Home page Planetmountain.com
Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè il 08/04/2017 durante la prima salita di 'Magic Line' sulla parete nord del Monte Foscagno (Alpi Retiche)
Fotografia di Eraldo Meraldi, Stefano Bedognè
Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè il 08/04/2017 durante la prima salita di 'Magic Line' sulla parete nord del Monte Foscagno (Alpi Retiche)
Fotografia di Eraldo Meraldi, Stefano Bedognè
Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè il 08/04/2017 durante la prima salita di 'Magic Line' sulla parete nord del Monte Foscagno (Alpi Retiche)
Fotografia di Eraldo Meraldi, Stefano Bedognè
Magic Line sulla parete nord del Monte Foscagno (Alpi Retiche), salita il 08/04/2017 da Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè
Fotografia di Eraldo Meraldi, Stefano Bedognè
INFORMAZIONI / informazioni e collegamenti:

Monte Foscagno Magic Line, nuova via di misto in Alta Valtellina di Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè

di

Alpinismo: il 08/04/2017 la Guida Alpina Eraldo Meraldi di Valfurva e Stefano Bedognè di Bormio hanno effettuato la salita di Magic line (400 m - III, M4, neve max 60°), una nuova via di misto sulla parete nord del Monte Foscagno (Vallaccia Corta, Valdidentro, Alpi Retiche).

Sulla parete nord del Monte Foscagno (3059 m) in Vallaccia Corta una nuova via di salita si va ad aggiungere alle precedenti aperte sull’avancorpo nord-est. "Magic line" è una linea diretta ed estetica dove l’espressione alpinistica raggiunge quell’armonia di movimenti da sempre ricercati da chi va per montagne. Non è certamente una passeggiata ma nemmeno una salita estrema; qui si fondono il piacere della salita tecnica e l’ambiente che solo le pareti nord possono offrire.

Guida Alpina Eraldo Meraldi

Magic line di Stefano Bedognè

Una linea magica in una valle magica, là dove i sognatori ed i conquistatori del nulla hanno ancora spazio per immaginare e tracciare estetiche ed intriganti linee su per le montagne, tra neve, bancate rocciose, creste, crinali, canali ed avvallamenti. Proprio là, tra quelle montagne, inumidito dalla fredda brezza dell’aurora, riscaldato dai caldi colori del tramonto o accecato dalla lucentezza del mezzodì, l’occhio ceruleo del "Don Chisciotte" alpinista furvese riesce a vedere quei segnali che si trasformeranno prima in linee immaginarie, poi in sogni ed infine in appassionanti emozioni.

"Magic line" è l’ultima di quelle vie a lungo immaginate ed inseguite in quella vallata, già tentata in solitaria e non conclusa al primo tentativo per colpa di una placca rocciosa che seppur alta solo una decina di metri, rimane troppo lunga e tecnica da affrontare senza alcuna protezione per chi a casa, tra le braccia delle sue dolci donne ha già trovato l’essenza della vita.

Ogni alpinista vive però anche un amore segreto con la montagna, un amore diverso da quello che si prova tra esseri umani, diverso nelle forme, nei colori, diverso in tutto ma alla fine cosi uguale. La montagna è quell’amica che sa scaldarti il cuore nel mezzo di una tormenta, sa farti piangere di gioia e di dolore, sa regalarti un arcobaleno in un giorno di tempesta, sa farsi a lungo desiderare prima di lasciarti salire. La montagna non si dà pienamente a quegli occhi e a quei cuori che non son preparati ad accogliere i suoi segreti. La montagna è la, sempre uguale ma ogni giorno diversa.

Tra quelle montagne, pazzi e sognatori a volte si incontrano condividendo pensieri, emozioni, gioie, tristezze, storie di vita e storie di montagna. La tra quelle valli non di rado nascono forti legami per i quali pochi sguardi valgono più di mille parole.

E’ cosi che quando "Don Chisciotte" chiama, il suo fedele scudiero "Sancho Panza", senza fare domande predispone il suo zaino e si prepara, al fianco del suo cavaliere, ad inseguire nuovi mulini a vento, nuovi panorami, colori ed emozioni.

I due affiatati compagni, con "Don Chisciotte" sempre avanti ad indicar la strada, hanno salito questa nuova splendida linea sul monte Foscagno, tra ripidissimi pendii nevosi e brevi bancate rocciose. Arrivati in vetta, in una splendida giornata di sole, tutte le emozioni si sono condensate in uno sguardo ed una stretta di mano. "Magic line", la linea magica, si è conclusa con un semplice grazie tra tre amici e leali compagni di gioco. La magia, anche per oggi si è conclusa ricordandoci che là in fondo, nelle nostre valli, ci aspetta la vita reale.

Al mio Amico Eraldo, il "Don Chisciotte" delle montagne
Stefano Bedognè

Monte Foscagno - Alpi Retiche - Gruppo della Cima Piazzi - Catena del Pradisino "Magic line" - 400 m - III, M4, neve max 60°.
RELAZIONE TECNICA
ACCESSO STRADALE:
da Bormio per Livigno passando i paesi di Isolaccia, Semogo e le Baite di Arnoga. Dopo aver superato la seconda galleria si posteggia nell’ampio parcheggio sulla destra, oppure si continua fino alla semicurva all’entrata della Vallaccia Corta dove ci sono un paio di posti per parcheggiare.
ACCESSO: si entra in Vallaccia Corta passando a destra dell’evidente vallo paravalanghe e si prosegue passando dopo circa 300 metri sul lato destro idrografico. Si risale un breve tratto ripido portandosi così in un ampio pianoro. Si prosegue gradualmente verso destra risalendo nel tratto finale un ripido canale, giungendo così sull’anfiteatro della vallata. Ci si porta verso la direttiva della parete nord del monte Foscagno e si va a salire il ripido pendio finale che porta alla base della parete (1.15 – 1.30 h).
MATERIALE: corda 60 m, ramponi, 2 piccozze, casco, set di friend dal 0.3 al 4 BD, cordini e fettucce.
DISLIVELLO: 260 m, SVILUPPO: 400 m, ESPOSIZIONE: N
ITINERARIO: 1: canale nevoso - 45-60° - 150 m 2: risalto roccioso - M3, - 10 m 3: canale nevoso - 45-60° - 80 m 4: risalto roccioso misto neve - M4 - 20 m 5: canale nevoso diagonale - 45-50° - 40 m 6: risalto roccioso misto neve, canale nevoso - M3 – 45° - 50 m 7: canale nevoso, cresta 35-40° - 50 m
DISCESA: dalla vetta sommitale scendere in direzione est lungo un ripido canale nevoso fino alla sella, da qui lungo l’evidente canale si ritorna alla base della parete.

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
L’eterna giovinezza, nuova via alpinistica sul Monte Foscagno in Alta Valtellina
03.04.2017
L’eterna giovinezza, nuova via alpinistica sul Monte Foscagno in Alta Valtellina
Il report di Eraldo Meraldi e Lorenzo Giacomelli che, nel maggio del 2016, sull’avancorpo NE del Monte Foscagno in Vallaccia Corta, Alta Valtellina (SO), hanno aperto L’eterna giovinezza, una nuova via alpinistica di misto.
Vallaccia Corta, nuova via sul Monte Foscagno per Meraldi e Bedognè
01.02.2016
Vallaccia Corta, nuova via sul Monte Foscagno per Meraldi e Bedognè
Sull'avancorpo nord-est del Monte Foscagno in Vallaccia Corta - Alta Valtellina, la Guida Alpina Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè hanno aperto Nice to have met you, una nuova via alpinistica di misto gradata M4/5, 40-50°, III, 450m.
Monte Foscagno, nuova via di misto di Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè
05.04.2015
Monte Foscagno, nuova via di misto di Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè
Il 13/03/2015 la Guida Alpina Eraldo Meraldi e Stefano Bedognè hanno effettuato la salita di una nuova via di misto sull’avancorpo nord-est del Monte Foscagno (Alpi Retiche) - Di mamma ce n’è una sola (280m, III, M6, neve max 60°). Il report di Eraldo Meraldi.
Dossaccio, alpinismo invernale in Alta Valtellina
02.03.2015
Dossaccio, alpinismo invernale in Alta Valtellina
La Guida Alpina Eraldo Meraldi presenta Monte Dossaccio (2816m), nella zona del Passo del Foscagno verso Livigno e le sue vie alpinisitiche.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock