Home page Planetmountain.com
Paolo Marazzi (31) e Luca Schiera (30) scalano insieme da più di un decennio. In totale sono stati 12 volte in Patagonia e questo sarà il loro quarto viaggio insieme. Hanno scalato e aperto vie in tutto il mondo come in Karakorum, Garhwal Himalayano, Groenlandia, Pamir e Arabia.
Fotografia di Luca Schiera
Cerro Mangiafuoco in Patagonia
Fotografia di Paolo Marazzi, Luca Schiera
Cerro Mangiafuoco in Patagonia: il ritorno in canotto
Fotografia di Paolo Marazzi, Luca Schiera
Luca Schiera e Paolo Marazzi in salita, sopra la valle Turbio IV
Fotografia di Luca Schiera, Paolo Marazzi

Paolo Marazzi e Luca Schiera in Patagonia alla ricerca della montagna senza nome

di

I Ragni di Lecco Paolo Marazzi e Luca Schiera sono da poco partiti per una spedizione in Patagonia, più precisamente sul ghiacciaio Hielo Norte dove tenteranno di salire una montagna da loro individuata nel 2020 che non compare sulle mappe.

"Non abbiamo idea di come portare tutta la roba!" Con queste parole Luca Schiera e Paolo Marazzi ieri si sono lanciati in una nuova avventura in Patagonia. I due membri dei Ragni di Lecco si stanno dirigendo verso il Campo de Hielo Norte, il secondo ghiacciaio più esteso al mondo, ad esclusione di quelli polari, dove nel 2019 avevano toccato con mano per la prima volta le potenzialità di questa zona remota e poco esplorata.

In quell'occasione i due hanno salito l'inviolata montagna Cerro Mangiafuoco, alta 400 metri situata più o meno al centro del ghiacciaio, dopo un avvicinamento a piedi di tre giorni, per poi ritornare a piedi e con un canotto gonfiabile sulle rive del lago Plomo due settimane dopo la partenza.

Nel 2020 i due alpinisti sono tornati insieme a Giacomo Mauri per tentare di raggiungere una montagna vista solo dalle immagini satellitari. Partiti in barca dai fiordi di Caleta Tortel, sono entrati sul ghiacciaio da sud, dopo 90 km a piedi però non sono riusciti a trovare una via fino alla montagna attraverso i crepacci.

L'obiettivo di quest'anno è riprovare a raggiungere questa cima, come spiega il presidente dei Ragni Schiera: "Dopo queste esperienze non avevamo dubbi nel volere ritornare. Adesso l'idea è tentare di raggiungere, e salire, la montagna senza nome che non compare sulle mappe situata nella parte sud dello Hielo Norte, in assoluto la zona meno conosciuta. Questa parete di 800 metri, con un fungo di ghiaccio sulla cima si trova vicino al Cerro Arenales, uno stratovulcano e anche una fra le cime più alte del ghiacciaio."

L'obiettivo primario quindi è trovare una via d'accesso alla montagna. Spiega Schiera "Paradossalmente esistono pochissime vie di accesso a questo grande ghiacciaio, infatti quasi ogni ghiacciaio secondario è troppo crepacciato per essere attraversato. In aggiunta ci sono quasi sempre un lago o l'Oceano che sbarrano l'accesso ad ogni valle. La via più semplice quindi potrebbe essere partendo da nord, per il lago Leones e il monte San Valentin, e attraversare verso sud verso il Cordon Aysen che taglia il ghiacciaio a sud. Una volta trasportato tutto il materiale fino al Paso Cristal potremo caricare le slitte e iniziare la traversata sugli sci verso sud. Per essere più veloci cercheremo di sfruttare il vento per farci trainare da un wing foil, un particolare tipo di vela che può essere utilizzata sulla neve."

I due hanno 4 settimane a disposizione per la spedizione. L'avventura sarà completa, anche perché seguiranno per certi versi le orme dell'alpinista ed esploratore britannico Eric Shipton. "Nel 1964 una spedizione inglese guidata da Eric Shipton fu la prima ad attraversare il Campo de Hielo Norte da ovest a est in un mese circa. Per puro caso sullo sfondo in una foto della spedizione si vede la montagna che vorremmo salire."

Link: ragnilecco.com

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Cerro Torre Parete Est l’obiettivo di Matteo Della Bordella, Matteo De Zaiacomo e David Bacci
10.01.2022
Cerro Torre Parete Est l’obiettivo di Matteo Della Bordella, Matteo De Zaiacomo e David Bacci
Dopo un anno di stop i Ragni di Lecco Matteo Della Bordella, Matteo De Zaiacomo e David Bacci sono partiti alla volta della Patagonia. L’obiettivo della cordata è l’apertura, in stile alpino, di una nuova via lungo la parete est del Cerro Torre, progetto già tentato da Della Bordella insieme a Matteo Pasquetto e Matteo Bernasconi.
L'appel du vide - Cerro Mangiafuoco con Paolo Marazzi e Luca Schiera
29.05.2021
L'appel du vide - Cerro Mangiafuoco con Paolo Marazzi e Luca Schiera
Il film che documenta la prima salita del Cerro Mangiafuoco in Patagonia, effettuata dai Ragni di Lecco Paolo Marazzi e Luca Schiera nel 2019. Regia di Valentina Landenna.
Cerro Mangiafuoco, prima salita in Patagonia per Paolo Marazzi e Luca Schiera
26.01.2019
Cerro Mangiafuoco, prima salita in Patagonia per Paolo Marazzi e Luca Schiera
In Patagonia i due alpinisti del gruppo Ragni di Lecco Paolo Marazzi e Luca Schiera hanno salito l'inviolato Cerro Mangiafuoco. Hanno chiamato la loro nuova via L'appel du vide (6c M4 400m).
Sul Cerro Mariposa, l'avventura patagonica di Luca Schiera e Paolo Marazzi
06.04.2017
Sul Cerro Mariposa, l'avventura patagonica di Luca Schiera e Paolo Marazzi
Il 15 e 16 marzo 2017 Luca Schiera e Paolo Marazzi hanno aperto Produci consuma crepa, nuova via di 900m, difficoltà fino al 6c A2, sulla parete Nordest del Cerro Mariposa, valle del Rio Turbio, Patagonia. Il report di Luca Schiera
Patagonia: Paolo Marazzi e Luca Schiera aprono nuova via sul Cerro Mariposa
21.03.2017
Patagonia: Paolo Marazzi e Luca Schiera aprono nuova via sul Cerro Mariposa
Il 15 e 16 marzo 2017 i due alpinisti del gruppo Ragni di Lecco Luca Schiera e Paolo Marazzi hanno aperto una nuova via d'arrampicata sulla parete Nordest del Cerro Mariposa in Patagonia.
08.03.2001
Patagonia by water, il viaggio di Cominetti e Nadali
Marcello Cominetti e Lorenzo Nadali sono ritornati dal loro viaggio, a piedi e in canoa, che li ha portati attraverso i ghiacciai, i laghi e i fiumi della Patagonia Australe.
Patagonia by Water - Marcello Cominetti e Lorenzo Nadali da Oceano a Oceano attraverso l'aqua
22.05.2000
Patagonia by Water - Marcello Cominetti e Lorenzo Nadali da Oceano a Oceano attraverso l'aqua
Patagonia by Water è la grande traversata della Patagonia da oceano a oceano che Marcello Cominetti e Lorenzo Nadali tenteranno di effettuare il prossimo dicembre 2000, in completa autonomia e senza alcun mezzo di comunicazione col resto del mondo.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós