Home page Planetmountain.com
Il Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi.
Fotografia di Lorenzo Belfrond
Il Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi.
Fotografia di Lorenzo Belfrond
Il Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi.
Fotografia di Lorenzo Belfrond
Domenica 5 dicembre alle 18 verrà inaugurato il Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi.
Fotografia di Lorenzo Belfrond

Inaugurazione del Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur

di

Domenica 5 dicembre alle 18 verrà inaugurato il Presepe delle Guide Alpine di Courmayeur all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi.

"Il presepe è da sempre simbolo di meraviglia e di pace." E’ con questo intento che la famiglia di Gioachino Gobbi ha messo a disposizione i suoi vecchi e preziosi “santons de Provence” e i “pastori napoletani” per allestire il presepe all’interno dello storico bivacco di Frebouze nel Museo Duca degli Abruzzi della Società delle Guide di Courmayeur, e regalare così a tutti i visitatori un momento di serenità.

Se Maria e Giuseppe fossero stati in montagna, Gesù sarebbe nato in un “bivacco”, la struttura incustodita ad uso degli alpinisti per ricovero di fortuna. Un luogo aperto a tutti, soprattutto a chi è in difficoltà. Un luogo di tutti e per tutti. Un simbolo universale di solidarietà, fatto e pensato per salvare le persone. Logico, bello e anche simbolico quindi che il presepe della Società delle Guide di Courmayeur sia allestito nel vecchio bivacco di Frebouze (1925) custodito al Museo Alpino Duca degli Abruzzi nella casa della società delle Guide Alpine.

L’inaugurazione avverrà domenica 5 dicembre alle ore 18.

Bivacco
La parola "bivacco" nelle Alpi, identifica una struttura in legno, metallo o cemento, di piccole dimensioni (fino ad una decina di posti letto) e incustodita, posta in luoghi particolarmente isolati per offrire un ricovero di fortuna.

Il bivacco fisso nella classica configurazione a botte, nacque a Torino da un'idea di Lorenzo Borelli con la progettazione dell'ingegner Adolfo Hess e la realizzazione dei fratelli Ravelli. La forma era molto razionale, resistente alle più difficili condizioni atmosferiche e di semplice manutenzione. La base era di 200 x 225 cm e l'altezza di 125 cm. Era previsto per quattro persone. Il tutto era prefabbricato, diviso in 20 carichi di 25 kg ciascuno e montato velocemente sul posto, e i Fratelli Ravelli fabbricavano e consegnavano il tutto montato per la somma di 6000 Lire.

I primi bivacchi furono installati negli anni 1923-1925 al Colle dell'Estellette e sulla bastionata rocciosa a Sud del Petit Gruetta in Val Ferret e prese il nome di bivacco del Fréboudze. Fu reso superfluo nel 1948 con la costruzione del bivacco Gervasutti e oggi vedrebbe una delle più avveniristiche e futuristiche realizzazioni con il nuovo bivacco Gervasutti del 2011. Riportato a valle a metà degli anni '80 è oggi esposto nel museo Alpino Duca degli Abruzzi.

Presepe
Il presepe, o presepio, è una rappresentazione della nascita di Gesù, che ha origine da tradizioni tardo antiche e medievali. Il primo fu probabilmente quello organizzato da San Francesco nel 1223 a Greggio, alto Lazio. A livello storico la Rivoluzione francese spezzò la tradizione del presepe nelle chiese e i credenti ricostruirono il presepe in piccolo in ogni casa. L'usanza è oggi diffusa in tutti i paesi cattolici del mondo.

L'arte sacra ha sempre rappresentato gli episodi della vita di Cristo con costumi e ambientazioni contemporanee all'epoca di realizzazione dell'opera. Nel XVIII secolo, a Napoli si scatenò una vera e propria competizione fra famiglie su chi possedesse il presepe più bello e sfarzoso, con abiti di seta e scintillanti gioielli autentici! Via San Gregorio Armeno è la strada del centro storico di Napoli, celebre per le botteghe artigiane di presepi. Al grande pubblico questa strada è nota anche come "via dei presepi" o "via dei pastori".

Museo Alpino Duca degli Abruzzi
Il Museo Alpino Duca degli Abruzzi custodisce la memoria delle Guide Alpine di Courmayeur e documenta l’origine e lo sviluppo del mestiere di Guida, di fondamentale importanza per la valorizzazione della montagna in tutti suoi aspetti, nonché per lo sviluppo dell’attività alpinistica ed è il turismo ad essa collegato.
Fu voluto da Luigi Amedeo di Savoia che pur essendo marinaio, ammiraglio comandante la flotta alleata nell’Adriatico nella prima guerra mondiale, fu grande amante della montagna e delle guide di Courmayeur con le quali compì superlative realizzazioni, al Polo Nord nel 1899, in Africa, in Alaska, in Himalaya al K2 nel 1909, dove la via di salita avviene ancora oggi attraverso lo Sperone Abruzzi, ed il K2 è tuttora chiamato “la montagna degli Italiani”. Volle inaugurare di persone il museo nel 1928

Guide Alpine di Courmayeur
Prima Società di Guide Alpine costituitasi in Italia è stata una delle prime strutture a promuovere e far conoscere la montagna ed in particolare l’alpinismo. Nel 1850 i precursori di un mestiere così nobile si riunirono in società con lo scopo di concretizzare, mediante una struttura fissa e prestigiosa, un mestiere che era diventato il perno del turismo montano. Molte sono le Guide che da allora ad oggi hanno portato in alto il nome della Società e di Courmayeur, alcune più famose altre forse meno, ma tutte spinte dallo stesso desiderio di trasmettere la passione per la montagna ad altri fruitori. È la più antica società Guide d’Italia e la seconda al mondo, è anche la più numerosa e con Guide in servizio, Guide Emerite e Guide Onorarie.

Link: www.guidecourmayeur.com

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Reinhold Messner e Diane, Gioachino e Betta Gobbi, due matrimoni come inno alla vita
12.05.2021
Reinhold Messner e Diane, Gioachino e Betta Gobbi, due matrimoni come inno alla vita
L’8 maggio si sono sposati gli storici patron della Grivel Betta e Gioachino Gobbi, mentre sono in vista le nozze di Reinhold Messner e Diane Schumacher.
Grivel 200: l'alpinismo, i materiali, la tecnica e l'evoluzione
24.07.2018
Grivel 200: l'alpinismo, i materiali, la tecnica e l'evoluzione
Seconda puntata dedicata all'Espace Grivel ovvero ai primi 200 anni della storia della Grivel e dell'alpinismo.
Grivel: storia e meraviglie dei primi 200 anni di alpinismo
13.07.2018
Grivel: storia e meraviglie dei primi 200 anni di alpinismo
Una giornata con Gioachino Gobbi a Courmayeur attraversando la storia della Grivel e dell'alpinismo nel nuovissimo Espace Grivel che sarà inaugurato il 5 agosto 2018.
Rifugio Pavillon donato dalla famiglia Gobbi alla Valle d'Aosta
10.11.2011
Rifugio Pavillon donato dalla famiglia Gobbi alla Valle d'Aosta
Gioachino e Barbara Gobbi hanno donato il celebre e storico Rifugio Pavillon al Mt Fréty (Monte Bianco - Courmayeur) alla Regione Valle d'Aosta. Intervista a Gioachino Gobbi.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra