Home page Planetmountain.com
Symon Welfringer e Pierrick Fine in cima a Sani Pakkush (6953m) il 19/10/2020
Fotografia di Symon Welfringer, Pierrick Fine
Sani Pakkush: Symon Welfringer e Pierrick Fine il terzo giorno, 6300m
Fotografia di Symon Welfringer, Pierrick Fine
Sani Pakkush: Symon Welfringer e Pierrick Fine il quarto giorno, 6900m
Fotografia di Symon Welfringer, Pierrick Fine
La parete sud di Sani Pakkush, salita per la prima volta da Symon Welfringer e Pierrick Fine dal 16-20/10/2020. La montagna fu salita per la prima volta il 29/07/1991 dai tedeschi Hubert Bleicher, Arnfried Braun, Daniel Ketterer e Leo Klimmer lungo la cresta NO
Fotografia di Symon Welfringer, Pierrick Fine

Sani Pakkush parete sud salita da Symon Welfringer e Pierrick Fine

di

Dal 16 al 20 ottobre 2020, arrampicando in stile alpino, gli alpinisti francesi Symon Welfringer e Pierrick Fine hanno salito l’inviolata parete sud del Sani Pakush, montagna di 6951 metri del Karakorum, Pakistan. Il report della importante salita, probabilmente soltanto la seconda dopo la prima del 1991, di Welfringer.

Pierrick Fine ed io siamo arrivati ​​sul ghiacciaio Toltar all'inizio di ottobre e ci siamo acclimatati intorno al campo base, situato alla base della massiccia ed inviolata parete sud del Sani Pakkush.

Dopo due settimane di acclimamento eravamo pronti per tentare questa grande parete. Le cattive condizioni meteorologiche però ci hanno fatto aspettare qualche giorno, ma il sole era previsto per quasi una settimana, il che ci avrebbe dato la possibilità di effettuare un buon tentativo.

Dopo una partenza alle 2 del mattino del 20 ottobre abbiamo incontrato le prime difficoltà a quota 5000m, proprio all'inizio della parete, dove abbiamo affrontato alcuni tiri di ghiaccio difficile. Questi sono stati seguiti da terreno più facile, poi da neve e arrampicata di misto. A circa 5600 metri abbiamo superato uno dei tiri più difficili, circa M4+/M5, e abbiamo raggiunto una piccola, scomoda piattaforma dove abbiamo bivaccato.

Durante il secondo giorno siamo riusciti d entrare nel cuore della parete ed abbiamo salito due fantastici tiri di ghiaccio puro. A circa 6200 metri abbiamo cercato disperatamente un bivacco ma purtroppo non l'abbiamo trovato. Alla fine abbiamo aspettato che tornasse il sole seduti su una roccia.

Il terzo giorno eravamo davvero esausti dopo due brutti bivacchi. Abbiamo piantato la nostra tenda a quota 6400 metri sulla cresta sommitale, dove abbiamo trovato un bel e comodo crepaccio che ci ha permesso di riposarci.

Il 19 ottobre abbiamo deciso tentare la vetta quasi senza materiale. Abbiamo lasciato il bivacco e abbiamo iniziato a salire gli ultimi 500 metri seguendo la cresta sommitale. La qualità della neve cambiava costantemente e più salivamo, più diventata difficile la salita. Tuttavia, dopo 7 ore di duro lavoro, a volte scavando in profondità nella neve fresca, abbiamo raggiunto la vetta di 6953 m del Sani Pakkush alle 14:00, completamente esausti.

Abbiamo trascorso il nostro ultimo giorno scendendo questa massiccia parete di 2500 metri, alternando la discesa in corda doppia (20-25 doppie) alla disarrampicata. Nel tardo pomeriggio del 20 ottobre siamo tornati sani e salvi al campo base, senza energie ma con molte emozioni nelle nostre teste.

di Symon Welfinger

Symon Welfringer ringrazia: La SportivaPetzlMillet

Sani Pakkush, Batura Muztagh, Karakorum, Pakistan
Anche conosciuta come Soni Pakkush o Sani Pakush
Prima salita: 29/07/1991 dai tedeschi Hubert Bleicher, Arnfried Braun, Daniel Ketterer, Leo Klimmer lungo la cresta NO 
Seconda salita conosciuta: Symon Welfringer, Pierrick Fine 16 - 20/10/2020 parete sud, 2500m ED+ M4+/M5 90°

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Eiger Paciencia ripetuta da Nils Favre e Symon Welfringer
14.09.2020
Eiger Paciencia ripetuta da Nils Favre e Symon Welfringer
Lo svizzero Nils Favre e il francese Simon Welfringer hanno ripetuto Paciencia (8a/900m) sulla parete nord dell'Eiger, aperta nel 2003 da due pezzi da novanta dell’alpinismo svizzero, Stephan Siegrist e Ueli Steck.
Symon Welfringer nel massiccio del Monte Bianco
19.08.2020
Symon Welfringer nel massiccio del Monte Bianco
A luglio l'alpinista francese Symon Welfringer è riuscito a salire diverse vie importanti nel massiccio del Monte Bianco. Tra queste spicca la salita in libera ed in giornata della via Manitua sulla parete nord delle Grandes Jorasses.
Tengi Ragi Tau, nuova via in Nepal di Schüpbach e Welfringer
06.11.2019
Tengi Ragi Tau, nuova via in Nepal di Schüpbach e Welfringer
Silvan Schüpbach e Symon Welfringer, componenti di un team franco-svizzero composto anche da Charles Noirot, dal 26 al 29 ottobre 2019 hanno aperto, in stile alpino, Trinité (1400m, M6, AI 5). Una nuova e difficile via di arrampicata che per la parete ovest raggiunge la Cima Nord del Tengi Ragi Tau, montagna del Rowaling Himalaya, in Nepal.
Risht Peak e la valle inesplorata dello Yarkhun in Pakistan
05.09.2019
Risht Peak e la valle inesplorata dello Yarkhun in Pakistan
Symon Welfringer racconta la spedizione francese composta da lui e da Aurélien Vaissière, Pierrick Fine e Antoine Rolle nella valle Yarkhun in Pakistan, durante la quale sono riusciti a salire l’inviolato Risht Peak (5960 m)
Divine Providence sul Monte Bianco in inverno per Xavier Cailhol e Symon Welfringer
19.03.2019
Divine Providence sul Monte Bianco in inverno per Xavier Cailhol e Symon Welfringer
Dal 17 al 19 febbraio 2019 i giovani alpinisti francesi Xavier Cailhol e Symon Welfringer hanno effettuato una salita invernale di Divine Providence sul Grand Pilier d'Angle, una delle vie più famose nel massiccio del Monte Bianco.
Corno Stella Diedro Rosso, prima libera invernale per Symon Welfringer e Xavier Cailhol
29.01.2019
Corno Stella Diedro Rosso, prima libera invernale per Symon Welfringer e Xavier Cailhol
Gli alpinisti francesi Symon Welfringer e Xavier Cailhol hanno completato la probabile prima invernale tutta in libera del Diedro Rosso sulla parete NE del Corno Stella (Alpi Marittime).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock