Home page Planetmountain.com
La copertina di 'Le otto montagne' di Paolo Cognetti (Giulio Einaudi Editore, 2016)
Fotografia di Einaudi Editore

Le otto montagne di Paolo Cognetti

di

Le otto montagne di Paolo Cognetti (Supercoralli – Einaudi) è un libro da consigliare vivamente anche - ma non solo - agli alpinisti che forse troveranno una piccola chiave per orizzontarsi tra le (loro) infinite montagne.

Le otto montagne è un libro per tutti, da consigliare a tutti. A chi ama le montagne e magari le scala pure. Ma anche a chi le montagne le ha solo viste da lontano, o non le sopporta proprio. Perché Paolo Cognetti ci racconta di qualcosa che va oltre le vette o un mero luogo fisico. Ci parla della vita. Dei nostri affetti. Della difficoltà a capire chi siamo, di quel cercarci e non trovarci mai. Dell'amicizia e dell'incomunicabilità. E ancora dell'infanzia, degli amori e dell'avventura. E di tutte quelle cose che intuiamo solo dopo, con l'andar degli anni e delle esperienze, e anche di quelle che non riusciremo ad afferrare mai. Ci racconta della vita, appunto. E lo fa con un percorso coinvolgente, credibile e commovente. Spesso con una scrittura davvero godibile e a tratti anche con una sottile vena di ironia. Il suo è un percorso che non a caso ha come protagonista una montagna fuori dalle rotte ordinarie e dall'ordinario. Un mondo defilato e dimenticato e anche per questo straordinario.

E' questa montagna, aspra, in disparte e solitaria, che è teatro e al tempo stesso luogo dell'anima della storia. Pietro, il protagonista, vi giunge da ragazzino. Lì, a Grana, in fronte al Monte Rosa, i suoi genitori hanno finalmente trovato il luogo dove vivere la loro passione per la montagna. Lui, invece, oltre che la montagna conoscerà Bruno, un ragazzino del posto, così diverso da lui eppure così affascinante, che diventerà il suo più grande amico. Un'amicizia che lo segnerà per la vita e che, in qualche modo, l'aiuterà anche nella sua maturazione per comprendere qualcosa dalla vita.

Il libro fa rivivere le sensazioni e quegli occhi con cui si guardano le cose quando si è ragazzini. Quella prima montagna, o primo mare, o primo spazio di esplorazione, tutto nostro, aldilà di mamma e papà. Fa rivivere l'avventura e quei tempi in cui tutto tenta di prendere forma. Poi le escursioni con il padre. Le differenze. Le incomprensioni. Fino alle ribellioni, alle fughe. E poi il rapporto speciale con la madre. Quel guardare ai grandi che unisce i più giovani. Quell'amicizia fatta di complicità, silenzi, azione e scorribande a scoprire il mondo. E su tutto la montagna, la muta grandezza della natura, i suoi abitanti e quel tempo che scorre.

Dunque, è la montagna dell'envers, quella del versante più nascosto, quella non alla moda e mai consolatoria di cui narra questo libro. E' della vita più nascosta e profonda che racconta. E' di come gli uomini e donne si confrontano con ciò che sta loro intorno e di come il loro viaggio non sia per nulla scontato o facile o felice. Come non è per nulla scontato il titolo di questo libro. Le otto montagne, con il loro significato, arriveranno un poco alla volta. Quasi come una piccola rivelazione su cui, limpida e forte, si staglia una storia di amicizia e un legame che vanno oltre ogni definizione.

Di Vinicio Stefanello

NOTIZIE CORRELATE
12/12/2016 - Le otto montagne di Paolo Cognetti - alla ricerca del nostro posto nel mondo

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni