Home page Planetmountain.com
Una scena del film Ten, storie della Val d’Adige
Fotografia di Riccardo Avola
Franco Babo Coltri e Claudio Migliorini alla presentazione di Ten, storie della Val d’Adige al Teatro A. Festa a Rivalta, comune di Brentino Belluno, Verona
Fotografia di Riccardo Avola
Gabriele Donati, Claudio Migliorini e Mariana Zantedeschi gli autori del film Ten, storie della Val d’Adige
Fotografia di Gabriele Donati
La locandina di Ten, storie della Val d’Adige, il film che racconta la scoperta alpinistica di quella porzione di Val d’Adige che parte dalla chiusa di Ceraino fino alle pareti sopra il paese di Brentino, alle pendici del Monte Baldo.
Fotografia di archivio Claudio Migliorini

Ten, storie dell'arrampicata in Val d’Adige

di

Ten, storie della Val d’Adige, il film che racconta la scoperta alpinistica di quella porzione di Val d’Adige che parte dalla chiusa di Ceraino fino alle pareti sopra il paese di Brentino, alle pendici del Monte Baldo.



Attraverso una composita costellazione di interviste Ten ambisce a tratteggiare, per racconto diretto, un momento storico ancora in evoluzione che, in una visione molto sintetica delle cose, potrebbe definirsi estremamente vitale e avventuroso. 

Ten nasce nel 2015 con una forte ambizione: quella di raccogliere i dieci alpinisti più rappresentativi della storia arrampicatoria della Val d’Adige e con loro rivivere le evoluzioni sulla roccia. Durante le riprese del film però le scelte hanno portato ad ampliare il numero di alpinisti presi in considerazione, portandone il numero finale a dodici.

La parte delle interviste è stata volutamente effettuata in situazioni domestiche, la familiarità ha infatti stimolato i protagonisti a parlare delle loro imprese con più tranquillità, e a condividere le emozioni più forti e più intime, per ricreare lo stesso pathos vissuto durante le aperture delle vie stesse. Tutto questo ha fatto sì che si delineasse una storia molto complessa, fatta di avventure estreme, di competizioni più o meno nascoste, di paura e rabbia, ma anche di estrema amicizia e rispetto per l’ambiente e per l’uomo.
Con alcuni dei protagonisti (Sergio Coltri, Beppe Vidali, Alberto Rampini, Nicola Tondini, Nicola Sartori, Cristiano Pastorello) Claudio Migliorini ha ripercorso una delle loro vie d’arrampicata più rappresentative, per poter raccontare dal vivo le emozioni vissute durante le aperture, i passaggi più impegnativi e condividere storie e aneddoti.

Alla fine delle riprese, il materiale raccolto durante i quattro anni di lavorazione era veramente molto, tutto di eccezionale importanza storica. Una raccolta sterminata di aneddoti, storie ancora non svelate, tutto raccolto direttamente alla fonte. Questo fa ben sperare che in futuro si possa completare, fino ai giorni nostri, il racconto di questa storia.

La parte più difficile è stata la selezione e la scelta di un filo narrativo logico che legasse tutti questi avvenimenti e aneddoti. Alla fine si è scelto di utilizzare quel sottilissimo filo (ma estremamente resistente) che lega a giro doppio ogni storia: tutti i personaggi hanno un legame che riesce a unire anche situazioni non prossime geograficamente o distanti nel tempo; un avvenimento comune, lo stesso compagno di cordata, la stessa via “rubata” al concorrente diretto, sono tutti elementi che concorrono a rendere unico il racconto. 
Dopo quasi duecento giorni di lavorazione tra riprese, montaggio, riunioni, interviste e sopralluoghi, ha preso vita un film di 45 minuti, la lunghezza ideale per questa storia.

Un progetto low cost totalmente autofinanziato, dove tra gli arrampicatori della Val d’Adige sicuramente qualcuno è stato escluso, non ovviamente per importanza, ma perché un progetto così complesso richiede sempre delle scelte, a volte difficili.
“Sicuramente mi piacerebbe poter conoscere ancora più a fondo e raccontare la storia di ognuno, chissà, magari un giorno …”

di Claudio Migliorini, Gabriele Donati, Mariana Zantedeschi


TEN di Claudio Migliorini

Alla base dell’idea di questo progetto c’è la grande curiosità personale verso quella che è la storia dell’alpinismo e in particolare della Val d’Adige e delle sue pareti, luogo dove ho mosso i miei primi passi arrampicatori. Ricordo che proposi quasi per scherzo l’idea a Gabriele e lui accettò subito! Di li a poco si unì a noi anche Mariana Zantedeschi, per la parte storica. Il progetto, completamente autofinanziato, è stato poi concluso nel 2019.

E’ già stato selezionato e ha partecipato a vari festival tra cui Trento Film Festival, Sestiere Film Festival, Nuovi Mondi Festival, e ha vinto il primo premio Baldo Film Festival.

Venerdì 2 ottobre è stato proiettato per la prima volta al pubblico presso la bellissima sala del Teatro A. Festa a Rivalta, comune di Brentino Belluno, Verona, proprio sotto le pareti del Monte Cimo laddove tutto ebbe inizio. La serata avrebbe dovuto svolgersi a marzo 2020 ma a causa delle chiusure imposte dall’emergenza Covid era stata rinviata a data da destinarsi. Grazie anche al grande contributo organizzativo dato da Massimo Zanga e Alberto Mazzurana, rispettivamente vice sindaco e sindaco di Brentino Belluno, è stato possibile riproporre l’evento. Ten ha avuto serate importanti durante la proiezione nei festival, ma quella di venerdì è stata sicuramente quella più emozionante. C'eravamo tutti, io, Gabriele Donati e praticamente tutti i protagonisti di questa avventura che è stato Ten.

Venerdì 9 ottobre è stato invece proiettato all'interno di "Rovigo Svetta", la rassegna della cultura e del cinema di montagna organizzata dalla sezione del Cai di Rovigo. Un evento che si ripete ormai da diversi anni e che attira appassionati, soci e non solo in città per vedere film, documentari e ascoltare autori, registi, scrittori ed esperti del settore. "Immagini spettacolari di scalatori lungo le pareti della Val d'Adige, tante testimonianze dei protagonisti dell'epoca, un confronto tra due generazioni di alpinisti, le imprese del nostro ospite Claudio Migliorini, gli aneddoti divertenti di Babo Coltri" queste le parole a caldo sulla serata.

Per me, Gabriele e Mariana è stata una grande lusinga la selezione di TEN all'interno della rassegna. La "chiacchierata" fatta sul palco a seguire della proiezione assieme ad Elisa Sergi, e Simone Papuzzi e il pubblico è stata piacevolissima e tutto il gruppo, oltre a loro Denis Perilli e Maria Assunta Ranauro, hanno saputo creare una bellissima atmosfera oltre che un'ottima organizzazione della serata.

Visto il sold out di entrambe le serate e le richieste pervenute per nuovi eventi stiamo lavorando all'organizzazione di serate future ma l'indeterminatezza del periodo non permette di stilare ad oggi un calendario definitivo delle proiezioni. Sui nostri canali pubblicheremo di volta in volta gli aggiornamenti.

Un personale ringraziamento va a Gabriele Donati, senza il cui professionale contributo questo progetto non sarebbe mai potuto essere realizzato.

Elenco dei protagonisti: Bruno Bettio, Eugenio Cipriani, Babo Coltri, Sergio Coltri, Andrea Gennari Daneri, Carlo Laiti, Cristiano Pastorello, Alberto Rampini, Nicola Sartori, Nicola Tondini, Beppe Vidali, Beppo Zanini

Claudio Migliorini
Guida Alpina, CAAI

Info organizzazione serate: claudio.guidaalpina@gmail.com
Link: FB TEN il film, FB Claudio Migliorini FB gabrieledonaticlaudiomigliorini.com

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Viaggio su Plutone al Monte Cimo. Intervista di Tondini a Sartori
05.02.2019
Viaggio su Plutone al Monte Cimo. Intervista di Tondini a Sartori
Intervista di Nicola Tondini a Nicola Sartori dopo la sua salita dal basso in un’unica soluzione e in libera di Viaggio su Plutone. La via di più tiri era stata aperta dal basso sul Monte Cimo  (Brentino, Val d’Adige) dagli stessi Tondini e Sartori nel 2010.
Limited Edition, nuova via in Val d'Adige di Sergio Coltri e Andrea Simonini
06.05.2018
Limited Edition, nuova via in Val d'Adige di Sergio Coltri e Andrea Simonini
Il racconto di Sergio Coltri e Andrea Simonini dell'apertura di Limited Edition, una nuova via d'arrampicata in Val d'Adige
Testa o Croce per Tondini e Sartori sul Monte Cimo
04.01.2011
Testa o Croce per Tondini e Sartori sul Monte Cimo
Dalla primavera del 2009 al 30/10/2009 Nicola Tondini e Nicola Sartori, in più giorni di arrampicata, hanno aperto Testa o Croce (188m, 8b max, 7c obbl.) sul Monte Cimo - Scoglio dei Ciclopi, Brentino, Val d'Adige. La prima libera in giornata è di Nicola Sartori nell'aprile 2010.
Nicola Tondini e Nicola Sartori in azione sul Monte Cimo
07.04.2010
Nicola Tondini e Nicola Sartori in azione sul Monte Cimo
Video di Nicola Tondini e Nicola Sartori mentre aprono una nuova via dal basso sul Monte Cimo (Brentino).
Tre vie nuove sul Monte Cimo per Sartori & Tondini
07.01.2008
Tre vie nuove sul Monte Cimo per Sartori & Tondini
Nicola Sartori e Nicola Tondini hanno aperto e liberato tre vie nuove sul Monte Cimo (Brentino, Val d’Adige). Vola via (8 tiri, max 8a+), Gioco di equilibri (5 tiri, max 7c+) e soprattutto Via di testa (6 tiri, max 8b+, 7c obb.) ovvero tre super vie d’arrampicata con la “formula” (Nic)2…

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock