Home page Planetmountain.com
Con un simbolico omaggio a Jack London, il celebre artista sanmarinese Gianluigi Toccafondo ha realizzato il manifesto e la sigla della 69° edizione del Trento Film Festival, la rassegna di cinema e culture di montagna, in programma dal 30 aprile al 9 maggio.
Fotografia di Trento Film Festival

69° Trento Film Festival: sul manifesto ufficiale la firma di Gianluigi Toccafondo

di

Con un simbolico omaggio a Jack London, il celebre artista sanmarinese Gianluigi Toccafondo ha realizzato il manifesto e la sigla della 69° edizione del Trento Film Festival, la rassegna di cinema e culture di montagna in programma dal 30 aprile al 9 maggio.

Un lupo che ulula nella notte, nel cuore della natura incontaminata, tra boschi e vette innevate, con il muso che si riflette sulla faccia illuminata della luna. Si presenta così il manifesto ufficiale del 69. Trento Film Festival, in programma dal 30 aprile al 9 maggio (on line fino al 16 maggio), che porta la firma dell’artista Gianluigi Toccafondo, tra i più importanti illustratori e animatori italiani.

"Ho accolto con grande piacere l'occasione di realizzare l'immagine e la sigla per l’edizione 2021 del prestigioso Trento Film Festival. Ho deciso di concentrarmi sugli animali selvaggi della montagna: lo stambecco, l'orso, l'aquila e infine il lupo, un omaggio al Richiamo della foresta di Jack London", ha dichiarato Toccafondo.

Il lupo, affascinante e mitologico animale che popola i boschi d’Italia e la fantasia di grandi e bambini, è infatti il protagonista della locandina ufficiale della rassegna, un evento che da sempre racconta e indaga il molteplice rapporto tra l’uomo e la natura e la possibilità di rispettosa convivenza con la fauna selvatica.

Nella semplicità dei tratti, caratteristici dell’autore dal tocco onirico, l’immagine racchiude in sé molteplici suggestioni. A chi ulula il lupo, in una notte che sembra sospesa tra la realtà e il sogno? Forse proprio all’uomo, al quale chiede di non avere paura e di guardarlo riflesso nella luna, specchio del mondo nel quale uomini e animali vivono fianco a fianco.

Da sempre il lupo è un potentissimo simbolo della natura selvaggia, sconosciuta e temibile, ostile all’uomo e ai suoi sforzi di addomesticarla. Con le sue incursioni nel mondo degli uomini, il lupo ne mette in mostra la fragilità e rompe il confine apparente che l’uomo ha creato. Nell’immagine di Toccafondo, il lupo perde questa fama sinistra e stravolge l’immaginario comune con un invito alla calma: ululando alla luna, sembra richiamare l’uomo ad innalzarsi, anche solo per un attimo, in una dimensione nuova, capovolgendo il mito, oltre i pregiudizi e le paure.

"Il manifesto realizzato per questa 69. edizione intercetta questioni di stringente attualità e quanto mai urgenti. Come modificare il modo in cui l’uomo si rapporta con la natura e il mondo animale? E’ possibile la coesistenza, nella ricerca di un nuovo e più avanzato equilibrio, in grado di tutelare il futuro del Pianeta e la stessa sopravvivenza dell’uomo?", si domanda il presidente del Trento Film Festival, Mauro Leveghi. "Sono domande che da tanti anni il Festival pone al suo pubblico, attraverso il complesso linguaggio dell’arte: nella consapevolezza che, per arrivare a delle risposte, l’uomo dovrà impiegare al meglio tutti i suoi strumenti culturali".

Leveghi torna sulla questione della chiusura dello storico Cinema Astra di Trento, annunciata in questi giorni dai proprietari: "Nel 1952 il Cinema Astra è nato con il Trento Film Festival, e il Trento Film Festival è nato nel Cinema Astra. A quella prima, storica edizione parteciparono sette nazioni con 39 film. Vinse il regista francese Samivel, con il suo fantastico Cimes et merveilles. Abbiamo fatto 69 anni di strada fianco a fianco, a Trento, promuovendo la cultura cinematografica: sarebbe stato bello festeggiare il settantesimo compleanno, ancora una volta assieme".

La 69. edizione del Trento Film Festival si svolgerà nel capoluogo trentino dal 30 aprile al 9 maggio, nei limiti che saranno imposti dalle normative, mentre i film in streaming saranno disponibili fino al 16 maggio: dopo il grande successo dell’edizione "ibrida" dell’agosto 2020, la storica rassegna di cinema e culture di montagna si rimette in gioco per garantire al pubblico i migliori film e documentari dedicati alle montagne e alle terre estreme del Pianeta, insieme ad eventi alpinistici e presentazioni letterarie affascinanti e spesso inedite.

Gianluigi Toccafondo (San Marino, 1965) è illustratore, pittore e regista. Dal 1989 realizza cortometraggi di animazione, tra i quali La coda, La pista (1991), Le Criminel (1993), Pinocchio (1999), Essere morti o essere vivi è la stessa cosa (2000), La piccola Russia (2004), Briganti senza leggenda (2012); ha realizzato pubblicità per Levi's (Foote, Cone & Belding / S.F. Acme Filmworks Los Angeles 1993), Sambuca Molinari (Ata Tonic Milano 1995), United arrows (Sun Ad Tokio 1998); ha lavorato per la Tv, firmando le sigle di Tunnel, Carosello, Stracult. E’ stato l’aiuto regista di Matteo Garrone per il film Gomorra (Fandango, 2008) e realizzato i titoli animati per il film Robin Hood di Ridley Scott (Universal Pictures Imagine Entertainment, Scott Free Productions, 2010). Dal 2014 è l’autore dei manifesti per il Teatro dell'Opera di Roma. Tra i libri illustrati che ha realizzato troviamo Il richiamo della foresta di Jack London (Mondadori), Jolanda la figlia del corsaro nero di Emilio Salgari (Corraini 2006), La favola del pesce cambiato di Emma Dante (L’arboreto 2007), Pinocchio da Carlo Collodi (Logos e Little More), Los girasoles ciegos di Alberto Méndez (Edelvives 2017), Tango del ritorno di Julio Cortàzar (Gallucci 2020). I suoi cortometraggi di animazione sono stati premiati ai festival di Lucca, Annecy, Ottawa, Tallin, Lubiana.

Tutti le info su www.trentofestival.it

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Trento Film Festival si rimette in viaggio: dal 30 aprile al 9 maggio Destinazione… Groenlandia
25.02.2021
Trento Film Festival si rimette in viaggio: dal 30 aprile al 9 maggio Destinazione… Groenlandia
È la Groenlandia, la sconfinata nazione artica il 'Paese ospite' della 69° edizione del Trento Film Festival 2021. Il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’avventura e all’esplorazione si terrà dal 30 aprile al 9 maggio 2021.
A Tunnel di Orjonikidze e Arsenishvili vince il Trento Film Festival 2020
02.09.2020
A Tunnel di Orjonikidze e Arsenishvili vince il Trento Film Festival 2020
Al film 'A Tunnel' dei georgiani Nino Orjonikidze e Vano Arsenishvili va la Genziana d’Oro come Miglior Film del 68° Trento Film Festival. Miglior film di alpinismo è The Wind. A Documentary Thriller, del polacco di Michal Bielawski. Miglior film di esplorazione o avventura a Sidik and the Panther. Miglior contributo tecnico-artistico a Sicherheit 123 e Miglior cortometraggio a Then Comes The Evening. Premio della Giuria ad Alpinist – Confession of a Cameraman, menzione speciale a Polyfonatura.
La Grand-Messe vince la Genziana d'oro del Trento Film Festival 2019
07.05.2019
La Grand-Messe vince la Genziana d'oro del Trento Film Festival 2019
La Genziana d’oro miglior film - Gran Premio città di Trento del 67° Trento Film Festival va ai registi Méryl Fortunat-Rossi e Valéry Rosier per il film La Grand-Messe. La regina di Casetta si aggiudica la Genziana d’oro per miglior film di alpinismo, mentre la Genziana d’oro per il miglior film di esplorazione avventura va a Bruder Jakob, schläfst du noch?. Le Genziane d’argento sono state assegnate a Riafn (Miglior contributo tecnico-artistico) e Stations (Miglior cortometraggio). A The Border Fence viene assegnato il Premio della Giuria, Menzione speciale a Beloved, mentre i premi del pubblico vanno a Cielo di Alison McAlpine (Miglior Lungometraggio) e Fine Lines di Dina Khreino (Miglior Film di Alpinismo).
Trento Film Festival 2017, Samuel in the clouds vince la Genziana d'oro
07.05.2017
Trento Film Festival 2017, Samuel in the clouds vince la Genziana d'oro
La Genziana d’oro miglior film - Gran Premio città di Trento del 65° Trento Film Festival va al regista Pieter Van Eeck per Samuel in the clouds. Dhaulagiri, ascenso a la Montaña Blanca di Christian Harbaruk e Guillermo Glass si aggiudica la Genziana d’oro per il miglior film di alpinismo, mentre Diving into the unknown di Juan Reina si aggiudica la Genziana d’oro per il miglior film di esplorazione avventura. Le Genziane d’argento vanno a Life in four elements di Natalie Halla e The Botanist di Maxime-Lacoste Lebuis e Maude Plante-Husaruk, mentre a Gulîstan, land of roses di Zaynê Akyol viene assegnato il Premio della Giuria. Menzione speciale a Becoming Who I Was di Chang-yong Moon e Jin Jeon.
Trento Film Festival 2016, tutti i vincitori della 64° edizione
09.05.2016
Trento Film Festival 2016, tutti i vincitori della 64° edizione
La Genziana d’oro miglior film - Gran Premio Città di Trento della 64° edizione del Trento Film Festival va alla regista Anca Damian per La Montagne Magique. K2 - Touching the Sky di Eliza Kubarska si aggiudica la Genziana d’Oro Miglior film di Alpinismo, mentre al regista Greg Kohs va la Genziana d’Oro Miglior film di esplorazione o avventura per il film The Great Alone. Le Genziane d'Argento sono state assegnate a Behemoth di Zhao Liang e a Last Base di Aslak Danbolt.
Trento Film Festival: svelati i film vincitori della 63° edizione
11.05.2015
Trento Film Festival: svelati i film vincitori della 63° edizione
La Genziana d'Oro - Gran Premio Città di Trento della 63° edizione del Trento Film Festival è stata assegnata al regista Teboho Edkins per il suo film Coming of Age.
Annunciati i vincitori della 62° edizione del Trento Film Festival
03.05.2014
Annunciati i vincitori della 62° edizione del Trento Film Festival
La Genziana d'Oro - Gran Premio Città di Trento della 62° edizione del Trento Film Festival è stata assegnata al regista tedesco Sebastian Mez per il suo film Metamorphosen
I vincitori del 61° Trento Film Festival
05.05.2013
I vincitori del 61° Trento Film Festival
Il Gran premio Città di Trento al film Expedition to the End of the World. Al vicentino Gian Paolo Giarolo la genziana d'argento per il miglior contributo tecnico artistico per “Libros y Nubes”
L’omaggio alla Madre Terra Di Kossakovsky vince il 60° Trentofilmfestival
07.05.2012
L’omaggio alla Madre Terra Di Kossakovsky vince il 60° Trentofilmfestival
¡Vivan Las Antipodas! di Victor Kossakowsky ha vinto la Genziana d'oro Gran Premio Città di Trento del 60° Trento Film Festival della Montagna, Società, Cinema e Letteratura. Genziana d'Oro del Club Alpino italiano al miglior film di alpinismo a Verticalmente Demodé il film di Davide Carrari con protagonista Maurizio Manolo Zanolla.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra