Home page Planetmountain.com
Gran Sometta (3361m), Valle d'Aosta: François Cazzanelli insieme a Emrik Favre e Jerome Perruquet su Il Destino dei Prigionieri (130m, M7)
Fotografia di archivio François Cazzanelli
Gran Sometta (3361m), Valle d'Aosta: François Cazzanelli, Jerome Perruquet e Stefano Stradelli in apertura su Goccia a Goccia si Scala la roccia
Fotografia di archivio François Cazzanelli
François Cazzanelli, Jerome Perruquet e Stefano Stradelli in cima a Goccia a Goccia si Scala la roccia, Gran Sometta (3361m), Valle d'Aosta
Fotografia di archivio François Cazzanelli
Gran Sometta (3166m), Valle d'Aosta: A: Il Destino dei Prigionieri B: Teto Rampa C: Goccia a goccia si scala la roccia
Fotografia di archivio François Cazzanelli

Nuove vie di misto sulla Gran Sometta di François Cazzanelli & Co

Il report di François Cazzanelli che a dicembre sulla parete nord della Gran Sommetta in Valle d'Aosta ha aperto tre nuove vie di misto insieme a Roger Bovard, Emrik Favre, Jerome Perruquet, Francesco Ratti e Stefano Stradelli.

Dopo un bell’autunno passato sulla roccia, la voglia di cambiare attività era tanta. Le prime nevicate hanno creato delle condizioni interessanti sulle montagne di casa e non potevamo assolutamente farcele scappare. Dopo qualche giro con sci e pelli ho notato che la parete nord della Gran Sometta 3166m era in buone condizioni e quindi mi sono messo subito a cercare dei soci per fare un tentativo. Questa parete la osservavo da anni: si trova di fronte al locale che gestisce mia mamma nella stazione della funivia di Cime Bianche Laghi. In un inverno normale usando gli impianti di risalita di Cervinia questo settore sarebbe stato raggiungibile comodamente con 10/15 minuti di pelli dalla seggiovia del Goillet.


Questa parete alta circa 120m non aveva alcuna via tracciata, la roccia è calcare molto "marcio" che però con il freddo diventa più solido. L’arrampicata, per quanto assurdo possa sembrare in Valle d’Aosta, è veramente dolomitica e quindi ho deciso che le vie su questa parete dovevano rimanere di stampo tradizionale (chiodi, protezioni veloci e niente spit).


Emrik Favre e Jerome Perruquet sono stati subito entusiasti dell’idea e quindi in una fredda mattina di dicembre ci ritrovammo a salire con gli sci e gli zaini pieni zeppi di chiodi. Sin dai primi metri abbiamo capito che non sarebbe stato semplice salire senza bucare ma allo stesso modo sarebbe stato affascinante e stimolante riuscirci.


Il primo giorno abbiamo aperto due lunghezze per nulla banali e siamo tornati a valle soddisfatti. Il giorno seguente siamo riusciti a salire in libera i primi due tiri e sempre nello stesso modo a salire l’ultimo tiro. È nato così Il destino dei prigionieri, un’interessante via di 120m con difficoltà fino al M7. 

Lo stesso giorno si sono uniti a noi Francesco Ratti, Stefano Stradelli e Roger Bovard che hanno aperto una via più a sinistra che hanno chiamato “eto Rampa, una via di 120m con difficoltà massime di M4 ovviamente sempre e solo a chiodi e friend.


Dopo questi due giorni in parete, mi sono reso conto che c’erano altre possibili linee da non farsi scappare. Così assieme a Jerome e Stefano abbiamo attaccato una linea più a sinistra. Il primo giorni abbiamo aperto due lunghezze, la seconda delle quali è indiscutibilmente la più difficile che abbiamo incontrato fin ora su questa parete. Il giorno dopo siamo tornati alla carica con l’obiettivo di liberare i primi due tiri e finire la via.

Il

 primo tiro è stato superato senza problemi, invece il secondo ero più titubante su come affrontarlo. I primi 15m si sviluppano in un diedro strapiombante dove è più conveniente scalare senza ramponi, finito il diedro però c’è un traverso molto esposto dove è meglio averli. Alla fine mi sono deciso: non ho preso i ramponi, scelta azzeccata, e ho liberato il tiro che valuto 6b o M8. Fu una grande soddisfazione, non mi aspettavo di venirne a capo così velocemente. Abbiamo subito scalato gli ultimi due tiri che abbiamo valutato M6+ e M4. Nacque così Goccia a goccia si scala la roccia, nome un po’ ironico che rappresenta la nostra progressione a piccoli passi su questa bella parete. 
Lo stesso giorno Francesco e Michele Cazzanelli hanno ripetuto Il Destino dei Prigionieri confermandone la bellezza e la non banalità.


Spero di tornare in futuro su questa bella parete perché ci sono ancora un paio di linee che mi attirano. Il mio augurio è che i futuri climbers mantengano intatto il nostro stile "Trad" così da poter vivere e interpretare la scalata esattamente com’è stato per noi.

Ringrazio tutti gli amici che mi hanno seguito in questo piccolo progetto, abbiamo passato delle belle giornate facendo ciò che più ci piace.

di François Cazzanelli

Link: www.francoiscazzanelli.itFB François Cazzanelli

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
François Cazzanelli e Francesco Ratti nel film Along Our Skyline in diretta streaming
16.12.2020
François Cazzanelli e Francesco Ratti nel film Along Our Skyline in diretta streaming
Il film Along Our Skyline, che documenta il primo concatenamento invernale della Catena Furggen, Cervino, Catena delle Grandes Murailles, Catena delle Petites Murailles effettuato nel gennaio 2020 da François Cazzanelli e Francesco Ratti. I due alpinisti saranno autori di una diretta streaming sulla pagina Facebook di Salewa giovedì 17 dicembre 2020 alle ore 21.00.
Roccia Nera (Monte Rosa): François Cazzanelli, Francesco Ratti e Jerome Perruquet ripetono la Via Castiglia
15.12.2020
Roccia Nera (Monte Rosa): François Cazzanelli, Francesco Ratti e Jerome Perruquet ripetono la Via Castiglia
Il report di Francesco Ratti che, insieme a François Cazzanelli e Jerome Perruquet, ha ripetuto in chiave invernale la Via Castiglia, aperta nell’estate del 1982 da Lino Castiglia, Pietro Giglio e Riccardo Rosso sulla parete Nord del Roccia Nera (4075 m, gruppo del Monte Rosa).
Cervino Via Per Nio ripetuta da Michele Cazzanelli, Jerome Perruquet e Stefano Stradelli
22.09.2020
Cervino Via Per Nio ripetuta da Michele Cazzanelli, Jerome Perruquet e Stefano Stradelli
Il report di Stefano Stradelli che il 9 settembre insieme a Michele Cazzanelli e Jerome Perruquet ha effettuato la seconda ripetizione della Via Per Nio sulla parete sud del Cervino. Aperta nel 2000 da Hervé Barmasse e Patrick Poletto, la via era stata dedicata ad Innocenzo Menabreaz, guida alpina del Cervino scomparsa prematuramente nel 1994.
Monte Bianco Trittico del Frêney: intervista a François Cazzanelli e Francesco Ratti
04.09.2020
Monte Bianco Trittico del Frêney: intervista a François Cazzanelli e Francesco Ratti
Intervista alle due guide alpine François Cazzanelli e Francesco Ratti dopo il Trittico del Freney completato a fine luglio: la via Ratti-Vitali sull’ Aiguille Noire de Peutèrey, la via Gervasutti-Boccalatte al Picco Gugliermina e la via Bonington al Pilone Centrale del Frêney, sulle orme del grande Renato Casarotto.
Il trittico del Frêney sul Monte Bianco: François Cazzanelli e Francesco Ratti sulle orme di Renato Casarotto
01.08.2020
Il trittico del Frêney sul Monte Bianco: François Cazzanelli e Francesco Ratti sulle orme di Renato Casarotto
Le guide alpine François Cazzanelli e Francesco Ratti hanno salito la via Ratti-Vitali sull’ Aiguille Noire de Peutèrey, la via Gervasutti-Boccalatte al Picco Gugliermina e la via Bonington di Chris Bonington, Ian Clough, Jan Duglosz, Don Whillans al Pilone Centrale del Frêney per giungere poi in vetta al Monte Bianco. Il cosiddetto Trittico del Frêney era stato effettuato nel 1982 grande Renato Casarotto in solitaria ed in inverno con un’epica impresa che resterà nella storia dell’alpinismo.
Pilastro Rosso del Brouillard: nuova via sul Monte Bianco per Della Bordella, Cazzanelli e Ratti
03.07.2020
Pilastro Rosso del Brouillard: nuova via sul Monte Bianco per Della Bordella, Cazzanelli e Ratti
Matteo Della Bordella, François Cazzanelli e Francesco Ratti hanno aperto Incroyable, una nuova via sul Pilastro Rosso del Brouillard sul versante italiano del Monte Bianco.
Campionato Europeo Mosca Combinata Finali live
28.11.2020
Campionato Europeo Mosca Combinata Finali live
Diretta streaming oggi alle 13:35 dalle Finali della Combinata del Campionato Europeo 2020 che si sta attualmente disputando a Mosca in Russia. In palio gli ultimi due pass per i Giochi Olimpici di Tokyo.
Va' Sentiero: oggi la première sui primi 3548 km del Sentiero Italia
25.11.2020
Va' Sentiero: oggi la première sui primi 3548 km del Sentiero Italia
Questa sera alle ore 21.00 la première online del docufilm che racconta i primi 3.548 chilometri di cammino lungo il Sentiero Italia, realizzato dall’associazione Va’ Sentiero. L'appuntamento in diretta sul canale YouTube di Va’ Sentiero e Ferrino per la proiezione; alle 21.55 ci si sposta su Facebook per il Question Time aperto alle curiosità di tutti gli spettatori.
Cresta Integrale di Peutérey salita in grande velocità da François Cazzanelli e Andreas Steindl
22.07.2019
Cresta Integrale di Peutérey salita in grande velocità da François Cazzanelli e Andreas Steindl
Le due guide alpine François Cazzanelli e Andreas Steindl hanno effettuato una velocissima salita della Cresta Integrale di Peutérey, nel massiccio del Monte Bianco, in 12 ore e 12 minuti. Per tornare al punto di partenza, il campeggio La Sorgente in Val Veny, hanno impiegato un totale di 15 ore e 55 minuti.
Denali Via Cassin per François Cazzanelli e Francesco Ratti, West Rib per Stefano Stradelli e Roger Bovard
01.06.2019
Denali Via Cassin per François Cazzanelli e Francesco Ratti, West Rib per Stefano Stradelli e Roger Bovard
François Cazzanelli e Francesco Ratti hanno salito la Cresta Cassin sul Denali (McKinley) in Alaska; cinque giorni prima le due guide alpine valdostane erano saliti in cima lungo la West Rib, via percorsa anche dai compagni di spedizione Stefano Stradelli e Roger Bovard.
Cervino: nuova via Diretta allo Scudo di François Cazzanelli & Co
24.09.2018
Cervino: nuova via Diretta allo Scudo di François Cazzanelli & Co
Alpinismo: sulla parete sud del Cervino François Cazzanelli ha portato a termine Diretta allo Scudo, una nuova via d’arrampicata da lui aperta in diversi tentativi e con Roberto Ferraris, Francesco Ratti, Emrik Favre e Marco Farina.
Cervino x 4: François Cazzanelli e Andreas Steindl salgono le 4 creste in 16 ore
20.09.2018
Cervino x 4: François Cazzanelli e Andreas Steindl salgono le 4 creste in 16 ore
Intervista a François Cazzanelli che il 12 settembre 2018 insieme allo svizzero Andreas Steindl ha salito tutti e quattro le creste del Cervino in soli 16 ore e 4 minuti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock