Home page Planetmountain.com
John McCune nel grande tetto durante l'apertura di Above and Beyond su Aiguille de Pélerins, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di John McCune / Will Sim
John McCune e Will Sim durante l'apertura di Above and Beyond su Aiguille de Pélerins, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di John McCune / Will Sim
John McCune e Will Sim durante l'apertura di Above and Beyond su Aiguille de Pélerins, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di John McCune / Will Sim
John McCune e Will Sim durante l'apertura di Above and Beyond su Aiguille de Pélerins, massiccio del Monte Bianco
Fotografia di John McCune / Will Sim

Aiguille de Pélerins: John McCune e Will Sim aprono Above and Beyond

di

Gli alpinisti britannici John McCune e Will Sim hanno salito quella che con tutta probabilità è da considerarsi una nuova via di misto a sinistra di Beyond Good and Evil sulla parete nord dell' Aiguille de Pélerins nel massiccio del Monte Bianco. La loro Above and Beyond è stata gradata ED M6 6b+.

Martedì 30 aprile gli alpinisti britannici John McCune e Will Sim hanno salito quella che sembra essere una nuova via sull'austera parete nord dell'Aiguille de Pèlerins, nel massiccio del Monte Bianco.

Visibile da Chamonix, la montagna è famosa per vie del calibro della Rébuffat-Terray, salita per la prima volta dai francesi Gaston Rébuffat e Lionel Terray nell'estate del 1944 e poi scalata nell'inverno 1975 da Rab Carrington e Alan Rouse, e per la leggendaria via di misto Beyond Good and Evil, aperta da Andy Parkin e Mark Twight tra il 21 e il 22 aprile 1992.

È stato proprio durante la ripetizione di Beyond Good and Evil che, l'anno scorso, McCune aveva notato un enorme tetto a sinistra e, cosa importante, una fessura che correva lungo tutto il suo fondo. "Non avevo idea di che misura fosse, ma immaginavo che sarebbe stato divertente salirla" ci ha spiegato McCune, aggiungendo "Sembrava un bel tiro su roccia perfettamente pulita."

Dopo aver trascorso la notte nel locale invernale del Refuge du Plan de l'Aiguille, McCune e Sim hanno seguito la via Rébuffat-Terray per circa 250 metri, poi sono saliti verso sinistra su terreno nuovo, dirigendosi verso l'evidente tetto in alto. La cordata ha salito 4 tiri lungo diedri su terreno di misto e con difficoltà stimato attorno a M6, finché le fessure sono diventate molto ripide e prive di neve e ghiaccio. A questo punto McCune ha indossato le sue scarpette da arrampicata per i due tiri successivi che gli hanno permesso di superare il grande tetto.

"È stato molto divertente e il tetto si è fatto scalare bene. Alla fine del traverso mi ha preoccupato un’enorme lama a forma di ghigliottina e che rimbombava spaventosamente, fortunatamente però mi è sembrata sufficientemente solida e sono stato in grado di aggirarla e raggiungere una buona sosta in un diedro ghiacciato."

Con un grande zaino sulle spalle e senza scarpette da arrampicata, Sim è riuscito in qualche maniera a seguirlo arrampicando in artificiale, prima di prendere il comando e salire una serie di diedri e fessure che li hanno portati in cima al contrafforte. Da qui hanno raggiunto la Rebuffat Terray, lungo la quale si sono calati in corda doppia.

McCune aveva tentato la linea due volte la scorsa stagione, con Danny Uhlmann e Chris Warner, ma avendo solo l'opportunità di fare tentativi in giornata da Chamonix, in entrambi le occasioni non hanno avuto sufficiente tempo a disposizione. McCune e Warner erano riusciti a raggiungere il tetto prima di ritirarsi.

È probabile che questa porzione della parete sia stata colpita da una grossa frana negli anni '50 o '60, e sebbene possa esserci stata una vecchia via sul contrafforte prima della frana, da allora probabilmente non è più stata scalata. McCune ci ha spiegato che "Non c'era alcuna traccia di passaggio o di vecchio materiale, e abbiamo fatto un bel po’ di pulizia togliendo lame e rocce friabili, che non sarebbero state lì se qualcuno avesse fatto la via prima di noi."

Sul suo account Instagram, McCune ha dichiarato che questa linea: "È una bella cosa perché la puoi vedere da tutta la città, e l'ho osservata tutto l'anno chiedendomi se fosse fattibile. Non c’è più bisogno di interrogarsi, la via può essere salita ed è stata una piccola, divertente avventura con sci, piccozze e ramponi e scarpette d’arrampicata."

I due hanno chiamato la via Above and Beyond, in linea con altre due vie sulla stessa montagna, Beyond Good and Evil di cui sopra, e One Step Beyond, aperta da François Marsigny e Thierry Renault il 12 dicembre 2001.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Corrado Pesce e Will Sim ripetono il Pilastro Sud Ovest del Petit Dru
28.02.2021
Corrado Pesce e Will Sim ripetono il Pilastro Sud Ovest del Petit Dru
Gli alpinisti Corrado Korra Pesce e Will Sim hanno ripetuto Voie des Papas / Via Bonatti sul pilastro sud ovest del Petit Dru nel massiccio del Monte Bianco.


Jeff Mercier: nuova variante a Beyond Good and Evil, Aiguille des Pélerins, Monte Bianco
10.01.2017
Jeff Mercier: nuova variante a Beyond Good and Evil, Aiguille des Pélerins, Monte Bianco
Alpinismo nel massiccio del Monte Bianco: sulla parete nord dell’ Aiguille des Pélerins (3318m) Jeff Mercier insieme a Lucien Boucansaud, Xavier Cailhol e Bastien Lardat, ha aperto 'Les Flammes de l’enfer’, una nuova variante alla famosa via di ghiaccio e misto Beyond Good and Evil.
Voie Normale dell'Aiguille des Pélerins
17.02.2013
Voie Normale dell'Aiguille des Pélerins
Il 14/02/13 Julien Herry, Luca Rolli e Davide Capozzi hanno salito e poi sceso in sci e snowboard la Voie Normale dell'Aiguille des Pelerins. Una discesa - la prima conosciuta in sci e snowboard - molto particolare che difficilmente potrà essere ripetuta senza un'innevamento eccezionale come quest'anno, come racconta Capozzi.
Coffee Break Interview: Will Sim / Dani Andrada
04.04.2018
Coffee Break Interview: Will Sim / Dani Andrada
Coffee Break Interview #15: l’alpinista britannico Will Sim e il climber spagnolo Dani Andrada. Daniela Zangrando continua ad esplorare sogni, desideri e limiti dei protagonisti dell'arrampicata e dell'alpinismo.
Alaska: Greg Boswell e Will Sim aprono due grandi nuove vie
04.05.2017
Alaska: Greg Boswell e Will Sim aprono due grandi nuove vie
Il mese scorso gli alpinisti britannici Greg Boswell e Will Sim si sono recati sul ghiacciaio Buckskin nell'Alaska centrale dove, durante un eccezionale periodo di bel tempo, hanno aperto due grandi vie di arrampicata su misto: Beastiality e Shark Fishing.
Jon Griffith e Will Sim aprono nuova via in stile alpino su Mt Deborah in Alaska
17.06.2015
Jon Griffith e Will Sim aprono nuova via in stile alpino su Mt Deborah in Alaska
Gli alpinisti britannici Jon Griffith e Will Sim hanno effettuato la prima salita di Bad to the Bone, la prima via che supera la parete Nord Ovest del Monte Deborah in Alaska.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli