Home page Planetmountain.com
La Sportiva ha convertito parte della propria produzione per realizzare camici e mascherine sanitarie per la Provincia di Trento per combattere l’emergenza coronavirus.
Fotografia di La Sportiva
Venerdì scorso La Sportiva ha realizzato i primi prototipi e questa settimana, grazie ai tessuti tecnici forniti dalle aziende trentine Vagotex e Texbond è al via la realizzazione dei primi 1000 pezzi al giorno con obiettivo, a regime, di arrivare a quota 3000 al giorno.
Fotografia di La Sportiva
La Sportiva ha convertito parte della propria produzione per realizzare camici e mascherine sanitarie per la Provincia di Trento per combattere l’emergenza coronavirus.
Fotografia di La Sportiva
La Sportiva ha convertito parte della propria produzione per realizzare camici e mascherine sanitarie per la Provincia di Trento per combattere l’emergenza coronavirus.
Fotografia di La Sportiva

La Sportiva produce mascherine per l'emergenza Coronavirus

di

Tutti uniti, anche il mondo outdoor contro il Covid-19. La Sportiva ha convertito parte della propria produzione per realizzare camici e mascherine sanitarie per la Provincia di Trento per combattere l’emergenza coronavirus.

Prosegue l’emergenza Coronavirus e Confindustria Trento su richiesta del Presidente Manzana, chiede alle industrie del settore tessile Trentino uno sforzo di riconversione produttiva allo scopo di far fronte alla mancanza in regione di dispositivi medico sanitari quali camici e mascherine certificate.

La Sportiva, azienda con sede produttiva a Ziano di Fiemme e leader mondiale nella produzione di calzature ed abbigliamento per la montagna, dopo aver fermato totalmente le proprie linee produttive già una settimana prima del decreto ministeriale che ha imposto la chiusura delle fabbriche di beni non necessari e non legati alla catena produttiva del sistema Italia, accetta la proposta del Presidente riconvertendo parte dei macchinari dello stabilimento produttivo pensati per il taglio e la cucitura di materiali quali pelle e gomma, per la produzione di mascherine e camici al servizio della Protezione Civile di Trento.

Venerdì scorso sono stati realizzati i primi prototipi e questa settimana, grazie ai tessuti tecnici forniti dalle aziende trentine Vagotex e Texbond è al via la realizzazione dei primi 1000 pezzi al giorno con obiettivo, a regime, di arrivare a quota 3000 al giorno. Attualmente nello stabilimento di Ziano di Fiemme che ospita normalmente 369 dipendenti ed all’interno del quale si producono circa 2000 paia di calzature al giorno, sono state richiamate dalla cassa integrazione 8 persone tra operai e tecnici R&D per realizzare i prototipi delle mascherine conformi agli standard richiesti dall’Istituto Superiore della Sanità di Torino. La produzione già avviata attende ora solo la certificazione ufficiale della quale si sta occupando il Dott. Cipriani della Allergo System di Rovereto, per essere definitivamente approvata affinché l’azienda possa procedere alla distribuzione tramite i canali proprio della capocommessa Allergo System.

"Produciamo in Trentino dal 1928 avvertendo da sempre una forte responsabilità sociale nei confronti di un’intera comunità che fa della solidarietà e dell’aiuto reciproco una caratteristica fondamentale. - Dichiara Lorenzo Delladio CEO & Presidente di La Sportiva - Con grande senso di responsabilità abbiamo dapprima contribuito allo sforzo collettivo nel contenimento del contagio, chiudendo in anticipo le nostre sedi produttive: ora siamo chiamati ad impegnarci per affrontare la seconda fase dell’emergenza, per farlo ci siamo dotati delle materie prime adeguate per poter produrre una prima partita di 55.000 mascherine che andranno alla Protezione Civile di Trento, tramite la Allergo System di Rovereto. Parallelamente stiamo cercando di far certificare in autonomia altri materiali in modo da renderci indipendenti anche con grembiuli e altri componenti di protezione e quindi passare ad una produzione industrializzata che permetterà nel brevissimo di raggiungere produzioni giornaliere ben più importanti. Chiaramente riconvertendo più macchinari e richiamando gradualmente più dipendenti presso lo stabilimento. Augurandoci che questo possa contribuire a mettere in sicurezza le centinaia di operatori sanitari che operano sul territorio Trentino e che oggi hanno bisogno di tutto il nostro sostegno. Uniti seppure divisi, scaleremo anche questa montagna, è quel che ho detto ai miei collaboratori all’inizio dell’emergenza ed il messaggio che voglio dare oggi anche a tutti coloro che sono in prima linea per combattere questa battaglia. La Sportiva c’è e vi sostiene."

Ed il sostegno alla sanità Trentina è già arrivato anche sotto forma di donazione grazie ai 50.000 euro donati ad inizio emergenza ai reparti di terapia intensiva di Trento e Rovereto su un conto speciale voluto sempre da Confindustria Trento. 


Le prossime ore saranno decisive per l’ottenimento delle certificazioni ufficiali dei dispositivi di protezione: Delladio si dice fiducioso che l’Istituto Superiore della Sanità opererà velocemente in tal senso.

Link: La Sportiva

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Eleonora Delnevo: il suono dell’epidemia che sta colpendo tutti noi
25.03.2020
Eleonora Delnevo: il suono dell’epidemia che sta colpendo tutti noi
'Questa è la mia città. Questa è Bergamo. Questo è il suono dell’epidemia che sta colpendo tutti noi.' Eleonora Delnevo condivide il dolore di una città in lotta contro il coronavirus.
Covid-19: l'impegno della Protezione civile e degli Alpini per ripristinare 5 ospedali veneti
25.03.2020
Covid-19: l'impegno della Protezione civile e degli Alpini per ripristinare 5 ospedali veneti
La Protezione civile e gli Alpini compiono un'impresa contro il Coronavirus: in tempi record stanno ripristinando in Veneto gli ospedali dismessi di Valdobbiadene, Zevio, Monselice, Isola della Scala, Bussolengo.
Il Gruppo Salewa-Oberalp per la crisi COVID-19
24.03.2020
Il Gruppo Salewa-Oberalp per la crisi COVID-19
Molte aziende italiane, dell'outdoor e non, si sono attivate per aiutare la collettività ad affrontare l'emergenza Coronavirus, tra queste il Gruppo Salewa-Oberalp che ha comunicato di avere: convertito i laboratori di Montebelluna per la produzione di mascherine e camici per il Servizio Sanitario dell'Alto Adige; acquistato e trasportato in Italia 16,5 milioni di mascherine per la Protezione Civile e la Provincia Autonoma di Bolzano. Il comunicato dell'Azienda di Bolzano.
La montagna sa aspettare
24.03.2020
La montagna sa aspettare
Il video di Stefano Vedovati, un augurio speciale in questi tempi del Coronavirus, sperando che tutto questo finisca presto. #iorestoacasa
Il Gruppo Salewa-Oberalp per la crisi COVID-19
24.03.2020
Il Gruppo Salewa-Oberalp per la crisi COVID-19
Molte aziende italiane, dell'outdoor e non, si sono attivate per aiutare la collettività ad affrontare l'emergenza Coronavirus, tra queste il Gruppo Salewa-Oberalp che ha comunicato di avere: convertito i laboratori di Montebelluna per la produzione di mascherine e camici per il Servizio Sanitario dell'Alto Adige; acquistato e trasportato in Italia 16,5 milioni di mascherine per la Protezione Civile e la Provincia Autonoma di Bolzano. Il comunicato dell'Azienda di Bolzano.
Fare la propria parte
23.03.2020
Fare la propria parte
Ora più che mai serve l'impegno di tutti. Restare a casa, fare la propria parte, è quello che si deve fare per il bene di tutti, per riconquistare la felicità e anche la libertà di ritornare in montagna.
Porsi domande e accogliere l'inaspettato ai tempi del coronavirus
22.03.2020
Porsi domande e accogliere l'inaspettato ai tempi del coronavirus
Quando tutto questo sarà finito saremo cambiati abbastanza per ripartire con un pensiero e una visione diversi? Il pensiero di Michele Comi, alpinista e Guida alpina della Valmalenco, che guardando al bosco e alle montagne attorno a casa sua ci invita a resistere coltivando la speranza per una grande e profonda ripartenza.
Allenamento con Tamara Lunger
20.03.2020
Allenamento con Tamara Lunger
Ogni due giorni l’ alpinista altoatesina Tamara Lunger propone un allenamento sul suo canale Instagram. Oggi alle ore 17:00, per stare in forma e per affrontare una grande sfida.
Smart training a casa
19.03.2020
Smart training a casa
Trave, scale, giardino… per contenere la diffusione del Coronavirus tutti si allenano a casa.
Klaas Willems: fibrosi cistica, coronavirus e perché la distanza ci rende più vicini
18.03.2020
Klaas Willems: fibrosi cistica, coronavirus e perché la distanza ci rende più vicini
L’appello di Klaas Willems, fortissimo climber belga affetto da fibrosi cistica, di stare a casa per ridurre il rischio di diffusione del Coronavirus.
Cos'ha visto di bello dottoressa? Racconti...
16.03.2020
Cos'ha visto di bello dottoressa? Racconti...
Un messaggio di speranza, in questo periodo emotivamente provante, da parte della Dottoressa Ester Del Signore, oncologa dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, che 'nel tempo libero si dedica alla montagna a 360°'
La cordata contro il Coronavirus
15.03.2020
La cordata contro il Coronavirus
Siamo chiamati ad una prova epocale, di difficoltà altissima. Dobbiamo usare tutta la nostra forza e la nostra esperienza. E dobbiamo farlo tutti assieme. Solo così andrà tutto bene.
Rimanete a casa! L'appello del Soccorso Alpino e Speleologico
10.03.2020
Rimanete a casa! L'appello del Soccorso Alpino e Speleologico
L’appello del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), pubblicato originariamente sulla pagina facebook, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. La prima regola: uscire di casa solo per esigenze essenziali.
Stefano Ghisolfi: state a casa, è arrivato il momento di scalare con la fantasia
09.03.2020
Stefano Ghisolfi: state a casa, è arrivato il momento di scalare con la fantasia
L'appello di Stefano Ghisolfi, uno dei climber più forti, di non sottovalutare l'emergenza Coronavirus e di stare il più possibile a casa.
L'arrampicata ai tempi del Covid-19
08.03.2020
L'arrampicata ai tempi del Covid-19
Con le palestre indoor chiuse, molti arrampicatori tornano a considerare l'arrampicata in falesia. Ma non bisogna dimenticare che ora, tra zone rosse e non, è indispensabile essere ancora più responsabili, per noi e per gli altri. Buona arrampicata (se potete) e un abbraccio a tutti, da almeno un metro di distanza.
Petzl Belay Better Tour 2020, rinviato anche l'appuntamento a Trento
05.03.2020
Petzl Belay Better Tour 2020, rinviato anche l'appuntamento a Trento
Dopo Parma, Bergamo e San Zeno Naviglio (BS), è stato rinviato, a data da definirsi, anche l’appuntamento dell' 11 Marzo a Trento del Petzl Belay Better Tour 2020 per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Via Pilastro Massarotto
    Incredibile itinerario che nella sua difficoltà, e con una ...
    2019-11-12 / Santiago Padrós
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini