Home page Planetmountain.com
Durante la prima invernale di Expander nei Tatra in Polonia (Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli 02-04/03/2021)
Fotografia di Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli
Durante la prima invernale di Expander nei Tatra in Polonia (Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli 02-04/03/2021)
Fotografia di Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli
Durante la prima invernale di Expander nei Tatra in Polonia (Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli 02-04/03/2021)
Fotografia di Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli
Durante la prima invernale di Expander nei Tatra in Polonia (Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli 02-04/03/2021)
Fotografia di Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski, Kacper Tekieli

Primo concatenamento invernale di Expander nei Monti Tatra in Polonia

di

Dal 2 al 4 marzo gli alpinisti polacchi Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski e Kacper Tekieli hanno effettuato la prima invernale di Expander, il concatenamento più famoso nei Monti Tatra in Polonia.

Generazioni gli alpinisti polacchi si sono fatti le ossa arrampicando sui monti Tatra. Sebbene non siano le montagne più alte, queste vette sono severe e selvagge e come tali rappresentano ancora oggi una straordinaria scuola di formazione per i migliori alpinisti polacchi, in particolare in inverno quando le condizioni sono spesso estreme. Le prime invernali sono una parte integrale del patrimonio alpinistico della Polonia e adesso un terzetto composto da Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski e Kacper Tekieli ha effettuato la prima salita invernale di Expander, il concatenamento più famoso di tutto il massiccio.

Expander è una combinazione di quattro vie aperte sui Monti Tatra negli anni '60 da Maciej Gryczyński. Tutte e quattro le vie si chiamano Sprężyna, che significa molla (il soprannome di Gryczyński), e salgono le cime Mały Młynarz (350m, VI-/), Kocioł Kazalnicy (200m M7), Mnich (160m, VII-) and Kościelec 90m (VI+). Situato su quattro diverse pareti che distano circa 30 km fra di loro, il concatenamento comprende oltre 3000 m di dislivello. L'idea di combinare in un'unica salita queste 4 pareti era venuta, alla fine degli anni ’80, al leggendario alpinista polacco Krzysztof Pankiewicz, e fino a poco tempo fa questo collegamento era stato completato solo da 4 cordate, e solo in estate.

Maciek Ciesielski, Piotr Sułowski e Kacper Tekieli hanno realizzato la prima invernale dal 2 al 4 marzo in un totale di 43 ore e 50 minuti. Hanno deciso di non portare sacchi a pelo e di arrampicare più leggeri possibile, portando due corde e pochissimo materiale per proteggersi sulle vie.

Il primo giorno il terzetto ha scalato la parete NE di Mały Młynarz in libera, prima di proseguire durante la notte sulla parete NE del Kocioł Kazalnicy. Il giorno successivo li ha visti scalare la parete est del Mnich (qualche tratto in artificiale), mentre la notte successiva è stata scalata con qualche tratto in artificiale la parete ovest del Kościelec. Facendo a meno di depositi, supporto esterno o rifugi, il team si è riposato soltanto per circa 3 ore, compreso un pisolino di 1 ora.

Tutti i membri della cordata hanno molta esperienza con i lunghi concatenamenti, ma questa volta ognuno ha raggiunto "il muro". "Per fortuna, non contemporaneamente. Eravamo una buona squadra, siamo stati in grado di aiutarci a vicenda e finalmente abbiamo realizzato il nostro grande sogno" ha commentato Ciesielski a fine impresa.

 
 
 
View this post on Instagram

A post shared by Maciek Ciesielski (@maciek.ciesielski)

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Parco Nazionale dei Tatra, l'appello di Igor Koller contro le nuove regole
05.03.2019
Parco Nazionale dei Tatra, l'appello di Igor Koller contro le nuove regole
Riceviamo dall'alpinista slovacco Igor Koller, per il tramite del suo amico e traduttore italiano Luca Calvi, l’appello di alpinisti, escursionisti, amanti dello sci e professionisti della montagna contro le regole per la frequentazione del Parco Nazionale dei Tatra. Online la raccolta firme,  rivolta a tutti, per salvaguardare l'accesso a queste montagne della Slovacchia.
Jozef Kristoffy libera Corona a Jastrabia Veza in Slovacchia
05.12.2016
Jozef Kristoffy libera Corona a Jastrabia Veza in Slovacchia
Arrampicata in Slovakia: a Jastrabia Veza il climber Jozef Kristoffy ha liberato Corona 11-, la via di più tiri più difficile degli Alti Tatra.
Pavol Rajcan e il Tetto del Re nei Monti Tatra
27.01.2014
Pavol Rajcan e il Tetto del Re nei Monti Tatra
Il racconto di Pavol Rajcan della prima salita invernale e prima libera della via Královský previs, il Tetto del re, sulla parete Ovest del Pysny stit, Monti Tatra.
Ciubaka, primo highline nei Monti Tatra
28.06.2012
Ciubaka, primo highline nei Monti Tatra
Video del primo highline nei Monti Tatra, Polonia, realizzato il 10/08/2011.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra
  • Diedro Fouzigora
    Linea splendida, scalata di soddisfazione, tecnica e brevi t ...
    2020-08-07 / Alberto De Giuli
  • Tempi moderni
    Domenica 28/06 abbiamo fatto un tentativo su Tempi Moderni ( ...
    2020-06-30 / Livio Carollo