Home page Planetmountain.com
Paolo Cristofari durante l'apertura di Via Xena sul Primo Apostolo, Piccole Dolomiti
Fotografia di Nicola Bertoldo
Nicola Bertoldo durante l'apertura di Via Xena sul Primo Apostolo, Piccole Dolomiti
Fotografia di Nicola Bertoldo, Paolo Cristofari
Nicola Bertoldo e Paolo Cristofari durante l'apertura di Via Xena sul Primo Apostolo, Piccole Dolomiti
Fotografia di Nicola Bertoldo
Il tracciato di Via Xena sul Primo Apostolo, Piccole Dolomiti (Nicola Bertoldo, Paolo Cristofari 2019)
Fotografia di Nicola Bertoldo, Paolo Cristofari

Via Xena, nuova via di misto sul Primo Apostolo, Piccole Dolomiti

di

Il racconto di Nicola Bertoldo che insieme a Paolo Cristofari ha aperto Xena, una nuova via di misto sulla parete nordest Primo Apostolo, nel Gruppo del Sengio Alto, Prealpi Venete, Piccole Dolomiti.

Tutto ha inizio verso novembre, Paolo 'Fero' Cristofari mi dice che durante una delle ultime scorribande sull’Apostolo ha intravisto un’insieme di fessure che creano una linea interessante. Subito non ci feci caso e pensai che fosse un’idea buttata li, la stagione si apre e grazie all’abbondante ghiaccio ci sfondiamo di cascate.

Verso i primi di gennaio ci troviamo per scalare assieme, Paolo mi avvisa che le condizioni sono buone per tentare la via e mi chiede di fare cordata assieme. L’esperienza nel campo del misto è ancora poca, figuriamoci per aprire dal basso una linea nuova, ad ogni modo il maestro sa il fatto suo e la voglia di imparare è molta, come potevo rifiutare!

Il 13 gennaio siamo in direzione del Apostolo ed i ruoli sono già ben definiti sin dall’avvicinamento, Fero sfoggia con orgoglio il suo bidone tanto grande quanto vuoto mentre il sottoscritto trasporta più del propio peso (xè tutto allenamento disse Paolo).

Si parte con Fero sul primo tiro che fin da subito inizia l’ingaggio, la qualità della roccia e l’esposizione richiedono un’arrampicata molto cauta. Iniziamo a prendere confidenza con la tipologia di arrampicata che la linea ci richiede e liberiamo il tiro.

Sin dalle prime difficoltà l’esperienza in campo del "vecchio" si nota. L’utilizzo di protezioni particolari per la progressione dal basso (chiodi teneri battuti a mano e il warthog) si rivela fondamentale.

Parto per la seconda lunghezza, la linea da aprire si mostra ora in tutto il suo sviluppo. Mi trovo su due belle fessure coperte di neve, la protezione tramite friend dà sicurezza e mi regala un’arrampicata di soddisfazione.

Arriva la neve e per l’apertura dei restanti tiri dobbiamo aspettare. È il 15 febbraio ma la strada per Campogrosso è ancora chiusa, niente paura... carichiamo i ferri sulla slitta tanto ci pensa Nicola a trainare! La neve ci regala l’ambiente giusto per completare la via oltre che migliorare la qualità della progressione. Dalla cengia che collega la terza lunghezza con il quinto ed ultimo tiro arrivo a sistemare la sosta in mezzo ad un bel pò di neve, gran bell’ambiente per essere nelle nostre Piccole Dolomiti.

Il 24 febbraio torniamo per concludere questa bellissima avventura che ha portato alla nascita di Xena, salita di stampo moderno su terreno misto prevalentemente roccioso aperta dal basso con uso di protezioni veloci e fix.

Abbiamo seguito questo insieme naturale di fessure che hanno dato vita ad una linea estetica. Abbiamo valorizzato una facciata rocciosa che, data la qualità della roccia non avrebbe ammesso nessun altro tipo di ascesa se non artificiale. Xena richiede un’arrampicata molto cauta e fisica, considerato il comodo avvicinamento e lo sviluppo moderato, sarà senz’altro un ottimo allenamento per coloro che vorranno affrontare vie di misto più lunghe. La via entra in condizione dopo abbondanti precipitazioni seguite da temperature molto rigide, soltanto così le fessure potranno coprirsi di neve e ghiaccio e le zolle erbose indurirsi al punto di diventare stabili.

Ringrazio nuovamente Fero per avermi coinvolto in quest’avventura ma soprattutto per tutti gli insegnamenti e consigli trasmessi! Buon divertimento!

di Nicola Bertoldo

SCHEDA: Via Xena, Primo Apostolo,  Piccole Dolomiti

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Grande artista spaziale, nuova via di misto sul Sasso delle Molesse, Piccole Dolomiti
20.01.2017
Grande artista spaziale, nuova via di misto sul Sasso delle Molesse, Piccole Dolomiti
Il racconto di Paolo Cristofari che sulla parete est Sasso delle Molesse 1809m (Gruppo dello Zevola, Prealpi Venete, Piccole Dolomiti) ha aperto Grande artista spaziale, una via che offre un'arrampicata di misto antico dove la sensibilità detta le regole.
Luna park e il drytooling sull'Altopiano di Asiago
06.03.2013
Luna park e il drytooling sull'Altopiano di Asiago
Si chiama Luna Park, il nuovo sito di drytooling e misto sull'Altopiano di Asiago (VI). La presentazione della guida alpina Michele Guerrini e il racconto di Enrico Rasia Dani che aveva scoperto la storica cascata di ghiaccio Luna Rossa accanto alla quale si sviluppano queste 8 nuove vie di drytooling.
Un bel giorno per una nuova cascata, di Cristofari e Luccarda
23.02.2010
Un bel giorno per una nuova cascata, di Cristofari e Luccarda
Il 16 Febbraio 2010 Paolo Cristofari 'Ferro' e Mirco Luccarda hanno effettuato la probabile prima salita di “Silvana” (180m, 5+) una cascata di ghiaccio nella zona del Passo della Fricca, Prealpi Venete.
Alpinismo radicale in Baffelan
10.11.2017
Alpinismo radicale in Baffelan
Il 21 ottobre 2017 Leonardo Meggiolaro, insieme a Matteo Maran, ha realizzato la seconda ripetizione di Alpinismo Radicale, la via aperta nel 1999 da Alberto Peruffo e Alberto Urbani sulla parete Est del Monte Baffelàn (Piccole Dolomiti). Il racconto di Leonardo Meggiolaro.
La Strada delle 52 Gallerie del Pasubio compie 100 anni, a Schio la mostra
29.03.2017
La Strada delle 52 Gallerie del Pasubio compie 100 anni, a Schio la mostra
È stata inaugurata sabato 25 marzo 2017 a Schio (VI), la mostra 'La Strada delle Gallerie ha 100 anni'. Costruita nel 1917 nel pieno di uno degli inverni più freddi e nevosi del secolo, la 'Strada della Prima Armata' serviva per il fronte del Monte Pasubio durante la Prima Guerra Mondiale e oggi è considerata una delle escursioni più spettacolari delle Piccole Dolomiti. La mostra a Palazzo Fogazzaro rimarrà aperta fino al 24 settembre 2017.
Torvagando for Nepal: Torre dell'Emmele, Piccole Dolomiti
05.10.2016
Torvagando for Nepal: Torre dell'Emmele, Piccole Dolomiti
La salita della Torre dell’Emmel (1795m) nelle Piccole Dolomiti è stata la 13esima tappa del progetto Torvagando for Nepal, il viaggio scalata di Annalisa Fioretti per raccogliere fondi in aiuto delle popolazioni del Nepal colpite dal terremoto.
Cima Carega, la montagna più alta delle Piccole Dolomiti
20.06.2016
Cima Carega, la montagna più alta delle Piccole Dolomiti
Alla scoperta della Cima Carega, con i suoi 2.259m la montagna più alta delle Piccole Dolomiti (Prealpi Venete). Un classico ed affascinante trekking in Trentino.
Tranquillo Balasso, l'alpinista delle Piccole Dolomiti
29.02.2016
Tranquillo Balasso, l'alpinista delle Piccole Dolomiti
Dal Baffelan alla parete del Bostel, dove ha scritto le ultime recentissime avventure, passando per la Val Sorapache, il Cimoncello, i Sogli Rossi... Tranquillo Balasso, Accademico CAI, ha instancabilmente individuato, chiodato e ripulito con certosina pazienza più di 90 nuovi itinerari. “Le vie di Tranquillo” sono ormai un must per gli alpinisti vicentini, che trovano un inesauribile terreno di gioco a pochi chilometri da casa per tutte le difficoltà. L'intervista di Paola Lugo.
Astrofisica al Soglio D'Uderle nelle Piccole Dolomiti
11.07.2014
Astrofisica al Soglio D'Uderle nelle Piccole Dolomiti
Il report di Michele Guerrini e Michele Piccolo su Astrofisica (8a+ max, 7a obbligatorio), la via aperta da Guerrini nel 1997 al Soglio D’Uderle, Monte Pasubio, Piccole Dolomiti dedicata ad Alberto Carta.
Sengio Alto, nuove vie di arrampicata nelle Piccole Dolomiti
30.08.2013
Sengio Alto, nuove vie di arrampicata nelle Piccole Dolomiti
Francesco Devigili presenta quattro brevi nuove salite sul Coston del Cornetto e sul Monte Cornetto nelle Piccole Dolomiti.
Pareti che si chiamano Montagne, le Piccole Dolomiti di Ivo Ferrari
10.06.2013
Pareti che si chiamano Montagne, le Piccole Dolomiti di Ivo Ferrari
Ivo Ferrari e le Piccole Dolomiti: sullo Spigolo 'Boschetti-Zaltron' del Sojo D’Uderle (Pasubio Sud) per scoprire le Pareti 'nella nebbia" del vicentino che hanno fatto la storia dell'alpinismo del nord-est d'Italia.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli
  • Tempi moderni
    Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni ( ...
    2020-06-30 / Livio Carollo