Home page Planetmountain.com
Durante il Valle Orco Climbing Festival 2021, il raduno di arrampicata trad e boulder che si è tenuto il 9 e 10 ottobre sui blocchi e nelle falesie attorno a Ceresole Reale in Valle dell'Orco.
Fotografia di Pietro Suglia
Highline durante il Valle Orco Climbing Festival 2021
Fotografia di Pietro Suglia
Yoga durante il Valle Orco Climbing Festival 2021
Fotografia di Valle Orco Climbing Festival
Durante il Valle Orco Climbing Festival 2021
Fotografia di Valle Orco Climbing Festival

Valle Orco Climbing Festival 2021. Un ritorno al futuro

di

Il report della guida alpina Andrea Migliano sul raduno di arrampicata trad e boulder 'Valle Orco Climbing Festival’ che si è tenuto il 9 e 10 ottobre sui blocchi e nelle falesie attorno a Ceresole Reale in Valle dell'Orco, Parco Nazionale Gran Paradiso.

Se potessi tornarne indietro nel tempo come Michael J. Fox non vorrei cambiare nulla di ciò che è accaduto al Valle Orco Climbing Festival, ma cercherei a tutti i costi di anticiparlo al 2020 privando me stesso, gli amici e il resto dell'umanità, dalle grandi limitazioni portate dal Covid-19.

Però la storia di questo raduno ha avuto luogo proprio durante il "ritorno alla pandemia" del 2020, a seguito dei pochi mesi estivi in cui avevamo avuto l'occasione, o forse il permesso, di vivere. Son stati quei mesi di limitazioni a smuovere la nostra fantasia, la voglia di conoscerci e di organizzare un meeting che ci permettesse di stare di nuovo insieme. Per immaginare la nascita dell'evento, pensate all'incontro di due gruppi di amici incalzati dallo stesso fuoco, ma incatenati dalle restrizioni, in un contesto idilliaco e colmo di possibilità come la Valle dell'Orco. Il team del Rifugio Le Fonti Minerali memore e protagonista dell'organizzazione delle edizioni passate dei raduni Orcoblocco, ha incontrato i Truce Climbing, un ordigno di entusiasmo fatto di persone che smaniava di esplodere. E' stata ancora l'arrampicata a riempire di significato le nostre giornate, questa volta non solo sui massi, ma anche lungo le spaccature granitiche che tutti conosciamo come fessure.

Come nel 2019 in occasione dell'ultima edizione dell' Orcoblocco (con Explore Climbing) e come in tutte le edizioni precedenti (con la collaborazione di B-side ed Escape Climbing di Torino), è stata la sinergia tra appassionati di sport, natura e problemi fatti di roccia a creare un meeting che dopo una manciata di anni ci ha ricordato le sensazioni che si vivevano al Melloblocco.

E' stato un meeting internazionale di bouldering e di arrampicata Trad, due attività che non dovrebbero lasciare tracce indelebili sulla roccia, ma che il 9 e 10 ottobre 2021 hanno lasciato il segno a Ceresole Reale, anche grazie alla partecipazione di ospiti e Brand che hanno reso possibile il ritorno al futuro con il Valle Orco Climbing Festival.

La competizione si è svolta su due circuiti (facile e difficile), entrambi su 10 boulder e 10 fessure che conferivano diversi punteggi. I sassi erano distribuiti nelle nuove aree boulder Sergent e Stravaganza, censite nella nuova guida Orcoboulder 2021. Le fessure sono state scelte tra i grandi classici della Valle con l'intento di diffondere il valore storico celato da una roccia anche ai più giovani. L'autocertificazione e l'assenza di giudici è stato un ulteriore messaggio per rinforzare l'etica che dovrebbe contraddistinguere questo genere di arrampicata che molti definiscono "clean climbing”.

Il conteggio è di 500 iscritti e 1000 partecipanti, gli appuntamenti durante le due giornate sono stati ricchi e numerosi. Ricordiamo gli interventi di Eva Toschi con la presentazione del suo libro "er la mia strada, oppure la pubblicazione della nuova guida ai blocchi della Valle Orcoboulder 2021, la presentazione di progetti come "Outdoor Manifesto" e "Mapo Tapo". Gli amici di Explore Climbing e Marzio Nardi con la Cracker Machine, hanno partecipato attivamente al festival organizzando il contest di Pegboard vinto dal giovane Giovanni Giachino e il contest Spaccafesse vinto da Enrico Finotello su un difficile boulder tracciato sulle fessure artificiali montate tra i larici a fianco del Rifugio Fonti Minerali. Wild Country ha supportato l'evento dando la possibilità ai partecipanti di testare i set di friend sulle famose vie in fessura della Valle che apparivano anche nella lista della competizione a coppie vinta dalla coppia Marco Botto e Federico Galli del team di Escape. Non dimentichiamo Yoga4climbers che ha risvegliato i muscoli e l'intervento artistico di Herbarium Life che ha fatto germogliare tre specie endemiche sotto forma di un'illustrazione a gessetti sul famoso masso del Sergent di 29 dots.

Il fulcro è stato presso l'ampio spazio esterno del Rifugio Fonti Minerali dove oltre ai contest, si è svolta la serata di sabato con una grigliata no stop, musica dal vivo con il duo "Indigo Indigo" e Dj Set con il deflagrante Dj Koral che ha fatto saltare l'orda di partecipanti fino a notte fonda.

Se tornassi indietro non mi priverei di partecipare a quello che è stato il processo chimico, fisico, ma soprattutto umano, che ha fatto nascere il Valle Orco climbing Festival.

Il programma per il 2022 è quello di crescere, non solo nei numeri, ma nella qualità dell'organizzazione e delle aree dove si svolgerà l'evento. Il Festival sarà un motore per dare luce alle novità nascoste tra le foreste di larici della splendida Valle dell'Orco che credetemi sono innumerevoli.

di Andrea Migliano - Guide Valle Orco

Un sentito ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato e supportato l’evento: in primis Truce Climbing, Guide Alpine Valle Orco, il Rifugio Le Fonti Minerali e Wild Country per l’impegno nell’organizzazione. Decathlon, La Sportiva, Grivel, E9, Cracker Machine, Action Directe, Explore Climbing, Nut Brushes, Parbat, Raleri, Ktmx, Chalk Rebels, Rupe, Rockslave, Orthomovement, Brazz, Mapo Tapo, Alpiniste Bollenti, Skinsbelts, BYB slings e Idea Montagna come sponsor; infine tutti coloro che in un modo o nell’altro hanno aiutato con un con il corpo e con la mente nella realizzazione di questo sogno.

Info: www.valleorcoclimbingfestival.com

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Orco. Le 100 più belle fessure. Di Paolo Seimandi
24.07.2020
Orco. Le 100 più belle fessure. Di Paolo Seimandi
Orco. Le 100 più belle fessure, la nuova guida di arrampicata 'clean climbing' nella Valle dell'Orco, Gran Paradiso scritta da Paolo Seimandi e pubblicata da Maurizio Oviglia Edizioni. La recensione di Giovanni Massari.
Orco Easy Crack, introduzione all’arrampicata in fessura in Valle dell’Orco
09.09.2020
Orco Easy Crack, introduzione all’arrampicata in fessura in Valle dell’Orco
Maurizio Oviglia presenta una selezione di alcune prime arrampicate in fessura in Valle dell’Orco: Viper, Mamba, Incastromania, Fessura del Tramonto, Fessura Kosterlitz e molte altre ancora. Un vademecum per iniziare a scoprire i gioielli dell’arrampicata trad in Valle Orco.
Valle dell’Orco e il La Sportiva Athletes Climbing Meeting 2021
11.11.2021
Valle dell’Orco e il La Sportiva Athletes Climbing Meeting 2021
Il video e il resoconto del La Sportiva Athletes Climbing Meeting che si è tenuto lo scorso 11-13 ottobre 2021 in Valle dell’Orco.
Jacopo Larcher libera due difficili vie trad in Valle dell’Orco
06.11.2021
Jacopo Larcher libera due difficili vie trad in Valle dell’Orco
Il report di Jacopo Lacher, che a fine ottobre in Valle dell’Orco ha liberato le vie d’arrampicata trad 'Blood Diamond' alla falesia del Diamante ed un vecchio progetto di Adriano Trombetta alla base del Sergent, ora chiamato Shikantaza (aka. “Il progetto Tromba”).
In Valle dell’Orco Matteo Della Bordella e David Bacci liberano Il Pirata
28.10.2021
In Valle dell’Orco Matteo Della Bordella e David Bacci liberano Il Pirata
Sulla Parete di Casetti in Valle dell’Orco, Matteo Della Bordella e David Bacci hanno aperto e liberato Il Pirata (8a max, 160m) dedicata al ciclista Marco Pantani.
Le Placche di Bugni in Piantonetto, Valle dell’Orco
22.10.2021
Le Placche di Bugni in Piantonetto, Valle dell’Orco
Paolo Seimandi presenta l'arrampicata alle Placche di Bugni in Piantonetto, Valle dell’Orco. Una falesia scoperta negli anni '80 da Roberto Perucca e da altri arrampicatori Canavesani dell’epoca, recentemente richiodata e valorizzata con nuove vie da Seimandi ed Emanuel Bracco.
#Madeinorcovalley: Pont Canavese boulder in Valle Orco
29.09.2021
#Madeinorcovalley: Pont Canavese boulder in Valle Orco
Alice Bracco presenta i blocchi a Pont Canavese all’imbocco della Valle dell'Orco. Una zona di arrampicata boulder scoperta dai climber locali degli anni ’80 e ’90, e valorizzata recentemente da Alice, Emanuel Bracco, Davide Marietti e Francesco Primus.
Orcoblocco, epilogo di un golosissimo raduno boulder in Valle dell'Orco
08.09.2017
Orcoblocco, epilogo di un golosissimo raduno boulder in Valle dell'Orco
Andrea Migliano, uno degli organizzatori dell' Orcoblocco, parla del raduno boulder, tenutosi lo scorso weekend, che ha attirato oltre 150 climber ad arrampicare sui massi attorno a Ceresole Reale in Valle dell'Orco.
Orcoblocco, la Valle dell'Orco e il Boulder
01.09.2017
Orcoblocco, la Valle dell'Orco e il Boulder
Un giorno prima del raduno di arrampicata boulder Orcoblocco in Valle dell’ Orco, Andrea Migliano presenta la valle nel Parco Nazionale del Gran Paradiso ed in particolare il nuovo settore El Dorado dove sono nati 120 nuovi blocchi.
Orcoblocco, successo per il primo raduno boulder in Valle dell'Orco
18.09.2014
Orcoblocco, successo per il primo raduno boulder in Valle dell'Orco
Il breve report del primo Orcoblocco, il raduno boulder che si è tenuto a Ceresole Reale, in Valle dell'Orco (TO) dal 12 a 14 settembre 2014.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra