Home page Planetmountain.com
Il K2 in inverno
Fotografia di archivio Tamara Lunger
Sajid Ali Sadpara, John Snorri e Muhammad Ali Sadpara sul K2
Fotografia di archivio Muhammad Ali Sadpara / John Snorri
Nanga Parbat d'inverno: Ali Sadpara e Simone Moro in cima il 26/02/2016
Fotografia di archivio Simone Moro
Alex Txikon, Tamara Lunger, Simone Moro e Ali Sadpara a campo base dopo la storica prima invernale del Nanga Parbat (8126m)
Fotografia di archivio Simone Moro

Sadpara Air Safari inaugurato dalla Pakistan International Airlines

di

PIA (Pakistan International Airlines) ha rilanciato il suo Air Safari, battezzandolo ‘Sadpara Air Safari’ in onore dell’alpinista pakistano Muhammad Ali Sadpara che, insieme a John Snorri Sigurjónsson e Juan Pablo Mohr Prieto, ha perso la vita lo scorso febbraio sul K2.

La compagnia di bandiera pakistana PIA (Pakistan International Airlines) ha rilanciato il panoramico volo Air Safari, ribattezzandolo ufficialmente Sadpara Air Safari in onore di Muhammad Ali Sadpara che ha perso la vita a febbraio, insieme a John Snorri Sigurjónsson e Juan Pablo Mohr Prieto, durante un tentativo di salire in invernale il K2.

L'Air Safari decolla da Islamabad e sorvola il K2, il Nanga Parbat, i Gasherbrum, il Broad Peak le pianure del Deosai e il famoso lago Said ul Maluk per poi atterrare a Skardu. Dopo aver concesso il tempo per una breve visita della città più grande della regione Gilgit, l’aereo rientra nella capitale del paese. Una sorta di vista panoramica delle montagne più alte e belle del Pakistan.

Il servizio era stato lanciato nel 2018 ma poi era stato sospeso temporaneamente. Il volo inaugurale del Sadpara Ali Safari è stato fatto ieri, presente Sajid Ali Sadpara, il figlio del compianto Ali Sadpara, che ha dichiarato “È un traguardo importante per il vettore nazionale e per lo sviluppo del turismo.”


Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
K2: persa ogni speranza di ritrovare in vita Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri
18.02.2021
K2: persa ogni speranza di ritrovare in vita Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri
Oggi in una conferenza stampa tenutasi a Skardu sono stati dichiarati ufficialmente morti gli alpinisti Muhammad Ali Sadpara, John Snorri Sigurjónsson e Juan Pablo Mohr Prieto. I tre erano stati visti l’ultima volta il 5 febbraio al Collo di Bottiglia in salita verso la cima del K2 che tentavano di scalare in piena stagione invernale.
Dal K2 ancora nessun notizia di Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri
08.02.2021
Dal K2 ancora nessun notizia di Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri
Continuano le ricerche degli alpinisti Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri, dispersi sul K2 da venerdì scorso. Senza esito i voli di ricognizione effettuati dagli elicotteri dell’esercito pachistano. Intanto due parenti di Ali Sadpara saliranno il K2 per cercare di individuare gli alpinisti.
Dispersi sul K2 Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara, John Snorri
06.02.2021
Dispersi sul K2 Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara, John Snorri
Sul K2 non si hanno più notizie degli alpinisti Juan Pablo Mohr, Muhammad Ali Sadpara e John Snorri, impegnati nel tentativo di vetta invernale della seconda montagna più alta della terra.
Karl Unterkircher Award 2018, vince il Nanga Parbat di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
20.07.2018
Karl Unterkircher Award 2018, vince il Nanga Parbat di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Il 5° Karl Unterkircher Award è stato assegnato il 14 luglio 2018 a Selva di Val Gardena a Simone Moro che, insieme a Ali Sadpara ed Alex Txikon, aveva effettuato la prima invernale del Nanga Parbat. Le altre due salite in nomination erano quella di Ines Papert e Luka Lindič per la loro via nuova sul Kyzyl Asker in Kyrgyzstan (Cina), e Simon Gietl e Marcel Schenk per la nuova via di ghiaccio e misto sulla parete del Pizzo Badile in Svizzera.
Ali Sadpara, l'Himalaya, l'alpinismo e gli uomini
08.01.2018
Ali Sadpara, l'Himalaya, l'alpinismo e gli uomini
Il ritratto di Muhammad Ali Sadpara, l'alpinista pachistano che insieme ad Alex Txikon e Simone Moro, ha realizzato la prima salita invernale del Nanga Parbat nel 2016 ed ora è impegnato con lo stesso Txikon nel tentativo di invernale senza ossigeno dell'Everest. Di Domenico Perri.
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
26.02.2016
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Oggi, venerdì 26 febbraio 2016, l'italiano Simone Moro, lo spagnolo Alex Txikon e il pachistano Ali Sadpara hanno realizzato la prima storica salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan). L'italiana Tamara Lunger che faceva parte del team si è fermata prima della vetta. Verso le 20:00 circa (Pakistan time) tutti gli alpinisti hanno fatto ritorno al Campo 4 a 7.100m.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra