Home page Planetmountain.com
Altr(r)o Festival Valmalenco: Aspirazione del festival è di insegnare a camminare guardando con occhi meravigliati quello che ci circonda, senza consumare l’esperienza, ma godendo di ogni situazione, ognuno con il proprio passo, con il proprio ritmo, con la propria attitudine. Il centro focale dell’esperienza diventa il percorso, non più la meta, predisponendo chi vive l’evento ad assaporare il luogo per il luogo, per la sua stessa natura di unicità e bellezza
Fotografia di Michele Comi
Luca Maspes in arrampicata allo Scerscen, Altr(r)o Festival Valmalenco
Fotografia di Camilla Cerretti
Altr(r)o Festival Valmalenco: stone balance di Andrea Mei al fiume Mallero
Fotografia di Michele Comi
Altr(r)o Festival Valmalenco: cammino con gli autori
Fotografia di Michele Comi

I luoghi vivi che ci entrano dentro di Alt(r)o Festival Valmalenco

di

Il report della guida alpina Michele Comi dell’Altro Festival, un evento tenutasi il 5 e il 6 ottobre in Valmalenco dedicato alla montagna e le sue infinte esperienze da assaporare appieno.

Spesso l’organizzazione di un evento si trasforma nella rincorsa di effetti spettacolari, di facilitazioni per le folle, trascurando i possibili elementi di arricchimento e crescita, con il rischio concreto di aggiungere acqua ad una minestra già insapore.

Per questo, ci siamo a lungo domandati quali temi portanti potessero dare ad un festival dedicato alla montagna un carattere di originalità, utile a favorire la sperimentazione e coltivare la fucina delle idee.

La migliore risposta è arrivata dagli spazi in cui viviamo, soprattutto da quelli dimenticati e nascosti di fondovalle, da riscoprire attraverso il miglior strumento di conoscenza di cui disponiamo, semplice, gratuito, che s’offre a tutti, indistintamente... il cammino.

Tentare di riconnettersi con i luoghi dove generazioni di malenchi hanno vissuto per secoli non può che passare attraverso il deambulare.

Così abbiamo sovvertito il consueto approccio alla montagna, sempre più orientato dal desiderio di portare la città il più rapidamente possibile in quota, con strade, giostre, funivie, elicotteri, e siamo partiti direttamente dal fondovalle, seguendo la traccia della antica cavallera del Muretto, con alcune varianti.

Un gesto semplice, elementare, ma che ha consentito di attraversare una soglia invisibile, uno spazio tra un mondo e un altro, tra consuetudine distratta e riscoperta, tra frequentazione fugace e immersione negli spazi.

Per aiutare a comprendere e cogliere i mille adattamenti degli ambienti attraversati, abbiamo affidato ad ogni viandante il "kit dell’errante", con mappa, suggerimenti per una buona scoperta e una borraccia in alluminio per dissetarsi alle fonti.

Il piccolo "vademecum" in particolare, oltre a suggerimenti di percorso, contiene alcune chiavi di lettura per incuriosirsi di fronte ai fenomeni, comportamenti, forme e stratagemmi incrociati durante il cammino.

L’avvio al ponte del Gombaro di Sondrio ha visto il divulgatore "naturale" Gianni Manfredini coinvolgere le scolaresche con le sue "100 storie", il miglior modo per promuovere la congiunzione con il paesaggio, abbracciando cultura e natura.

L’incontro voluto o inatteso con le sorprese disseminate sul sentiero ha contribuito a farci stupire di fronte alle stranezze, troppo spesso inosservate, che si sono rivelate un formidabile catalizzatore, come i laboratori per la realizzazione di sculture di pietre sul greto del Mallero guidati da Andrea Mei, gli esercizi di dei funamboli dello Slackline Bologna, i guadi, la tyrolienne sul torrente e l’arrampicata proposti dalle Guide Alpine della Valmalenco.

In breve il cammino si è trasformato in un susseguirsi di piccoli lampi inattesi, davanti ai quali l’attenzione si è risvegliata, nella ricerca di dettagli nascosti, arrampicandosi sulle rocce, ascoltando i momenti musicali sparsi, o semplicemente tentando di decifrare la mappa dei suoni, dei colori e degli odori del bosco…

Mentre i racconti di Franco Michieli, Davide Sapienza e Andrea Mori, attorno al fuoco e durante il trekking verso Chiareggio, hanno mosso il pensiero degli adulti, incontri e stranezze hanno consentito ai bambini di scoprire un universo da decifrare e apprezzare.

Alla termine della due giorni possiamo dire di non aver suggerito nessuna verità, ma stimolato domande, anche dove la natura è "compressa", delimitata, ma non per questo meno vitale, felici di aver vissuto dei momenti di avventura e magia accanto al torrente che, va ricordato, in tempi non troppo lontani era considerato al pari di una discarica.

Bello il contagio delle suggestioni, che ha accomunato frequentatori diversi, sparsi tra Sondrio, Chiareggio e le pareti d’arrampicata dello Scerscen, due chilometri più in alto….

Bello alla fine salutarsi con sguardi appassionati e interrogativi, dopo aver esplorato luoghi vivi che ci entrano dentro.

di Michele Comi, Guida Alpina



Info: www.altrofestivalvalmalenco.it, FB Altro Festival Valmalenco, IG Altro Festival Valmalenco, info@altrofestivalvalmalenco.it

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Montagna che cambia pelle. Di Michele Comi
18.10.2018
Montagna che cambia pelle. Di Michele Comi
L'andare per montagne, il fare alpinismo come il girovagare per sentieri, è anche questione di sguardi. Di quel saper vedere che ci restituisce la montagna dei nostri giorni, sempre più povera di ghiaccio e sempre più instabile. Una montagna che, come ci racconta Michele Comi, cambia pelle e che dobbiamo saper interpretare e salvare. Per noi stessi e per i nostri figli.
Stati di beatitudine sullo Spigolo Vinci al Cengalo
15.08.2018
Stati di beatitudine sullo Spigolo Vinci al Cengalo
Sullo Spigolo Vinci al Pizzo Cengalo (Val Bregaglia): Michele Comi (geologo, guida alpina, maestro di sci, alpinista) e l'arte del passo dopo passo, per una giornata di scalata senza tempo e dal giusto tempo tra montagna e cielo.
Melloblocco 2016: una storia che parte da lontano
19.04.2016
Melloblocco 2016: una storia che parte da lontano
Michele Comi, Nicola Noè e Stefano Scetti, storici organizzatori del Melloblocco, parlano del più grande raduno di arrampicata boulder del mondo che si terrà in Val Masino - Val di Mello dal 5 all’8 maggio 2016. Attualmente sono oltre 1300 i climbers iscritti alla 13° edizione, e le registrazioni sono online sul sito www.melloblocco.it
Val Malenco: arrampicata all'ombra del Bernina
18.07.2013
Val Malenco: arrampicata all'ombra del Bernina
Michele Comi e Nicola Noè presentano i nuovi settori della bellissima falesia dello Zoia e ripercorrono la storia dell'arrampicata sulle pareti dell’alta Valmalenco. Una proposta "fresca" per l'estate.
Voglio la mia parte della Valmalenco
30.10.2007
Voglio la mia parte della Valmalenco
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la provocatoria lettera aperta di Michele Comi, già apparsa sul quotidiano La Provincia di Sondrio il 7 ottobre scorso.
Inaugurazione della Falesia di Valdone (SO), per continuare una storia interrotta
13.04.2007
Inaugurazione della Falesia di Valdone (SO), per continuare una storia interrotta
Il 21 aprile 2007 è in programma l’inaugurazione ufficiale della (storica) falesia di Valdone (Valmalenco, SO) dopo le opere di sistemazione e restauro conservativo finanziate dal Comune di Torre di Santa Maria e curate dalle guide alpine della Valmalenco con l'opera di Michele Comi, Giancarlo Lenatti, Elia Negrini e Paolo Masa. Interverranno moltissimi climbers valtellinesi di ieri e di oggi.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni