Latok I salito dopo 40 anni da Aleš Česen, Luka Stražar e Tom Livingstone
14.08.2018
Latok I salito dopo 40 anni da Aleš Česen, Luka Stražar e Tom Livingstone
Gli sloveni Aleš Česen e Luka Stražar e il britannico Tom Livingstone hanno salito il Latok I (7,145) nel Karakorum (Pakistan). È soltanto la seconda salita dopo la prima effettuata nel 1979.
Mathieu Maynadier, incidente a lieto fine nella Tagas Valley in Karakorum
09.08.2018
Mathieu Maynadier, incidente a lieto fine nella Tagas Valley in Karakorum
Il 6 agosto l’alpinista francese Mathieu Maynadier è stato colpito da una scarica di sassi durante una spedizione nella Thagas Valley nel Karakorum in Pakistan in cui era impegnato insieme a Nicolas Favresse, Carlos Molina e Jean-Louis Wertz. È stato soccorso con un elicottero e portato all’ospedale militare di Skardu dove le sue condizioni sono molto migliori del temuto. Verrà rimpatriato in Francia in settimana.
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
20.04.2018
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
Gli alpinisti britannici Tom Livingstone e Uisdean Hawthorn hanno aperto Fun or Fear, una nuova via sulla parete est del Monte Jezebel nel massiccio del Revelations Mountains in Alaska. Aperta in stile alpino in due giorni di arrampicata, la via di circa 1200 metri è stata gradata complessivamente M6+, 90°, Ai6 R.
Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para sulla Couloir Nord direct su Les Drus
28.03.2016
Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para sulla Couloir Nord direct su Les Drus
Video alpinismo: Ueli Steck, Mathieu Maynadier e Jérôme Para e la loro ripetizione della via Couloir Nord Direct su Les Drus nel massiccio del Monte Bianco.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós