Home page Planetmountain.com
Alex Txikon durante la spedizione invernale al Manaslu
Fotografia di Phelipe Eizagirre
Alex Txikon al campo base durante la spedizione invernale al Manaslu
Fotografia di Phelipe Eizagirre
Alex Txikon durante la spedizione invernale al Manaslu
Fotografia di Phelipe Eizagirre
Alex Txikon, Tamara Lunger, Simone Moro e Ali Sadpara a campo base dopo la storica prima invernale del Nanga Parbat (8126m)
Fotografia di archivio Simone Moro

Alex Txikon, il tentativo invernale al Manaslu e il suo alpinismo

di

L'alpinista basco Alex Txikon è da poco tornato da un tentativo di salire il Manaslu in inverno. Una spedizione senza la vetta ma che, ancora una volta, insegna a 'trovare un traguardo più importante oltre alla cima.'

Alex Txikon è tornato dal tentativo invernale al Manaslu. Insieme a Inaki Alvarez e a quattro sherpa, si è fermato a 7050m. Poi il meteo, i venti fortissimi, hanno detto di no. Così la spedizione, di cui faceva parte anche Simone Moro, suo amico e compagno al Nanga Parbat, è tornata senza vetta.

Potrebbe sembrare una "non storia". In realtà per questi alpinisti che hanno scelto l'Himalaya d'inverno, ogni storia, anzi ogni salita, fa parte di un racconto iniziato molto prima. È un lungo cammino quello che li accomuna e che dà anche senso al tutto.

Alex è conosciuto come un tipo tosto. Un alpinista di quelli che non mollano. Insomma, sarà che è un basco. Ma anche, e forse ancor più, che è l'ultimo di 13 fratelli, lui è uno che sa soffrire. Che sa puntare ad un obiettivo e che non si demoralizza facilmente. Inoltre, ha una passione smisurata per l'alpinismo e l'arrampicata (fino all'8a) sbocciata fin da bambino.

Va da sé che queste caratteristiche, che uniscono passione e capacità di soffrire, ne facciano uno dei più forti alpinisti himalayani in circolazione. Uno che sta bene solo se è in spedizione o, negli altri periodi, se può pensare e preparare il suo prossimo progetto su una delle montagne più alte del mondo. D'altra parte per lui parlano la prima invernale al Nanga Parbat (nel 2016 con Muhammad Ali Sadpara e appunto Simone Moro) e altri 11 Ottomila saliti. Il primo, il Broad Peak, è arrivato nel 2003, quando aveva 21 anni. Poi in stretta successione si sono aggiunti il Makalu e Cho Oyo (2004), Shisha Pangma (2007 e 2010), Dhaulagiri (2008), Manaslu (2009), Annapurna (2010), Gasherbrum I e II (2011) e Lhotse (2013).

Chiaro che il "botto", quello che l'ha consacrato alla storia, è quello della prima invernale del Nanga. Ma nulla arriva per caso. Così anche la dimensione invernale per Alex era cominciata ben prima. Lui ama ripetere che essendo nato sul finire dell'inverno 1981 qualcosa era già scritto. Noi pensiamo che l'innamoramento, o meglio la predisposizione a una certa dose di sofferenza, sia maturata e cresciuta man mano. A cominciare da quel tentativo invernale al Gasherbrum I nel 2011. Subito seguito l'anno dopo da un altro tentativo sul fratello Gasherbrum II, dove perse tre compagni di spedizione.

Poi arrivarono le prime invernali del Gasherbrum South (7.109m), del Laila Peak (6.096 m) e quella storica del Nanga Parbat. Seguite dalla seconda invernale del Pumori (7161 m) e dall'invernale dell'Ama Dablam (6.812 m). Ma soprattutto dai 3 tentativi, nel 2017, 2018 e 2020, sempre rigorosamente in inverno, all'Everest e a quello al K2 nel 2019. Come dire che Txikon, nei 4 anni successivi al successo al Nanga, ha puntato altissimo anche come "sofferenza" e "resistenza". Un quadriennio terribile di tentativi e di invernali (assolutamente estreme e oltre i limiti) non andate a buon fine.

Ecco, ancora una volta è da qui che bisogna partire, dalle non vette, per cercare di comprendere un po' questo alpinismo e questi alpinisti. Quella loro capacità di perseverare verso un sogno tutto loro per nulla facile anzi spesso anche doloroso. Così, se ci pensiamo bene, forse riusciamo anche a capire meglio quello che Txikon racconta del suo Manaslu d'inverno. La sua capacità di resistere alle condizioni impossibili (e all'isolamento) dell'inverno himalayano. Per lui, racconta, in realtà tutto "È facile, grazie alla passione e alla motivazione che ci anima. Poi, se dobbiamo pensare a tutto quello che è accaduto in questa stagione, ai cinque morti sul K2... Noi, dopo la scomparsa di Sergi Mingote siamo tornati al campo base, per rispetto. Nonostante fossimo su un’altra montagna non è stato facile vivere quei momenti." 

Come, anche se non lo dà a vedere, sicuramente è stato oltremodo difficile superare di lì a pochi giorni sempre sul K2 anche la scomparsa di Ali Sadpara. E pensare che il fortissimo alpinista pachistano 5 anni anni prima, proprio in quei giorni, era in vetta al Nanga Parbat insieme a lui. "È stato un anniversario triste senza Ali." dice Alex. E poi "Ho sperato per lui, Juan Pablo Mohr e John Snorri". Gli altri due dispersi per sempre quest’inverno sul K2.

Anche questo raccontano queste spedizioni. Anche questo è il mondo dell'Himalaya. Ritornerà Alex Txikon? Ci saranno ancora invernali per lui? "Penso di sì, ma vedremo più avanti." risponde "Non è facile realizzare questi progetti, perché giustamente quando parti sei motivato e vuoi andare in vetta, cosa che non arriva dal 2016. Io ho imparato a trovare un traguardo più importante oltre alla cima. La gioia, l’amicizia, andare e tornare insieme. Quest’anno al Manaslu mi sarebbe piaciuto allungare la permanenza a marzo, abbiamo provato a chiedere l’estensione dei permessi ma questo avrebbe comportato molti costi aggiuntivi. Alla fine abbiamo deciso di lasciar perdere, ma è comunque stata una grande esperienza."

di Vinicio Stefanello

Link: www.alextxikon.com, Ferrino

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Il Manaslu in invernale entra nella fase decisiva
05.02.2021
Il Manaslu in invernale entra nella fase decisiva
Dopo aver toccato quota 6650 metri, la spedizione invernale al Manaslu in Nepal di Alex Txikon, Iñaki Alvarez e Simone Moro sta per entrare nella settimana decisiva.
Manaslu la prossima spedizione invernale di Simone Moro, Alex Txikon e Iñaki Alvarez
30.11.2020
Manaslu la prossima spedizione invernale di Simone Moro, Alex Txikon e Iñaki Alvarez
Simone Moro ritenta per la terza volta d’inverno la salita del Manaslu in Nepal dopo la prima volta nel 2015 con Tamara Lunger e la seconda nel 2018 con Pemba Sherpa. Insieme all’alpinista Bergamasco gli spagnoli Alex Txikon e Iñaki Alvarez
Alex Txikon - Road to Himalayas, dall’Antartide all’Everest in inverno
02.01.2020
Alex Txikon - Road to Himalayas, dall’Antartide all’Everest in inverno
Domenico Perri illustra il progetto di Alex Txikon: un viaggio dall’Antartide fino al Nepal dove tenterà di scalare in invernale l’Ama Dablam, primo banco di prova per la salita che gli sta più a cuore: l’Everest in inverno
Nanga Parbat: partite le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard da parte del team di Alex Txikon
04.03.2019
Nanga Parbat: partite le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard da parte del team di Alex Txikon
Continua la ricerca di Daniele Nardi e Tom Ballard: oggi Alex Txikon e il suo team sono stati trasportati al Nanga Parbat e subito si sono attivati per i primi sorvoli e operazioni sulla montagna. Domani, meteo permettendo, si continua.
Alex Txikon verso il K2. Cronache invernali dal Karakorum di Domenico Perri
18.01.2019
Alex Txikon verso il K2. Cronache invernali dal Karakorum di Domenico Perri
Domenico Perri presenta la spedizione dell'alpinista basco Alex Txikon che ha come ambizioso obiettivo la prima salita invernale del K2, l'unico Ottomila ancora mai scalato d'inverno.
Karl Unterkircher Award 2018, vince il Nanga Parbat di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
20.07.2018
Karl Unterkircher Award 2018, vince il Nanga Parbat di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Il 5° Karl Unterkircher Award è stato assegnato il 14 luglio 2018 a Selva di Val Gardena a Simone Moro che, insieme a Ali Sadpara ed Alex Txikon, aveva effettuato la prima invernale del Nanga Parbat. Le altre due salite in nomination erano quella di Ines Papert e Luka Lindič per la loro via nuova sul Kyzyl Asker in Kyrgyzstan (Cina), e Simon Gietl e Marcel Schenk per la nuova via di ghiaccio e misto sulla parete del Pizzo Badile in Svizzera.
Everest in inverno: venti forti costringono Txikon & Co a scendere
24.02.2018
Everest in inverno: venti forti costringono Txikon & Co a scendere
Notizia flash dall’Everest dove a causa dei forti venti la spedizione di Alex Txikon sta attualmente scendendo verso il campo base. La spedizione è impegnata nel tentativo di effettuare la salita invernale senza ossigeno dell’Everest (8850 metri).
Everest in inverno: Alex Txikon & Co al tentativo decisivo
21.02.2018
Everest in inverno: Alex Txikon & Co al tentativo decisivo
La spedizione di Alex Txikon impegnata nel tentativo di effettuare la salita invernale senza ossigeno dell’Everest (8850 metri) è partita per il rush finale. Gli alpinisti sono attualmente al Campo 2.
Intervista ad Alex Txikon dal Campo Base dell'Everest
08.02.2018
Intervista ad Alex Txikon dal Campo Base dell'Everest
Video intervista di Domenico Perri all'alpinista basco Alex Txikon attualmente impegnato nel tentativo di salita invernale e senza ossigeno dell’Everest. Dopo essersi spinti a quasi 7800 m, condizioni permettendo Txikon, Ali Sadpara e il team tenteranno la salita in vetta dopo l'11 febbraio.
Pumori, salita invernale per Alex Txikon & Co in preparazione all'Everest
22.01.2018
Pumori, salita invernale per Alex Txikon & Co in preparazione all'Everest
In preparazione per la salita invernale e senza ossigeno dell’Everest, l’alpinista basco Alex Txikon e l'alpinista pachistano Ali Sadpara hanno salito il Pumori, bellissima cima di 7161 m posta difronte all’Everest. Assieme a loro in vetta sono arrivati anche Nuri e Temba Sherpa. Il report di Domenico Perri.
Alex Txikon, l'alpinista, l'uomo e il racconto di un incontro speciale
24.12.2017
Alex Txikon, l'alpinista, l'uomo e il racconto di un incontro speciale
Alex Txicon raccontato dall'amico Domenico Perri. Alla vigilia del suo secondo tentativo di effettuare la prima salita invernale senza ossigeno dell'Everest, presentiamo questo intenso ritratto dell'alpinista basco che ha già salito 10 Ottomila e che nel 2016 insieme a Simone Moro e Ali Sadpara ha realizzato la prima storica invernale del Nanga Parbat.
Alex Txikon abbandona la spedizione invernale all’Everest
08.03.2017
Alex Txikon abbandona la spedizione invernale all’Everest
L’alpinista basco Alex Txikon ha terminato la spedizione invernale all’Everest dopo un ultimo tentativo che si è fermato a causa dei venti fortissimi al Campo 2 (6400m).
Everest in inverno: iniziato il tentativo di vetta di Alex Txikon e Co
10.02.2017
Everest in inverno: iniziato il tentativo di vetta di Alex Txikon e Co
E’ iniziato oggi il tentativo della spedizione spagnola guidata dall'alpinista basco Alex Txikon di salire l’Everest in inverno e senza ossigeno supplementare. Tra il 14 al 18 febbraio 2017 è prevista una finestra di bel tempo.
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
26.02.2016
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Oggi, venerdì 26 febbraio 2016, l'italiano Simone Moro, lo spagnolo Alex Txikon e il pachistano Ali Sadpara hanno realizzato la prima storica salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan). L'italiana Tamara Lunger che faceva parte del team si è fermata prima della vetta. Verso le 20:00 circa (Pakistan time) tutti gli alpinisti hanno fatto ritorno al Campo 4 a 7.100m.
Il Kangchenjunga da Nord di Urubko, Txikon, Sinev, Bielecki e Braun
26.05.2014
Il Kangchenjunga da Nord di Urubko, Txikon, Sinev, Bielecki e Braun
La vetta di Denis Urubko lungo il versante NO del Kangchenjunga rivela una bella storia di alpinismo e un bello sforzo di team di cui, insieme ad Denis Urubko, sono stati grandi protagonisti Alex Txikon, Dmitri Sinev, Artem Braun e Adam Bielecki.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli
  • Tempi moderni
    Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni ( ...
    2020-06-30 / Livio Carollo