Home page Planetmountain.com
Latok I e la formidabile cresta nord.
Fotografia di Luka Lindic
Aleš Česen, Tom Livingstone e Luka Stražar, arrivati a Skardu il 07/07/2018
Fotografia di Aleš Česen

Latok I salito dopo 40 anni da Aleš Česen, Luka Stražar e Tom Livingstone

di

Gli sloveni Aleš Česen e Luka Stražar e il britannico Tom Livingstone hanno salito il Latok I (7,145) nel Karakorum (Pakistan). È soltanto la seconda salita dopo la prima effettuata nel 1979.

AGGIORNAMENTO DEL 15/08/2018
Stanno emergendo i primi dettagli ed è probabile che la cresta non sia stata integralmente dall’inizio alla fine. In un SMS a Anna Piunova del sito www.mountain.ru, Česen ha spiegato “abbiamo seguito la cresta nord per 2/3, poi abbiamo girato verso destra per raggiungere un colle tra L1 & L2, poi abbiamo continuato sul versante sud. Per noi era la logica (sicura) linea di salita cosi. ci ha richiesto 7 giorni in totale.” Stando a queste informazioni, la cresta integrale dall’inizio fino in cima non é ancora stata salita. Ciò non toglie nulla dalla grandissima impresa di Aleš Česen, Luka Stražar e Tom Livingstone che rimane, come precedentemente riportato, soltanto la seconda salita fino in cima dopo la prima degli giapponesi del 1979, e la prima in assoluto dal versante nord. Pubblicheremo degli aggiornamenti non appena arrivano maggiori dettagli.

PUBBLICATO il 14/08/2018
Quarant'anni dopo il leggendario primo tentativo statunitense, la mitica cresta nord del Latok I è finalmente stata salita integralmente per merito degli sloveni Aleš Česen e Luka Stražar e del britannico Tom Livingstone.

Considerata uno degli ultimi grandi problemi rimasti nel Karakorum e in Himalaya, la lunghissima e tecnicissima cresta nord del Latok I era stata tentata per la prima volta nel 1978 dagli statunitensi Jim Donini, Michael Kennedy, Jeff Lowe e George Lowe. Arrampicando in stile alpino, i quattro scalarono per un totale di 26 giorni ma furono stati costretti a scendere circa 150 metri dalla cima a causa dei problemi di salute di Lowe. All’epoca l’impresa venne celebrata come "Il più eccezionale fallimento della storia dell’alpinismo!". Negli anni successivi "l’impossibile cresta" è stata tentata senza successo decine e decine di volte e da alcuni dei migliori alpinisti del mondo.

Nemmeno due settimane fa la cresta aveva fatto notizia in tutto il mondo per la morte del russo Sergey Glazunov e il successivo salvataggio da 6200 metri del suo compagno di cordata Alexander Gukov.

Aleš Česen e Luka Stražar e il britannico Tom Livingstone erano partiti per il Karakorum il 6 luglio e, arrivati al campo base del Latok I sul ghiaccio Choktoi, si erano resi subito disponibile per aiutare l’operazione di soccorso dell'alpinista russo. Salire la montagna in quelle condizioni però era assolutamente proibitivo e come è noto l’audace soccorso è stato effettuato con un elicottero ed una longline.

Attualmente non ci sono molti dettagli sulla salita di Česen, Stražar e Livingstone. Sabato 11 agosto il Club Alpino Sloveno aveva postato "Aleš, Tom e Luka sono tornati alla base della montagna poche ore fa, abbiamo salito una nuova via sulla cresta nord e abbiamo raggiunto la cima del Latok 1. Adesso… dormiamo." Stando alle prime fonti, i tre hanno impiegato 7 giorni e nella parte alta della via hanno preferito una linea più sicura, spostandosi dalla cresta vera e propria per raggiungere la cima.

La salita dei tre è soltanto la seconda salita del Latok I, dopo la prima salita effettuata nel 1979 da una spedizione giapponese guidata da Naoki Takada dal lato sud della montagna; i primi a salire in cima sono stati Sin'e Matsumi, Tsuneo Shigehiro, Yu Watanabe, seguiti tre giorn più tardi da Hideo Muto, Jun'ichi Oku e Kota Endo.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Salvato Alexander Gukov sul Latok I
31.07.2018
Salvato Alexander Gukov sul Latok I
L’alpinista russo Alexander Gukov, bloccato per oltre sei giorni sul Latok I, è stato portato in salvo dagli elicotteri dell’aeronautica militare pachistana.
Latok I: Sergey Glazunov ha perso la vita, Alexander Gukov bloccato a 6200 metri
26.07.2018
Latok I: Sergey Glazunov ha perso la vita, Alexander Gukov bloccato a 6200 metri
Ore difficili sul Latok I (7,145 m) nel Karakorum dove si trova bloccato a quota 6200m l’alpinista russo Alexander Gukov dopo la morte del suo compagno di cordata Sergey Glazunov. È iniziata un’operazione di soccorso in corsa contro il tempo.
Thomas Huber: la caduta, il Latok I e la gratitudine di essere vivo
29.11.2016
Thomas Huber: la caduta, il Latok I e la gratitudine di essere vivo
Il racconto dell’alpinista tedesco Thomas Huber degli ultimi tre mesi che hanno “plasmato la mia vita in modo sostanziale.” A partire da una caduta a terra da 16 metri, passando per il sogno del Latok I in Karakorum e l’incubo delle ricerche per gli alpinisti statunitense Scott Adamson e Kyle Dempster sul vicino Ogre II.
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
20.04.2018
Alpinismo in Alaska: nuova via britannica sul Mt. Jezebel per Livingstone e Hawthorn
Gli alpinisti britannici Tom Livingstone e Uisdean Hawthorn hanno aperto Fun or Fear, una nuova via sulla parete est del Monte Jezebel nel massiccio del Revelations Mountains in Alaska. Aperta in stile alpino in due giorni di arrampicata, la via di circa 1200 metri è stata gradata complessivamente M6+, 90°, Ai6 R.
Vie nuove nel Kishtwar Himalaya di Aleš Česen, Marko Prezelj e Urban Novak
27.07.2017
Vie nuove nel Kishtwar Himalaya di Aleš Česen, Marko Prezelj e Urban Novak
Nel Kishtwar Himalaya in India gli alpinisti sloveni Aleš Česen, Marko Prezelj e Urban Novak hanno aperto due nuove vie: All or nothing (6250 m) sulla parete ovest dell' Arjuna (6250 m) e la cresta nord del P6013 (6038 m). Entrambe le vie sono state salite in stile alpino.
Aleš Cesen e Luka Lindič salgono il Broad Peak e la cima nord del Gasherbrum IV
31.07.2016
Aleš Cesen e Luka Lindič salgono il Broad Peak e la cima nord del Gasherbrum IV
Il 12 luglio 2016 gli alpinisti sloveni Aleš Cesen e Luka Lindič hanno raggiunto la vetta del Broad Peak. Due settimane più tardi hanno salito la cresta Nord-Ovest del Gasherbrum IV, raggiungendo la cima nord (7900m) il 26 luglio 2016.
Janak Parete Ovest, una prima in Himalaya per Marcic e Strazar
09.11.2012
Janak Parete Ovest, una prima in Himalaya per Marcic e Strazar
Gli sloveni Nejc Marcic e Luka Strazar hanno aperto Blue Racer (80°, M4, 1100m), nuova via sull'inviolata parete Ovest dello Janak (Himalaya).
Nuova super via slovena sul K7 West
03.10.2011
Nuova super via slovena sul K7 West
Gli alpinisti sloveni Urban Novak, David Debeljak, Luka Strazar and Nejc Marcic hanno aperto Sanjaci zlatih jam, i sognatori delle grotte d'oro, sul K7 West (6934m), nella valle di Charakusa, (Karakorum), Himalaya.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra