Home page Planetmountain.com
Alessandro Zeni sale Cani Morti Plus 8c sul Campanile Basso di Lastei, nelle Pale di San Martino. Unendo le prime due lunghezze di Cani Morti, aperta nel 2003 da Maurizio Zanolla Manolo e Riccardo Scarian, Zeni ha dato vita a Cani Morti Plus. Gradata 8c, è una delle vie di più tiri più difficili delle Dolomiti.
Fotografia di Manrico Dell'Agnola
Alessandro Zeni sale Cani Morti Plus 8c sul Campanile Basso di Lastei, nelle Pale di San Martino, Dolomiti
Fotografia di Manrico Dell'Agnola
Campanile Basso di Lastei nelle Pale di San Martino, Dolomiti
Fotografia di Manrico Dell'Agnola

Alessandro Zeni sale Cani Morti Plus nelle Pale di San Martino

di

Unendo le prime due lunghezze di Cani Morti, la difficile via aperta nel 2003 da Maurizio Zanolla Manolo e Riccardo Scarian sul Campanile Basso di Lastei nelle Pale di San Martino, quest’estate Alessandro Zeni ha dato vita a Cani Morti Plus. Gradata 8c, è una delle vie di più tiri più difficili delle Dolomiti.

17 anni fa, nell’estate del 2003, Maurizio Zanolla e Riccardo Scarian hanno aperto Cani Morti, una via sulla parete nord del Campanile Basso di Lastei nelle Pale di San Martino che con il suo grado di 8b+ max e, soprattutto, 8a obbligatorio era destinata ad essere riservata a pochi eletti.

Senza ricognizione dall’alto, Manolo e Sky erano riusciti a muoversi al loro limite sperimentando l’apertura con pochissimi spit. “La scelta di usare solo spit ed escludere qualsiasi altro mezzo di protezione” ci aveva spiegato Manolo nel 2004 quando insieme a Sky era riuscito nella prima libera "ci sembrava la più onesta possibile: gli spit ogni tanto ci avrebbero protetto ma anche indelebilmente segnato la nostra debolezza."

Con un 8a obbligatorio l’impegno richiesto insomma era alto, come confermato da Scarian che aveva aggiunto “Nell’aprire e compiere la rotpunkt, una cosa che mi ha colpito è l’energia mentale e fisica che occorre a scalare con quest’etica, cioè quando la protezione non è proprio alle ginocchia, insomma voglio dire che fa più "alpinismo" uno spit 5 metri sotto i piedi, che una riga di chiodi ogni mezzo metro, magari ribattuti e rinforzati calandosi dall’alto." Ulteriore dimostrazione dell’elevato impegno globale viene dal fatto che in questi 17 anni la via era stata ripetuta una volta soltanto, dall’asso Mario Prinoth che nel 2007 aveva confermato sia la bellezza sia le difficoltà.

Bene, dopo questo breve excursus storico torniamo ai tempi nostri, a questo agosto quando Alessandro Zeni dopo tre giorni di lavoro si è aggiudicato una delle rarissime ripetizioni. Il 29enne climber ha provato la via insieme Alessandro Rudatis, uno dei più forti e meno conosciuti dolomitisiti, e seguendo l'input dell’amico Scarian è riuscito a concatenare le prime due lunghezze in uno unico tiro. Saltando la prima sosta e unendo l’8b+ (4 spit in 25 metri) con l’8a+ (4 spit in 33 metri) ha dato vita a Cani Morti Plus, per la quale suggerisce 8c, rendendola di fatto una delle più difficili multipitch delle Dolomiti.

Dopo la ripetizione, Zeni ha raccontato sul sito Karpos "I miei più sinceri complimenti ai due primi salitori per questa via che, oltre ad essere bellissima, è stata aperta con un’etica davvero rigorosa. Per me oltre ad essere stata un ottimo banco di prova è stata anche un grande spunto sul come si può aprire una via in modo rispettoso della montagna pur facendo uso dello spit."

>> Clicca qui per il racconto di Alessandro Zeni

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
La scintilla e le vie a 5 stelle: Mario Prinoth ripete Cani Morti
30.07.2007
La scintilla e le vie a 5 stelle: Mario Prinoth ripete Cani Morti
07/2007 Mario Prinoth ha realizzato la terza ripetizione in libera di Cani morti (max 8b+, obbl. 8a) via aperta dal Maurizio “Manolo” Zanolla e Riccardo Scarian sulla parete nord dei Campanile basso dei Lastei, (Pale di San Martino, Dolomiti).
Prima libera di Cani morti per Manolo e Scarian
14.09.2004
Prima libera di Cani morti per Manolo e Scarian
Il 23 agosto Maurizio "Manolo" Zanolla e Riccardo "Sky" Scarian hanno (entrambi) realizzato la prima salita in libera di "Cani morti", la via da loro aperta nell'estate 2003 sulla parete nord del Campanile Basso di Lastei, Pale di San Martino.
Campanili di Lastei - Obbligatorio di Manolo e Riccardo Scarian
01.10.2003
Campanili di Lastei - Obbligatorio di Manolo e Riccardo Scarian
Manolo e Riccardo Scarian ci parlano di "Cani Morti", sulle Pale di San Martino.
Pale di San Martino: l'arrampicata nel cuore delle Dolomiti
01.09.2017
Pale di San Martino: l'arrampicata nel cuore delle Dolomiti
Dopo la Marmolada e Le Tre Cime di Lavaredo, continua la nostra panoramica dei gruppi montuosi più importanti delle Dolomiti con le Pale di San Martino ed alcune delle vie d'arrampicata che ormai sono delle grandi classiche dell'alpinismo nei Monti Pallidi.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock