Home page Planetmountain.com
Il libro Winter 8000. Himalaya d'inverno: gli alpinisti che hanno sfidato la montagna nella stagione impossibile. Di Bernadette McDonald (Mulatero Editore, 2020)
Fotografia di Mulatero Editore
Simone Moro, Cory Richards, Denis Urubko in vetta al Gasherbrum II dopo la prima salita invernale
Fotografia di Cory Richards
L'alpinista francese Elisabeth Revol e il polacco Tomek Mackiewicz
Fotografia di archive Revol
Tom Ballard e Daniele Nardi al Nanga Parbat in inverno
Fotografia di Daniele Nardi, Tom Ballard

Winter 8000 di Bernadette McDonald

di

Winter 8000. Himalaya d'inverno: gli alpinisti che hanno sfidato la montagna nella stagione impossibile di Bernadette McDonald (Mulatero Editore, 2020). La novità dell’anno in ambito alpinistico, il libro più completo sull’himalaysmo invernale, finalista di tutti i premi letterari internazionali di montagna.

C'è sempre qualcosa che sfugge nelle motivazioni degli alpinisti. Qualcosa che sembra avere a che fare con una magnifica, quanto terribile, ossessione. Soprattutto se si tratta di alpinismo invernale. Se poi l'inverno è quello degli 8000, beh la cosa è così evidente, anzi è così estrema, che sembra non avere alcuna spiegazione razionale.

Cos'è che spinge un essere umano ad affrontare tutti quei rischi e quelle indicibili sofferenze? Perché questi uomini e donne sono letteralmente conquistati da quelle condizioni dove la vita non è nemmeno contemplata? Come sanno bene gli alpinisti, ma anche chi segue l'alpinismo, non esistono risposte vere. E chi crede di averle, spesso non sa di cosa parla. Non sa di quante storie diverse sia fatto quel mondo. E non sospetta nemmeno cosa provino e chi siano quegli uomini e quelle donne che affrontano, e solo a volte superano, quei confini impossibili. I più si limitano ad etichettarli come eroi (quando arrivano in cima) o come dei pazzi scriteriati o ancora peggio (quando falliscono e magari muoiono).

Spesso, se non sempre, le storie di questi uomini e donne paradossalmente restano ai margini. Le loro motivazioni, passioni, grandezze e anche miserie, sembrano non contare, non interessare. Sono proprio queste storie, invece, che ci racconta Bernadette McDonald in Winter 8000. Sono proprio le incredibili storie di questo manipolo di alpinisti, che ha scelto di confrontarsi con le montagne più alte della terra nella stagione più inospitale e difficile, che rendono questo libro non solo importante ma anche assolutamente avvincente. Perché è una vera e propria epopea quella che McDonald ci racconta. Una grande storia, tutta vera, che come un appassionante romanzo prende il via dalla prima salita invernale di un Ottomila, sua maestà l'Everest, per poi attraversare tutti gli altri 13 colossi fino al K2, l'unico che ancora resiste alla prima invernale.

Protagonisti di questo fantastico viaggio sono loro, i “guerrieri del ghiaccio”. Quegli alpinisti che di quel mondo, dove i venti urlano a 150 chilometri all'ora e le temperature vanno oltre i 50° sotto zero, non possono fare a meno. A cominciare dai grandi polacchi che hanno “inventato” l'inverno sugli Ottomila. Come il patriarca Andrzej Zawada, il sempiterno Krzysztof Wielicki, il gigante Jerzy Kukuczka, il suo grande compagno Voytek Kurtyka e la mitica Wanda Rutkiewicz. Per continuare con Maciej Berbeka, Artur Hajzer e Adam Bielecki, solo per citare alcuni altri leggendari componenti del plotone polacco.

A loro si aggiungono i “non polacchi” tra cui la svizzera Marianne Chapuisat prima donna, sul Cho Oyu, a scalare d'inverno un 8000. Il bergamasco Simone Moro, un autentico specialista e riferimento con il suo record di 4 prime invernali su altrettanti Ottomila. Il fuoriclasse Jean-Christoph Lafaille. L'incredibile e inarrivabile Denis Urubko. E poi Daniele Nardi che al sogno del Nanga Parbat d'inverno ha dedicato tutto se stesso. L'inarrestabile Alex Txikon. L'inconfondibile e sfortunato Tomasz Mackiewicz. Tom Ballard, il ragazzo nato per arrampicare. La sempre sorridente e fortissima Tamara Lunger. La piccola e indomita combattente Elisabeth Revol. E tutti gli altri che compongono questa pazza tribù dell'alpinismo.

I loro sogni come le salite e le difficoltà. Le rare vittorie e le tantissime sconfitte, ma anche gli amori e le liti, la gloria e la miseria. Le lotte infinite per sopravvivere, le immense tragedie e il dolore dei loro cari e amici s'incrociano e si rincorrono senza apparente fine. Così le loro storie sembrano la rappresentazione stessa della vita. Un magnifico e tremendo viaggio individuale e collettivo che si spinge alla ricerca di quel limite, e di quelle risposte, che forse non raggiungeremo mai ma che ci rendono vivi.

recensione di Vinicio Stefanello

Bernadette McDonald, canadese, è autrice di svariati libri sul mondo dell’alpinismo e della cultura di montagna, diversi dei quali divenuti dei veri e propri best sellers nel settore; fra essi L’arte di essere libero. Voytek Kurtyka. L’alpinista leggendario, titolo con cui si è aggiudicata il Banff Mountain Book Festival e il Boardman Tasker Award; vincitrice nel 2010 del Cardo d’Argento al Premio ITAS con il titolo Tomaz Humar. Prigioniero del ghiaccio. E’ stata direttrice del Banff Mountain Festival per vent’anni. Quando non scrive, si dedica all’arrampicata, all’escursionismo e allo sci, oltre a coltivare le sue amatissime viti.

Info: www.mulatero.it

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Vuoi provare l'arrampicata? Il prezioso libro di Catherine Destivelle per i più giovani
21.07.2020
Vuoi provare l'arrampicata? Il prezioso libro di Catherine Destivelle per i più giovani
Vuoi provare l'arrampicata? Di Catherine Destivelle (Mulatero Editore). Un grande piccolo libro e vademecum, dalla vincitrice del Piolet d'or Carriere 2020, per spiegare in maniera agile ed esaustiva l'arrampicata ai ragazzi e alle ragazze più giovani.
Delitti in parete, i grandi gialli di Glyn Carr
07.07.2020
Delitti in parete, i grandi gialli di Glyn Carr
La collana Brividi di Mulatero Editore presenta 4 libri gialli firmati da Glyn Carr, ambientati in montagna e in parete, che si possono considerare unici e dei veri cult di genere.
La grande ascensione ovvero Il Club Alpino degli Animali
22.06.2020
La grande ascensione ovvero Il Club Alpino degli Animali
La grande ascensione - Il Club Alpino degli Animali (Mulatero Editore) è la prima edizione italiana del piccolo capolavoro, scritto da Graham Clifton Bingham e illustrato da George Henry Thompson, ambientato in montagna e dedicato a tutti i bambini (e ai loro genitori)
Allenarsi per un nuovo alpinismo di Steve House e Scott Johnston
16.06.2020
Allenarsi per un nuovo alpinismo di Steve House e Scott Johnston
E' in libreria Allenarsi per un nuovo alpinismo di Steve House e Scott Johnston (Mulatero Editore). Un grande libro dedicato a chi ama l'alpinismo e l'arrampicata e vuole prepararsi al meglio per praticarli. Con la prefazione di Mark Twight.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli
  • Tempi moderni
    Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni ( ...
    2020-06-30 / Livio Carollo