Home page Planetmountain.com
Tom Ballard e Daniele Nardi al Nanga Parbat in inverno
Fotografia di Daniele Nardi, Tom Ballard
Nanga Parbat in inverno: Daniele Nardi sullo Sperone Mummery.
Fotografia di Daniele Nardi, Tom Ballard
Tom Ballard al Nanga Parbat in inverno
Fotografia di Daniele Nardi, Tom Ballard
Il Nanga Parbat in inverno, fotografato dal campo base il 27/02/2019. Non si hanno più notizie di Daniele Nardi e Tom Ballard da domenica 24/02/2019, data in cui i due si trovavano oltre 6000 sullo Sperone Mummery.
Fotografia di Daniele Nardi, Tom Ballard

Nanga Parbat, ancora nessuna notizia di Daniele Nardi e Tom Ballard

di

Sono ore di grande attesa e preoccupazione sul Nanga Parbat, dove Daniele Nardi e Tom Ballard stanno cercando di salire in invernale il colosso Pachistano. Non si hanno più notizie dei due alpinisti da domenica 24 febbraio, data in cui si trovavano oltre i 6000 metri sullo Sperone Mummery.

Sono ore molto tese sul Nanga Parbat dove l’alpinista di Sézze (LT) Daniele Nardi e l’alpinista britannico Tom Ballard, da anni residente a Canazei in Val di Fassa, sono attualmente impegnati in un tentativo di salire il colosso di 8126 metri nella stagione invernale lungo il difficile e mai salito Sperone Mummery sul versante Diamir.

I due erano arrivati a campo base a fine dicembre 2018 e nonostante le forti nevicate e il meteo avverso erano comunque riusciti a salire installando il Campo 2 a 5200 metri, il Campo 3 a 5700 metri alla base dello Sperone e all'interno di un crepaccio. Quindi avevano affrontato lo Sperone Mummery vero e proprio piazzando un altro Campo, il 4°, a circa 6200 metri. Va detto che inizialmente la spedizione oltre che da Nardi e Ballard era composta anche da due alpinisti pachistani Karim Hayat e Rahmat Ullah Baig che si sono in seguito ritirati.

Domenica 24 febbraio Nardi aveva comunicato via telefono satellitare che erano arrivati a circa 6300 metri, ma da quel momento in poi il team ha perso tutti i contatti con i due alpinisti. Dunque non si hanno più loro notizie da quasi tre giorni, mentre l’ultima posizione del loro GPS risale al 22 febbraio.

Secondo il team di Nardi oggi Ali Sadpara, il fortissimo alpinista Pachistano che insieme a Simone Moro e Alex Txikon aveva effettuato la prima invernale proprio del Nanga Parbat nel 2016, doveva volare con un elicottero da Skardu al campo base del Nanga Parbat per perlustrare la montagna. Sembra però che, a causa delle altissime tensioni tra India e il Pakistan, attualmente lo spazio aereo sia chiuso a tutti i voli, rendendo così impossibile qualsiasi tentativo di soccorso con l’elicottero. Inutile dire che, senza notizie dai due da domenica, la situazione è quanto meno preoccupante, anche perché le previsioni del tempo per i prossimi giorni non sembrano essere buone.

Com’è noto, il 42enne Daniele Nardi aveva già tentato il Nanga Parbat in inverno in più occasioni. Tom Ballard invece, figlio della famosa alpinista britannica Alison Hargreaves, è alle sue prime esperienze sugli 8000 ma aveva fatto parlare di sé soprattutto per essere diventato il primo a salire le sei grandi pareti nord delle Alpi in solitaria invernale in un'unica stagione.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Nanga Parbat: arrivati al CB gli alpinisti per le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard
28.02.2019
Nanga Parbat: arrivati al CB gli alpinisti per le ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard
Un miglioramento del meteo ha permesso di trasportare in elicottero gli alpinisti del team di soccorso al Campo Base del Nanga Parbat. Durante un primo volo di ricognizione non si sono rilevate tracce di Daniele Nardi e Tom Ballard.
Nanga Parbat: il maltempo ostacola i soccorsi per Daniele Nardi e Tom Ballard
28.02.2019
Nanga Parbat: il maltempo ostacola i soccorsi per Daniele Nardi e Tom Ballard
È iniziata da poco una missione di salvataggio per gli alpinisti Daniele Nardi e Tom Ballard, di cui non si hanno più notizie da domenica 24 febbraio mentre erano impegnati nel loro tentativo di salita invernale al Nanga Parbat. Gli elicotteri con tre alpinisti pakistani (tra cui Ali Sadpara) che erano partiti questa mattina da Skardu sono dovuti rientrare prima di raggiungere il campo base del Nanga Parbat per via del maltempo.
Verso l'ignoto, sul Nanga Parbat con il film di Daniele Nardi
16.03.2016
Verso l'ignoto, sul Nanga Parbat con il film di Daniele Nardi
Da sabato 19 marzo 2016 sul sito YouDoc.it sarà pubblicato in esclusiva sul web il documentario di Federico Santini che racconta 4 anni di avventure dell’alpinista Daniele Nardi al Nanga Parbat in inverno. In anteprima ecco il trailer del film Verso l'ignoto.
Daniele Nardi, il Nanga Parbat d'inverno e l'alpinismo
30.12.2015
Daniele Nardi, il Nanga Parbat d'inverno e l'alpinismo
Daniele Nardi e il suo quarto tentativo invernale al Nanga Parbat (8125 metri, Pakistan). Intervista di Valentina d'Angella.
Tom Ballard completa le sei nord delle Alpi in inverno ed in solitaria!
20.03.2015
Tom Ballard completa le sei nord delle Alpi in inverno ed in solitaria!
Con la sua salita dell'Eiger effettuata ieri, Tom Ballard ha ora completato il suo progetto Starlight and Storm che prevedeva di salire le delle sei grandi pareti nord delle Alpi in solitaria invernale in un'unica stagione: Cima Grande di Lavaredo, Pizzo Badile, Cervino, Grandes Jorasses, Petit Dru e l'Eiger.
Tom Ballard e l'Eiger - un difficile giorno d'inverno
27.03.2015
Tom Ballard e l'Eiger - un difficile giorno d'inverno
Il racconto di Tom Ballard della salita dell'Eiger con la quale ha completato il suo progetto Starlight and Storm: la salita delle sei grandi pareti nord delle Alpi in solitaria invernale in un'unica stagione. Cima Grande di Lavaredo, Pizzo Badile, Cervino, Grandes Jorasses, Petit Dru e Eiger.
Tom, il film e il senso dell’alpinismo per Tom Ballard
05.08.2016
Tom, il film e il senso dell’alpinismo per Tom Ballard
I film di PlayAlpinismo gratis: Tom, di Angel Esteban ed Elena Goatelli, è la storia della salita in solitaria e nello stesso inverno da parte di Tom Ballard delle sei più famose pareti Nord delle Alpi ma è anche e soprattutto il ritratto spontaneo e vero di un alpinista e di un alpinismo unici. Recensione di Vinicio Stefanello.
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
26.02.2016
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Oggi, venerdì 26 febbraio 2016, l'italiano Simone Moro, lo spagnolo Alex Txikon e il pachistano Ali Sadpara hanno realizzato la prima storica salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan). L'italiana Tamara Lunger che faceva parte del team si è fermata prima della vetta. Verso le 20:00 circa (Pakistan time) tutti gli alpinisti hanno fatto ritorno al Campo 4 a 7.100m.
Nanga Parbat: finisce l'odissea di Elisabeth Revol!
28.01.2018
Nanga Parbat: finisce l'odissea di Elisabeth Revol!
Elisabeth Revol è stata soccorsa sul Nanga Parbat da Adam Bielecki, Denis Urubko, Jarek Botor e Piotr Tomala che hanno lavorato ininterrottamente per tutta la notte. Un elicottero ha portato la francese ad Islamabad; tornerà in Francia per curarsi i congelamenti, mentre i quattro ritorneranno a tentare di salire K2 in inverno.
Dramma sul Nanga Parbat, paura per Tomek Mackiewicz e Elisabeth Revol
26.01.2018
Dramma sul Nanga Parbat, paura per Tomek Mackiewicz e Elisabeth Revol
Sul Nanga Parbat il polacco Tomek Mackiewicz e Elisabeth Revol sono in difficoltà in alta quota durante il loro tentativo di salita in invernale. È stata attivata un'operazione di soccorso dal K2.
Mazeno Ridge: Sandy Allan e Rick Allen sono al campo base. Confermata la vetta del Nanga Parbat!
19.07.2012
Mazeno Ridge: Sandy Allan e Rick Allen sono al campo base. Confermata la vetta del Nanga Parbat!
Dopo 18 giorni sulla montagna oggi 19 luglio alle 12.00 locali gli alpinisti britanni Sandy Allan e Rick Allen sono rientrati sani e salvi al Campo Base, dopo aver raggiunto la cima del Nanga Parbat il 15 luglio e dopo aver compiuto la storica prima traversata della lunghissima cresta Mazeno Ridge.
18.08.2005
Nanga Parbat: ritrovato il corpo di Gunther Messner
Sul Nanga Parbat è stato ritrovato il corpo di Guenther Messner scomparso 35 anni fa.
25.01.2004
Nanga Parbat 1970. Reinhold Messner disse la verità
Günther Messner è veramente scomparso scendendo il versante Diamir del Nanga Parbat, come ha sempre raccontato suo fratello Reinhold.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni