Home page Planetmountain.com
Luca Zardini in arrampicata ad Erto su 'Sogni di gloria' (1991)
Fotografia di Luca Zardini
Luca Zardini su 'Bricolage' 8a+ (1993) ad Erto
Fotografia di Luca Zardini

Erto - La Grande Madre - di Luca Zardini

di

Luca Zardini parla della 'sua' Erto, la falesia storica dei grandi strapiombi affacciati sul lago del Vajont, da sempre terreno di confronto per i 'big'.

Sì, mi sembrava bello iniziare dalla fine per raccontare cosa significa adesso, e cosa è stato per me e per la mia formazione, la storica Erto. “The Big Mother” è l’ultimo bellissimo itinerario estremo che la falesia mi ha offerto, e che non mi sono lasciato sfuggire. Una "grande madre" che racchiude in sé lo spirito e l’essenza della nuova concezione della scalata sportiva: grande strapiombo, forza, resistenza e dinamicità senza però tralasciare l’aspetto tecnico e mentale.

Sono le stesse componenti che contraddistinguono la falesia di Erto e, allo stesso tempo, esprimono e stimolano al meglio le caratteristiche dell’arrampicatore della nuova generazione. Un climber, allenato e preparato al meglio dal punto di vista fisico, motivato e determinato nelle salite “on sight" (o nel minor numero di tentativi) delle vie più difficili. E sempre teso a migliorare le proprie qualità ed esperienza, doti indispensabili per poter progredire e ben figurare sia in falesia come in gara.

Oltre tutto questa falesia ha il pregio di offrire un vasto e vario numero di itinerari dall’8a all’8c+ che possono stimolare chiunque ad impegnarsi per avere nel proprio curriculum vie mitiche come: Pole Position, Mister Rase, Il 'ritorno di Ringo', 'Sogni di Gloria'... E per quanto mi riguarda è stata un grande terreno di realizzazioni; non a caso il mio primo 8a, come il primo 8b, 8b+ e 8c+ sono tutti "ertani"

Ma Erto è anche stata, ed è tuttora, un ottimo “mezzo” di allenamento: nei periodi di “volume” invernale, infatti, riesco a concatenare fino a 20 tiri di corda, di cui almeno 15 dall’8a all’8b+. Oppure ancora, la salita e discesa di “Mocho” quattro volte di seguito, senza mai toccare terra con i piedi.

Ecco, in breve, cos’è per me, e per l’ultima generazione di climbers, Erto. Una "Grande madre" sempre pronta ad accogliere gli arrampicatori, di tutto il mondo, per passare delle bellissime giornate di allenamento e di prestazioni... a testa in giù.


SCHEDA: la falesia Erto

Condividi questo articolo


CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni