Home page Planetmountain.com
Sara Mastel sulla Via Soleado, parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca), con splendida vista sul Lago di Garda
Fotografia di Carlo Cosi
Carlo Cosi sulla Via Soleado sulla parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca)
Fotografia di Carlo Cosi
Via Soleado sulla parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca)
Fotografia di Carlo Cosi
La relazione della Via Soleado sulla parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca), aperta da Diego Filippi e Simone Banal durante l’autunno/inverno 2003/04
Fotografia di Carlo Cosi

Via Soleado a Mandrea, Arco

di

La relazione di Soleado, una via d’arrampicata a 5 stelle aperta da Diego Filippi e Simone Banal durante l’autunno/inverno 2003/04 sulla parete di Mandrea di Laghel (Arco, Valle del Sarca, TN). Di Carlo Cosi, guida alpina.

La parete di Mandrea è una delle pareti più famose, belle e frequentate della valle del Sarca. È una fantastica e articolata barra rocciosa che offre una varietà incredibile di pareti e pilastri, di ogni forma, colore e dimensione con vie di ogni tipo e difficoltà. Le più "conosciute" sono sicuramente le vie alpinistiche come Fiori di Corallo (aperta da Maurizio Giordani, Franco Zenatti, Giorgio Manica nel 1983) e il Pilastro Gabrielli (aperta da Giuliano Stenghel e Vaccari nel 1977), un must della valle per ogni alpinista che si rispetti.

Con il passare degli anni e l’avvento dell’uso più massiccio degli spit su questa parete sono stati aperti tantissimi capolavori di arrampicata sportiva. Con il facile accesso e l’esposizione a sud la parete è diventata meta prediletta per moltissimi climber nei periodi più freschi dell’anno (da ottobre ad aprile).

Una di questi capolavori è proprio Soleado, una bella, continua e impegnativa via di 14 tiri con difficoltà costati tra il 6b e il 7a. Un solo tiro, gradato A0, forse spezza un pelo il ritmo e toglie la perfezione della via ma che comunque non influisce sulle meritate 5 stelle che trovi sulla descrizione della via sulla guida di Filippi

La via risulta molto logica e divertente, mai banale con difficoltà constati. La chiodatura risulta ottima e per una ripetizione occorrono 15 rinvii. Non soffre ancora del classico "ontume" di Arco e anzi, le bellissime gocce gialle di questa parete regalano movimenti sensazionali.

Si parte "a mo’ di Tarzan" con la scalata, stile scimmia, di un albero che ti permette dopo 3 metri di raggiungere il chiodo (in comune con Fiori di Corallo) e la placca grigia del primo tiro.

L'esposto traverso orizzontale verso destra di 7a del quarto tiro crea un po’ di apprensione ma la chiodatura ravvicinata e i piattoni buoni (ma "ghisanti") rendono il tiro divertente e alla fine non così difficile come sembra.

Il tiro di A0 originariamente molto marcio spezza un pelo la bellezza e la fluidità dell’arrampicata ma chi ha potenza nelle dita e nelle braccia trova pane per i suoi denti. Con le numerose ripetizioni il tiro è diventato arrampicabile "solidificando" la roccia e rendendolo un tiro leggermente strapiombante a cubetti e prese rovesce "bello power" di 7b (forse qualcosina in più).

Se siete arrivati in libera fino all’ultimo tiro e avete ancora energie da vendere allora non vi resta che provare la variante di uscita diretta, un tiro strapiombate su canne di 35 metri chiamato "Mimovariante" e gradato 7b+/7c che dicono che meriti (noi siamo usciti sull’originale V grado a destra). Evitando le giornate calde (va all’ombra solo dopo le 15.30) merita sicuramente una ripetizione!

Buon divertimento!

di Carlo Cosi, guida alpina
www.carlocosi.com


SCHEDA: Via Soleado a Mandrea, Arco

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Mescalito al Colodri, ad Arco la grande classica di Renato Bernard e Renzo Vettori
19.10.2018
Mescalito al Colodri, ad Arco la grande classica di Renato Bernard e Renzo Vettori
La relazione della via Mescalito alla Rupe Secca del Monte Colodri ad Arco, la via d’arrampicata aperta nel 1982 da Renato Bernard e Renzo Vettori ritenuta ancora oggi un capolavoro della Valle del Sarca. Di Carlo Cosi, guida alpina.
Mescalito, la classica del Colodri di Arco raccontata da Renato Bernard
21.11.2018
Mescalito, la classica del Colodri di Arco raccontata da Renato Bernard
Renato Bernard e la Via Mescalito, aperta nel 1982 insieme a Renzo Vettori sulla Rupe Secca del Monte Colodri ad Arco ed ancora adesso una della vie d’arrampicata più famose della Valle del Sarca.
Zanzara e Labbradoro sul Monte Colodri ad Arco
06.07.2016
Zanzara e Labbradoro sul Monte Colodri ad Arco
La scheda della via d'arrampicata Zanzara e Labbradoro, il capolavoro aperto nel 1983 da Maurizio Zanolla Manolo e Roberto Bassi sul Monte Colodri, Arco (Lago di Garda - Trentino).
Vie ferrate attorno ad Arco ed il Lago di Garda
26.05.2011
Vie ferrate attorno ad Arco ed il Lago di Garda
Vie ferrate attorno ad Arco presentate dalla Guida Alpina Mauro Girardi: Monte Colodri, Cima Capi, Rio Sallagoni, Monte Albano e Che Guevarra al Monte Casale.
Trekking con vista sul Lago di Garda
25.06.2018
Trekking con vista sul Lago di Garda
Matteo Guardini, Guida Alpina Mmove presenta tre itinerari per scoprire il trekking attorno ad Arco e sopra il Lago di Garda: Monte Brione, le Cave di Oolite a Massone e il Maso Narango al Monte Corno.
Monte Colodri, nuova via d'arrampicata ad Arco
26.04.2016
Monte Colodri, nuova via d'arrampicata ad Arco
Il report di Roberto Pedrotti che, nei mesi a cavallo tra il 2015 e 2016, insieme a Sebastiano Zambotti , ha aperto PiZeta (7c, 230m), una nuova via sul Monte Colodri (Arco, Trentino). La nuova linea incrocia le vie Vento di Passione e Katia Monte e termina con l’ultimo tiro su Vento di Passioni oppure sulla via L’incompiuta.
Vento di passioni, nuova via sul Monte Colodri
12.06.2015
Vento di passioni, nuova via sul Monte Colodri
Stefano Michelazzi parla di Vento di passioni (7-, A1), una nuova via d'arrampicata aperta con Marco Ghidini sul Monte Colodri, Arco (Garda Trentino).
Via del Trenino al Passo San Giovanni
12.11.2014
Via del Trenino al Passo San Giovanni
La Via del Trenino e l'arrampicata al Passo San Giovanni (Arco), aperta nel 1986 da Giampaolo Calzà Trota, Rino Zanotti e Andrea Zucchelli e recentemente sistemata dallo stesso Calzà e Danny Zampiccoli.
Nuova via sul Monte Colodri per Antonini e Calzà
02.11.2008
Nuova via sul Monte Colodri per Antonini e Calzà
Massimo Antonini e Giampaolo ‘Trota’ Calzà hanno aperto la Via Giovanni Segantini (280m, 6c+ max) sulla parete est del Monte Colodri (Arco, Trentino).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra