Home page Planetmountain.com
La copertina di Parete Nord di Jean-Marc Rochette (L'Ippocampo Editore)
Fotografia di Jean-Marc Rochette / L'Ippocampo Editore
Parete Nord di Jean-Marc Rochette
Fotografia di Jean-Marc Rochette / L'Ippocampo Editore
Parete Nord di Jean-Marc Rochette
Fotografia di Jean-Marc Rochette / L'Ippocampo Editore
Parete Nord di Jean-Marc Rochette
Fotografia di Jean-Marc Rochette / L'Ippocampo Editore

Parete Nord di Jean-Marc Rochette

di

La recensione di Parete Nord la graphic novel con i testi di Jean-Marc Rochette, Olivier Bocquet e i magnifici disegni dello stesso Rochette, uscita per L'Ippocampo Editore con la prefazione e traduzione di Paolo Cognetti.

"Quando non potevo scappare, restavo a studiare con gli altri. Ma scappavo con la descrizioni delle pareti nord, dei canaloni vertiginosi, delle grandi vie. I nomi degli alpinisti celebri, Rébuffat, Lionel Terray, Bonatti, risuonavano in me come quelli di Ettore e Achille, e i racconti delle loro ascensioni come altrettanti poemi epici".

E' questo che pensa il giovanissimo Jean-Marc costretto, anzi rinchiuso in collegio. Ed è questo a cui si aggrappa non solo per sentirsi libero ma anche per capire chi è. Un percorso quello dell'adolescente protagonista di Parete Nord, che ricerca la sua libertà attraverso la montagna e la natura, in cui molti alpinisti, ma non solo, si riconosceranno.

Come si ritroveranno, anzi si immergeranno, in tutta questa intensa graphic novel in cui Jean-Marc Rochette (insieme a Olivier Bocquet) racconta la storia di un ragazzo, lui stesso, che è costretto a coniugare la sua sensibilità ed esuberanza d'artista con un "sistema" sordo e indifferente ma anche contro la miopia del direttore del collegio che lo opprime.

Così il primo incontro con la montagna è già un'illuminazione. La spensierata vitalità e l'amicizia con il primo compagno di cordata un'ancora di salvezza. Le piccole avventure e le "follie" delle sue prime arrampicate uno sfogo irrinunciabile e totalizzante. E' una crescita e insieme una scoperta continua quella che Jean-Marc sperimenta in montagna con il suo alpinismo. Un appuntamento, con le grandi scalate, che diventa quasi tutta la sua vita.

Il suo mondo e anche la sua terra promessa sono gli Écrins, quelle montagne appartate e perciò ancora più vere, teatro di grandi imprese alpinistiche del passato che lui insegue e che fa anche sue. Tutto questo si intreccia con la vita e con la sua crescita. Con il suo talento per il disegno e per quel modo diverso che ha di percepire e vedere le cose. E poi, con primi amori, il rapporto con la madre e con la figura del padre che ha perso prestissimo. Con tutto ciò nel bene e nel male che la vita, i nostri sogni e anche la montagna riservano.

E' un racconto entusiasmante, profondo e commovente quello che ci regala questo libro. Ed è - come giustamente l'ha definito Paolo Cognetti che ne ha curato l'edizione e traduzione italiana - un grande romanzo di formazione che supera i confini della letteratura d'alpinismo. Perché Parete Nord, con i suoi magnifici disegni, con la sua storia così forte e umana, parla di noi stessi e di quell'imperscrutabile montagna che ci portiamo dentro.

Link: www.ippocampoedizioni.it

Parete Nord

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Le otto montagne di Paolo Cognetti
24.02.2017
Le otto montagne di Paolo Cognetti
Le otto montagne di Paolo Cognetti (Supercoralli – Einaudi) è un libro da consigliare vivamente anche - ma non solo - agli alpinisti che forse troveranno una piccola chiave per orizzontarsi tra le (loro) infinite montagne.
Manolo e Paolo Cognetti ad Outdoor Expo Bologna
07.02.2019
Manolo e Paolo Cognetti ad Outdoor Expo Bologna
Sabato 2 marzo 2019 Paolo Cognetti e Manolo (Maurizio Zanolla) dialogheranno di montagna all'Outdoor Expo Forum durante la fiera di Bologna dedicata agli sport e il turismo all’aria aperta.
Paolo Cognetti con 'Le otto montagne' vince il Premio Strega
07.07.2017
Paolo Cognetti con 'Le otto montagne' vince il Premio Strega
Paolo Cognetti con 'Le otto montagne' (Einaudi) è il vincitore del 71° edizione del Premio Strega. Un riconoscimento importante che in qualche modo va anche alla montagna.
Paolo Cognetti, Diego Leoni e Margi Preus vincono il 43° Premio ITAS del Libro di Montagna
03.05.2017
Paolo Cognetti, Diego Leoni e Margi Preus vincono il 43° Premio ITAS del Libro di Montagna
Al 65° Trento Film Festival sono stati decretati i vincitori del Premio ITAS del Libro di Montagna. A vincere la 43° edizione del concorso letterario dedicato alla letteratura alpina sono stati: Paolo Cognetti con Le otto montagne (Migliore opera narrativa), Diego Leoni con La guerra verticale (Migliore opera non narrativa) e Margi Preus con Il segreto di Espen (Migliore opera narrativa per ragazzi).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra