Home page Planetmountain.com
Simone Moro venerdì 20 luglio 2018 presso la struttura d’arrampicata ADEL a Campitello di Fass presenterà il libro 'Devo perché posso' in occasione di Scrittura Festival delle Dolomiti.
Fotografia di Scrittura Festival sulle Dolomiti
Simone Moro e Mauro Corona al Campionato Europeo Lead a Campitello di Fassa
Fotografia di Ralf Brunel
Simone Moro in vetta al Makalu dopo la prima salita invernale
Fotografia di arch. Simone Moro
Simone Moro e Maurizio Folini
Fotografia di archivio S. Moro

Simone Moro: venerdì a Campitello di Fassa per Scrittura Festival sulle Dolomiti

di

Venerdì 20 luglio 2018 presso la struttura d’arrampicata ADEL a Campitello di Fassa Simone Moro presenterà il libro 'Devo perché posso' in occasione di Scrittura Festival delle Dolomiti.

"Devo perché posso. La mia via per la felicità oltre le montagne". È questo il titolo del libro, scritto da Simone Moro insieme a Marianna Zanatta ed edito da Rizzoli, nel quale l’alpinista bergamasco attraverso una serie di episodi inediti tratti dalle sue 54 spedizioni mette a fuoco quale sono i punti cardini della sua vita e della proprio felicità. E’ proprio di questo, insieme alle innumerevoli sofferenze, dubbi ma anche gioie sconfinate che Moro parlerà il prossimo 20 luglio a Campitello di Fassa, presso la struttura d’arrampicata ADEL che l’anno scorso aveva ospitato il grande Campionato Europeo di Arrampicata Sportiva.

L’incontro è organizzato in occasione del Scrittura Festival delle Dolomiti e conoscendo il 50enne alpinista bergamasco, che ha al suo attivo otto quattordicimila di cui quattro in prima invernale (Shisha Pangma nel 2005, Makalu nel 2009, Gasherbrum II nel 2011 e Nanga Parbat nel 2016), la serata sarà una di quelle da non perdere.

Devo perché posso.
La mia via per la felicità oltre le montagne

"Scalo le montagne perché mi rende felice." Chiunque senta parlare Simone Moro – alle conferenze sulle sue imprese in montagna, nei discorsi ispirazionali che tiene per le aziende, in una qualsiasi chiacchierata spontanea – rimane affascinato e ricava una sensazione di benessere. Perché? Il segreto è la felicità. Eppure, nella sua vita Simone non si è certo sottratto alla fatica con le 54 imprese alpinistiche che ha portato a termine sulle vette più impegnative e insidiose del pianeta. Né si è risparmiato il disagio, esponendosi nelle invernali alle temperature più basse della Terra. Allo stesso tempo ha conosciuto più volte la rinuncia quando è dovuto rientrare al campo base per le avverse condizioni meteo e soprattutto ha provato la sofferenza per la perdita di amici carissimi in incidenti alpinistici.Ma la felicità nasce da un sogno e dalla forza e dalla determinazione con cui tentiamo di realizzarlo giorno dopo giorno, per tutta la nostra vita. Per costruircelo, possiamo cominciare identificando i nostri miti – quelli che per Simone, fra gli altri, sono stati Reinhold Messner, Riccardo Cassin e Walter Bonatti – per poi sceglierci dei maestri – per lui, il Camòs e Anatoli Boukreev – che ci aiutino a farci la nostra cassetta degli attrezzi e a trovare i mezzi. Poi è bene che ci cerchiamo degli alleati, individuandoli tra le nostre stesse risorse personali (le proprie doti, i punti di forza) e nelle persone in carne e ossa che possono sostenerci (fra gli altri, per Simone, Marianna Zanatta, sua collaboratrice da sempre e coautrice di questo libro). Infine, dobbiamo mettere in conto anche l’errore e il tradimento, la paura e il sacrificio.Ma il risultato di tutto questo è la felicità. Ricco di episodi inediti dalle imprese alpinistiche di Simone Moro e trascinante come tutti i suoi racconti di esperienze in alta quota, Devo perché posso è una lettura utilissima e fortificante per chiunque di noi, anche se non muoviamo nemmeno un passo in montagna. Ma, come tutti, cerchiamo la felicità nei nostri sogni quotidiani.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Simone Moro e Tamara Lunger: prima invernale del freddissimo Pik Pobeda
12.02.2018
Simone Moro e Tamara Lunger: prima invernale del freddissimo Pik Pobeda
Simone Moro e Tamara Lunger hanno firmato la prima salita invernale del Pik Pobeda, conosciuta anche come Gora Pobeda, con i suoi 3003 metri la montagna più alta della Siberia nel Circolo Polare Artico.
Nanga Parbat d'inverno e la cordata Simone Moro e Tamara Lunger
04.03.2016
Nanga Parbat d'inverno e la cordata Simone Moro e Tamara Lunger
Simone Moro e Tamara Lunger: com'è nata la cordata che è stata protagonista, insieme ad Ali Sadpara ed Alex Txikon, della storica prima salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan).
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
26.02.2016
Nanga Parbat: cima e prima invernale per Simone Moro, Ali Sadpara e Alex Txikon
Oggi, venerdì 26 febbraio 2016, l'italiano Simone Moro, lo spagnolo Alex Txikon e il pachistano Ali Sadpara hanno realizzato la prima storica salita invernale del Nanga Parbat (8126 metri, Karakorum, Pakistan). L'italiana Tamara Lunger che faceva parte del team si è fermata prima della vetta. Verso le 20:00 circa (Pakistan time) tutti gli alpinisti hanno fatto ritorno al Campo 4 a 7.100m.
Simone Moro, le invernali e l'alpinismo odierno
02.06.2015
Simone Moro, le invernali e l'alpinismo odierno
Il ritratto di Simone Moro, l’unico alpinista che ha salito in prima invernale tre ottomila: lo Shisha Pangma, il Makalu e il Gasherbrum II. Di Edoardo Falletta.
Denis Urubko e Simone Moro e la prima invernale del Makalu
12.02.2015
Denis Urubko e Simone Moro e la prima invernale del Makalu
Il filmato di Denis Urubko e Simone Moro e la loro prima invernale del Makalu, la 5° montagna più alta della terra, effettuata il 9 febbraio 2009.
Gasherbrum II storica prima invernale: è vetta per Moro, Urubko e Richards!
02.02.2011
Gasherbrum II storica prima invernale: è vetta per Moro, Urubko e Richards!
Alle 11,28 (ore locale) di oggi Simone Moro, Denis Urubko e Cory Richards hanno raggiunto la vetta del Gasherbrum II. E' la prima salita invernale della 13a montagna più alta della terra. Una salita storica che segna anche la prima invernale su uno dei 5 Ottomila del Pakistan.
Prima invernale del Makalu: intervista a Simone Moro e Denis Urubko
11.02.2009
Prima invernale del Makalu: intervista a Simone Moro e Denis Urubko
L'alpinista bergamasco Simone Moro e il kazako Denis Urubko raccontano la prima invernale sul Makalu. Il Video dell'arrivo in vetta.
14.01.2005
Shisha Pangma, prima invernale per Moro e Morawski
Il 14/01 Simone Moro e Piotr Morawski, alle 8,15 italiane (13,15 Tibet time), hanno raggiunto la vetta principale dello Shisha Pangma (8047m), senza ossigeno e senza ausilio di portatori di alta quota. E' la prima salita invernale del 14a montagna per altezza della terra

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra