Home page Planetmountain.com
Karl Unterkircher Award 2018: Luka Lindič, Ines Papert, Simone Moro, Simon Gietl e Marcel Schenk
Fotografia di archivio Karl Unterkircher Award
La giuria del Karl Unterkircher Award 2018: Simon Kehrer, Carlo Caccia, Hubert Moroder, Thomas Huber e Silvio Mondinelli (presidente)
Fotografia di archivio Karl Unterkircher Award
Kur Diemberger al Karl Unterkircher Award 2018
Fotografia di archivio Karl Unterkircher Award
Il pubblico del Karl Unterkircher Award 2018 a Selva di Val Gardena il 14/07/2018
Fotografia di archivio Karl Unterkircher Award

Karl Unterkircher Award 2018, vince il Nanga Parbat di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon

di

Il 5° Karl Unterkircher Award è stato assegnato il 14 luglio 2018 a Selva di Val Gardena a Simone Moro che, insieme a Ali Sadpara ed Alex Txikon, aveva effettuato la prima invernale del Nanga Parbat. Le altre due salite in nomination erano quella di Ines Papert e Luka Lindič per la loro via nuova sul Kyzyl Asker in Kyrgyzstan (Cina), e Simon Gietl e Marcel Schenk per la nuova via di ghiaccio e misto sulla parete del Pizzo Badile in Svizzera.

Third time lucky, fortunato la terza volta direbbero gli inglesi. Forse è quello che ha pensato Simone Moro sabato scorso quando, alla terza nomination, gli è stato conferito il quinto Karl Unterkircher Award, il premio ideato per ricordare il forte alpinista altoatesino scomparso tragicamente esattamente 10 anni fa durante un tentativo di apertura di una nuova via sulla difficile ed immensa parete Rakhiot del Nanga Parbat.

La giuria, composto da alpinisti e giornalisti di alto livello - Silvio Mondinelli, Thomas Huber, Simon Kehrer, Hubert Moroder e Carlo Caccia - ha assegnato il premio a Moro per la sua straordinaria, storica prima invernale proprio del Nanga Parbat, effettuata nel febbraio del 2016 insieme ad Ali Sadpara, Alex Txikon e Tamara Lunger che si era fermata a pochi metri dalla cima.

C’è da sottolineare che lo spirito del premio biennale non è voler porre una salita sopra le altre, quanto evidenziarla ulteriormente anche in rapporto allo spirito di Karl Unterkircher. È in questa luce quindi che sono state celebrate anche le altre due salite di assoluto rilievo: quella della tedesca Ines Papert che insieme allo sloveno Luka Lindič hanno aperto nell’ottobre del 2016 Lost in Cina (ED, WI 5+, M6, 1200m), una “perfetta via di ghiaccio in quota” sulla parete SE di Kyzyl Asker (5842m) in Kirghizistan, e quella dell’altoatesino Simon Gietl e dello svizzero Marcel Schenk che, nel novembre 2016, avevano aperto Amore di Vetro (800m, M5, R), un’effimera linea di ghiaccio e misto sulla parete NE del Pizzo Badile.

Ospite speciale della serata di premiazione è stato come di consueto Kurt Diemberger, l’unico alpinista vivente ad aver scalato due Ottomila in prima assoluta che ha ricordato con affetto Unterkircher.


Motivazione della giuria

La giuria della 5° edizione del “Karl Unterkircher Award” composta da Silvio Mondinelli (presidente), Thomas Huber, Carlo Caccia, Simon Kehrer e Hubert Moroder si è riunita oggi, 14/07/2018 per decidere a chi assegnare il riconoscimento.

La scelta si è rivelata oltremodo difficile per l’altissimo livello di tutte le salite nominate che, rappresentando espressioni diverse dell’alpinismo contemporaneo, risultano difficilmente confrontabili. Tutte e tre le imprese sono pagine importanti della storia del confronto tra gli uomini e le montagne.

L’assegnazione del premio non è quindi voler porre una salita sopra le altre, quanto evidenziare una di queste pagine.

A dieci anni dalla scomparsa di Karl sul Nanga Parbat, la giuria ha così deciso di attribuire il “Karl Unterkircher Award” alla spedizione di Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon che il 26 febbraio 2016 hanno raggiunto in prima invernale la vetta del Nanga Parbat, che è stato anche l’ultimo grande sogno di Karl.

Lo spirito di Karl resterà sempre su questo gigante himalaiano che – come ha scritto Kurt Diemberger - non è semplicemente “la montagna nuda” limata dalle valanghe oppure “il re delle montagne”, ma anche il “Diamir” dove abitano tutti gli spiriti dei monti.

La giuria è stata particolarmente colpita dalla storia di Ines Papert e Luka Lindic sul Kyzyl Asker in Cina e dalla capacità di cogliere l’attimo di Marcel Schenk e Simon Gietl sul Pizzo Badile. Entrambe queste imprese rispecchiano in tutti i modi lo stile di Karl nell’affrontare le montagne.

Karl Unterkircher Award 
2016: Jon Griffith e Andy Houseman, prima salita del Link Sar West (6.938m - Karakoram)
2014: Simon Anthamatten, Matthias Auer e Hansjörg Auer, prima salita della parete est del Kunyang Chhish, Karakoram/Pakistan.
2012: Marina Kopteva, Anna Yasinskaya e Galina Chibitok, nuova via sulla parete nord-ovest del Great Trango Tower (Pakistan).
2010: Ueli Steck, Schmid sulla parete nord del Cervino, la Golden Gate su El Capitan e le vie normali del GII e il Makalu.

Più informazioni: www.karlunterkircher.com

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Karl Unterkircher Award 2018, le nominations per la 5° edizione
25.05.2018
Karl Unterkircher Award 2018, le nominations per la 5° edizione
Il 14 luglio 2018 a Selva di Val Gardena si svolgerà la quinta edizione del Karl Unterkircher Award dedicato alla memoria dell’alpinista scomparso dieci anni fa sul Nanga Parbat. Gli alpinisti nominati per il premio sono Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon per la prima invernale del Nanga Parbat, Ines Papert e Luka Lindič per la loro via nuova sul Kyzyl Asker in Kyrgyzstan (Cina), e Simon Gietl e Marcel Schenk per la nuova via di ghiaccio e misto sulla parete del Pizzo Badile in Svizzera. Ospite speciale: Kurt Diemberger
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
26.02.2016
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Oggi, venerdì 26 febbraio 2016, l'italiano Simone Moro, lo spagnolo Alex Txikon e il pachistano Ali Sadpara hanno realizzato la prima storica salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan). L'italiana Tamara Lunger che faceva parte del team si è fermata prima della vetta. Verso le 20:00 circa (Pakistan time) tutti gli alpinisti hanno fatto ritorno al Campo 4 a 7.100m.
Kyzyl Asker, successo in Kirghizistan per Ines Papert e Luka Lindič
26.10.2016
Kyzyl Asker, successo in Kirghizistan per Ines Papert e Luka Lindič
Gli alpinisti Luka Lindič e Ines Papert hanno effettuato la prima salita di 'Lost in Cina' (ED, WI 5+, M6, 1200m) sulla parete SE di Kyzyl Asker (5842m) in Kirghizistan.
Alpinismo sul Pizzo Badile: intervista a Schenk e Gietl dopo la nuova via Amore di Vetro
23.11.2016
Alpinismo sul Pizzo Badile: intervista a Schenk e Gietl dopo la nuova via Amore di Vetro
Intervista a Marcel Schenk e Simon Gietl dopo la prima salita di 'Amore di Vetro' (800m, M5, R) la nuova via di ghiaccio e misto sulla parete NE del Pizzo Badile.
A Jon Griffith e Andy Houseman il Karl Unterkircher Award 2016
11.08.2016
A Jon Griffith e Andy Houseman il Karl Unterkircher Award 2016
Il 27 luglio 2016, a Selva di Val Gardena, agli alpinisti britannici Jon Griffith e Andy Houseman è stato assegnato il 4° Karl Unterkircher Award, per la prima salita del Link Sar West (6.938m - Karakoram). Le altre due salite in nomination erano quella dei polacchi Marek Raganowicz e Marcin Tomaszewski sulla Troll Wall in Norvegia con l’apertura invernale di Katharsis e la nuova via Degli studenti aperta sulla NO della Civetta da Giorgio Travaglia, Alex Walpoth, Martin Dejori e Titus Prinoth.
Karl Unterkircher Award a Simon Anthamatten, Matthias Auer e Hansjörg Auer
25.07.2014
Karl Unterkircher Award a Simon Anthamatten, Matthias Auer e Hansjörg Auer
Mercoledì 23 luglio a Selva di Val Gardena è stato assegnato il 3° Karl Unterkircher Award 2014 agli alpinisti Simon Anthamatten, Matthias Auer e Hansjörg Auer per la loro prima salita della parete est del Kunyang Chhish, Karakoram/Pakistan.
Karl Unterkircher Award alla spedizione ucraina sulla Great Trango Tower
11.07.2012
Karl Unterkircher Award alla spedizione ucraina sulla Great Trango Tower
Venerdì 6 luglio a Selva di Val Gardena alle alpiniste ucraine Marina Kopteva, Anna Yasinskaya e alla russa Galina Chibitok è stato assegnato il Karl Unterkircher Award 2012 per la loro nuova via aperta in 38 giorni di scalata sulla parete nord-ovest del Great Trango Tower (Pakistan).
Karl Unterkircher Award a Ueli Steck
13.08.2010
Karl Unterkircher Award a Ueli Steck
Il 9 - 10 luglio 2010 a Selva Val Gardena la prima edizione del Karl Unterkircher Award è stata assegnata all'alpinista svizzero Ueli Steck.
Karl Unterkircher scomparso sul Nanga Parbat
17.07.2008
Karl Unterkircher scomparso sul Nanga Parbat
Il 15 luglio il fortissimo alpinista altoatesino Karl Unterkircher è caduto in un crepaccio a circa quota 6.800 sulla parete Rakhiot sul Nanga Parbat, i suoi due compagni Walter Nones e Simon Kehrer impossibilitati a scendere sono stati costretti a continuare la salita. In queste ore sta partendo dall'italia una spedizione per soccorrerli.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra