Home page Planetmountain.com
Roger Schaeli sul calcare perfetto di La Vida es Silbar, Eiger
Fotografia di Nicolas Hojac
Sean Villanueva nel suo elemento su La Vida es Silbar, Eiger
Fotografia di Nicolas Hojac
Roger Schaeli sul tiro chiave di 7c+ di La Vida es Silbar, Eiger
Fotografia di Nicolas Hojac
Sean Villanueva e Roger Schaeli dopo la prima salita in giornata di La Vida es Silbar sull'Eiger
Fotografia di Nicolas Hojac

Roger Schaeli, Sean Villanueva sull'Eiger compiono la prima salita in giornata di La Vida es Silbar

di

Dettagli della prima salita in giornata di La Vida es Silba sulla parete nord dell'Eiger in Svizzera, effettuata il 23 luglio da Roger Schaeli e Sean Villanueva O’Driscoll.

Una settimana fa abbiamo riferito di Nina Caprez che insieme ad Aymeric Cloue aveva ripetuto La Vida es Silbar sulla parete nord dell’Eiger, indicando nel nostro report che pochi giorni prima lo svizzero Roger Schaeli e il belga Sean Villanueva O'Driscoll avevano effettuato la prima libera in giornata della stessa via. Ecco che ora sono arrivati i dettagli.

Schaeli e Villanueva si sono legati in cordata, in parte in preparazione per una spedizione himalayana che andranno a fare insieme entro la fine dell'anno, in parte perché Schaeli, da quando aveva realizzato la seconda libera rosso nel 2016 in tre giorni con il Mayan Smith-Gobat, aveva sempre sognato di salire questi 27 tiri e 900m in un solo giorno.

Negli ultimi tre anni Schaeli aveva lavorato considerevolmente la via, poi con Villanueva è partito nelle prime ore del 23 luglio. Sia Schaeli che Villanueva sono riusciti a salire tutti i tiri in libera, con Schaeli che faceva da capocordata su tutti i tiri più difficili, mentre sui tiri facili sono saliti alternando il comando. Raggiunta la cima del pilastro ceco, hanno continuato verso l'alto poiché Villanueva non aveva mai raggiunto la cima dell’Eiger prima. Dopo un freddo bivacco sulla parete sud dell'Eiger e, come da tradizione, una piccola melodia suonata col flauto di Villanueva al mattino, sono scesi a valle.

La Vida es Silbar di Sean Villanueva

Avevamo un incontro importante con amici e sponsor per una spedizione futura. "Riesco a venire, ma se le condizioni sono buone sulla parete nord dell'Eiger, allora dovrò annullare l'incontro e andare a scalare La Vida Es Silbar" ci ha detto Roger.

Ho ammirato il suo impegno per il suo progetto e ho sentito che era qualcosa di molto importante per lui. Aveva lavorato la via per tre anni ed era già riuscito a fare ogni tiro in libera durante una salita di tre giorni con Mayan Smith-Gobat.

Il suo progetto ora era di provare a salire tutta la via in libera in giornata! 900m, 27 tiri. Ci aveva messo molto impegno, imparando tutti i movimenti e preparando la via il più possibile per ottimizzare le sue chance. "È molto difficile avere buone condizioni su questa parete e, contemporaneamente, avere un partner motivato che sia sufficientemente forte."

Poi un giorno ho ricevuto un'e-mail da Roger: "ti piacerebbe scalare La Vida con me questa settimana?". "Fammi sapere dove devo essere e a che ora!" gli ho risposto. Che privilegio salire la mia prima via sulla parete nord dell'Eiger con qualcuno che ci ha passato così tanto tempo da poterla praticamente chiamare casa sua!

C'era molta pressione su di lui, aveva preparato la via, sapeva di poterla fare, le condizioni erano buone e aveva un compagno di cordata, ora doveva solo mettere tutto insieme ed eseguire. Capivo che credeva che non avrebbe avuto molte opportunità come questa.

D'altra parte io non avevo aspettative, ero lì solo per supportare Roger nel suo progetto e, perché no, dare il meglio di me. Non avevo niente da perdere. Era chiaro che Roger conosceva davvero bene tutti i movimenti. Sono rimasto molto colpito da come è riuscito a mettere tutto insieme e a liberare tutti i tiri. Ha urlato le sequenze con la sua energia contagiosa e motivante come se mi stesse guidando col telecomando. Con le sue vibrazioni positive e le mie aspettative pari a zero sono riuscito a salire la via impeccabilmente in libera. Sembrava assolutamente magico. Sicuramente grazie molto ai tre anni di lavoro di Roger! L'arrampicata ha molte sequenze particolari, quindi salire la via a-vista sarebbe stato completamente diverso.

Non è una salita da prendere alla leggera, dato che ha lunghi runout, i tiri difficili sono davvero difficili e quelli "più facili" sono molto seri, con un sacco di roccia friabile e distanze lunghe tra le protezioni. È stata una vera avventura ed una grande giornata in montagna!

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Sull'Eiger Nina Caprez e Aymeric Clouet salgono La Vida es Silbar
07.08.2019
Sull'Eiger Nina Caprez e Aymeric Clouet salgono La Vida es Silbar
Gli alpinisti Nina Caprez e Aymeric Clouet hanno ripetuto 'La Vida es Silbar' sulla parete nord dell'Eiger, Svizzera.
Eiger / Roger Schaeli ripete La vida es silbar sulla parete nord
16.09.2016
Eiger / Roger Schaeli ripete La vida es silbar sulla parete nord
Roger Schaeli, accompagnato da Mayan Smith-Gobat, ha realizzato la probabile seconda salita in libera di 'La vida es silbar' sulla parete nord dell'Eiger, Svizzera. Aperta nel 1998-99 da Daniel Anker e Stephan Siegrist, la linea di 900m è stata liberata nel 2003 da Siegrist e Ueli Steck con difficoltà fino al 7c.
Eiger parete nord: Roger Schaeli apre Airplane Mode
08.11.2018
Eiger parete nord: Roger Schaeli apre Airplane Mode
L'alpinista svizzero Roger Schaeli ha effettuato la prima salita di Airplane Mode, una nuova via d’arrampicata sulla parete nord dell'Eiger.
Odyssee sull'Eiger per Barbara Zangerl e Jacopo Larcher
24.08.2018
Odyssee sull'Eiger per Barbara Zangerl e Jacopo Larcher
Arrampicando rigorosamente dal basso ed in una spinta unica, Barbara Zangerl e Jacopo Larcher hanno ripetuto Odyssee, la difficile via sulla parete nord dell’Eiger completata nel 2015 da Roger Schaeli, Robert Jasper e Simon Gietl.
Esordio sull'Eiger per Barbara Zangerl e Jacopo Larcher
10.08.2018
Esordio sull'Eiger per Barbara Zangerl e Jacopo Larcher
Sulla parete nord dell’Eiger Barbara Zangerl e Jacopo Larcher hanno ripetuto Deep Blue Sea e Magic Mushroom. È la prima volta che i due climbers arrampicano sulla famosa montagna svizzera.
Peter Habeler a 74 anni nuovamente sulla Nord dell'Eiger insieme a David Lama
06.04.2017
Peter Habeler a 74 anni nuovamente sulla Nord dell'Eiger insieme a David Lama
Alpinismo senza tempo: all’età di 74 anni Peter Habeler, uno dei più forti alpinisti di tutti i tempi che nel 1978 aveva salito per primo l’Everest senza ossigeno supplementare insieme a Reinhold Messner, ha ora salito nuovamente la parete nord dell’Eiger. Nel 1974 Habeler aveva segnato un record di velocità sulla via Heckmair proprio con Messner, mentre adesso ha ripetuto la via con un altro alpinista di fama mondiale, il giovane David Lama.
Odyssee, la via più difficile sulla nord dell'Eiger aperta e liberata da Roger Schaeli, Robert Jasper e Simon Gietl
25.09.2015
Odyssee, la via più difficile sulla nord dell'Eiger aperta e liberata da Roger Schaeli, Robert Jasper e Simon Gietl
Un trio internazionale composto da Roger Schäli (Svizzera), Robert Jasper (Germania) e Simon Gietl (Italia) ha aperto e liberato Odyssee (8a+, 1400m), una impegnativa via d’arrampicata che forse si attesta come la più difficile della parete nord dell' Eiger in Svizzera.
Eiger, prima libera della Piola - Ghilini Direttissima per Jasper e Schäli
28.08.2013
Eiger, prima libera della Piola - Ghilini Direttissima per Jasper e Schäli
Il 2 agosto Roger Schäli e Robert Jasper hanno effettuato la prima libera della Piola - Ghilini Direttissima (1400 m, 7c) sulla parete nord dell'Eiger.
Eiger Parete Nord, Paciencia per MacLeod e Muskett
21.08.2013
Eiger Parete Nord, Paciencia per MacLeod e Muskett
I due climbers britannici Dave MacLeod e Calum Muskett hanno ripetuto la via Paciencia (8a, 900m) sulla parete nord dell'Eiger.
Eiger Parete Nord, Direttissima dei Giapponesi liberata da Jasper e Schäli
18.09.2009
Eiger Parete Nord, Direttissima dei Giapponesi liberata da Jasper e Schäli
Il tedesco Robert Jasper e lo svizzero Roger Schäli hanno realizzato la prima libera della famosa "Via dei giapponesi" sulla parete nord dell'Eiger. La via è stata liberata superando difficoltà in libera fino all' 8a e una vera avventura alpinistica.
Stephan Siegrist libera Magic Mushroom sulla nord dell'Eiger
25.06.2009
Stephan Siegrist libera Magic Mushroom sulla nord dell'Eiger
L'alpinista svizzero Stephan Siegrist ha realizzato la prima libera della via "Magic Mushroom" sulla parete nord dell'Eiger. La via era stata aperta nel 2007 da Roger Schäli e Christoph Hainz sul lato ovest della parete nord e sale con 21 tiri fino in cima al caratteristico fungo a 3219m.
Dean Potter: FreeBASE sull'Eiger
19.08.2008
Dean Potter: FreeBASE sull'Eiger
Il 6/08 il climber statunitense Dean Potter realizza la prima FreeBASE di Deep Blue Sea (Eiger, 5.12+/7b+) salendo senza corda ma con un paracadute da base jump sulle spalle.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock
  • Sperone ovest Via Maffei - Violi
    Confermo quanto detto da Salvaterra: splendida arrampicata d ...
    2019-07-15 / Michele Lucchini
  • Bastava un Piumino
    Dopo aver sentito che Andrea Simonini e Gianluca Bellamoli h ...
    2016-08-03 / Giuliana Steccanella
  • Bastava un Piumino
    Seconda ripetizione con Tommy Marchesini e Tommy Dezuani 30/ ...
    2016-08-01 / Michele Lucchini
  • Vento di passioni
    Leggo solo oggi la replica l mio commento sulla via Vento di ...
    2016-03-07 / oscar meloni