Home page Planetmountain.com
Dal 6 al 13 agosto 2022 si svolgerà a Cervinia e Valtournenche (AO) la 25° edizione del Cervino CineMountain International Filmfestival. In programma un’edizione 'storica' ricca di novità. Aperte le iscrizioni al concorso cinematografico.
Fotografia di Cervino CineMountain
Dal 6 al 13 agosto 2022 si svolgerà a Cervinia e Valtournenche (AO) la 25° edizione del Cervino CineMountain International Filmfestival.
Fotografia di Cervino CineMountain Festival

Cervino Cinemountain 2022 svela la Giuria e i Grand Prix

di

Cinque le pellicole in concorso per il Grand Prix, il premio più ambito della 25° edizione del Cervino CineMountain International Filmfestival che si svolgerà a Cervinia e Valtournenche (AO) dal 6 al 13 agosto 2022. A giudicarle saranno Maurizio “Manolo” Zanolla, Alexandra Petrova e il produttore Leonardo Barrile.

C’è fermento attorno alla venticinquesima edizione del Cervino CineMountain, il festival del cinema di montagna più alto d’Europa in programma a Cervinia e Valtournenche dal 6 al 13 agosto. Ed ha preso forma il puzzle della cinquina dei Grand Prix des Festivals Conseil de la Vallée d’Aoste che si contenderanno quello che è ormai noto come “l’Oscar” per il cinema di settore: i film selezionati sono After Antartica di Tasha Van Zandt, Gaucho Americano di Nicolás Molina, Here i am, again di Polly Guentcheva, La casa rossa di Francesco Catarinolo e Torn di Max Lowe.

Alla giuria, formata quest’anno dal “Mago” del free climbing Maurizio “Manolo” Zanolla, dall’organizzatrice del Bansko Film Festival Alexandra Petrova, e dal produttore e fondatore della Samarcanda Film Leonardo Barrile, spetterà il difficile compito di scegliere il film che ha raccontato in maniera più empatica, fedele e innovativa la vita attorno, dentro o in relazione alle Terre Alte del mondo.

I GRAND PRIX DES FESTIVAL CONSEIL DE LA VALLÉE
Da venticinque anni il Festival rappresenta l’appuntamento di riferimento per gli appassionati di filmografia di montagna ma anche per gli addetti ai lavori, registi, attori, sceneggiatori e produttori che qui si ritrovano per presentare le loro opere e per confrontarsi sullo stato dell’arte del cinema di settore attraverso quella che è mette in scena una sintesi della migliore e più recente produzione cinematografica internazionale dedicata al tema.

E come ogni anno il Festival assegnerà l’ambito Premio al migliore tra i migliori, l’Oscar del cinema di montagna scelto tra alcune delle pellicole già vincitrici dei più importanti festival internazionali di categoria appartenenti al circuito dell’International Alliance for Mountain Film, da Bilbao, a Ushuaia, fino a Katmandu, passando per le rassegne più importanti nel mondo. Le Terre Alte e le storie di chi le vive, di chi ne assapora le emozioni, i drammi, i cambiamenti, di chi lotta per se stesso e per gli altri: sono questi i temi al centro dei cinque film che concorreranno al Grand Prix des Festivals, un viaggio ai quattro angoli del globo per guardarne il “confine estremo” con sguardi diversi.

Vincitore al Festival di Ljubiana, a Torellò in Spagna e al Festival di Ulju in Corea del Sud, l’americano After Antartica racconta la vita dell'esploratore Will Steger, testimone oculare dei più grandi cambiamenti nelle regioni polari del nostro pianeta. La pluripremiata regista e direttrice della fotografia Tasha Van Zandt riunisce avvincenti filmati d'archivio e ricordi in prima persona che danno forma ad una profonda meditazione sul destino umano e su quello del nostro pianeta.


Arriva dal Cile il film di Nicolas Molina Gaucho Americano, vincitore al Trento Film Festival: è la storia di Joaquín, 54 anni, e Victor, 28, entrambi gaucho della Patagonia, che vengono assunti come pastori di pecore in un ranch nel West americano. Accompagnati dai loro cavalli e dai loro cani, proteggono le greggi dai predatori, in una terra straniera che pensano di poter capire, ma alla quale faticano ad adattarsi.

Francesco Catarinolo è il regista di La Casa Rossa, il film di produzione italo-danese, vincitore del Festival di Graz, che racconta la missione solidale di Robert Peroni, ex esploratore altoatesino, che trent'anni fa ha mollato tutto per trasferirsi nella Groenlandia orientale. Qui, dove vive una popolazione che sembra condannata all'estinzione, Peroni fonda “La Casa Rossa”, un rifugio che offre lavoro alla gente del posto rimasta senza niente, perché il futuro di questo luogo appartiene ai giovani e a quelli che vogliono restare: un futuro incerto in un presente di pandemia.

L'alpinista e zoologo Boyan Petrov è il protagonista di Here I am, again di Polly Guentcheva (Grand Prix Festival di Cracovia). Appena un mese dopo essere stato investito da un'auto inizia la lunga preparazione per inseguire il suo sogno: scalare i quattordici ottomila, senza ossigeno supplementare. Sopravvissuto per tre volte al cancro, ne ha saliti 10 su 14, e ora è il momento del gigante del mondo: l'Everest. Ma un inaspettato gioco del destino porta alla sua scomparsa, a pochi metri dalla vetta, attivando una missione di salvataggio internazionale senza precedenti.

Torn di Max Lowe, vincitore del Festival di Kendal è una storia d’amore nata da uno dei più grandi drammi nella storia dell’alpinismo: il 5 ottobre 1999, il leggendario Alex Lowe perse la vita in una valanga sullo Shishapangma. Miracolosamente sopravvissuto, il migliore amico e compagno di arrampicata di Alex, Conrad Anker. Dopo la tragedia, Anker e la vedova di Alex, Jennifer, si sono innamorati e sposati. Uno sguardo intimo sulla famiglia Lowe-Anker, attraverso gli occhi di Max, il figlio regista del grande scalatore americano. 

Oltre ai Grand Prix des Festivals Conseil de la Vallée, il Cervino CineMountain ospiterà, come in ogni edizione, anche il Concorso Internazionale che assegnerà i seguenti Premi: Premio C.A.I. per il miglior film d'alpinismo; Premio SONY per la miglior fotografia; Premio Montagne d’Italia per il miglior film italiano; Premio Montagnes du Monde per il miglior film straniero; Premio Montagne Tout Court per il miglior cortometraggio; Premio del Pubblico. E infine torna anche quest’anno il Premio Kids, dedicato alla pellicola di animazione che avrà conquistato il pubblico più giovane.

Info: www.cervinocinemountain.com
FB: @cervinocinemountainfilmfestival
Instagram: cervinocinemountainfestival

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Cervino CineMountain Festival 2021, vince The Wall of Shadows
09.08.2021
Cervino CineMountain Festival 2021, vince The Wall of Shadows
The Wall of Shadows di Eliza Kubarska si aggiudica il Grand Prix des Festivals Conseil de la Vallée alla XXIV edizione del Cervino CineMountain. A Paolo Cognetti invece il premio come miglior film italiano per “Sogni di grande nord”.
Cervino Cinemountain: al via la XXIV edizione
30.07.2021
Cervino Cinemountain: al via la XXIV edizione
Domani, sabato 31 luglio alle ore 18:00, nella storica Piazzetta delle Guide di Valtournenche si inaugura il festival del cinema di montagna Cervino Cinemountain con la performance di Antoine Le Menestrel e Michele Mammoliti. Sempre domani Nives Meroi presenterà “Sarabanda ai margini del cielo”, un film interamente girato nei paesaggi della Valtournenche. Tra gli ospiti del festival anche Catherine Destivelle, Hervé Barmasse, Angelika Rainer, Alessia Zecchini, il funambolo Nathan Paulin, Luca Mercalli, Marcello Fois, Paolo Cognetti, Nicolò Bongiorno e i paraclimber Simone Salvagnin e Urko Carmona Barandiaran.
Cervino CineMountain 2020, Drømmeland vince al festival del cinema di montagna più alto d’Europa
07.08.2020
Cervino CineMountain 2020, Drømmeland vince al festival del cinema di montagna più alto d’Europa
Si è chiusa la XXIII edizione del Cervino CineMountain a Breuil-Cervinia e Valtournenche, Valle d’Aosta. Drømmeland di Joost van der Wiel si aggiudica il prestigioso Grand Prix des Festival. Tanti gli ospiti in questa edizione speciale, da Mauro Corona a Domenico Quirico, da Hans Kammerlander a François Cazzanelli, e ancora Didier Berthod, Antoine Le Menestrel, Anna Torretta, Kurt Diemberger e tanti altri.
Cervino CineMountain 2019, vince A Thousand Girls Like me
11.08.2019
Cervino CineMountain 2019, vince A Thousand Girls Like me
Si chiude la XXII edizione del Cervino CineMountain. 'A thousand girls like me', il film che racconta la difficile battaglia di una ragazza afgana contro le violenze famigliari e le falle nel sistema giudiziario del suo Paese, si aggiudica il Grand Prix des Festival. Tanti gli ospiti che hanno animato questa edizione, da Hervé Barmasse a Erri De Luca, da Nives Meroi a Fausto De Stefani e ancora gli scienziati Michele Freppaz e Maria Sole Bianco, il ricordo del Grande Torino e l’omaggio finale ai 50 anni dall’allunaggio.
Cervino CineMountain Festival 2017
03.08.2017
Cervino CineMountain Festival 2017
Dal 5 al 14 agosto 2017 Cervinia in Valtournenche, Valle d'Aosta, ospita la ventesima edizione del Cervino CineMountain Festival. Quest'anno alla rassegna dedicata al cinema di montagna ospiti speciali come Kurt Diemberger, Maurizio Manolo Zanolla, Hervé Barmasse, Alain Robert, Mira Rai, Renato Pozzetto e Massimo Boldi. Omaggi agli alpinisti Guido Monzino, Walter Bonatti e Ueli Steck.
Cervino Cinemountain 2009, tutti i film premiati
03.08.2009
Cervino Cinemountain 2009, tutti i film premiati
Alla XII. edizione del Cervino CineMountain - Festival Internazionale del Cinema di Montagna Stone Pastures di Donagh Coleman ha vinto il Grand Prix Cervino mentre a Ten, a cameraman’s tale di Guido Perrini è andato il Prix Sportside of the Mountain e a Dolma du bout du monde di Véronique, Anne e Erik Lapied il Grand Prix des Festival. Tra i premiati anche Aria di Davide Carrari (Prix Montagne Passion) e Grozny dreaming di Mario Casella e Fulvio Mariani (Prix Special du Jury).
Cervino Cinemountain al Berhault di Chappaz e Lassablière
04.08.2008
Cervino Cinemountain al Berhault di Chappaz e Lassablière
Si è concluso domenica 4/08 a Breuil-Cervinia e a Valtournenche l'XI° Cervino Cinemountain International Film Festival con l’assegnazione del Grand Prix Cervino Cinemountain a "Berhault" di Gilles Chappaz e Raphaël Lassablière. Nell’articolo lo speciale diario dal Festival di Mario Dalmaviva (alias Viva).
Cervino Cinemountain International Filmfestival
24.07.2007
Cervino Cinemountain International Filmfestival
Dal 25 al 29/07 si svolgerà a Cervinia e Valtournenche (AO) la decima edizione del Cervino Cinemountain International Filmfestival.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós