Home page Planetmountain.com
La Churri, Val Travenanzes, Dolomiti: Diego Toigo su L2
Fotografia di Beppe Ballico
Beppe Ballico sul terzo tiro di La Churri, Val Travenanzes, Dolomiti
Fotografia di Santiago Padros
Santiago Padros, Diego Toigo e Beppe Ballico durante l'apertura di La Churri, Val Travenanzes, Dolomiti
Fotografia di archivio Beppe Ballico
Il tracciato di La Churri, Val Travenanzes, Dolomiti, aperta da Beppe Ballico, Diego Toigo e Santiago Padros il 06/01/2020
Fotografia di archivio Beppe Ballico

La Churri, nuova cascata di ghiaccio in Val Travenanzes

di

In Val Travenanzes Beppe Ballico, Santiago Padros e Diego Toigo hanno aperto La Churri, una nuova cascata di ghiaccio in Val Travenanzes (Dolomiti) di 150 metri con difficoltà fino a M8, WI5+. Il report e la scheda di Ballico.

L'inverno è bello perché vario. Per noi ghiacciatori dell’est, sempre attenti alle precipitazioni autunnali per capire come sarà il ghiaccio in Dolomiti, quest’anno la stagione sembrava partire "full gas". La giusta pioggia e l’abbondante neve di dicembre avrebbero dovuto creare cose spaziali… In realtà, le aspettative sono un po’ in ritardo causa un fronte di alta pressione che staziona sopra la nostra regione (e non solo) con temperature non propriamente invernali da prima di Natale.

Le sorprese però non sono mancate e alcune linee (non proprio dietro l’angolo) aperte in quasi "total dry" negli anni precedenti, quest’anno si sono rivelate delle vere e proprie cascate di ghiaccio.

Appunto per questa ragione, il 29 dicembre con l’inarrestabile Diego Toigo decidiamo di entrare in Val Travenanzes a "sbirciare", consapevoli che potrebbe essere un buco nell’acqua.
Sono infatti 19 anni che frequento questa valle delle meraviglie o piccolo Canada del Ice e conoscendo la lenta ma duratura formazione, non sono mai entrato prima del 20 gennaio ma contrariamente alle nostre aspettative, riusciamo a divertirci su alcune linee con simpatiche candele.

Uscendo dalla valle, lo sguardo di entrambi cade su una linea che a memoria non avevo mai visto, o quanto meno, non ricordavo. In un attimo ci trasformiamo bambini e tra foto, zoomate, decidiamo che bisognava provarci. Una linea bellissima, ma con una lunga sezione di roccia per prendere il free standing.

Passano i giorni, gli impegni famigliari e le feste impediscono (giustamente) ad entrambi di liberarci, intanto arriva l’anno nuovo e con lui anche il "campèon" Santiago Padros, che mi propone di aggregarmi per una nuova salita il 4 gennaio.

Con sommo dispiacere dovrò passare la mano, invitandolo però a sua volta, a venire con noi in Travenanzes il giorno della Befana ad aprire la linea vista. Detto, fatto, carichi come molle, ci ritroviamo al park ancora con il buio, ognuno con il suo zaino bello carico.

Si parte. La neve trasformata permette di camminare veloci e in poco più di un’ora siamo da soli sotto la parete. Un breve e facile saltino porta su una comoda e larga cengia e con breve traverso si raggiunge la verticale della linea che vogliamo salire.

Si gioca ad estrazione per chi parte e toccherà a Diego affrontare la parete di roccia che porta al free standing; con eleganza sale una breve sequenza di ghiaccio a cavolfiori per poi superare una placca di 10 metri leggermente strapiombante. La roccia stupenda a buchi gli permette in alcuni tratti di salire con le mani, offrendo la possibilità di usare friend, chiodi e cordini su clessidre. Diego in superpompa, riesce a piantare un ottimo chiodo collegato con clessidra prima di trasferirsi sulla candela e così, dopo un "Olè" da parte nostra, prosegue la zona ghiaccio formata da un muro molto lavorato e di non facile protezione.

Siamo ancora soli in questa valle, all’orizzonte nemmeno l’ombra di sci alpinisti, o ice climbers, ma solo l’urlo di gioia di Diego dopo 40 metri in sosta. Grande Diego!
Ora mi aspetta solo ghiaccio di ottima qualità fino in cima con bellissime sezioni molto verticali e da pulire dalle frange.

Felice di aver aggiunto un’altra linea nuova in questa Valle a me cara assieme a dei soci d’eccezione, ci congratuliamo con le solite domande: come la chiamiamo? Dopo varie proposte, Santi propone La Churri che in spagnolo vuole significare la propria donna, ovvero nel mio caso, colei che con Santa pazienza mi permette ogni volta di vivere questi momenti indimenticabili.

Un grazie a due persone eccezionali come Santiago Padros e Diego Toigo, per l’ottima compagnia, la simpatia e l’umiltà.

Beppe Ballico
CAAI orientale


SCHEDA: ­La Churri in Val Travenanzes

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Principessa Sospesa in Val Travenanzes, Dolomiti
27.03.2018
Principessa Sospesa in Val Travenanzes, Dolomiti
Cascate di ghiaccio in Dolomiti: una nuova salita in Val Travenanzes dove Beppe Ballico, Andrea Gamberini, Stefano Figliolia hanno aggiunto una nuova variante su roccia alla Candela Sospesa chiamata Principessa Sospesa.
Candela di Pinocchio in Val Travenanzes, Dolomiti
16.03.2018
Candela di Pinocchio in Val Travenanzes, Dolomiti
In Val Travenanzes, Dolomiti, Santiago Padrós e Ruggero Corá hanno salito Pinocchio, la cascata di ghiaccio liberata con un tratto di misto nel 2013 da Martin Riegler e Florian Riegler. Adesso l’intera cascata si è formata fino a terra ed è forse la prima volta che viene salita in questa versione.
Diretta Canadese, possibile nuova variante al Sogno Canadese in Val Travenanzes, Dolomiti
05.02.2018
Diretta Canadese, possibile nuova variante al Sogno Canadese in Val Travenanzes, Dolomiti
Il 30 gennaio 2018 Beppe Ballico, Andrea Gamberini e Samuel Scotton hanno salito quella che potrebbe essere una nuova variante al Sogno Canadese, la classica cascata di ghiaccio in Val Travenanzes, Dolomiti. Chiamata Diretta Canadese, affronta un 'superbo free standing' al secondo tiro per raggiungere le frange penzolanti.
Pinocchio, nuova via di misto in Val Travenanzes
28.03.2013
Pinocchio, nuova via di misto in Val Travenanzes
Martin Riegler e Florian Riegler hanno liberato Pinocchio (M8+, WI 5), una via di misto in Val Travenanzes (Dolomiti) aperta nel 2010 da Valentin Riegler e Hannes Lemayr.
Attraverso Travenanzes, nuova cascata in Val Travenanzes per Ballico e Gamberini
27.02.2013
Attraverso Travenanzes, nuova cascata in Val Travenanzes per Ballico e Gamberini
Il 16 febbraio 2013, Beppe Ballico e Andrea Gamberini hanno aperto Attraverso Travenanzes (120m, III, WI5+) nuova cascata nel settore Supermario della Val Travenanzes che si rivela ancora una volta uno degli eldoradi dell'ice climbing in Dolomiti, ma non solo. La scheda della cascata e i report dei primi salitori.
Transtravenanzes e la valle delle meraviglie
25.02.2009
Transtravenanzes e la valle delle meraviglie
Il 22/02/09 Giuseppe Ballico e Paolo Cristofari hanno effettuato la probabile prima ripetizione di Transtravenanzes, la cascata di ghiaccio salita per la prima volta da Massimo Farina ed Ezio Marlier nel 2005.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni