Marek Raganowicz sull'isola di Baffin: apertura solitaria in 35 giorni della big wall MikroKozmik Variations

Dal 17 aprile al 21 maggio 2022 l'alpinista polacco Marek Raganowicz ha aperto una nuova via in solitaria sul Polar Sun Arm, l'enorme contrafforte che protegge il Polar Sun Spire sull'isola di Baffin in Canada. MikroKozmik Variations è stata aperta in 35 giorni superando difficoltà fino al VII, A4+, M5 e, dopo 15 tiri, si unisce alla via Superbalance per altri 11 tiri.
1 / 18
Marek Raganowicz apre in solitaria MikroKozmik Variations sul Polar Sun Arm, Isola di Baffin (17/04 - 21/05/2022)
Marek Raganowicz

Un decennio dopo la caparbia apertura insieme a Marcin Tomaszewski di Superbalance sulla parete nord della famosa Polar Sun Spire, l'alpinista polacco Marek Raganowicz è ora tornato sulla stessa montagna nella remota area di Sam Ford Fiord sull'isola di Baffin per portare il suo alpinismo ad un nuovo livello con la prima salita, in solitaria e 35 giorni in parete, di MikroKozmik Variations.

La nuova via sale il Polar Sun Arm, l'enorme contrafforte che protegge il Polar Sun Spire, con una linea inizialmente indipendente a sinistra di Superbalance. Dopo aver raggiunto la base della montagna, tra l'1 e il 12 aprile Raganowicz ha trascorso 7 giorni a preparare la parte bassa della via con le corde fisse, prima di iniziare la salita il 17 aprile in condizioni estremamente inospitali. Nei successivi 35 giorni Raganowicz ha aperto 15 tiri per superare la parete di 620 metri, riparandosi in 2 campi portaledge, per congiungersi a Superbalance e seguirla per altri 11 tiri (442 m) e 3 campi portaledge per concludere la sua salita in cima al contrafforte.

Raganowicz, che da solo e senza telefono satellitare ha trascorso un totale di 59 giorni nella remota zona di Sam Ford Fiord, ha descritto la salita così: "Molti tiri salgono tratti con roccia eccessivamente marcia e blocchi instabili, che mi hanno costretto a essere estremamente attento è accettare un livello di rischio più elevato. Sui primi 15 tiri ho piantato solo 2 spit. Tutte le altre soste sono state costruite naturalmente, il che rende lo stile migliore, ma allo stesso tempo il recupero del materiale e l'assicurazione in solitaria sono molto scomodi e più rischiosi, se caricati durante una caduta."

Le condizioni su questa parete nord erano, come accennato, estreme con temperature ben al di sotto dello zero. Raganowicz ha spiegato "Nelle prime settimane le temperature scendevano a -30°C, -35°C. Le temperature sulla parete erano più basse di circa 5 – 10 gradi, ma alcuni diedri, camini e fessure erano più freddi ancora. Durante le mie giornate in parete le temperature nel portaledge, prima che iniziassi a cucinare, erano dai -20°C ai -25°C. La temperatura massima che ho registrato nel portaledge è stata di -5°C."

Le salite in solitaria sull'isola di Baffin sono eventi molto rari. Da segnalare le salite di Charlie Porter (Porter Route, VI, 5.9, A4, Mt. Asgard North Tower, North Face, 01-10.09.1975), Jim Beyer (Project Mayhem, VII, 5.10c, A5c, Mt. Thor, 2 stagioni 2000 e 2001), Mike Libecki (The Hinayana, VI, 5.8, A3+, Ship's Prow, aprile-giugno 1999) e lo stesso Raganowicz (MantraMandala e Segreto del silenzio sulla Ship's Prow, 2017).

Questa solitaria di Raganowicz è ovviamente una salita straordinaria e il grado tecnico proposto, VII, A4+, M5, sinceramente non fa capire molto dell’impegno richiesto. Le succinte parole del 60enne descrivono meglio questa profonda esperienza: "questa è stata la salita della mia vita. La mia via più difficile, le condizioni più difficili, la mia salita più pericolosa di tutte."

- Scarica la relazione MikroKozmik Variations

Marek Raganowicz ringrazia: Grivel, Patagonia, Zamberlan, Edelweiss UK, Sea To Summit UK, D4 Portaledges, Moses Enterprises, Club Alpino Polacco, Kukuczka Foundation.

Marek Raganowicz vie di spicco
In solitaria:

2006 - Zodiac, C3+/5.7, El Capitan, Yosemite, USA.
2007 - South Seas, A4-/5.8, El Capitan, Yosemite, USA.
2008 - The Shield, C4/A3+/5.8, El Capitan, Yosemite, USA.
2009 - Tangerine Trip, A3/5.8, El Capitan, Yosemite, USA.
2011 - Mescalito, C3/5.7, El Capitan, Yosemite, USA.
2011 - Zenyatta Mondatta, A4-/5.7, El Capitan, Yosemite, USA
2012 – Native Son, A4+/ 5.9, El Capitan, Yosemite, USA
2013 – Kaos, A4+/5.9, El Capitan, Yosemite, USA (4th ascent)
2014 – Surgeon General, A5/5.9, El Capitan, Yosemite, USA (4th ascent)
2016 – Plastic Surgery Disaster, A5/5.8, El Capitan, Yosemite, USA (second solo)
2017 – SG Harryland, A3+, Troll Wall, First winter solo of the wall
2017 – MantraMandala, A3+, Ship’s Prow, Baffin Island, New route solo
2017 – Secret of Silence, A4, Ship’s Prow, Baffin Island, New route solo
2018 – North America Wall, A3+/5.8, El Capitan, Yosemite, USA
2019 – Born Under a Bad Sign, A5, El Capitan, Yosemite, USA

Con un compagno di cordata:
2012 – Superbalance , VII/A4/M7+, Polar Sun Spire, Baffin Island, Canada, New route, Marcin Tomaszewski
2013 – Bushido, VII-/A4/VII-, Great Trango Tower, Karakorum, Pakistan, New route, Marcin Tomaszewski
2015 – Katharsis, VI/A4/M7, Troll Wall, Romsdal, Norway, New route (winter ascent), Marcin Tomaszewski
2015 – Pacific Ocean Wall, A3/5.9, El Capitan, Yosemite, USA, Magdalena Ogłodek
2017 – Aurora, A4/5.7, El Capitan, Yosemite, USA




News correlate
Ultime news


Expo / News


Expo / Prodotti
Guanti via ferrata KONG Full Gloves
Guanti via ferrata in pelle scamosciata
Mammut Crag Sender Helmet - casco arrampicata alpinismo
Casco Mammut a basso profilo per arrampicata e alpinismo.
Felpa da donna con cappuccio Scott Defined Light
Felpa da donna elasticizzata e ad asciugatura rapida.
Scarpe da fast hiking AKU Flyrock GTX
Scarpe da fast hiking per attività dinamiche.
Singing Rock Onyx - Imbracatura arrampicata
Imbracatura da arrampicata di alta gamma a una fibbia che combina comfort e leggerezza.
Cordino regolabile Climbing Technology Tuner I
Cordino regolabile per arrampicata e alpinismo di Climbing Technology
Vedi i prodotti