Home page Planetmountain.com
Federica Mingolla sale il nono tiro di Monster sulla Becca di Verconey, durante la prima libera e prima invernale insieme a Matteo Giglio
Fotografia di Matteo Giglio
Federica Mingolla, Matteo Giglio durante la prima libera e prima invernale della via Monster, Becca di Verconey
Fotografia di Matteo Giglio
Federica Mingolla sul traverso dell'ottavo tiro della via Monster, Becca di Verconey, liberata in prima invernale insieme a Matteo Giglio
Fotografia di Matteo Giglio
Matteo Giglio e Federica Mingolla, autoscatto in vetta di Becca di Verconey dopo la prima libera e prima invernale della via Monster
Fotografia di Matteo Giglio

Federica Mingolla e Matteo Giglio, prima invernale e prima libera di Monster sulla Becca di Verconey

di

Sulla Becca di Verconey in Valgrisenche Federica Mingolla e Matteo Giglio hanno effettuato la prima invernale e prima libera di Monster (350 m, ED+, 8a max, 7a obbl.). Il report di Giglio.

Monster è una via di arrampicata sportiva interamente attrezzata a fix inox che avevo aperto a più riprese dal basso nel 2006. Si trova in Valgrisenche, sul versante Ovest della Becca di Verconey a circa 2600 metri di quota. Purtroppo questo itinerario non ha mai riscosso grande successo; conta infatti 5 ripetizioni conosciute in 12 anni... Motivo di tale disinteressamento è da ricercarsi principalmente nello standard non proprio safe &  plaisir dell'arrampicata, per quanto - a tratti - si svolga su roccia molto compatta e di qualità. Il materiale fisso in parete è comunque tanto: 110 fix, soste comprese, che dovrebbero garantire una progressione assai serena, anche se è meglio non cadere in certi tratti più facili.

Una via sportiva - quindi - ma dal carattere alpinistico, destinata ad alpin-climbers appassionati e con un buon livello tecnico. Il filtro più importante è situato piuttosto in alto, al decimo tiro. Andrea Roasio aveva provato qualche anno fa a salire in libera questa lunghezza ma era stato respinto da un fix che non si lasciava addomesticare. Difficile trovare qualcuno (forte) disposto a provare i movimenti dopo ore di scalata nella parte bassa e con la cima ormai in vista...

L'occasione, come sempre per caso, si è presentata in questo inverno pazzerello senza neve e con temperature piuttosto miti. Sapevo che l'asso nella manica da giocare sarebbe stata la giovane Federica Mingolla che su quel tipo di scalata va a nozze. Il fatto poi che stesse intraprendendo il percorso formativo per diventare guida alpina non mi ha fatto dubitare sulla sua motivazione alla mia proposta di andare in queste corte giornate invernali. Ha solo storto un po' il naso sull'orario di ritrovo, 8.30 ad Arvier ("poi non ho tempo di provare il tiro duro" è stato giustamente il suo pensiero). Dopo i festeggiamenti del 31 dicembre però sarebbe stato contro natura trovarsi ad un orario antelucano!

L'avvicinamento è stato fortunatamente assai rapido grazie al manto nevoso piuttosto compatto che ci ha evitato di portare gli sci. Primi tiri all'ombra (Ovest), freddo sopportabile. Al sole, temperature quasi estive. Sono bastati tre giri (sarebbero stati solo due senza la rottura di una presa) a Federica per venire a capo della soluzione: due passi molto difficili di dita ma soprattutto di equilibrio e posizionamento seguiti da una sezione più facile ma ancora da scalare correttamente per non rischiare di cadere.

Con circa un'ora e mezza di luce abbiamo percorso le ultime due lunghezze e siamo poi scesi velocemente in doppia lungo la parete utilizzando una linea "privata" di calate, volutamente non pubblicizzata in quanto - in condizioni normali - è molto più logico scendere a piedi lungo il percorso indicato in relazione.

di Matteo Giglio



Matteo ringrazia: CAMPSCARPA, Blue Ice, Edelweiss, Montura, Salice
Federica ringrazia: La SportivaPetzl, adidas eyewear

Link: matteo-giglio.blogspot.itFB Matteo Giglio, FB Federica Mingolla

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Burian in Valle di Cogne, nuova via di misto per Matteo Giglio e François Cazzanelli
09.03.2018
Burian in Valle di Cogne, nuova via di misto per Matteo Giglio e François Cazzanelli
Il report di Matteo Giglio che sul Paretone di Chevril in Valle di Cogne, Valle d'Aosta, ha aperto insieme a François Cazzanelli una nuova via di ghiaccio e misto chiamata Burian (150 m, WI5 R M8).
Valgrisenche, proposte per l’arrampicata
11.10.2007
Valgrisenche, proposte per l’arrampicata
Matteo Giglio presenta tre nuove vie multi-pitch e una falesia che sono andate ad impreziosire il “campo di gioco” della Valgrisenche.
Federica Mingolla sbarca sulle big wall dello Yosemite
23.11.2018
Federica Mingolla sbarca sulle big wall dello Yosemite
Il report di Federica Mingolla del suo primo viaggio arrampicata nella Yosemite Valley, USA, insieme ad Andrea Migliano
Federica Mingolla in Valle dell’Orco libera KTM sulla Parete del Sergent
16.10.2018
Federica Mingolla in Valle dell’Orco libera KTM sulla Parete del Sergent
Il report di Federica Mingolla che in Valle Orco ha liberato KTM, un vecchio tiro chiodato nel 2001 da Giovannino Massari sulla Parete del Sergent ed ora gradato 8a+. La via d’arrampicata si aggiunge ad un altro monotiro dello stesso grado e sulla stessa parete liberato dalla climber torinese esattamente un anno fa: Occhi Nuovi.
Federica Mingolla nel massiccio del Monte Bianco trova L'isola che non c’è
17.09.2018
Federica Mingolla nel massiccio del Monte Bianco trova L'isola che non c’è
Il report di Federica Mingolla che insieme a Gabriele Carrara ha aperto L'isola che non c’è, una nuova via d’arrampicata sull’Aiguille Croux sopra la Val Veny nel massiccio del Monte Bianco.
Coffee Break Interview: Federica Mingolla / Nina Caprez
20.12.2017
Coffee Break Interview: Federica Mingolla / Nina Caprez
Seconda puntata del progetto Coffee Break Interview di Daniela Zangrando per esplorare sogni, desideri e limiti dei protagonisti dell'arrampicata e dell'alpinismo. Le protagoniste di questa settimana sono le climber ed alpiniste Federica Mingolla e Nina Caprez.
Federica Mingolla e il Pesce in Marmolada: l’intervista dopo la prima femminile da capocordata
19.07.2016
Federica Mingolla e il Pesce in Marmolada: l’intervista dopo la prima femminile da capocordata
Domenica 17 luglio 2016 la climber torinese Federica Mingolla ha salito in libera la celebre via Attraverso il Pesce sulla parete sud della Marmolada. Si tratta con tutta probabilità della prima libera femminile da capocordata. La salita è stata effettuata, con Roberto Conti, in 18 ore e 27 minuti.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • L'uomo Volante
    Il 10 giugno 2017, insieme all'amico Michele, decidiamo di r ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • Gallo George
    Il 16 luglio 2016, invogliati dalla relazione, ci siamo avve ...
    2017-07-12 / Enrico Maioni
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra