Home page Planetmountain.com
Andrea Lanfri alla Capanna Margherita (4554m) del Monte Rosa, dopo essere partito da Genova in bici
Fotografia di archivio Andrea Lanfri
Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa
Fotografia di Ilaria Cariello
Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa
Fotografia di archivio Andrea Lanfri
Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa
Fotografia di archivio Andrea Lanfri

Andrea Lanfri da Genova alla Capanna Margherita del Monte Rosa

di

Per il suo progetto 'From 0 to 0', Andrea Lanfri è partito da Genova in bici ed è salito alla Capanna Margherita (4554m) del Monte Rosa, prima del suo rientro a Genova. L'atleta paralimpico ed alpinista lucchese ha quindi percorso oltre 470km in bici e per il primo tratto Genova - Monte Rosa ha impiegato solo 18 ore e 7 minuti.

Ennesima missione compiuta per Andrea Lanfri. Il From 0 to 0 da Genova al Monte Rosa si è concretizzato in 18 ore e 7 minuti. "Una sfida pazzesca, un’avventura unica" l'ha definita l'atleta paralimpico, i cui particolari verranno svelati nei prossimi mesi. Infatti, questa terza tappa del suo progetto (a cui va aggiunta la tappa zero delle Alpi Apuane, proseguendo poi con quelle dell’Etna e del Gran Sasso) è stata seguita da una troupe televisiva e andrà in onda il prossimo anno su canali Mediaset.

"Sono partito da Genova al mattino presto, dopo un'abbondante colazione - racconta -. Fare 225 km con 3.000 metri di dislivello è stato il mio primo step. A Staffal il cambio di protesi alla gambe e poi sù per il sentiero per altri 3.000 metri circa di dislivello fino al Rifugio Capanna Margherita, a 4.554 metri sul livello del mare, per poi scendere al Rifugio Mantova, fino a qui tutto no-stop".

Il giorno successivo è iniziata la fase di discesa verso Genova. "Il primo tratto prevedeva un sentiero a piedi, poi giù in mountain bike, indubbiamente il pezzo più divertente. Il ritorno a gonfie vele, un po' complice la discesa ed il vento a favore, così ho spinto fino ad Alessandria. Il giorno dopo l'arrivo al punto di partenza a Genova Voltri, sul mare, passando il Turchino e la fine di questo incredibile From 0 to 0".

Il Monte Rosa era, per il momento, l'ultima edizione programmata di questo suo particolare progetto, nato nella fase post Covid per rimpiazzare le spedizioni extra italiane che non potevano essere svolte. "Era importante, pensare che quel sentiero l'ho percorso in 4 ore e 11 minuti mentre nel 2018 ne avevo impiegate quasi 9: questo dimostra che gli allenamenti che sto facendo sono davvero top. Sono felicissimo della riuscita e pensando in grande, all'Everest e a tutte le altre vette, vedo che tutti gli adattamenti che sto facendo sono giusti. Da ora in poi l'obiettivo è quello: l'allenamento proseguirà a gonfie vele in previsione del 24 marzo 2022, con la speranza di partire. Manca ancora una parte di fondi ma sono fiducioso, spero proprio di farcela e mi sto buttando su quello. Poi in futuro non nego che possano esserci altri From 0 to 0 abbastanza importanti".

Un’esperienza che è servita a Andrea come allenamento fisico ma anche psicologico. "In queste avventure la mente è determinante, può dire basta, pensare di fare tanti chilometri in bici poi altrettanti a piedi... bisogna tenere duro. Ma superato quel piccolo scalino poi vado, non so neanche io dove si trovano le energie, mi basta pensare alla felicità che si ha in vetta e poi all'arrivo! Il giorno dopo la vetta ero così felice e carico che avrei proseguito ancora".

Nelle sue parole c'è anche quel pizzico di orgoglio per un evento mai fatto prima. "È stato veramente bello, mi sono gestito i cambi di protesi e ho fatto il percorso in notturna tutto da solo, mentre la parte in ghiacciaio ero in cordata con un amico, Marco Olmo, conosciuto per caso sul Cervinio. Gli avevo parlato di questo progetto, era felicissimo di farne parte, ma aveva paura di non riuscire a seguirmi, al punto che le due settimane prima ha fatto diversi 4.000 per allenarsi. Alla fine era contentissimo anche lui di esserne stato protagonista e questo mi ha fatto veramente piacere".

Link: andrealanfri.comIG Andrea LanfriFB Andrea LanfriFerrinoLa Sportiva

Andrea Lanfri
Classe 1986, nel 2015 in seguito ad una meningite fulminante con sepsi meningococcica ha perso entrambe le gambe e sette dita delle mani. Ex membro della Nazionale Paralimpica Italiana di atletica, è vincitore di un argento mondiale a Londra nel 2017.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Andrea Lanfri sul Gran Sasso d’Italia nel progetto From Coast to Coast
22.06.2021
Andrea Lanfri sul Gran Sasso d’Italia nel progetto From Coast to Coast
Il report dell’atleta paralimpico lucchese Andrea Lanfri che domenica 13 giungo nell’ambito del suo progetto 'From 0 to 0' ha salito il Gran Sasso d’Italia partendo da Montesilvano sulle sponde dell’Adriatico e concludendo il viaggio a Ladispoli sul Mar Tirreno. Oltre 300km non stop, inclusa la salita al Corno Grande (2912m)
Andrea Lanfri live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
24.04.2021
Andrea Lanfri live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
L'atleta paralimpico Andrea Lanfri oggi a partire dalle 9.00 percorrerà il tragitto da Marina di Pisa al Monte Serra e ritorno, no stop, alternando corsa e bicicletta. L'impresa sarà trasmessa live sui suoi canali social, in occasione della Giornata Mondiale contro la Meningite.
Andrea Lanfri: From 0 to 0 live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
15.04.2021
Andrea Lanfri: From 0 to 0 live nella Giornata Mondiale contro la Meningite
Sabato 24 aprile nella Giornata Mondiale contro la Meningite l'atleta paralimpico ed alpinista italiano Andrea Lanfri percorrerà il tragitto da Marina di Pisa al Monte Serra e ritorno, no stop, alternando corsa e bicicletta. L'impresa sarà trasmessa live sui suoi canali social.
Andrea Lanfri, Monte Etna e il progetto From 0 to 0
19.11.2020
Andrea Lanfri, Monte Etna e il progetto From 0 to 0
Il report di Andrea Lanfri del progetto alpinistico From 0 to 0 e la salita del Monte Etna in Sicilia, con partenza e ritorno al livello del mare. L’iniziativa del 33enne atleta paralimpico e alpinista italiano è legata ad un progetto di solidarietà, finalizzato alla raccolta di fondi a sostegno di Pink is good, della Fondazione Umberto Veronesi.
Andrea Lanfri e Massimo Coda, paraclimber in cima al Monte Bianco
14.08.2020
Andrea Lanfri e Massimo Coda, paraclimber in cima al Monte Bianco
Intervista a Andrea Lanfri che all'inizio di agosto insieme a Massimo Coda è salito in cima al Monte Bianco lungo la via normale italiana. Con ogni probabilità è la prima cordata di amputati agli arti a compiere un'impresa simile.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra