Home page Planetmountain.com
Due alpinisti nel massiccio del Monte Bianco
Fotografia di Planetmountain
Sulla Cresta Kuffner al Mont Maudit (Monte Bianco)
Fotografia di archivio Silvio Bartolomei
Cordate sul classico Thron - Mostro d'Avers
Fotografia di archivio Matteo Rivadossi
Nanga Parbat d'inverno: Tamara Lunger
Fotografia di Simone Moro

La cordata contro il Coronavirus

di

Siamo chiamati ad una prova epocale, di difficoltà altissima. Dobbiamo usare tutta la nostra forza e la nostra esperienza. E dobbiamo farlo tutti assieme. Solo così andrà tutto bene.

Vi sarà capitato di legarvi ad uno più bravo di voi. Magari agli inizi. Ai corsi di alpinismo. O alle prime vostre uscite in parete. Oppure, semplicemente perché non eravate in grado di affrontare quella difficoltà da primi. A volte avete scelto voi il vostro capocordata. Altre è stato lui a proporsi, e a proporvi di stare all'altro capo della sua corda. O magari è stato il destino che vi ha fatto incontrare e vi ha uniti. Quello che è certo è che in quel vostro capocordata avete riposto tutta la vostra fiducia. E, una volta staccati i piedi da terra, gli avete dato tutto il vostro appoggio. Tutta la vostra attenzione. Consci che solo lui vi avrebbe portato in cima.

D'altra parte lui si è fidato ciecamente di voi, di come lo avreste assicurato, di come sareste stati in grado di seguirlo. Funziona così una buona cordata. Deve assolutamente funzionare così una cordata che vuole arrivare in vetta, che vuole superare le difficoltà. E' sempre unita una buona cordata. Si rispetta. Sa che ognuno deve fare la sua parte, e che tutti sono indispensabili. E sa anche che nel momento del bisogno tutti devono collaborare. Ma anche che nessuno può essere lasciato indietro.

Sa gioire insieme una grande cordata. Sa essere ottimista. E trova sempre un punto di incontro, perché sa che certe partite si possono vincere solo insieme. Una cordata vera sa anche che non tutto si può prevedere e vincere. Che bisogna essere preparati. Che siamo nulla difronte alla montagna e alla natura. E che quando arriva la bufera occorre unirsi e lottare ancora di più. E anche che bisogna saper aspettare che passi, la bufera. Occorre trovare riparo. Avere pazienza. Crederci e non abbattersi. Pensare che finirà e che si potrà ripartire. Che si arriverà in cima e che ci abbracceremo felici per avercela fatta insieme. E sarà una gioia immensa.

Sarà solo così, con una cordata così, che sconfiggeremo la bufera del Coronavirus. Con una cordata che vede tutti impegnati e nella quale tutti sono indispensabili. I tantissimi che devono (ripeto: devono!) stare a casa. I tanti che continuano il loro, indispensabile, lavoro. E chi ci guida, chi ci porterà in salvo, in nostri capocordata con in testa i medici e tutto il personale sanitario impegnato in una lotta senza quartiere per portarci in sosta, per farci arrivare in vetta. Per farci dire tutti assieme: “E' andato tutto bene!”.

Vinicio Stefanello

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Stefano Ghisolfi: state a casa, è arrivato il momento di scalare con la fantasia
09.03.2020
Stefano Ghisolfi: state a casa, è arrivato il momento di scalare con la fantasia
L'appello di Stefano Ghisolfi, uno dei climber più forti, di non sottovalutare l'emergenza Coronavirus e di stare il più possibile a casa.
Rimanete a casa! L'appello del Soccorso Alpino e Speleologico
10.03.2020
Rimanete a casa! L'appello del Soccorso Alpino e Speleologico
L’appello del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS), pubblicato originariamente sulla pagina facebook, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. La prima regola: uscire di casa solo per esigenze essenziali.
L'arrampicata ai tempi del Covid-19
08.03.2020
L'arrampicata ai tempi del Covid-19
Con le palestre indoor chiuse, molti arrampicatori tornano a considerare l'arrampicata in falesia. Ma non bisogna dimenticare che ora, tra zone rosse e non, è indispensabile essere ancora più responsabili, per noi e per gli altri. Buona arrampicata (se potete) e un abbraccio a tutti, da almeno un metro di distanza.
Everest e tutte le montagne dell'Himalaya chiuse da Nepal e Cina
14.03.2020
Everest e tutte le montagne dell'Himalaya chiuse da Nepal e Cina
I governi della Cina e del Nepal hanno vietato le spedizioni alpinistiche all'Everest e sulle montagne più alte del mondo nel tentativo di contenere la diffusione del Coronavirus.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra