Home page Planetmountain.com
Luca Gasparini sul primo tiro di Aram Ducis all'Altare della Neviera, Monte Sirente (Luca Gasparini, Cristiano Iurisci 15/01/2021)
Fotografia di Luca Gasparini, Cristiano Iurisci
Cristiano Iurisci in uscita del secondo tiro di Aram Ducis all'Altare della Neviera, Monte Sirente (Luca Gasparini, Cristiano Iurisci 15/01/2021)
Fotografia di Luca Gasparini, Cristiano Iurisci
Luca Gasparini e Cristiano Iurisci durante l'apertura di Aram Ducis all'Altare della Neviera, Monte Sirente il 15/01/2021
Fotografia di Luca Gasparini, Cristiano Iurisci
Aram Ducis all'Altare della Neviera, Monte Sirente (Luca Gasparini, Cristiano Iurisci 15/01/2021)
Fotografia di Luca Gasparini, Cristiano Iurisci

All'Altare della Neviera del Monte Sirente la nuova via di Luca Gasparini e Cristiano Iurisci

di

Il racconto di Luca Gasparini che insieme a Cristiano Iurisci ha aperto Aram Ducis, una via di misto sulla nord dell'Altare della Neviera (Monte Sirente, Appennino Centrale).

Poiché negli ultimi tre inverni il mio caro amico Cristiano Iurisci mancava di far visita al suo amato Sirente, propongo di fare un’uscita insieme nella montagna simbolo del suo alpinismo invernale. Ricordo ancora bene quando Cris mi portò a scoprire questa magnifica montagna non troppo lontana da Roma, e fu proprio lì che mi innamorai così tanto di questo luogo da voler oggi scrivere e far conoscere le potenzialità delle montagne di casa.

Tra restrizioni, Dpcm, giornate storte, la poca concentrazione sportiva unita ad allenamenti altalenanti dati dal periodo, ci è stato molto difficile in questo inizio inverno portare a casa delle giornate ricche di avventura, ma si sa le cose belle accadono proprio quando meno te lo aspetti ed è così che nasce questa nuova via di misto aperta da noi proprio il giorno prima che il governo vieta i spostamenti tra regioni.

I programmi erano senz’altro altri, volevamo fare qualcosa di semplice per valutare le effettive condizioni di neve e ghiaccio, vista la scarsità di ghiaccio sulle pareti Nord quest’anno. Alle 7 siamo ai prati del Sirente, sbinocoliamo e dopo alcune valutazioni decidiamo di andare a fare la prima ripetizione di Lost in Fog. La scelta è quella di andare leggeri quindi,poco materiale, corde da 40m. Ci incamminiamo ma usciti dal bosco prima dello Scurribile non posso non essere attratto da quella colata che viene giù così elegante dalla nord dell’Altare della Neviera.

Senza pensarci troppo convinco subito l’amico mio a fare un tentativo, che di certo non si perde d’animo quando vede una bella goulotte dalle nostre parti. La giornata è splendida anche se molto fredda… sappiamo che ci sarà da soffrire e da lottare, ma siamo qui a fare alpinismo.

Una volta arrivati a ridosso della parete non ci resta che provare, salire… Tutti i miei pensieri riguardo un possibile lockdown, l’incubo dell’emergenza Covid e l’incertezza del futuro mi assalgono, sono lì nella mente, anche più del timore della salita stessa. Non sono al top quest’anno mentalmente, ma spesso mi chiedo chissà se mi capiterà di nuovo del tempo libero per fare ciò che amo di più, e quindi senza troppi ripensamenti comincio a scalare. Tutto svanisce, subito, mi devo concentrare in quello che sto facendo, in quel momento entri in uno stato mentale che è difficile spiegare per chi non pratica, ti senti libero, forte, vivo, felice! E anche se la magia dura solo per qualche ora, l’intento è quello di portare a casa una giornata ricca di gioia, emozioni e bei ricordi coltivando sempre più quel legame di amicizia forte, unico, per continuare a sognare insieme, ogni giorno che passa, ogni stagione che corre.

Lo lotta con questa piccola parete è stata emozionante dall’inizio alla fine, i tiri non sono stati affatto banali, sulle gambe avevamo la stanchezza del lungo avvicinamento forse, ma vi posso assicurare che con quel poco ghiaccio e i molti tratti verticali, la via che ne è uscita fuori è un vero e proprio gioiellino! Siamo molto felici di aver vissuto per l’ennesima volta un’avventura assieme. Ora ci aspetta il viaggio di ritorno, le famiglie a casa attendono una nostra chiamata, e una bella minestra calda è li sul tavolo. E domani? Domani si inizia a progettare nuovamente, a sognare e a guardare le pareti con quegli occhi incantati come fosse la prima volta.

di Luca Gasparini

SCHEDA: Aram Ducis, Altare della Neviera del Monte Sirente, Appennino Centrale 

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Gran Sasso d’Italia, inizia la stagione invernale con una nuova via alla Anticima Vetta Occidentale
16.11.2018
Gran Sasso d’Italia, inizia la stagione invernale con una nuova via alla Anticima Vetta Occidentale
Alpinismo invernale sul Gran Sasso d’Italia: il 15/11/2018 Luca Gasparini, Matteo Nicolì e Riccardo Pilati hanno aperto Che vuoi che sia, una nuova via sulla parete NO della Anticima Vetta Occidentale del Corno Grande.
Gran Sasso d'Italia e Una Vez Mas, la nuova via invernale alla Vetta Orientale del Corno Grande
04.06.2018
Gran Sasso d'Italia e Una Vez Mas, la nuova via invernale alla Vetta Orientale del Corno Grande
Il 13 aprile 2018 Luca Gasparini, Riccardo Pilati e Giulio Zoppis hanno aperto Una Vez Mas, una nuova via sulla Cresta Nord della Vetta Orientale del Corno Grande, Gran Sasso d’Italia. Il report dell’apertura di Gasparini e l'analisi di Claudio Arbore che esplora l’alpinismo invernale in Appennino e ricorda l’apertura della vicina Nunca Más, salita insieme a Andrea Campanella il 31 gennaio 1993.
Monte Costone, prima salita in Piolet-traction del Camino a sinistra della Vetta
29.03.2016
Monte Costone, prima salita in Piolet-traction del Camino a sinistra della Vetta
Il racconto di Cristiano Iurisci della prima salita in Piolet-traction del 'Camino a sinistra della Vetta' situato sulla parete NNE del Costone (Vena Stellante), gruppo del Velino-Sirente, Appennino Centrale. Questa via di roccia, aperta nell'estate 1931 da S. Callese e R. Orestano, è stata salita da Luca Gasparini, Cristiano Iurisci e Stefano Supplizi il 20 marzo 2016 con difficoltà stimate attorno a ED-, M4+, 70/80°, tratti 90° (4+ AI).
Canale Jannetta, una cavalcata invernale sul Paretone del Gran Sasso
12.01.2016
Canale Jannetta, una cavalcata invernale sul Paretone del Gran Sasso
Il 27 e 28 dicembre 2015 Cristiano Iurisci, Gabriele Paolucci, Luca Gasparini, hanno salito il Canale Jannetta la storica via aperta da Enzo Jannetta il 19 luglio 1922 al Paretone della Vetta Orientale del Gran Sasso. Il report di Luca Gasparini.
Gran Sasso: Ultimatum alla Terra, probabile prima ripetizione
31.07.2015
Gran Sasso: Ultimatum alla Terra, probabile prima ripetizione
Domenica 19 luglio 2015 Cristiano Iurisci, Stefano Supplizi, Luca Gasparini hanno effettuato la probabile prima ripetizione della difficile via di arrampicata 'Ultimatum alla Terra' sull'Anticima Nord della parete Ovest della Vetta Orientale, nel massiccio del Gran Sasso. Una via di VI grado di 360m aperta da Roberto Iannilli e Piero Ledda nel lontano 1999. L'introduzione ricordo di Roberto Iannille e il report di Luca Gasparini.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock