Home page Planetmountain.com
Spencer Gray durante la prima salita di Sharphu II, Nepal, Himalaya ottobre 2018 con Aivaras Sajus
Fotografia di Aivaras Sajus
Spencer Gray effettua la prima salita di Sharphu II, Nepal, Himalaya ottobre 2018 con Aivaras Sajus
Fotografia di Aivaras Sajus
Aivaras Sajusin cima allo Sharphu II, Nepal, Himalaya il 26 ottobre 2018, dopo la prima salita della montagna con Spencer Gray
Fotografia di Spencer Gray
Sharphu II, Nepal, Himalaya e la linea di Saṃsāra (ED2 AI5 M6, Spencer Gray, Aivaras Sajus 10/2018)
Fotografia di Spencer Gray, Aivaras Sajus

Sharphu II in Himalaya salita da Spencer Gray e Aivaras Sajus

di

Nell'ottobre 2018 gli alpinisti Spencer Gray e Aivaras Sajus hanno realizzato la probabile prima salita del Sharphu II (6328m) nella regione del Kangchenjunga in Nepal. La nuova via che è stata chiamata Saṃsāra (ED2 AI5 M6) è stata aperta in sei giorni in stile alpino sulla parete est. Il report di Sajus.

Sharphu I e Sharphu II sono due cime gemelle che condividono una ripida parete est. Delle spedizioni giapponesi hanno salito il vicino Nupchu Peak (attualmente indicato erroneamente come Sharphu IV sulla mappa HGM-Finn, vedi nota del American Alpine Journal) nel 1962 e il Sharphu I (6433m), la cima più alta del gruppo Sharphu, nel 1963. Non siamo a conoscenza di un'altra spedizione che abbia salito il monte Sharphu II.

Ci siamo avvicinati alla montagna lungo il sentiero che porta al campo base del Kangchenjunga, utilizzando cavalli e yak. Abbiamo allestito il campo base a ovest del piccolo villaggio di Khambachen, a 4550 metri di quota in un prato usato per pascolare gli yak accanto al Nupchu Khola. Questa valle è abitata da pecore blu, lupi tibetani e leopardi delle nevi che, in passato, si sono dati alla caccia degli yak dei villaggi.

Dopo esserci acclimatati ed aver esplorato la montagna per una settimana, abbiamo installato un campo alto a 5600 metri sotto la terminale della parete est, e ci siamo acclimatati per un altro giorno. L'avvicinamento alla terminale attraversa brevemente una zona di scariche di seracchi.

La parete est presenta quattro evidenti fasce rocciose nella prima metà e diversi canali che si estendono fino alla cresta sommitale. Le zone all'ombra di queste fasce rocciose erano ricoperte di un buon ghiaccio. La roccia invece era di mediocre qualità. Abbiamo salito una linea collegando zone di ghiaccio e terreno di misto con un canalone, poi abbiamo attraversato un nevaio sotto una fascia rocciosa che ci ha portati ad un secondo canalone. Questo ci ha condotti fino alla cresta sommitale. Abbiamo bivaccato una volta in parete sotto la luna piena, e la notte successiva sulla cresta sommitale, con un vento costante di 30 km/h e temperature fredde (-25°C). La condivisione di un unico sacco a pelo ci ha permesso di risparmiare peso, ma ha incoraggiato i brividi.

Abbiamo raggiunto la cima il 26 ottobre seguendo una breve cresta di neve, poi siamo scesi lungo la cresta nord. Dopo diverse corde doppie lungo le fasce rocciose, intervallate da circa 400 metri di ripida arrampicata in discesa. Abbiamo trascorso un'ultima notte sul ghiacciaio tra il Sharphu II e il Sharphu VI e siamo scesi al campo base sei giorni dopo essere partiti.

Durante i sei giorni sulla montagna abbiamo osservato soltanto una caduta di massi, ma si è trattato di un frana piuttosto seria accaduta nei primi 200 metri della nostra linea (dopo che eravamo passati).

di Aivaras Sajus

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
David Lama, intervista dopo il Lunag Ri
05.12.2018
David Lama, intervista dopo il Lunag Ri
Intervista a David Lama dopo la sua prima salita in solitaria nell’ottobre 2018 del Lunag Ri, la montagna di 6907 m situata al confine tra il Nepal e il Tibet.
Himjung in Nepal, nuova via su un 7000m per Vitus Auer, Sebastian Fuchs, Stefan Larcher
23.11.2018
Himjung in Nepal, nuova via su un 7000m per Vitus Auer, Sebastian Fuchs, Stefan Larcher
Arrampicando in stile alpino per 3 giorni, gli alpinisti Vitus Auer, Sebastian Fuchs e Stefan Larcher hanno aperto una nuova via sull'Himjung (7092 m) in Nepal.
Langdung: nuova via nell'Himalaya Nepalese
22.11.2018
Langdung: nuova via nell'Himalaya Nepalese
A fine ottobre gli alpinisti spagnoli Pablo Ruix (Blín), Jesús Ibarz e Edu Recio hanno aperto una nuova via sul Langdung (6357 m) sopra la valle del Rolwaling in Nepal. Il racconto di Ibarz sulla loro via Bihâna (6c+, 1500 m, ED+).
David Lama sale in solitaria il Lunag Ri in Himalaya
28.10.2018
David Lama sale in solitaria il Lunag Ri in Himalaya
David Lama ha salito in solitaria il Lunag Ri, la montagna di 6907m sul confine tra Nepal e Tibet già tentata due volte in passato dall’alpinista austriaco.
Pumori parete SE, nuova via rumena in Himalaya
25.10.2018
Pumori parete SE, nuova via rumena in Himalaya
Gli alpinisti rumeni Romeo Popa, Zsolt Torok e Teofil Vlad hanno aperto una nuova via sulla parete sudest del Pumori 7161m, in Himalaya.
Seimila salito in Himalaya Indiano dal dream team austriaco
07.10.2018
Seimila salito in Himalaya Indiano dal dream team austriaco
Arrampicando in stile alpino per tre giorni, gli alpinisti austriaci Hansjörg Auer, Max Berger, Much Mayr e Guido Unterwurzacher hanno salito una montagna finora inviolata di 6050 m nella zona del Kinnaur nell'Himalaya indiano.
Rungofarka, il video della prima salita di Tino Villanueva e Alan Rousseau in Himalaya
15.08.2018
Rungofarka, il video della prima salita di Tino Villanueva e Alan Rousseau in Himalaya
Il video della prima salita di Rungofarka, montagna di 6495m metri nel massiccio del Zanskar nell'Himalaya Indiano, effettuata dagli alpinisti statunitensi Tino Villanueva e Alan Rousseau nel settembre 2017.
Hansjörg Auer: l’intervista dopo la salita del Lupghar Sar West in solitaria
08.08.2018
Hansjörg Auer: l’intervista dopo la salita del Lupghar Sar West in solitaria
Intervista all’alpinista austriaco Hansjörg Auer dopo la salita in solitaria del Lupghar Sar West, montagna di 7181 metri nel Karakorum (Pakistan).
Janhukot: prima salita nell'Himalaya indiano da parte di alpinisti britannici
18.06.2018
Janhukot: prima salita nell'Himalaya indiano da parte di alpinisti britannici
Gli alpinisti britannici Malcolm Bass, Paul Figg e Guy Buckingham hanno effettuato la prima salita di Janhukot (6805 m) nel Garhwal Himalaya in India.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni