Home page Planetmountain.com
Philipp Brugger, Lukas Waldner e Tomas Franchini in cima al Shaue Sar (6653m) in Karakorum, Pakistan il 27/05/2022
Fotografia di Philipp Brugger
La parete nord di Shaue Sar (6653m) in Karakorum, Pakistan (Philipp Brugger, Tomas Franchini, Lukas Waldner 27/05/2022)
Fotografia di archivio Tomas Franchini
Gypsy Sar (5810m) salita da Tomas Franchini il 23/05/2022
Fotografia di archivio Tomas Franchini
Croz von Zartgurben (4650m) salita da Tomas Franchini il 07/06/2022
Fotografia di archivio Tomas Franchini

Shaue Sar, prima salita per Philipp Brugger, Tomas Franchini e Lukas Waldner in Karakorum

di

Il report di Tomas Franchini che il 27/05/2022 insieme a Philipp Brugger e Lukas Waldner ha salito l’inviolato Shaue Sar (6653m) in Karakorum, Pakistan. Franchini ha inoltre salito in solitaria l'inviolata Gypsy Sar (5810m) e Croz von Zartgurben (4650m)

È da tre anni che volevo andare in Karakorum, avevo addocchiato una valle inesplorata piena di montagne vergini. L’obiettivo non era salire una montagna in particolare, ma esplorare la zona in cerca di nuovi progetti. Finalmente quest’anno con Philipp Brugger e Lukas Waldner siamo riusciti ad organizzarci e combinare la trasferta!

Siamo partiti a metà maggio e ora siamo a Islamabad sulla via del ritorno! Nonostante le poche finestre di bel tempo, siamo riusciti ad esplorare e anche scalare. Muoversi su terreno inesplorato è tutta altra cosa che scalare in un posto dove è già tutto scoperto e con molte informazioni, qui, c'è da muoversi con cautela, margine, e attenzione… visto l'isolamento dalla civiltà e il "non sapere" quello che ci sarà! Questo fa parte del mio stile, e sono contento e ringrazio Philipp e Lukas per aver condiviso con me questo modo di andare in montagna che in pochi hanno.

Siamo riusciti a scalare una montagna totalmente vergine di 6653m che abbiamo chiamato Shaue Sar, attraverso una bella e logica linea di ghiaccio sulla parete nord. Siamo partiti dal Campo Alto, a 4600m circa, verso le 3 della notte. Tra avvicinamento e la salita stessa abbiamo impiegato circa 11 ore, più la discesa molto lunga tra disarrampicata e abalakov. Non abbiamo lasciato tracce in parete, e siamo rientrati al Campo Alto alle 19. È stata un’esperienza fantastica scalare questa parete Nord di 2000m in un single push!

Nella fase di acclimatamento, facendomi sempre trascinare dal mio istinto vagabondo, ho svalicato in una valle parallela salendo una cima vergine di 5810m che ho chiamato Gypsy Sar, salendo una linea di ghiaccio e misto, diretta ed estetica.

Alla fine del periodo la meteo si è messa male. Dopo varie esplorazioni nel ghiacciaio alla ricerca di nuovi progetti siamo scesi nelle vallate più basse. Philipp ha continuato non-stop i suoi allenamenti di corsa essendo in preparazione per le gare di trailrunning, il giovane Lukas si è rilassato scoprendo altri tracciati e io, attratto dalla bellissima roccia della vallata di Zartgurben, ho salito una montagna probabilmente vergine di 4650m. Ho seguito una fantastica linea che mi ha impegnato parecchio, facendomi passare una fantastica esperienza. Ho chiamato la montagna Croz von Zartgurben, e la via di salita Dolomite Hunza.

Il Karakorum è grande e pieno di possibilità, ci tornerò sicuramente. L'unica cosa negativa per me è che la stagione migliore va da giugno a settembre, proprio durante il lavoro di guida alpina. Ma la vita è una sola, e passa in fretta!

Ringrazio i miei compagni Philipp e Lukas con i quali ho trovato un grand bel feeling e summitexportpakistan per averci dato supporto e aiuto al Campo Base. Ora sono ad Islamabad e vi garantisco che "l'acclimatamento" alla vita normale è più duro di quello alla quota. Connessione internet, traffico, e la temperatura un po’ caldina di 43°... Ma in compenso una nuova cultura da scoprire e peperoncino di qualità da portare a casa!

Buona estate a tutti!
Tomas Franchini

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Tomas Franchini nella Cordillera Blanca in Perù
08.10.2021
Tomas Franchini nella Cordillera Blanca in Perù
Il report di Tomas Franchini, attualmente nella Cordillera Blanca in Perù, dove ha salito il Nevado Ulta e il Nevado Huandoy Norte.
Tomas Franchini e la salita in solitaria del Lamo She in Cina
19.06.2019
Tomas Franchini e la salita in solitaria del Lamo She in Cina
Intervista all’alpinista trentino Tomas Franchini dopo la sua salita in solitaria dell’inviolata parete est del Lamo She (6070m) in Cina. La nuova via di 1500 metri si chiama Wild Blood ed è stata gradata WI5, M5, V°, 90°
Tomas Franchini sale in solitaria il Lamo She in Cina
04.06.2019
Tomas Franchini sale in solitaria il Lamo She in Cina
L’alpinista trentino Tomas Franchini ha salito in solitaria la parete est del Lamo She, montagna di 6.070 metri in Cina.
Tomas Franchini e Pietro Picco verso l'esplorazione del Lamo She in Cina
01.05.2019
Tomas Franchini e Pietro Picco verso l'esplorazione del Lamo She in Cina
Intervista all’alpinista Tomas Franchini prima della partenza per la Cina, dove insieme a Pietro Picco andrà ad esplorare il versante isolato del gruppo del Lamo-She con l’intenzione di scalare l'inviolata parete est di questa montagna di 6070 metri.
L'Elfo del Brenta alla Cima Tosa, ripercorrendo la solitaria Tomas Franchini del 2014
01.02.2019
L'Elfo del Brenta alla Cima Tosa, ripercorrendo la solitaria Tomas Franchini del 2014
Il racconto e la scheda di Tomas Franchini che, arrampicando in solitaria, il 19 maggio del 2014 aveva aperto L'Elfo del Brenta sul Pilastro Antonio e Piera nelle Dolomiti di Brenta.
Selvaggia Sorte, Cima Tosa e la prima salita di Tomas Franchini e Alessandro Lucchi del 2013
14.01.2019
Selvaggia Sorte, Cima Tosa e la prima salita di Tomas Franchini e Alessandro Lucchi del 2013
Tomas Franchini ricorda la prima salita di Selvaggia Sorte sulla Cima Tosa, 3133 m in Dolomiti di Brenta aperta, dopo un primo tentativo in solitaria, insieme a Alessandro Lucchi nel 2013.
Tomas Franchini in solitaria apre Solo il Matto sullo Spallone dei Massodì, Dolomiti di Brenta
31.12.2018
Tomas Franchini in solitaria apre Solo il Matto sullo Spallone dei Massodì, Dolomiti di Brenta
Alpinismo in Dolomiti di Brenta: il 19 dicembre 2018 Tomas Franchini, arrampicando in solitaria, ha aperto Solo il Matto sullo Spallone dei Massodì (3004m).
Tomas e Silvestro Franchini concludono Los Picos 6500, il tour sulle montagne più alte delle Ande
28.09.2018
Tomas e Silvestro Franchini concludono Los Picos 6500, il tour sulle montagne più alte delle Ande
Silvestro Franchini e suo fratello Tomas hanno salito lo Jerupaya, fermandosi all’ultima cornice. Era l’ultima cima delle 16 vette più alte delle Ande Sud Americane del loro tour.
Huascarán Norte (Perù) per Tomas e Silvestro Franchini
18.09.2018
Huascarán Norte (Perù) per Tomas e Silvestro Franchini
Silvestro Franchini e suo fratello Tomas hanno salito lo Huascarán Norte, la montagna più alta del Perù, nell’ambito del progetto Los Picos 6500 che mira a salire le 16 vette più alte, tutte sopra i 6500 metri, delle Ande Sud Americane.
Los Picos 6500, prime cime nelle Ande per Franco Nicolini e i fratelli Franchini
16.03.2018
Los Picos 6500, prime cime nelle Ande per Franco Nicolini e i fratelli Franchini
Prime vette nelle Ande per gli alpinisti trentini Franco Nicolini, Tomas Franchini e Silvestro Franchini, attualmente impegnati nel loro progetto Los Picos 6500. L’idea è salire le 16 più alte vette oltre i 6500 metri delle Ande Sud Americane in 60 giorni circa. Finora salite Aconcagua, Tupungato e Mercedario. Ad accompagnarli l’amico ed alpinista Michele Leonardi.
Tomas Franchini, alpinismo solitario sul Monte Edgar
23.11.2017
Tomas Franchini, alpinismo solitario sul Monte Edgar
Il racconto di Tomas Franchini sull’apertura solitaria di The Moon’s Power, la nuova via salita a fine ottobre 2017 sull’inviolata parete ovest del Monte Edgar (6618m) in Cina.
Monte Edgar, cima e nuova via per la spedizione italiana in Cina
28.10.2017
Monte Edgar, cima e nuova via per la spedizione italiana in Cina
La spedizione composta da François Cazzanelli, Francesco Ratti, Emrik Favre, Tomas Franchini, Matteo Faletti e Fabrizio Dellai è riuscita a salire il Monte Edgar (6618 m) nella regione del Sichuan in Cina. Salendo in due team distinti, sono riusciti a ripetere la via dei Coreani ed aprire una nuova via sulla parete ovest.
King of the Bongo, ripetizione in Val di Mello per Silvestro e Tomas Franchini
02.06.2017
King of the Bongo, ripetizione in Val di Mello per Silvestro e Tomas Franchini
Il 22/05/2017 Silvestro Franchini e Tomas Franchini hanno ripetuto King of the Bongo, la via aperta nel 2014 dai Ragni di Lecco Paolo Marazzi, Matteo de Zaiacomo e Luca Schiera.
Patagonia: i fratelli Franchini aprono nuova via sul Cerro Penitentes
29.03.2017
Patagonia: i fratelli Franchini aprono nuova via sul Cerro Penitentes
Alpinismo: il 26/01/2017 Tomas Franchini e suo fratello Silvestro Franchini sul Cerro Penitentes in Patagonia hanno aperto in veloce stile alpino la nuova via ‘El Mariano’ (750m, 85° M4).
La Divina Providencia, nuova via sul Nevado Churup in Perù dei fratelli Franchini
16.11.2015
La Divina Providencia, nuova via sul Nevado Churup in Perù dei fratelli Franchini
Il 2 giugno 2015 sulla parete ovest del Nevado Churup (5495m), Cordillera Blanca, Perù, Tomas e Silvestro Franchini hanno aperto La Divina Providencia, una nuova via di arrampicata mista di 650m con difficoltà valutate fino all' M7.
Via Fratelli e Cortelli, nuova via di ghiaccio in Dolomiti di Brenta per i fratelli  Franchini
26.04.2012
Via Fratelli e Cortelli, nuova via di ghiaccio in Dolomiti di Brenta per i fratelli Franchini
Il 13/03/2012 Silvestro Franchini e Tomas Franchini hanno aperto Via Fratelli e Cortelli, nuova via di ghiaccio sulla Cima Pietragrande, Dolomiti di Brenta

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós