Home page Planetmountain.com
Symon Welfringer durante l'apertura di Forum sulla Siren Tower in Groenlandia, aperta nell'estate 2021 insieme a Matteo Della Bordella e Silvan Schüpbach
Fotografia di Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach, Symon Welfringer
Groenlandia Siren Tower: Matteo Della Bordella durante l'apertura di Forum sulla Siren Tower
Fotografia di Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach, Symon Welfringer
Groenlandia Siren Tower: 5 giorni in kayak per Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach, Symon Welfringer
Fotografia di Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach, Symon Welfringer
Groenlandia Siren Tower:
Fotografia di Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach, Symon Welfringer

Nuova via sulla Siren Tower in Groenlandia per Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Symon Welfringer

di

Durante una spedizione di 25 giorni in Groenlandia, Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Symon Welfringer hanno aperto Forum (840m, 7c) sulla Siren Tower. Il team ha raggiunto la remota montagna by fair means, dopo 5 giorni e 170 km di navigazione in kayak.

Sette anni dopo aver aperto The Great Shark Hunt sullo Shark's Tooth in Groenlandia, quest’estate Matteo Della Bordella e lo svizzero Silvan Schüpbach sono tornati sull’isola più grande del mondo, questa volta insieme a all’alpinista francese Symon Welfringer per un’altra spedizione che combina il kayak con l’arrampicata.

Dopo una partenza incerta causa restrizioni Covid, da Tasilaaq il terzetto ha impiegato 5 giorni per pagaiare circa 170 km e raggiungere la zona chiamata Mythic Cirque dove hanno installato il campo base sotto l’obiettivo principale, l’immensa torre di granito chiamata Siren Tower.

Arrampicando in stile big wall, ovvero salendo e poi scendendo di sera al portaledege in parete, i tre sono riusciti ad aprire in 5 giorni Forum, una via di ben 840 metri con le difficoltà maggiori nella parte alta. Durante il sesto giorno e poco prima dell’arrivo del brutto tempo i tre hanno liberato alcuni tiri che non erano riusciti a salire in libera nei giorni precedenti, con il tiro chiave rappresentato da una sostenuta fessura di 7c aperta da Della Bordella e liberata da Welfringer. Secondo Della Bordella si tratta di una "via piuttosto psicologica da aprire per le non evidenti possibilità di piazzare protezioni, con bellissimi tiri verticali o strapiombanti."

Da sottolineare che praticamente tutta la via viene protetta da nuts e friends, mentre le soste di calata sono state rinforzate con chiodi. In parete si trovano soltanto due spit, uno per la portaledge, ed uno per proteggere un passaggio che successivamente è stato aggirato salendo più a destra.

Dopo l’apertura i tre sono poi ritornati in kayak e Welfringer ha raccontato "Questa è stata la mia più grande esperienza nell'apertura di Bigwall e ho adorato il processo. Sicuramente aprire tiri duri con protezioni a volte molto dubbie in mezzo all'Oceano Artico è qualcosa che non dimenticherò in fretta."

Vale la pena notare che i tre non erano da soli sulla Siren Tower, infatti per puro caso hanno incontrato lì i belgi Nicolas Favresse, Sean Villanueva, Jean-Louis Wertz e lo svedese Aleksej Jaruta che erano arrivati lì in barca a vela dopo essere partiti dalla Francia ad inizio luglio. Salendo una linea del tutto autonoma ed indipendente, il team belga è riuscito ad aprire la prima via della parete e della montagna due giorni prima di Della Bordella, Schüpbach e Welfringer. Maggiori dettagli su entrambe le vie seguiranno a breve.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Shark's Tooth in Groenlandia by fair means, il racconto di Matteo Della Bordella
16.10.2014
Shark's Tooth in Groenlandia by fair means, il racconto di Matteo Della Bordella
Il report di Matteo Della Bordella della prima salita di The Great Shark Hunt (900m, 7b+), la nuova via sullo Shark's Tooth in Groenlandia aperta a-vista ed in un'unica soluzione lo scorso agosto insieme a Silvan Schüpbach e Christian Ledergerber. Una grande avventura tra kayak (usati per raggiungere e tornare dalla parete), isolamento totale, grande arrampicata e incontri ravvicinati con un'orsa polare.
Shark's Tooth, nuova via in Groenlandia per Della Bordella, Schüpbach e Ledergerber
22.08.2014
Shark's Tooth, nuova via in Groenlandia per Della Bordella, Schüpbach e Ledergerber
Matteo Della Bordella, Silvan Schüpbach e Christian Ledergerber hanno aperto The Great Shark Hunt, una nuova via sullo Shark's Tooth in Groenlandia.
Ragni di Lecco in Groenlandia terra per l'alpinismo e l'arrampicata
29.07.2009
Ragni di Lecco in Groenlandia terra per l'alpinismo e l'arrampicata
Simone Pedeferri, Matteo Della Bordella, Lorenzo "Pala" Lanfranchi e Richard Felderer sono appena rientrati da una bella spedizione nella poco esplorata Groenlandia orientale dove hanno aperto 5 nuove vie. Simone Pedeferri ci ha raccontato com'è andata.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra