Home page Planetmountain.com
Luca Schiera durante l'apertura di Maracaibo sul Cerro Pollone in Patagonia
Fotografia di Matteo Della Bordella
Matteo Della Bordella inizia ad aprire Maracaibo sul Cerro Pollone in Patagonia il 25/01/2017
Fotografia di Luca Schiera
Luca Schiera e Matteo Della Bordella durante l'apertura di Maracaibo sul Cerro Pollone in Patagonia
Fotografia di Matteo Della Bordella
Il tracciato della Maracaibo (300 m, 7a/C1, Matteo Della Bordella, Luca Schiera 25/01/2018) sul Cerro Pollone in Patagonia
Fotografia di Matteo Della Bordella, Luca Schiera

Patagonia: Matteo Della Bordella e Luca Schiera aprono Maracaibo sul Cerro Pollone

Sulla parete nordovest del Cerro Pollone in Patagonia Matteo Della Bordella e Luca Schiera hanno aperto Maracaibo, una nuova via d’arrampicata di 300 metri gradata 7a/C1.

I Ragni di Lecco continuano a tessere nuove linee in una delle zone predilette per l’alpinismo mondiale, ovvero la Patagonia dove dopo la tanto tanto attesa finestra di bel tempo il 25 gennaio Matteo Della Bordella e Luca Schiera sono riusciti ad aprire una nuova via sulla parete nord ovest del Cerro Pollone (2600 m). Della Bordella - in Patagonia per l’ottavo anno di fila - e Schiera hanno salito 300 metri di via nuova e a causa del forte vento hanno optato per un lungo rientro notturno fino al paese di El Chalten, 24 ore dopo essere partiti dalla loro tenda. La nuova via si chiama Maracaibo (300 m, 7a/C1) e pubblichiamo di seguito l'inedito racconto di Della Bordella. Ricordiamo che nel 2013 la stessa cordata era riuscita a concludere una nuova via sulla parete Ovest della Torre Egger.


Cerro Pollone parete Nord Ovest - Maracaibo di Matteo Della Bordella

Prima parte di viaggio ormai quasi conclusa per me e Luca Schiera, qui in Patagonia. Dopo un primo sopralluogo fino al ghiacciaio Marconi Sud per depositare il materiale, abbiamo avuto a disposizione un’unica finestra di bel tempo di circa due giorni per poter arrampicare.

In realtà durante il primo di questi due giorni non abbiamo potuto fare altro che contemplare questi colossi di granito scrollarsi di dosso il loro strato di ghiaccio e neve accumulatasi dopo tanto brutto tempo. Noi da soli, a goderci questo spettacolo della natura, con il grande muro del Piergiorgio e le pareti del Pollone di fronte, in questo angolo di Patagonia poco battuto dagli alpinisti. E’ stato bello prendersi ogni tanto del tempo per contemplare la bellezza di questi luoghi, dove abitualmente ti muovi sempre di corsa.

Il secondo giorno le pareti si sono un po’ pulite dalla neve e dal ghiaccio, ed è arrivato il momento anche per noi di provare ad arrampicare. Abbiamo scelto come obiettivo la parete Nord-Ovest del Cerro Pollone: un’estetica onda di granito, che nella mia fantasia per qualche motivo vedevo come una sorta di "spiaggia verticale", sulla quale, stranamente correva solo un itinerario aperto da Gregory Crouch e Jim Donini nel 1999, che sale l’estetico spigolo di destra.

Partiti il 25 gennaio prima dell’alba, abbiamo raggiunto la base della parete intorno alle 7, ma abbiamo preferito attendere un po’ prima di attaccare la via a causa delle temperature rigide. Avendo una scelta molto ampia di linee da salire a disposizione, abbiamo optato per quella che ci sembrava la più diretta ed attraente. Così verso le 9 è iniziata la scalata vera e propria, che si sviluppa sempre su diedri e fessure, dapprima un po’ appoggiati, poi man mano più verticali e strapiombanti, data la conformazione della parete "ad onda".

Io e Luca ci siamo alternati al comando per 7 tiri di roccia alcuni dei quali davvero entusiasmanti, altri invece un po’ bagnati, fino a quando circa 50 metri sotto la cresta terminale, abbiamo iniziato ad incontrare roccia di colore rossastro di pessima qualità. Poco prima della fine della parete abbiamo optato per un traverso pendolo verso destra che ci permettesse di tornare sul granito compatto ed in breve raggiungere la cresta finale.

Una volta raggiunta quest’ultima, siamo stati accolti da raffiche di vento sempre più potenti e dal brutto tempo che ormai era alle porte. Come già mi è accaduto altre volte in Patagonia, abbiamo optato per una discesa a piedi sull’altro versante della montagna, piuttosto che rischiare la discesa in corda doppia sulla linea di salita (che sarebbe stata da attrezzare). E’ iniziato così il lungo rientro a piedi dalla via normale al Pollone, che attraverso l’Hombre Sentado, e il paso del Cuadrado, ci ha condotto alla Piedra del Fraile e quindi al paese di El Chalten, che abbiamo raggiunto 24 ore dopo essere partiti dal nostro campo.

Ora abbiamo ancora qualche giorno di brutto tempo da passare a El Chalten, poi inizia sia per me che per Luca la seconda parte di spedizione. Luca sarà raggiunto da un altro ragno, Paolo Marazzi, ed andranno verso le Torri del Paine; mentre io mi unirò a Silvan Schüpbach, con l’obiettivo di scalare il Cerro Riso Patron. Insomma il viaggio è ancora lungo e questa gran bella avventura al Cerro Pollone ci auguriamo che sia la prima di altre che arriveranno a breve!

Matteo Della Bordella – Ragni di Lecco

MARACAIBO
M. Della Bordella, L. Schiera 25/01/2018
300m 7a/C1 fino alla cresta finale
1 nut lasciato in via

Info: www.ragnilecco.com, FB Matteo Della Bordella

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Parete Ovest della Torre Egger, prima salita per Della Bordella e Schiera
04.03.2013
Parete Ovest della Torre Egger, prima salita per Della Bordella e Schiera
Sabato 2 marzo, Matteo Della Bordella e Luca Schiera hanno aperto una nuova via che per la prima volta sale la parete Ovest della Torre Egger (Gruppo del Cerro Torre, Patagonia).
Patagonia, invernale solitaria di Markus Pucher sul Cerro Pollone
21.09.2016
Patagonia, invernale solitaria di Markus Pucher sul Cerro Pollone
Intervista all’alpinista austriaco Markus Pucher dopo la salita solitaria invernale del Cerro Pollone in Patagonia.
Cerro Torre, la Via dei Ragni ed una Patagonia sempre più gettonata
04.01.2013
Cerro Torre, la Via dei Ragni ed una Patagonia sempre più gettonata
Notizie dalla Patagonia: 48 alpinisti in cima al Cerro Torre lungo la Via dei Ragni, sulla stessa via è stata aperta anche una nuova variante finale: la Directa Huarpe, dal gruppo del Cerro Pollone, invece, arriva la grande cavalcata di cresta dei giapponesi Jumbo Jokoyama e Ryo Masumoto.
Cerro Pollone Est, prima salita in Patagonia per Kauffman e Toman
21.01.2011
Cerro Pollone Est, prima salita in Patagonia per Kauffman e Toman
All'inizio di gennaio 2011 gli alpinisti statunitensi Neil Kauffman e Jim Toman hanno effettuato la prima salita del Cerro Pollone Est in Patagonia aprendo Re Puesto! (800m, V 5.10 A1).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock