Home page Planetmountain.com
Andrea Lanfri in vetta al Puntha Hiunchuli 7246m, Nepal
Fotografia di archivio Andrea Lanfri
Luca Montanari ed Andrea Lanfri durante la salita del Puntha Hiunchuli 7246m in Nepal nel 2019
Fotografia di archivio Luca Montanari
Luca Montanari, Guida Alpina, Expedition Leader e sport mental coach
Fotografia di archivio Luca Montanari
Luca Montanari, Andrea Lanfri e l'ex atleta paralimpico Heros Marai
Fotografia di archivio Luca Montanari

Luca Montanari e Andrea Lanfri insieme per l’Everest

di

Intervista alla guida alpina Luca Montanari che proprio oggi è in partenza per il Nepal dove, come capo spedizione, sarà il compagno di cordata di Andrea Lanfri durante la salita all'Everest. Intervista di Arianna Del Sordo

Guida Alpina, Expedition Leader e sport mental coach, Luca Montanari sarà il compagno di cordata di Andrea Lanfri durante la salita all'Everest. Dal 2007 ad oggi, Luca ha salito oltre 20 cime tra i 6000 e gli 8000 metri. La sua grande passione per le altissime quote gli ha permesso di salire molte delle montagne più belle e più alte del mondo. 

Da sempre ciò che attrae di più Luca nello scalare una cima non è tanto la performance sportivo/alpinistica in sé, quanto la sfida con se stesso: contro le proprie paure, i limiti mentali, le convinzioni che, se non vengono allenate e ben gestite, si trasformano in ostacoli insormontabili che compromettono la riuscita della salita.

Luca, cosa ti ha spinto ad accettare questa grande sfida insieme ad Andrea?
L’Everest è il sogno di ogni alpinista, che lo si realizzi o meno. È la montagna più alta del mondo e come tale rappresenta l’essenza dell’alpinismo, il punto di arrivo più alto in assoluto. Ho voluto condividere questa avventura con Andrea proprio per questo motivo: perché si può arrivare ovunque desideriamo o almeno provarci, se lo vogliamo davvero.

Non è la prima volta che accompagni Andrea in una spedizione. Insieme avete già salito un 7000.
Nel 2019 abbiamo salito Putha Hiunchuli, un settemila di 7246 metri che fa parte della catena montuosa del Dhaulagiri, nel cuore del Nepal Centrale, più precisamente nella regione del Dolpo. Ho conosciuto Andrea in quell’occasione: aveva questo grande sogno di salire un settemila. Per me è stata un’esperienza incredibile non solo dal punto di vista alpinistico, ma soprattutto umano: l’intesa con Andrea è stata perfetta fin da subito. L’esperienza del settemila insieme mi ha fatto capire ancora meglio quanto sia importante vedere le cose da più prospettive, perché solo così si trovano le soluzioni davvero giuste per ognuno di noi. Nessun timore, nessun limite, nessuna reticenza: solo la voglia di esplorare se stessi misurandosi con le proprie capacità, ma sempre preparandosi con metodo e determinazione.

Ciò che emerge in Andrea e che ci accomuna è l’amore fortissimo per la montagna e, di conseguenza, per la vita. Quindi, entrambi tendiamo ad associare alla montagna un percorso di vita che va vissuto con pienezza, con curiosità e con la voglia di scoprire continuamente cose nuove, sempre trovando strade alternative. Perché, di fronte ad ogni difficoltà, c’è sempre un piano b. Basta imboccare la strada giusta per arrivarci.

Obiettivo Everest: finalmente un sogno che si realizza per entrambi!
Il progetto Everest con Andrea, in cantiere da tre anni, è sicuramente molto ambizioso. Si tratta di una grande sfida che metterà alla prova la nostra volontà, le nostre capacità e la nostra resilienza. Oltre a legarmi in cordata con Andrea, in questo progetto ho il ruolo di Expedition Leader. Avrò quindi il compito di pianificare la spedizione negli aspetti burocratico, logistico e operativo e dovrò gestire il team. Dovrò, in pratica, fare in modo che ogni cosa funzioni al meglio per mettere Andrea nelle migliori condizioni e portare a termine il suo progetto.

Dietro noi alpinisti, infatti, sul campo c’è uno staff di persone con ruoli, mansioni e responsabilità molto importanti. La parte organizzativa della spedizione comprende diverse figure, quali: i corrispondenti dell'agenzia nepalese, gli Sherpa, i cuochi, i portatori, tutte figure con le quali dovrò interfacciarmi ogni giorno per fare in modo che le attività procedano secondo i piani, gestire eventuali imprevisti e prevenirne altri.

Oltre a gestire le problematiche e le relazioni nel team, un Expedition Leader deve essere in grado di far fronte ad un carico emotivo e di stress elevato, in questo caso amplificati dai fattori esterni come quota, freddo e fatica. Per me, quindi, ogni volta è una sfida nella sfida.

L'obiettivo che ci siamo posti io e Andrea é veramente importante e decisamente impegnativo. Dalla mia posso contare su una fortissima motivazione a dare il meglio di me, consapevole di essermi preparato al meglio per poter affrontare la montagna più alta del mondo. 

Quanto conta il lavoro di squadra in progetti ambiziosi come questo?
È fondamentale. Il team ti protegge, ti motiva, ti ispira, ti aiuta a tenere la linea giusta da seguire. E ti invita a valutare tante altre opzioni che, se sei da solo, forse non riusciresti a prendere in considerazione. La squadra moltiplica le forze e i risultati, lo sostengo sempre con i ragazzi e le squadre che seguo nella mia veste di sport mental coach. E poi, squadra che vince non si cambia! Infatti, per la salita dell’Everest io e Andrea potremo contare sugli stessi Sherpa che ci hanno accompagnato in cima a Putha Hiunchuli.

Link: IG Luca Montanariandrealanfri.comIG Andrea LanfriFB Andrea LanfriFerrinoLa Sportiva

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Andrea Lanfri e l'obiettivo Everest
08.03.2022
Andrea Lanfri e l'obiettivo Everest
Intervista ad Andrea Lanfri, l'atleta paralimpico e alpinista lucchese che il 23 marzo partirà con la guida alpina Luca Montanari per tentare di scalare l'Everest.
Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa
20.09.2021
Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa
Per il suo progetto 'From 0 to 0', Andrea Lanfri è partito da Genova in bici ed è salito alla Capanna Margherita (4554m) del Monte Rosa, prima del suo rientro a Genova. L'atleta paralimpico ed alpinista lucchese ha quindi percorso oltre 470km in bici e per il primo tratto Genova - Monte Rosa ha impiegato solo 18 ore e 7 minuti.
La traversata del Monte Rosa di Andrea Lanfri e Massimo Coda
13.07.2021
La traversata del Monte Rosa di Andrea Lanfri e Massimo Coda
Andrea Lanfri parla della Traversata del Monte Rosa, da Gressoney a Cervinia effettuata insieme al paraclimber e compagno di cordata Massimo Coda. La cordata di amputati agli arti ha compiuto la traversata in alta montagna in completa autonomia dal 27 giugno al 2 luglio.
Andrea Lanfri sul Gran Sasso d’Italia nel progetto From Coast to Coast
22.06.2021
Andrea Lanfri sul Gran Sasso d’Italia nel progetto From Coast to Coast
Il report dell’atleta paralimpico lucchese Andrea Lanfri che domenica 13 giungo nell’ambito del suo progetto 'From 0 to 0' ha salito il Gran Sasso d’Italia partendo da Montesilvano sulle sponde dell’Adriatico e concludendo il viaggio a Ladispoli sul Mar Tirreno. Oltre 300km non stop, inclusa la salita al Corno Grande (2912m)
Andrea Lanfri live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
24.04.2021
Andrea Lanfri live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
L'atleta paralimpico Andrea Lanfri oggi a partire dalle 9.00 percorrerà il tragitto da Marina di Pisa al Monte Serra e ritorno, no stop, alternando corsa e bicicletta. L'impresa sarà trasmessa live sui suoi canali social, in occasione della Giornata Mondiale contro la Meningite.
Andrea Lanfri: From 0 to 0 live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
15.04.2021
Andrea Lanfri: From 0 to 0 live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
Sabato 24 aprile nella Giornata Mondiale contro la Meningite l'atleta paralimpico ed alpinista italiano Andrea Lanfri percorrerà il tragitto da Marina di Pisa al Monte Serra e ritorno, no stop, alternando corsa e bicicletta. L'impresa sarà trasmessa live sui suoi canali social.
Andrea Lanfri, Monte Etna e il progetto From 0 to 0
19.11.2020
Andrea Lanfri, Monte Etna e il progetto From 0 to 0
Il report di Andrea Lanfri del progetto alpinistico From 0 to 0 e la salita del Monte Etna in Sicilia, con partenza e ritorno al livello del mare. L’iniziativa del 33enne atleta paralimpico e alpinista italiano è legata ad un progetto di solidarietà, finalizzato alla raccolta di fondi a sostegno di Pink is good, della Fondazione Umberto Veronesi.
Andrea Lanfri e Massimo Coda, paraclimber in cima al Monte Bianco
14.08.2020
Andrea Lanfri e Massimo Coda, paraclimber in cima al Monte Bianco
Intervista a Andrea Lanfri che all'inizio di agosto insieme a Massimo Coda è salito in cima al Monte Bianco lungo la via normale italiana. Con ogni probabilità è la prima cordata di amputati agli arti a compiere un'impresa simile.
Peak Lenin: intervista a Luca Montanari
18.09.2018
Peak Lenin: intervista a Luca Montanari
Intervista alla guida alpina XMountain Luca Montanari dopo il successo della spedizione alpinistica in cima al Peak Lenin (7134 m).
Gyanjikhang Peak, Himalaya: nuova via per Montanari e gli Sherpa
08.11.2017
Gyanjikhang Peak, Himalaya: nuova via per Montanari e gli Sherpa
Il racconto della Guida alpina Luca Montanari che, insieme a Giorgio Sartori, Mingma Temba Sherpa e Nima Sherpa, ha aperto una nuova via sul Monte Gyanjikhang, montagna di 7074 metri nella valle del Khumbu (Himalaya, Nepal).
From Italy with love, nuova via italiana nei Bugaboos in Canada
25.10.2017
From Italy with love, nuova via italiana nei Bugaboos in Canada
Dal 15 al 16 agosto 2017 Luca Montanari della scuola guide alpine XMountain e Arianna Del Sordo hanno aperto 'From Italy with love', una via in puro stile arrampicata trad, sulle Crescent Towers nel cuore delle Bugaboo Spires in Canada.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra