Home page Planetmountain.com
L'alpinista austriaca Laura Tiefenthaler il 25/03/2022 durante la sua salita solitaria della parete nord dell'Eiger.
Fotografia di Laura Tiefenthaler

Laura Tiefenthaler in solitaria sulla nord dell'Eiger

di

Il 25 marzo 2022 l'alpinista austriaca Laura Tiefenthaler ha salito in solitaria la parete nord dell'Eiger. La salita di Tiefenthaler è probabilmente soltanto la seconda solitaria femminile dopo quella delle Destivelle ternt'anni fa, nel 1992.

Le condizioni estremamente stabili sulle Alpi svizzere hanno favorito una serie senza precedenti di ripetizioni della classica via Heckmair sulla parete nord dell’Eiger. la più notevole è indubbiamente la solitaria effettuata due giorni fa dall'alpinista austriaca Laura Tiefenthaler.

Come riportato in precedenza, Tiefenthaler ha salito la via in giornata l'8 marzo con la tedesca Jana Möhrer e, basandosi su questa esperienza, ha deciso di sognare ancora più in grande. È partita il 24 marzo, psicologicamente non preparata, all'inizio ha sbagliato via, ha perso 2 ore e di conseguenza è scesa, per riposarsi tutto il giorno alla stazione dei treni mentre si preparava psicologicamente per un secondo tentativo.

È partita dalla stazione dei treni all'una del mattino del 25 marzo e, salendo veloce ma sicura, autoassicurandosi sui tiri difficili e su alcuni tratti più brevi, ha raggiunto la vetta alle 16 prima di scendere, scivolando sulla neve soffice dov'era possibile.

La prima solitaria della classica via Heckmair del 1938 è stata effettuata il 2/3 agosto 1963 dalla guida alpina svizzera Michel Darbellay. La prima salita femminile è stata effettuata l'anno successivo dalla tedesca Daisy Voog insieme al compagno di cordata Werner Bittner dall'1 al 4 settembre 1964, mentre la prima solitaria femminile è stata compiuta dalla francese Catherine Destivelle, in 17 ore e in inverno, il 10 marzo 1992. La salita di Tiefenthaler della via Heckmair è probabilmente soltanto la seconda solitaria femminile dopo quella delle Destivelle trent'anni fa.

Scrivendo sul suo account Instagram, Tiefenthaler ha dichiarato: "OSARE A SOGNARE IN GRANDE. Un altro viaggio nell'Eiger, questa volta da sola.

Vedendo le promettenti previsioni alla fine del mio corso di guide la scorsa settimana, ho giocato con le idee su cosa fare, quando Rolando Garibotti ha avuto l'idea che potevo tornare all'Heckmaier, da sola. Per lui sembrava una scelta ovvia, dopo che la scalata con Jana era sembrata così buona 2 settimane prima. Per me non era nemmeno una possibilità, ma quando me ne ha parlato il desiderio è cresciuto subito. I dubbi sulle mie capacità e sulle troppe persone in parete erano un fattore. Tuttavia, il sogno era nato, quindi sono ritornata lì per dare un'occhiata.

Il 24 il mio stato mentale non era dei migliori, e sono riuscita a sbagliare via, perdendo 2 ore, quindi mi sono ritirata, per poi tornare il giorno successivo.

Ho passato l'intera giornata alla stazione dei treni, osservando i turisti, ricaricandomi e risintonizzando la mente. La prima regola era scendere in sicurezza, la seconda divertirmi, non viverla come un esame, ma andarci con curiosità.

Il 25 sono partita all'una di notte. Mi sono sentito bene. I dubbi erano magicamente svaniti. Con la curiosità come motivazione principale e sapendo che fino ad un certo punto avrei potuto scendere, mi sono sentita sicura di andare in esplorazione. Man mano che progredivo, la fiducia cresceva. Ho salito in solitaria tutti i tiri difficili ed alcuni tratti brevi. Raggiungendo il Traverso degli Dei alle 10 del mattino, sapevo che il tempo era dalla mia parte. Ho rallentato, dando la priorità alla sicurezza rispetto alla velocità, e ho terminato alle 16:00, superando le mie aspettative.

Ho condiviso la salita con altre 3 cordate, ma per lo più sono riuscita a stare a una buona distanza da loro, vivendo il tipo di esperienza che stavo cercando. Li ho superati nella parte bassa, avevo gran parte della salita tutta per me, fino all'uscita, dove per prudenza sono salita con la corda, quindi ho lasciato che due team mi superassero. Non ci sono stati problemi, siamo stati gentili l'uno con l'altro e ci siamo divertiti.

Che viaggio! Che esperienza!

Grazie Rolo per l'incoraggiamento, per avermi aiutata a pormi le domande giuste e per essere stato lì, dall'altra parte del telefono. Scusa se ti ho spaventato a morte, ma è colpa tua. È bello avere un amico e un mentore che crede nelle mie capacità più di me, senza fare pressioni."

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Eiger parete nord per Laura Tiefenthaler e Jana Möhrer
15.03.2022
Eiger parete nord per Laura Tiefenthaler e Jana Möhrer
L’otto marzo 2022 l’austriaca Laura Tiefenthaler e la tedesca Jana Möhrer hanno salito in giornata la via Heckmair sulla parete nord dell’Eiger. Il report di Tiefenthaler.
Una premiere perfetta in Patagonia. Di Raphaela Haug
29.04.2020
Una premiere perfetta in Patagonia. Di Raphaela Haug
L'alpinista tedesca Raphaela Haug racconta il suo primo viaggio in Patagonia nel quale, con la sua compagna di cordata Laura Tiefenthaler, ha salito il Cerro Torre e, insieme anche a Barbara Vigl, il Fitz Roy.
Peter Habeler a 74 anni nuovamente sulla Nord dell'Eiger insieme a David Lama
06.04.2017
Peter Habeler a 74 anni nuovamente sulla Nord dell'Eiger insieme a David Lama
Alpinismo senza tempo: all’età di 74 anni Peter Habeler, uno dei più forti alpinisti di tutti i tempi che nel 1978 aveva salito per primo l’Everest senza ossigeno supplementare insieme a Reinhold Messner, ha ora salito nuovamente la parete nord dell’Eiger. Nel 1974 Habeler aveva segnato un record di velocità sulla via Heckmair proprio con Messner, mentre adesso ha ripetuto la via con un altro alpinista di fama mondiale, il giovane David Lama.
Ueli Steck, di nuovo record di velocità sulla nord dell'Eiger
18.11.2015
Ueli Steck, di nuovo record di velocità sulla nord dell'Eiger
Il 16/11/2015 l’alpinista svizzero Ueli Steck ha salito la via Heckmair sulla parete nord dell' Eiger in 2 ore, 22 minuti e 50 secondi, battendo di 6 minuti il record precedente stabilito da Dani Arnold nel 2011.
Ueli Steck e Kilian Jornet Burgada insieme sulla parete nord dell'Eiger
09.11.2015
Ueli Steck e Kilian Jornet Burgada insieme sulla parete nord dell'Eiger
Il breve video di Ueli Steck e Kilian Jornet Burgada che scalano la parete nord dell'Eiger.
Tom Ballard e l'Eiger - un difficile giorno d'inverno
27.03.2015
Tom Ballard e l'Eiger - un difficile giorno d'inverno
Il racconto di Tom Ballard della salita dell'Eiger con la quale ha completato il suo progetto Starlight and Storm: la salita delle sei grandi pareti nord delle Alpi in solitaria invernale in un'unica stagione. Cima Grande di Lavaredo, Pizzo Badile, Cervino, Grandes Jorasses, Petit Dru e Eiger.
Dani Arnold, Eiger speed record
22.04.2011
Dani Arnold, Eiger speed record
Il 20/04/2011 lo svizzero Dani Arnold ha salito la via Heckmair sulla parete nord dell'Eiger in 2 ore e 28 minuti, stabilendo un nuovo record di velocità dello storico itinerario.
Ueli Steck: nuovo record di velocità sulla via Heckmair, Eiger
15.02.2008
Ueli Steck: nuovo record di velocità sulla via Heckmair, Eiger
Lo svizzero Ueli Steck ha stabilito un nuovo record sulla parete Nord dell'Eiger, salendo la via Heckmair in 2:47:33.
Christophe Profit 10 volte da guida alpina sulla nord dell’Eiger
16.04.2007
Christophe Profit 10 volte da guida alpina sulla nord dell’Eiger
Il 9/04 per la guida alpina Christophe Profit, fuoriclasse dell’alpinismo di tutti i tempi, è stata la decima volta che ha salito la nord dell’Eiger insieme ad un cliente.
Ueli Steck e la Parete Nord dell'Eiger in 3 ore e 54
13.03.2007
Ueli Steck e la Parete Nord dell'Eiger in 3 ore e 54
Il 21 febbraio lo svizzero Ueli Steck ha salito la parete Nord dell’Eiger nel tempo record di 3 ore e 54 minuti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós