Home page Planetmountain.com
Corrado De Monte: La festa di Icaro e il grande abbraccio - Sass Dlacia 2013
Fotografia di Michele Galli
Corrado De Monte, per tutti Icaro, a Ladakh
Fotografia di Karin Pizzinini
Icaro Corrado De Monte
Fotografia di Arch. Associaz. E. Boegan
Corrado "Icaro" De Monte circondato da giovani sciatori a Livigno durante una Skieda
Fotografia di archivio Cristina Gravina

Icaro - Wish You Were Here

di

Per commemorare Icaro Corrado De Monte, scomparso nel 2013, ad agosto gli amici Marcello Cominetti e Thomas Kostner hanno suonato Wish You Were Here dei Pink Floyd nella suggestiva conca del Vallon nel gruppo del Sella, Dolomiti. Il ricordo di Cominetti.

In piena era "social" è facile confondere l’amicizia con quell’antico sentimento che corrisponde a quello stesso nome riportato, però analogicamente, tra le persone. Il nostro amico Icaro De Monte se n’è andato nel 2013 mentre scalava le rocce della Moiazza facendo la guida alpina. E’ nato in seguito per volere della sua compagna Karin Pizzinini il Progetto Icaro che tra l’altro si è occupato di istituire dei veri corsi di sicurezza sulla neve per ragazzi e adulti tenuti da guide alpine e alpinisti a titolo volontario.

Non è un necrologio quello che vorrei scrivere, per carità, ma il plauso a Icaro per essere riuscito a tenere intorno a sé tanti amici, suoi e che lo sono diventati in seguito tra di loro. Icaro ha lasciato il segno in ogni posto dov’è stato e tutti se lo vogliono ricordare, e per farlo stanno spesso insieme usandolo come collante umano al pari del buon vino e forse anche di più.

Peccato che lui non lo sappia, o forse sì, chissà. Io non sono credente ma penso che la suggestione di ognuno di noi, se ben motivata, riesca a vedere oltre la vita terrena, perché quel giorno sul prato del Sas Dlacia nel 2013, quando ci siamo riuniti per dargli il saluto come avrebbe voluto lui, cioè facendo una grande festa multicolore, scassata ma sentitissima, ho sentito qualcosa che non avevo mai sentito.

C’è una bellissima foto che lo documenta con tutti noi riuniti in un grande cerchio a mo’ di gigantesco girotondo, ma nella perfezione estetica di quell’immagine non si può provare quello che ognuno quel pomeriggio ha sentito. O almeno, io l’ho sentito.

Abbiamo fatto ogni estate una festa nello stesso luogo, sotto il sole, le nuvole e anche la pioggia ma quest’anno, puttana eva, non ce la siamo sentita di ammassarci (sì perché a noi amici di Icaro piace toccarci, baciarci e abbracciarci quando ci vediamo) su quel solito prato dolomitico perché il Coronavirus stava in agguato tanto quanto le forze dell’ordine e quindi la festa è saltata. Poi uno zoccolo duro di fedelissimi si è incontrato furtivamente lo stesso sul prato del girotondo gigantesco, ma ufficialmente la solita festa affollata non c’è stata. Mancavano in molti, proprio per il motivo di prima.

In Himalaya, in Patagonia, sulle colline toscane, nelle voragini sarde, nei sotanos messicani, negli abissi del Marguareis, tra le Dolomiti, sulla costiera triestina, nelle doline del Canin, sullo Stromboli, e l’elenco di luoghi potrebbe continuare a lungo, per molti Icaro circola ancora materializzandosi anche in più posti contemporaneamente, cosa che gli riusciva anche prima. Stavolta me lo voglio ricordare mentre David Gilmour (chitarrista dei Pink Floyd) gli stringe la mano per l’ottimo lavoro svolto dopo il montaggio del palco galleggiante del concerto di Venezia nel 1989.

Visto che l’aspetto positivo dei social è quello di poter raggiungere comunque anche tutti gli amici di Icaro, abbiamo pensato (Thomas Kostner e il sottoscritto) di fare qualcosa di grottescamente commemorativo, salendo a piedi all’alba di un giorno d’agosto su una cima appena sopra casa. Tanto per avvicinarci di più al sole come quell’Icaro disubbidiente figlio di Dedalo.

Le nostre chitarre un po’ scordate dallo sbalzo termico tra l’alba e il primo sole e la mia voce, non di certo da palco di velluto e luccichini, hanno dato senza pretese quello che potevano ma il lungo momento è stato magico anche per le rocce. Matteo Agreiter ha registrato e poi montato le immagini che seguono, e, perdonaci Karin, ma "It’s only rock and roll, but I like it" e so che capisci. 

di Marcello Cominetti

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Ciao Icaro
13.08.2013
Ciao Icaro
Il 12/08/2013 Corrado De Monte per tutti Icaro, alpinista, speleologo, guida alpina, è scomparso precipitando mentre andava all'attacco della Torre Iolanda in Moiazza (Dolomiti). Era nato a Trieste 53 anni fa ed era uno dei personaggi più conosciuti nel mondo dell'alpinismo e dell'arrampicata.
Una festa per Icaro
17.08.2013
Una festa per Icaro
Il 22 agosto a Sass Dlacia, San Cassiano, la festa per Corrado "Icaro" De Monte, tragicamente scomparso il 12/08/2013 mentre andava all'attacco della Torre Iolanda in Moiazza (Dolomiti). E per chi non potrà partecipare, ci sarà contemporaneamente il Icaro's world party.
Il Progetto Icaro e la tappa delle Cinque Torri
17.12.2013
Il Progetto Icaro e la tappa delle Cinque Torri
Il report di Karin Pizzinini della tappa nelle Cinque Torri (Dolomiti) del Progetto Icaro, il terzo appuntamento dell'iniziativa nata da un'idea di Corrado "Icaro" De Monte per sensibilizzare i giovani sulla sicurezza in montagna.
Progetto Icaro: la festa nelle Dolomiti e le tappe di Madesimo, Tonale e Livigno
18.08.2015
Progetto Icaro: la festa nelle Dolomiti e le tappe di Madesimo, Tonale e Livigno
Sabato 22 agosto a Sas Dlacia, San Cassiano, Dolomiti, si terrà la festa di Corrado “Icaro” De Monte. Un buon motivo per ripercorrere le ultime tre tappe del Progetto Icaro dell’inverno passato e per guardare alla prossima stagione. Di Karin Pizzinini.
Progetto Icaro 2016, grande successo per le prime 5 tappe
05.04.2016
Progetto Icaro 2016, grande successo per le prime 5 tappe
Il report di Karin Pizzinini delle prime cinque tappe del Progetto Icaro 2016 l'iniziativa nata da un'idea di Corrado Icaro De Monte per sensibilizzare i giovani sulla sicurezza in montagna. Attualmente alla Skieda di Livigno si sta svolgendo la 6° tappa, mentre domenica 10 aprile al Tonale si svolgerà la 7° tappa.
Progetto Icaro 2017, il report della prima tappa di Alagna
17.01.2017
Progetto Icaro 2017, il report della prima tappa di Alagna
Il report di Isabella Gonnet della prima tappa del Progetto Icaro per sensibilizzare i giovani sull’attività dello sci freeride fuori pista e sulla sicurezza in montagna, tenutasi il 29/12/2016 sui pendii di Alagna.
Progetto Icaro 2020, l'inverno prossimo arriverà sicuramente.
27.03.2020
Progetto Icaro 2020, l'inverno prossimo arriverà sicuramente.
Il report di Karin Pizzinini sull’unica tappa dell’inverno 2019/2020 del Progetto Icaro 2020, l'iniziativa nata da un'idea di Corrado Icaro De Monte per sensibilizzare i giovani sulla sicurezza in montagna. L’evento si è tenuto a Canazei (Val di Fassa, Dolomiti) il 18 gennaio.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock