Home page Planetmountain.com
Simon Gietl in apertura su Phoenix al Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto (Simon Gietl, Andrea Oberbacher 27/12/2020)
Fotografia di Simon Gietl, Andrea Oberbacher
Andrea Oberbacher in apertura di Phoenix al Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto (Simon Gietl, Andrea Oberbacher 27/12/2020)
Fotografia di Simon Gietl, Andrea Oberbacher
Andrea Oberbacher e Simon Gietl in cima a Phoenix al Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto (Simon Gietl, Andrea Oberbacher 27/12/2020)
Fotografia di Simon Gietl, Andrea Oberbacher
L'apertura di Phoenix al Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto (Simon Gietl, Andrea Oberbacher 27/12/2020)
Fotografia di Simon Gietl, Andrea Oberbacher

Phoenix sul Monte Popera nelle Dolomiti di Simon Gietl e Andrea Oberbacher

di

Simon Gietl e Andrea Oberbacher hanno aperto Phoenix, una bella e difficile via di misto sul Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto.

Segnaliamo l’ennesimo raid delle due guide alpine Simon Gietl e Andrea Oberbacher che domenica scorsa hanno aperto Phoenix (WI5+, M6, 450m), una difficile nuova via di misto sulla parete nord del Monte Popera nelle Dolomiti di Sesto.

Gietl aveva notato la linea osservando le foto di amici che avevano salito il Canale Schuster - Moser, soprannominato Canalone Omicida, del Monte Popera, e sabato scorso insieme a Martin Niederkofler e Florian Harrasser aveva effettuato la famosa gita di scialpinismo per capire da vicino le condizioni della via. Le previsioni davano brutto da lunedì in poi cosi già domenica Gietl è ritornato in Val Fiscalina, questa volta insieme al collega Andrea Oberbacher con il quale ha già aperto numerose vie sia in estate che in inverno.

Con il termometro che segnava -16°C i due sono partiti alle 4:30 di mattina da Sesto e tre ore più tardi erano alla base della parete. Un lungo traverso di circa 400m verso destra li ha portati all’inizio della colata, che hanno salito con 6 lunghi tiri.

"I primi metri erano meglio di quello che mi aspettavo" ci ha raccontato Gietl. "Temevo che non ci fosse ghiaccio alla base ma c’era, ed era anche sufficientemente buono da scalare. L’unico problema: era difficile da proteggere. In tutta la via abbiamo messo non più di una manciata di viti da ghiaccio. Fortunatamente dopo aver tolto la neve dalla roccia siamo riusciti a piazzare Friends a sinistra o a destra della colata. Tutte le soste sono state attrezzate con chiodi, friends oppure clessidre."

Sei lunghi tiri hanno portato ad un canalone di neve alto altri 100 metri circa, e oltre alle difficoltà tecniche i due hanno dovuto lottare contro i costanti spindrift e l’intenso freddo. Il selfie sull’altopiano in cima è stato scattato alle 14:40, poi sono scesi rapidamente lungo la via, utilizzando Abalakov per le prime due colate, poi le soste allestite durante la salita. Alle 17 erano nuovamente alla base della via e, seguendo la luce delle frontali, sono scesi a valle.

"La via è davvero fantastica" ha concluso Gietl "un bellissimo regalo di fine anno. Sarebbe da ripetere, ma non adesso dopo queste ultime nevicate: la valle è ripida e soggetta a valanghe."

Stando alle prime informazioni, la linea era stata tentata qualche anno fa in condizioni meno favorevoli e non completata.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Aaron Durogati e Simon Gietl aprono nuova via sul Monte Rauchkofel
04.12.2020
Aaron Durogati e Simon Gietl aprono nuova via sul Monte Rauchkofel
Il 29/11/2020 Simon Gietl e Aaron Durogati hanno aperto una nuova via di 500 metri sulla parete nord del Monte Rauchkofel in Alto Adige. Dopo la salita, i due alpinisti sono scesi a valle in parapendio. Il report di Durogati.
Wasserkopf, nuova via di misto e ghiaccio nelle Vedrette di Ries per Gietl e Prandini
16.11.2020
Wasserkopf, nuova via di misto e ghiaccio nelle Vedrette di Ries per Gietl e Prandini
Il 07/11/2020, appena prima che l’Alto Adige diventasse zona rossa per via del Covid, Simon Gietl e Davide Prandini hanno aperto Aquädukt (IV, M5 650m), una via nuova di misto e ghiaccio sulla parete nord della cima Wasserkopf (3135m), Vedrette di Ries, Alpi dei Tauri. La nuova via si unisce a 3/4 di altezza con la via aperta nel 1977 da Werner Beikircher e Hans Kammerlander. Il report di Prandini
Pandora sul Pordoi, la grande salita di misto moderno nelle Dolomiti di Simon Gietl e Vittorio Messini
20.12.2019
Pandora sul Pordoi, la grande salita di misto moderno nelle Dolomiti di Simon Gietl e Vittorio Messini
Dal 16 al 17 dicembre 2019, dopo un giorno di perlustrazione, gli alpinisti Simon Gietl e Vittorio Messini hanno salito Pandora (600m, V, M5, A0, WI6), una grande linea di ghiaccio e misto sulla parete ovest del Pordoi (Dolomiti). La via è un concatenamento della via Abram e la via Niagara e sale l’enorme colata che si era formato nella parte alta della parete.
Sul Sass de Putia in Dolomiti nuova via di Gietl e Oberlechner
02.02.2019
Sul Sass de Putia in Dolomiti nuova via di Gietl e Oberlechner
Il 26 gennaio 2019 sulla parete nord del Sass de Putia in Dolomiti gli alpinisti altoatesini Simon Gietl e Mark Oberlechner hanno aperto Kalipe, una difficile nuova via di ghiaccio e misto.
Simon Gietl e Patrick Seiwald aprono Räuber Hotzenplotz, nuova via di misto a Campo Tures
12.01.2019
Simon Gietl e Patrick Seiwald aprono Räuber Hotzenplotz, nuova via di misto a Campo Tures
Gli alpinisti sudtirolesi Simon Gietl e Patrick Seiwald hanno aperto Räuber Hotzenplotz (M9 Wi5), una nuova via di misto. La via si trova a sinistra della famosa cascata di ghiaccio Koflerbach vicino a Campo Tures. Il report di Gietl.
Diluvio Universale, sul Monte Prijakt in Austria una nuova via di misto per Gietl e Messini
13.11.2018
Diluvio Universale, sul Monte Prijakt in Austria una nuova via di misto per Gietl e Messini
L’ 8/11/2018 Simon Gietl e Vittorio Messini hanno aperto Sintflut, Diluvio Universale (M6/WI5, R, 500m), una nuova via di ghiaccio e misto sulla parete nord del Monte Prijakt in Austria. Il report di Messini.
Val Mesdì e la cascata di ghiaccio sul Pizza Longata in Dolomiti
02.01.2018
Val Mesdì e la cascata di ghiaccio sul Pizza Longata in Dolomiti
La scheda della via salita nel dicembre 2016 da Simon Gietl e Andrea Oberbacher nella Val de Mesdi, gruppo del Sella, Dolomiti. Non necessariamente una nuova via di ghiaccio, ma certamente un'interessante proposta per l’alpinismo invernale.
Torre Vitty e la via sconosciuta sopra la Val Culea, Sella, Dolomiti
18.12.2017
Torre Vitty e la via sconosciuta sopra la Val Culea, Sella, Dolomiti
Alpinismo invernale: la proposta di una via di ghiaccio poco documentata ma molto consigliata, da Simon Gietl e Andrea Oberbacher, alla Torre Vitty nel gruppo del Sella in Dolomiti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock