Home page Planetmountain.com
Il regista cileno Nicolás Molina vince la Genziana d’Oro Miglior del 70° Trento Film Festival per il suo film Gaucho Americano
Fotografia di Michele Purin
Una scena del film Gaucho Americano di Nicolás Molina
Fotografia di Nicolás Molina
Fire of Love di Sara Dosa, ovvero la storia di Katia e Maurice Krafft vince il Premio Lizard - Viaggio e avventura
Fotografia di Sara Dosa
Tom Ballard e sua sorella Kate Ballard
Fotografia di Kate Ballard archive

Gaucho Americano di Nicolás Molina vince la Genziana d’Oro Miglior del 70° Trento Film Festival

di

Gaucho Americano del cileno Nicolás Molina vince la Genziana d’Oro del 70° Trento Film Festival. La Genziana d’oro Miglior film di alpinismo, popolazioni e vita di montagna - Premio Cai va al film cinese Dark Red Forest; la Genziana d’oro Miglior film di esplorazione o avventura - Premio 'Città di Bolzano' a La panthère des neiges; la Genziana d’argento Miglior contributo tecnico-artistico a Akeji, le souffle de la montagne e Miglior cortometraggio al basco Heltzear. Il Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo è andato al film The Last Mountain di Chris Terrill, mentre Fire of Love di Sara Dosa si aggiudica invece il Premio del pubblico Miglior Lungometraggio.

Il Gran Premio vola oltre Oceano e va a un regista cileno che ha girato il suo film nelle montagne dell’Idaho: la Giuria internazionale di questo 70. Trento Film Festival ha assegnato infatti al film Gaucho Americano di Nicolás Molina la prestigiosa Genziana d’oro Miglior film - Gran Premio "Città di Trento". Ambientato nel vasto e aspro paesaggio del West americano, il film segue Joaquín e Victor, entrambi gauchos della Patagonia, assunti come allevatori di pecore per lavorare in un ranch, mostrando la complessità del vivere in una terra straniera. «In questa tenera, ironica e particolarmente onesta interpretazione del mito del cowboy, rivisto attraverso gli occhi di due gauchos della Patagonia, le culture si scontrano e tutti sognano una vita migliore. Il regista Nicolás Molina - anche direttore della fotografia - descrive magnificamente le difficoltà quotidiane dei due protagonisti, dimostrando quale prezzo ha per alcuni il "sogno americano"», si legge nella motivazione della Giuria.

"Ambientato in montagne lontane, Gaucho Americano racconta però una storia a noi tutti familiare" spiega il presidente Mauro Leveghi. "In Joaquín e Victor rivediamo i nostri nonni emigrati in Sudamerica o nel Nord Europa per cercare una vita migliore, ma anche le tante donne e i tanti uomini che arrivano in Trentino, stagione dopo stagione, per lavorare nella raccolta delle mele, nella zootecnia, nel turismo: coi loro sogni, che dovremmo essere in grado di esaudire, e con le loro fatiche, che è nostro dovere mitigare. L’incontro tra culture differenti può essere faticoso, ma va affrontato con impegno e con la giusta dose di curiosità, partendo dalla normalità della vita quotidiana".

Si aggiudica la Genziana d’oro Miglior film di alpinismo, popolazioni e vita di montagna - Premio del Club alpino italiano Dark Red Forest di Jin Huaqing (Cina/2021/83'): splendore visivo e indagine spirituale si uniscono nelle immagini di un monastero su un altopiano innevato in Tibet, dove 20.000 monache buddiste vivono circondate da una natura aspra e isolate dal mondo. «La Giuria ha assegnato il premio per la sincerità e intimità con la quale il film guarda alla vita di un gruppo di monache tibetane, che affrontano l'ambiente montano alla ricerca dell’illuminazione. Utilizzando al meglio le potenzialità cinematografiche del tempo e della presenza, il regista invita il pubblico in uno spazio profondo di fede e ricerca spirituale», ha scritto la Giuria.

"Jin Huaqing con il suo film ci porta in un ambiente naturale e di vita interiore straordinari. L’opera, mostrandoci la ricerca spirituale di una comunità di monache tibetane invita alla riflessione sulla montagna e sul rapporto con essa, un rapporto fatto di intima comunione con l’ambiente", ha dichiarato il presidente generale del Cai – Club alpino italiano, Vincenzo Torti.

La Genziana d’oro Miglior film di esplorazione o avventura - Premio "Città di Bolzano" è andata a La panthère des neiges di Marie Amiguet (Francia/2021/92'), che ha portato il pubblico sull'altopiano tibetano, uno degli ultimi santuari del mondo selvaggio, dove la ricerca del leggendario leopardo delle nevi si trasforma in celebrazione del pianeta. Questa la motivazione: «La Giuria ha premiato questo film per la qualità e la bellezza delle immagini raccolte durante un viaggio in Tibet in cerca del leopardo delle nevi. Un viaggio nel quale lo spettatore può immergersi nella natura più selvaggia e sperimentare intimamente la pace e la purezza del luogo».

La Genziana d’argento - Miglior contributo tecnico – artistico è stata assegnata a Akeji, le souffle de la montagne di Corentin Leconte e Mélanie Schaan (Francia/2020/72'), filmato nel Giappone più tradizionale e spirituale, con protagonisti un anziano pittore e la moglie erborista, che vivono nel loro eremo in totale armonia con la natura. «La Giuria è rimasta colpita da questo poetico ritratto di un artista e sua moglie, e dal modo in cui unisce le dimensioni spirituale e artistica della loro vita in montagna. Seguendo il ritmo delle stagioni, il film intreccia elementi ed aspetti della natura, dell'arte e della routine quotidiana in un potente montaggio che esalta la profondità delle loro vite», si legge nella motivazione.

La Genziana d’argento - Miglior cortometraggio è andata a Heltzear di Mikel Gurrea (Spagna/2021/17'), ambientato a San Sebastián nel 2000, nel pieno del conflitto basco: Sara, una ragazza di quindici anni che ama arrampicare, scrive una lettera alla madre lontana mentre si allena per la scalata più difficile della sua vita. «Mikel Gurrea unisce le incertezze dell'adolescenza, l'instabilità politica e un penetrante senso di perdita in questa complessa e coinvolgente storia di una giovane scalatrice impegnata nella preparazione della sua più grande sfida. Mentre impara a superare i limiti del proprio corpo, la protagonista riesce finalmente a dire addio al suo passato», ha scritto la Giuria.

Il Premio della Giuria è stato assegnato infine a Lassù di Bartolomeo Pampaloni (Italia, Francia/2022/81'): la storia del muratore siciliano Nino, che folgorato dalla fede si è ritirato sul Monte Gallo, vicino Palermo, trasformandosi in profeta e convertendo un vecchio osservatorio in tempio. "Il Premio Speciale della Giuria del Trento Film Festival va a un film che racconta un grandissima impresa in solitaria: Isravele non è un alpinista ma la sua scalata ha come obbiettivo addirittura il cielo! Il regista di Lassù, Bartolomeo Pampaloni, ha il coraggio di unirsi alla spedizione e di partire, ma, ed è ciò che più conta, dimostra anche di sapersi fermare alla quota giusta", ha voluto sottolineare la Giuria.

"Non potevamo festeggiare in modo migliore questo settantesimo anniversario", commenta la direttrice della rassegna, Luana Bisesti. "Avevamo bisogno di rivedere in faccia il nostro pubblico e il pubblico ha dimostrato di avere una grandissima voglia di respirare cultura, affollando il Teatro Sociale, il padiglione di MontagnaLibri, il Parco dei Mestieri e tornando a riempire le sale cinematografiche come non accadeva ormai da due anni. La mostra "Scalare il tempo", allestita a Le Gallerie di Piedicastello grazie alla collaborazione con la Fondazione Museo Storico del Trentino, racconta il legame tra il Festival e la città, costruito in 70 anni di storia: oggi possiamo dire con orgoglio che quest’anno abbiamo scritto un’altra pagina di questa bellissima storia".

"La vigilia del Festival è stata segnata dalla preoccupazione per l'affluenza al cinema, in drammatico calo. Fortunatamente, fin da Italia K2 al Teatro Sociale e dalle affollate proiezioni del primo weekend, la tensione si è trasformata in entusiasmo, nel riconoscere nel pubblico lo stesso piacere di ritrovarsi in sala, e subito dopo per scambiare commenti e impressioni" chiude Sergio Fant, responsabile del programma cinematografico. "La giuria ha assegnato le Genziane ai film vincitori, ma un premio specialissimo andrebbe anche al nostro pubblico, più numeroso di quanto osavamo sperare, curioso e attento come sempre, che forse si è reso ancor più conto del valore condiviso del festival: da qui ripartiremo per la 71. edizione".

La Giuria internazionale
La Giuria internazionale del Concorso 2022 era composta dai registi Michelangelo Frammartino, autore di Il buco, Premio Speciale della Giuria a Venezia nel 2021, e Illum Jacobi, esploratore e filmmaker danese, che a Trento ha presentato l’esordio The Trouble With Nature; la giornalista e critica cinematografica polacca, basata a Helsinki, Marta Bałaga; la giovane alpinista e himalaista di Andorra Estefania "Stefi" Troguet; il professore all'Università di Innsbruck Christian Quendler, responsabile del progetto di ricerca "Delocating Mountains: Cinematic Landscapes and the Alpine Model".

Premi del Pubblico
Il Premio del pubblico Miglior Film di Alpinismo – Rotari è andato infatti a The Last Mountain di Chris Terrill (Regno Unito / 2021 / 100'), che racconta la storia degli alpinisti Alison Hargreaves e Tom Ballard, madre e figlio, entrambi morti nell'Himalaya. Il film segue la figlia di Alison, Kate Ballard in un viaggio per dire addio a suo fratello sul Nanga Parbat. Utilizzando filmati d'archivio del 1995 e le straordinarie riprese di Tom fino ai giorni prima della sua morte, il film esplora ciò che ha spinto Tom a continuare la sua scalata con l’alpinista italiano Daniele Nardi dopo che gli altri due membri della spedizione erano tornati indietro. Attraverso 25 anni di filmati familiari intimi e inediti, il documentario racconta la storia indimenticabile di una famiglia che ha vissuto ed era pronta a morire per la passione di scalare i picchi ghiacciati delle vette più alte del mondo, ed esplora ciò che spinge le persone a sfidare la natura, nella sua forma più feroce e spietata.

Il Premio del pubblico Miglior Lungometraggio – DAO Conad è stato assegnato invece a Fire of Love di Sara Dosa (Canada, Stati Uniti / 2022 / 93'), presentato in anteprima italiana al Trento Film Festival dopo il grande successo al Sundance. Un film d'avventura unico, poetico e visivamente stupefacente su una coppia di scienziati francesi, montato interamente con i loro filmati di viaggio alla ricerca di vulcani attivi negli anni '70 e '80. Gli intrepidi vulcanologi francesi Katia e Maurice Krafft hanno viaggiato per il mondo alla ricerca di eruzioni vulcaniche e nuvole di cenere. Fortunatamente, hanno filmato tutti i loro viaggi, e il loro incredibile archivio personale di pellicole in 16mm è una testimonianza avvincente di una vita dedicata all'esplorazione. Realizzato interamente con i loro filmati, lettere e appunti, il film di Sara Dosa è quanto di più lontano da un ritratto tradizionale si possa immaginare. Fire of Love è arte cinematografica pura, poetica ed estroversa, con l'esuberanza di un film della nouvelle vague francese, e ci offre alcuni dei momenti più belli - e tragici - che si possa immaginare di vedere in un film.

Info: trentofestival.it

- SCARICA IL PALAMRES E LE MOTIVAZIONI DELLA GIURIA

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Trento Film Festival Day 9: è il giorno delle Genziane
07.05.2022
Trento Film Festival Day 9: è il giorno delle Genziane
Sabato 7 maggio alle 19.30 al MUSE il Gala di Premiazione con la cerimonia di consegna delle Genziane d’oro e d’argento della 70. edizione del Trento Film Festival. Protagonisti della giornata Hervé Barmasse e Tudor Laurini con un masterclass sulla comunicazione digitale, la presentazione del progetto del Cai Weclub, e l’annuncio dei vincitori della nuova sezione del Festival Quarta Parete. In serata lo spettacolo “I vagabondi della montagna” con Marco Albino Ferrari che racconta i giganti della Scuola di Monaco. Al cinema il film di chiusura con l’anteprima di “Monte Verità” di Stefan Jäger.
Trento Film Festival Day 8:  Paolo Nespoli, lo spazio e il futuro della Terra
06.05.2022
Trento Film Festival Day 8: Paolo Nespoli, lo spazio e il futuro della Terra
Trento Film Festival Day 8: la serata evento con l’astronauta Paolo Nespoli, protagonista di un dialogo sul presente e futuro del pianeta Terra tra sfide e nuove opportunità con il giornalista Emilio Cozzi. Nel pomeriggio l’assegnazione del 26° Premio SAT 2022 e la presentazione del libro 'La memoria della luce'. Al cinema è il giorno 'La Panthère des Neiges': alla ricerca del leopardo delle nevi sull'altopiano tibetano, tra valli inesplorate e inaccessibili.
The Last Mountain: al Trento Film Festival il toccante film sulla vita di Tom Ballard
05.05.2022
The Last Mountain: al Trento Film Festival il toccante film sulla vita di Tom Ballard
In Concorso alla rassegna trentina il film sulla storia degli alpinisti Alison Hargreaves e Tom Ballard, madre e figlio, entrambi morti nell'Himalaya. Il film segue la figlia di Alison, Kate Ballard, in un viaggio per dire addio a suo fratello sul Nanga Parbat. Recensione dii Amos Sandri.
Trento Film Festival Day 7: 70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino
05.05.2022
Trento Film Festival Day 7: 70 anni di Soccorso Alpino e Speleologico Trentino
Trento Film Festival: giovedì 4 maggio nella serata evento con Hervé Barmasse e Andrea Castelli le testimonianze dei protagonisti di ieri e di oggi per celebrare i settant’anni del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino. Nel pomeriggio consegna del Chiodo d’Oro della Sosat, la presentazione di #vivereinrifugio: sentinelle delle Dolomiti UNESCO e l’incontro Donne oltre l’orizzonte in cui il giornalista e divulgatore Emilio Cozzi intervista Marcella Salussolia, ingegnere del progetto Lunar Gateway, e Patrizia Caraveo, dirigente di ricerca all'Istituto nazionale di Astrofisica
Trento Film Festival day 6: il 'quindicesimo’ ottomila di Fausto De Stefani, la solidarietà arriva in vetta
04.05.2022
Trento Film Festival day 6: il 'quindicesimo’ ottomila di Fausto De Stefani, la solidarietà arriva in vetta
Trento Film Festival: mercoledì 4 maggio la serata evento "…anche i sogni impossibili. Il quindicesimo ottomila di Fausto De Stefani” che racconta la vita del grande alpinista e la nascita della Rarahil Memorial School in Nepal. Nel pomeriggio il convegno di ITAS Montagna, femminile singolare con tante ospiti per far emergere il punto di vista femminile sul tema della montagna.
Trento Film Festival day 5: Estremi narrativi con Mauro Corona, Kurt Diemberger, Carla Perrotti, Clara Mazzi, Paolo Paci, Claudio Pelizzeni
03.05.2022
Trento Film Festival day 5: Estremi narrativi con Mauro Corona, Kurt Diemberger, Carla Perrotti, Clara Mazzi, Paolo Paci, Claudio Pelizzeni
Trento Film Festival: martedì 3 maggio in piazza a Piedicastello la Serata Evento 'Estremi narrativi' con protagonisti lo scrittore Mauro Corona, l'alpinista Kurt Diemberger, l'esploratrice Carla Perrotti, la podcaster Clara Mazzi, il direttore di Meridiani Montagne Paolo Paci e il blogger Claudio Pelizzeni, moderati da Alberto Faustini. A MontagnaLibri la presentazione di 'Il cercatore di luce' con l’autore Carmine Abate, libro vincitore della sezione Vita e Storie di montagna del Premio ITAS 2022.
Reinhold Messner e Palma Baldo nuovi Soci Onorari del Trento Film Festival
02.05.2022
Reinhold Messner e Palma Baldo nuovi Soci Onorari del Trento Film Festival
L’alpinista sudtirolese Reinhold Messner e l’alpinista trentina Palma Baldo sono stati nominati nuovi Soci Onorari del Trento Film Festival.
Matteo De Zaiacomo al Trento Film Festival: 'Sul Cerro Torre ho portato tutti i Ragni di Lecco, anche quelli che non ci sono più'
02.05.2022
Matteo De Zaiacomo al Trento Film Festival: 'Sul Cerro Torre ho portato tutti i Ragni di Lecco, anche quelli che non ci sono più'
Intervista di Amos Sandri al forte alpinista lombardo Matteo De Zaiacomo, protagonista al Trento Film Festival della serata evento 'Messner e le sempreverdi', dove ha raccontato la sua ultima grande salita: la nuova via 'Brothers in arms' sul Cerro Torre, la mitica montagna della Patagonia.
Trento Film Festival day 4: il rock per il clima dei Marlene Kuntz
02.05.2022
Trento Film Festival day 4: il rock per il clima dei Marlene Kuntz
Trento Film Festival day 4: lunedì 2 maggio la performance live della rock band Marlene Kuntz, impegnata nel progetto itinerante Karma Clima. Al mattino pillole di scienza con il prof. Paolo Rocca e alla SAT montagne cyborg e paesaggi ibridi. Nel pomeriggio gli incontri di Festival Training e la presentazione della guida del 'Cammino naturale dei Parchi'. Al cinema arriva The Last Mountain, che racconta la storia degli alpinisti Alison Hargreaves e Tom Ballard.
70° Trento Film Festival, assegnato il Premio Lizard - Viaggio e avventura e il Premio Solidarietà Cassa di Trento
01.05.2022
70° Trento Film Festival, assegnato il Premio Lizard - Viaggio e avventura e il Premio Solidarietà Cassa di Trento
Assegnati oggi al Trento Film Festival il Premio Lizard - Viaggio e avventura a Fire of Love di Sara Dosa e il Premio Solidarietà Cassa di Trento a Leogra, eredità di un paesaggio di Andrea Colbacchini, già vincitore del Premio Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO.
Trento Film Festival day 3: l’alpinismo dà spettacolo
01.05.2022
Trento Film Festival day 3: l’alpinismo dà spettacolo
Trento Film Festival day 3: domenica 1 maggio la serata 'White Out. La conquista dell’inutile', uno spettacolo ispirato dagli scritti di Messner, Bonatti e di altri grandi del mondo della montagna. In mattinata il Convegno sulla salute della pelle organizzato dalla Società Italiana di Medicina di Montagna, nel pomeriggio l'appuntamento per celebrare i 150 anni dalla fondazione del Corpo degli Alpini e l’incontro con l’alpinista Tamara Lunger.
Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto vince il Premio ITAS del Libro di Montagna
30.04.2022
Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto vince il Premio ITAS del Libro di Montagna
Sono stati decretati i vincitori del Premio ITAS del Libro di Montagna al 70° Trento Film Festival. A vincere la 48° edizione del concorso letterario che celebra la montagna in tutte le sue forme è stato Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto. Gli altri libri premiati: Cervino. La montagna leggendaria di Hervé Barmasse (Alpinismo e sport di montagna), Sentiero Italia CAI, a cura di Francesco Cappellari (Guide e mappe), Il pianeta di Greta di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro (Libri per ragazzi), Il cercatore di luce di Carmine Abate (Vita e storie di montagna). Menzione speciale Trentino per Ho scalato un ideale. Armando Aste, uomo e alpinista di Maurizio Gentilini.
Domani al via il 70° Trento Film Festival
28.04.2022
Domani al via il 70° Trento Film Festival
Domani, venerdì 29 aprile il Trento Film Festival apre la sua 70° edizione con la cerimonia ufficiale al Castello del Buonconsiglio, l’inaugurazione di MontagnaLibri e della Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie. In serata la proiezione in anteprima mondiale della versione restaurata del documentario Italia K2 del regista trentino Marcello Baldi.
Trento e il suo Film Festival: una storia lunga settant’anni
27.04.2022
Trento e il suo Film Festival: una storia lunga settant’anni
Dal 29 aprile all’8 maggio la 70° edizione del Trento Film Festival, la rassegna di cinema e culture di montagna che ha portato il mondo a Trento e Trento nel mondo.
Al Trento Film Festival il Premio Speciale Lizard - Viaggio e avventura
26.04.2022
Al Trento Film Festival il Premio Speciale Lizard - Viaggio e avventura
Per il secondo anno consecutivo il Premio Speciale Lizard sarà consegnato durante il Trento Film Festival, in programma dal 29 aprile all’8 maggio 2022
Tre premi speciali al Trento Film Festival: Lizard, CinemAMoRe, Studenti Università di Trento
04.05.2021
Tre premi speciali al Trento Film Festival: Lizard, CinemAMoRe, Studenti Università di Trento
Oggi al Trento Film Festival è il giorno di tre riconoscimenti speciali: il nuovo Premio Lizard - Viaggio e avventura viene assegnato al film 'La casa rossa' di Francesco Catarinolo e Gianluca De Angelis, il Premio CinemAMoRe va a 'PrimAscesa' di Leonardo Panizza, e il Premio Studenti Università di Trento, Bolzano e Innsbruck sarà consegnato Tobia Passigato per 'Schianti'.
MontagnaLibri: emozioni tra le pagine al 70° Trento Film Festival
14.04.2022
MontagnaLibri: emozioni tra le pagine al 70° Trento Film Festival
Nel Salotto Letterario di Piazza Fiera a Trento, decine di presentazioni di libri e incontri con autrici e autori, anche grazie all’importante e confermata collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna che in occasione del 70° Trento Film Festival presenta i libri finalisti e ne premia gli autori.
Più di 120 i film al 70° Trento Film Festival 2022
12.04.2022
Più di 120 i film al 70° Trento Film Festival 2022
Sono più di 120 i film, tra lunghi e corti, in programma dal 29 aprile all’8 maggio nella 70° edizione del 70° Trento Film Festival. Con 27 anteprime mondiali, 13 internazionali e 37 italiane, ben oltre metà del programma sarà composto da film mai visti prima in Italia.
Presentato il programma del 70° Trento Film Festival
11.04.2022
Presentato il programma del 70° Trento Film Festival
Dal 29 aprile all’8 maggio andrà in scena la 70° edizione del Trento Film Festival, il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’avventura e all’esplorazione. Oltre 120 film in programma, più di 150 appuntamenti, 9 mostre e il salotto letterario di MontagnaLibri. Tra gli ospiti Reinhold Messner, Hervé Barmasse, Tamara Lunger, Mauro Corona, Laura Rogora, Paolo Cognetti, Paolo Nespoli, Brunello Cucinelli e i Marlene Kuntz.
Un omaggio a Mario Fantin, l’esploratore con la macchina da presa, al 70° Trento Film Festival
07.04.2022
Un omaggio a Mario Fantin, l’esploratore con la macchina da presa, al 70° Trento Film Festival
Nove film recentemente restaurati, un documentario e una mostra per ricordare Mario Fantin, il regista, alpinista e sognatore che si definiva 'cacciatore di immagini alpine'. L’omaggio dal 29 aprile all’8 maggio durante il 70° Trento Film Festival nasce dalla collaborazione con il FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano, la Cineteca di Bologna e il Museo Nazionale della Montagna.
A Trento Takeaway, il nuovo film di Renzo Carbonera
06.04.2022
A Trento Takeaway, il nuovo film di Renzo Carbonera
Mercoledì 6 aprile tornano gli 'Avvicinamenti' al Trento Film Festival con l’anteprima in Trentino di Takeaway, l’ultimo film del regista friulano Renzo Carbonera: una storia di sport e doping, con Libero De Rienzo nel suo ultimo ruolo per il grande schermo.
A Trento The Rescue di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
30.03.2022
A Trento The Rescue di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
Mercoledì 30 marzo a Trento il quarto appuntamento con la rassegna che accompagna il pubblico verso il 70° Trento Film Festival: alle 20.45 'The Rescue' di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi, il documentario che racconta con immagini inedite il celebre drammatico salvataggio di dodici ragazzi intrappolati nel 2018 in una grotta allagata in Thailandia.
Il Trento Film Festival presenta la nuova sezione Quarta parete per video YouTube
10.03.2022
Il Trento Film Festival presenta la nuova sezione Quarta parete per video YouTube
Grazie alla collaborazione con Hervé Barmasse e Tudor Laurini è nata la nuova sezione 'Quarta parete’ del Trento Film Festival, dedicata ai content creator e alle opere prodotte per canali YouTube. Il vincitore sarà premiato in occasione della 70° edizione, in programma dal 29 aprile al 9 maggio 2022.
È di Milo Manara il manifesto del 70° Trento Film Festival
03.03.2022
È di Milo Manara il manifesto del 70° Trento Film Festival
Dopo il manifesto rifiutato nel 1997, il celebre artista Milo Manara torna a Trento da protagonista realizzando il manifesto della 70° edizione del Trento Film Festival. Il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’avventura e all’esplorazione si terrà dal 29 aprile all'8 maggio 2022.
Trento Film Festival 2022, domani la presentazione della 70° edizione
01.03.2022
Trento Film Festival 2022, domani la presentazione della 70° edizione
Mercoledì 2 marzo alle 10.30 si terrà la presentazione del programma del 70° Trento Film Festival in live streaming sulla pagina Facebook e YouTube del Trento Film Festival, in programma dal 29 aprile all'8 maggio

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós