Home page Planetmountain.com
Alexander Megos a Gravere in Val di Susa dopo il suo 9a a-vista, insieme a Pietro Bassotto, Claudia Ghisolfi, Davide Bassotto e Marcello Bombardi
Fotografia di Alexander Megos archive
Melloblocco 2017: Giuliano Cameroni & Alexander Megos
Fotografia di Klaus Dell'Orto / OpenCircle
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Alexander Megos, secondo 9a a-vista con TCT a Gravere

di

Intervista a Alexander Megos che domenica 21 maggio 2017 nella falesia di Gravere ha salito a vista TCT, una via d’arrampicata sportiva gradata 9a. È la seconda via di queste difficoltà che il climber tedesco riesce a salire in questo stile, dopo la storica prima a-vista di un 9a nel 2013.

Domenica scorsa nella falesia di Gravere in Val di Susa Alexander Megos è riuscito a salire a-vista TCT, la via liberata da Stefano Ghisolfi nel 2014 e dedicata al giovane amico Tito Claudio Traversa. Per Megos si tratta del secondo 9a salito nello stile più pulito, dopo la clamorosa salita di Estrado Critico a Siurana nel marzo del 2013 con la quale l’allora 19enne climber tedesco si era imposto sulla scena dell’arrampicata mondiale con la prima salita assoluta di un 9a a-vista. Ricordiamo che oltre a Megos, l’unica altra persona che finora è riuscito a salire un 9a a-vista è Adam Ondra (che ne ha 3 all’attivo), e che attualmente il 9a a-vista è considerato un assoluto limite nell’arrampicata sportiva.


Sono passati quattro anni dal tuo primo 9a a-vista. Ti ha sorpreso la tua salita di TCT?

Sì, anzi, sono passati un po’ di più di 4 anni dalla mia salita a-vista di Estado Critico. L’a-vista su TCT mi ha effettivamente colto di sorpresa. Mentre mi scaldavo non avevo delle buone sensazioni; mi sono scaldato in fretta, non sono entrato nel ritmo giusto e mi dava fastidio il dito che mi sono infortunato tempo fa. Dopo un primo 6c per scaldarmi, ho salito un 8a e poi ho valutato se provare il 9a oppure lasciarlo per un altro giorno. È stata Claudia Ghisolfi a convincermi a tentare. E poi mi sono detto perché no?

Finora avevi sempre pensato che non saresti mai più riuscito a fare un 9a a-vista
Sì, perché non avevo mai avuto la sensazione di scalare ad un livello tale da poter fare un altro 9a a-vista. Certo, adesso come adesso sono più bravo e più forte rispetto a 4 anni fa, ma comunque non avevo mai avuto l'impressione di essere sufficientemente forte per una tale performance.

Invece evidentemente lo sei. Lo sai vero, che TCT è una via particolare qui in Italia?
Sì, lo so che TCT è dedicata a Tito Traversa. Anche se purtroppo non l’ho mai incontrato di persona, lo conoscevo ovviamente per quello che faceva e sono rimasto molto scioccato quando ho saputo della sua morte.

A Siurana 4 anni fa non avevi nessuna pressione. Non eri famoso come oggi, all’epoca nessuno si aspettava un exploit di quel genere da te
È vero, non avevo nessuna pressione. Adesso è un po‘ diverso, naturalmente, ma cerco di avere meno pressione possibile. E domenica ne ho avuta poca. Mi sentivo così debole che non mi aspettavo niente, quindi ero relativamente rilassato.

E com’è andata?
Per la salita mi ci sono voluti circa 10 minuti credo. La prima parte è andata relativamente veloce e senza problemi. Poi c’è un riposo prima dell'ultima parte della via, composta di circa 8 metri strapiombanti, 45 gradi circa, con poche prese ben distanti. Più o meno il mio stile d’arrampicata. Quando sono arrivato in cima al bordo del tetto, non potevo crederci. Poi però mi ci sono voluti altri 2 minuti circa per raggiungere la catena, perché non avevo visto una presa.

Eri al tuo limite?
Ero abbastanza ghisato e fiacco, ma quando ero sulla via no, non ero al mio limite assoluto. Ma la cosa sorprendente è che quella salita mi ha completamente esaurito per il resto della giornata. Ho comunque fatto un altro 8c e un 8c+, ma dopo quella via ero completamente vuoto.

Per arrivare al tuo secondo 9a a-vista, quanto ci hai tentato?
Non ho provato molte vie a-vista devo confessare. Credo che questo sia stato il primo 9a che abbia mai veramente provato a salire a vista. Non è sempre così semplice. In Frankenjura per esempio, dove arrampico abitualmente, è già molto difficile. E se vai da qualche altra parte devi prima trovare un 9a adatto, che idealmente ha già i rinvii su, devi stare bene ed essere preparato mentalmente. Fino ad ora tutte queste cose non hanno mai combaciato contemporaneamente.

Adesso che hai confermato il 9a-vista: qual è il prossimo passo?
Sarebbe salire altri 9a a-vista e poi ad un certo punto, naturalmente, un 9a+. Si vedrà.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Alexander Megos, primo 9a a vista al mondo
25.03.2013
Alexander Megos, primo 9a a vista al mondo
Il 24/03/2013 il 19enne tedesco Alexander Megos ha salito a vista Estado Critico a Siurana in Spagna, diventando il primo climber al mondo a salire una via di 9a in questo stile.
Alexander Megos, l'intervista dopo il primo 9a a-vista mondiale
29.03.2013
Alexander Megos, l'intervista dopo il primo 9a a-vista mondiale
Intervista al 19enne climber tedesco Alexander Megos dopo la storica prima a-vista di una via di 9a, Estado Critico a Siurana.
Alexander Megos ripete Hubble a Raven Tor. L'intervista.
03.06.2016
Alexander Megos ripete Hubble a Raven Tor. L'intervista.
Intervista al climber tedesco Alexander Megos che il 31/05/2016 ha ripetuto Hubble, la prima via d'arrampicata sportiva gradata 8c+, liberata da Ben Moon nel 1990 a Raven Tor, Regno Unito.
Alexander Megos ripete First Round, First Minute 9b a Margalef
02.01.2016
Alexander Megos ripete First Round, First Minute 9b a Margalef
Il 31/12/2015 a Margalef in Spagna Alexander Megos ha effettuato la terza salita del 9b First Round First Minute, dopo Chris Sharma e Adam Ondra. Il 01/01/2016 ha poi salito nella stessa falesia First Ley 9a+ e La Ley Indignata 9a.
Alexander Megos a Margalef veloce 9a+ rotpunkt e 8c+ a-vista
29.11.2015
Alexander Megos a Margalef veloce 9a+ rotpunkt e 8c+ a-vista
A Margalef in Spagna Alexander Megos ha salito in velocità il 9a+ di Demencia Senil e a-vista la via d’arrampicata sportiva Victimes del Passat 8c+.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Vino e cioccolato
    Il 16/05/2021 con Diego Toigo abbiamo ripetuto la via, siamo ...
    2021-05-17 / Santiago Padrós
  • Luce del Primo Mattino
    11 marzo 2021 Jacopo Pellizzari e Francesco Salvaterra. Molt ...
    2021-03-12 / Francesco Salvaterra
  • Vento di passioni
    Una salita dal carattere alpinistico, dove bisogna protegger ...
    2021-03-08 / Francesco Salvaterra