Home page Planetmountain.com
La mostra 'Paul Helbronner e il Monte Bianco. Dal livello del mare a 4810 metri' alla funivia Skyway Monte Bianco
Fotografia di Skyway Monte Bianco
La mostra 'Paul Helbronner e il Monte Bianco. Dal livello del mare a 4810 metri' alla funivia Skyway Monte Bianco
Fotografia di Skyway Monte Bianco
La mostra 'Paul Helbronner e il Monte Bianco. Dal livello del mare a 4810 metri' alla funivia Skyway Monte Bianco
Fotografia di Skyway Monte Bianco
Gioachino Gobbi a Courmayeur nel nuovissimo Espace Grivel
Fotografia di Lorenzo Belfrond

Paul Helbronner e il Monte Bianco

di

Per tutta l'estate alla stazione intermedia Pavillon della funivia Skyway Monte Bianco si potrà visitare la mostra ‘Paul Helbronner e il Monte Bianco. Dal livello del mare a 4810 metri’. Curata da Gioachino Gobbi, l’esposizione è dedicata all’alpinista, ingegnere e geodeta francese Paul Helbronner a cui è stata dedicata la cima Punta Helbronner.

Con i suoi 3462 metri, Punta Helbronner è famosa soprattutto per essere la porta d’ingresso verso il magico mondo del Monte Bianco e il suo alpinismo che non ha confini. È qui che è situata la stazione d’arrivo della funivia Skyway Monte Bianco che in pochi minuti porta turisti ed alpinisti dai 1300 metri di Courmayeur fino all’aria più rarefatta in quota. La Punta prende il suo nome da Paul Helbronner, alpinista, ingegnere, geodeta, fotografo e raffinato pittore nato nel 1871 a Compiègne nel nord della Francia, autore della prima descrizione geodedica delle Alpi francesi e delle montagne della Corsica, la "Description Géométrique Détaillée des Alpes Françaises”. Nell’impresa ciclopica Helbronner aveva calcolato 8.500 punti geodetici su una superficie di 18.500 chilometri quadrati, utilizzando 1.818 stazioni, di cui 151 sopra i 3.000 metri di altitudine.

Nel 1938, stesso anno della sua morte, il suo nome fu dato a Pointe Helbronner per riconoscere il valore del suo immenso lavoro. Ora la funivia Skyway Monte Bianco celebra questo incredibile personaggio con una mostra curata da Gioachino Gobbi, figlio del fortissimo alpinista Toni Gobbi e per decenni insieme a sua moglie “Betta" il Deus ex machina della Grivel che proprio ai piedi del Monte Bianco ha la sua sede. La mostra è allestita al Pavillon, ovvero la stazione intermedia della funivia, ed espone dai sistemi di rilevazione all’attrezzatura alpinistica di Helbronner, nonché un gran numero di documenti, fotografie e stampe. La mostra è aperta al pubblico per tutta l’estate al primo piano della stazione Pavillon.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Toni Gobbi, da avvocato a guida alpina: la mostra a Courmayeur
20.11.2019
Toni Gobbi, da avvocato a guida alpina: la mostra a Courmayeur
Dal 7 dicembre 2019 al 3 maggio 2020 la società delle Guide Alpine di Courmayeur propone una mostra in ricordo di Toni Gobbi curata da Gioachino Gobbi, figlio di Toni. La mostra cade nel cinquantenario della morte avvenuta il 18 marzo 1970. Diventare Guida Alpina a Courmayeur è stato il sogno della sua vita.
Il tempo è immenso. Il Grivel Day a Courmayeur
16.08.2018
Il tempo è immenso. Il Grivel Day a Courmayeur
Il video che documenta il Grivel Day a Courmayeur, la giornata del 5 agosto per celebrare i primi 200 anni dell’azienda di Courmayeur e il suo amore senza tempo e sconfinato per l’alpinismo. Partendo dal lontano 1818 dalla montagna di casa, il Monte Bianco, fino alla montagne più alte e remote della terra.
Grivel 200: l'alpinismo, i materiali, la tecnica e l'evoluzione
24.07.2018
Grivel 200: l'alpinismo, i materiali, la tecnica e l'evoluzione
Seconda puntata dedicata all'Espace Grivel ovvero ai primi 200 anni della storia della Grivel e dell'alpinismo.
Grivel: storia e meraviglie dei primi 200 anni di alpinismo
13.07.2018
Grivel: storia e meraviglie dei primi 200 anni di alpinismo
Una giornata con Gioachino Gobbi a Courmayeur attraversando la storia della Grivel e dell'alpinismo nel nuovissimo Espace Grivel che sarà inaugurato il 5 agosto 2018.
Rifugio Pavillon donato dalla famiglia Gobbi alla Valle d'Aosta
10.11.2011
Rifugio Pavillon donato dalla famiglia Gobbi alla Valle d'Aosta
Gioachino e Barbara Gobbi hanno donato il celebre e storico Rifugio Pavillon al Mt Fréty (Monte Bianco - Courmayeur) alla Regione Valle d'Aosta. Intervista a Gioachino Gobbi.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock