Home page Planetmountain.com
Spigolo Vinci al Cengalo: la parte alta dello spigolo
Fotografia di Michele Comi
Spigolo Vinci al Cengalo: uno dei tratti più celebri della salita
Fotografia di Michele Comi
Spigolo Vinci al Cengalo: ci si riporta sul filo nei pressi del naso
Fotografia di Michele Comi
Spigolo Vinci al Cengalo: vetta
Fotografia di Michele Comi

Stati di beatitudine sullo Spigolo Vinci al Cengalo

di

Sullo Spigolo Vinci al Pizzo Cengalo (Val Bregaglia): Michele Comi (geologo, guida alpina, maestro di sci, alpinista) e l'arte del passo dopo passo, per una giornata di scalata senza tempo e dal giusto tempo tra montagna e cielo.

Per l’alpinista, si sa, l’avvicinamento alla parete è generalmente considerato una noia, una perdita di tempo. Per lui l’azione in parete è l’unico obiettivo. Il resto è per lo più una scocciatura, per fortuna compensata dalla scalata e dal mettere le mani sulla roccia.

Spesso questo è un peccato, perché iniziare a sentire la terra sotto a i piedi mentre si mira alla parete, consente di entrare sin dall’inizio in un rapporto vivo con il percorso, che necessita di apertura di sensi e disponibilità del corpo.

Così i complessi avvenimenti che si succedono nel corso della salita si fanno via via più chiari e nitidi, intrecciandosi con il ricordo.

L’aria frizzante dell’alba si mescola con l’odore delle rocce e del cielo prima del sorgere del sole, decine di tele di ragno tese tra i macigni sono ricoperte di gocce di rugiada.

Nei primi metri d’arrampicata la roccia ghiaccia le mani, un’intemperia che un poco disturba, ma che in fondo rende più intenso il gusto di questo viaggio sul granito del Masino.

Un granito che si fa afferrare lungo spigoli, diedri, lame e fessure perfette. E’ la via capolavoro del grande esploratore, geologo e alpinista Alfonso Vinci.

Ogni appiglio contiene molteplici rivelazioni. Il primo passo delicato d’entrata alla “schiena di mulo” ci pone l’interrogativo di come avranno fatto nel lontano 1939 ad afferrare la soprastante fessura, mentre l’ombroso diedro nero si rivela meno ostico di quanto appaia da sotto grazie ad una serie di piccole prominenze d’anfibolite che indicano la via.

In breve la salita riesce solo se si concatena il passo con la scalata, compensando ogni movimento con il successivo, senza eccessi di foga, né di lentezza, che possono solo portare ad una rottura del fluire verso l’alto.

Senza dimenticare la coscienza della propria vulnerabilità, così lontana dall’idea di conquista.

Michele Comi - guida alpina

info: stilealpino.it

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Melloblocco 2016: una storia che parte da lontano
19.04.2016
Melloblocco 2016: una storia che parte da lontano
Michele Comi, Nicola Noè e Stefano Scetti, storici organizzatori del Melloblocco, parlano del più grande raduno di arrampicata boulder del mondo che si terrà in Val Masino - Val di Mello dal 5 all’8 maggio 2016. Attualmente sono oltre 1300 i climbers iscritti alla 13° edizione, e le registrazioni sono online sul sito www.melloblocco.it
Val Malenco: arrampicata all'ombra del Bernina
18.07.2013
Val Malenco: arrampicata all'ombra del Bernina
Michele Comi e Nicola Noè presentano i nuovi settori della bellissima falesia dello Zoia e ripercorrono la storia dell'arrampicata sulle pareti dell’alta Valmalenco. Una proposta "fresca" per l'estate.
150 anni della prima salita del Picco Glorioso ovvero Monte Disgrazia
22.08.2012
150 anni della prima salita del Picco Glorioso ovvero Monte Disgrazia
La rievocazione del primo tentativo di salita alla vetta del Monte Disgrazia, che ha dato il via alla serie di iniziative per ricordare e celebrare i 150 anni dalla prima scalata alla vetta della grande montagna tra la Valmalenco e la Valmasino. Il racconto di Michele Comi.
Traversata Scerscen - Bernina
27.07.2012
Traversata Scerscen - Bernina
Appunti di salita di Michele Comi per una grande traversata alpinistica: quella che passa dalla cima del Monte Scerscen fino in vetta al Pizzo Bernina (Alpi Retiche occidentali).
Voglio la mia parte della Valmalenco
30.10.2007
Voglio la mia parte della Valmalenco
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la provocatoria lettera aperta di Michele Comi, già apparsa sul quotidiano La Provincia di Sondrio il 7 ottobre scorso.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra