Home page Planetmountain.com
Adriano Adriano in apertura sulla Giorda Trombetta alla Rocca dell'Ulivo (Toirano)
Fotografia di Andrea Giorda
Adriano Trombetta sui muri spettacolari della Giorda Trombetta
Fotografia di Andrea Giorda
Adriano Trombetta a Toirano alla base della Giorda Trombetta (GT)
Fotografia di Andrea Giorda
Andrea Giorda in apertura sulla Giorda Trombetta alla Rocca dell'Ulivo (Toirano)
Fotografia di A. Trombetta

Adriano Trombetta: portatore sano di entusiasmo

di

Un vecchio video di arrampicata all'Orrido di Chianocco in Valle di Susa dà modo di ricordare Adriano Trombetta e il suo instancabile entusiasmo per tutto quello che gli stava attorno. Di Andrea Giorda.

Confessiamolo, anche chi si sente più attrezzato e ottimista in questo periodo è vittima di una sottile depressione. L'inattività ci spinge a frugare nei ricordi e nelle cose che ci hanno reso felici, sentiamo il bisogno di essere rincuorati dal passato per guardare al futuro.

Per caso mi sono imbattuto in questo video che è pura energia positiva, come solo Adriano Trombetta sapeva esprimere con i suoi amici. Il luogo è l'Orrido di Chianocco, uno dei gioielli più nascosti della Valle di Susa. L'ambiente è straordinario e l'arrampicata fatta spesso di lanci su monoditi e biditi è molto selettiva.

Ma il tema di questo video non è certo la difficoltà e tantomeno la prestazione. Questo breve filmato amatoriale, montato magistralmente da Michele de Caro, mette in luce la capacità di Adriano di condividere il suo entusiasmo strabordante con chi gli stava intorno.

Adriano aveva invitato quel giorno due ragazzi giovanissimi, Riccardo e Michele, Michele Amadio oggi una delle più forti guide della Valle d'Aosta, sposato con una Blanc e papà di un bambino. Miky era giovanissimo e già un grande talento, il Tromba (così chiamavamo Adriano) aveva voluto invitare anche me che ero già intorno ai 50 anni e non proprio a mio agio su quel tipo di scalata.

Con Adriano in quel periodo condividevamo grandi aperture in montagna dal Becco di Valsoera (Stairway to Heaven) al Monte Castello e aveva un grande rispetto per le mie vecchie vie aperte tra la fine degli anni '70 e gli anni 80 come Sturm und Drang o Aldebaran.

Era assetato di storie, racconti, voleva sapere tutto anche su come avevo scoperto la fessura Sitting Bull, sua vera ossessione tanto da aprire vicino altre linee trad come Shitting Bull. E credo che fu lui il giustiziere misterioso che schiodò gli spit che qualcuno aveva messo sul mio Diedro Atomico in Valle dell'Orco aperto nel 1979.

Spesso si vestiva con un maglione peruviano come aveva visto nelle foto di Gian Carlo Grassi, un po' invidiava chi come noi aveva vissuto il periodo pionieristico e la scoperta della Valle dell'Orco e delle altre valli torinesi.

Nel video si vede bene come curi i ragazzi e anche me (!), che potrei essere suo padre, con lo stesso zelo e passione. Per lui la condivisione con le persone che stimava era fondamentale, era un generoso contagioso. L'Orrido di Chianocco era un gioiello dimenticato e lui richiodò i vecchi itinerari e ne fece di nuovi diventando il suo regno.

Lungi dal farne un santo, i suoi pregi erano tanti almeno quanti i suoi lati, diciamo critici. Non era diplomatico e questo gli costò un sacco di problemi nel mondo della scalata ma non solo. Proprio qui a Chianocco si scontrò con le maestranze del Parco, che caso più unico che raro pagarono una guida per schiodargli tutte le vie! Nulla valse che il Parco a sue spese avesse realizzato la ferrata nello stesso luogo, una contraddizione evidente. Inutile dire che come Penelope, Adriano rimise a posto le vie lasciando capolavori a disposizione di tutti noi.

Il Tromba non è riassumibile con un aggettivo, spesso appariva grezzo ma nel contempo era un cultore di musica e componeva sulla scia di un nonno acquisito grande direttore d'orchestra. La sua era vita basata sul disordine, ho condiviso il suo furgone e quando mi ha dato da mangiare ad Aiglun ha confessato che non aveva mai lavato i piatti, troppo tardi per me che avevo già mangiato.

Per poter scalare si massacrava d'estate a Chamonix dove una agenzia vendeva ai giapponesi il pacchetto Monte Bianco, che consisteva nell'arrivo con aereo a Ginevra, giorno di prova con ramponi sul ghiacciaio e poi salita al Bianco; inutile dire che i clienti mai avevano visto una montagna e parlavano solo giapponese. I suoi racconti erano tragicomici, anche perché per essere pagati il cliente doveva arrendersi. Un anno ne fece anche 10 di pacchetti.

Ma il Tromba era anche quello delle grandi intuizioni, la sua via criticatissima nel Vallone di Sea, Incastro a Mario è un vero capolavoro di scalata in fessura, criticatissima perché incrociava e mischiava vecchie vie. La scorsa estate mi è capitato di vederla in discesa da Docce Scozzesi e, maledizione, sono capitato su una delle sue soste fatte con spit da otto millimetri (!), uno era uscito ed io ed il mio compagno non sapevamo come scendere, a distanza di anni gli ho mandato un affettuoso vaffa che ha risuonato nella valle, mi avrà sentito? Grazie Tromba, della tua energia avremmo tanto bisogno.

Andrea Giorda CAAI - Alpine Club UK

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Federica Mingolla e Andrea Migliano aprono una nuova via alla Punta Phuc in Valle dell'Orco
29.05.2020
Federica Mingolla e Andrea Migliano aprono una nuova via alla Punta Phuc in Valle dell'Orco
Il racconto di Federica Mingolla e Andrea Migliano che hanno aperto Gli amici di via Po, una nuova via d'arrampicata alla Punta Phuc del Monte Castello, Vallone di Noaschetta, Valle Orco. La via è stata aperta in onore di Adriano Trombetta.
Falesia del Cateissard: le novità e il video Tromba & Friends
29.03.2018
Falesia del Cateissard: le novità e il video Tromba & Friends
Il video Tromba & Friends dedicato a Adriano Trombetta, Antonio Lovato, Margherita Beria d’Argentina e Fabio Salerno e tutte le novità 2018 della falesia del Cateissard (Valle di Susa). Di Andrea Giorda.
Tromba & Friends: rinviato per neve all’11 marzo
22.02.2018
Tromba & Friends: rinviato per neve all’11 marzo
Tromba & Friends l'appuntamento per ricordare Adriano Trombetta, Antonio Lovato e Margherita Beria d’Argentina è stato rinviato per neve a domenica 11 marzo, ore 11:00, sempre nella Falesia di Cateissard settore Profondo Rosso.
Tromba & Friends: 25 Febbraio, Falesia del Cateissard Val di Susa, Bussoleno
17.02.2018
Tromba & Friends: 25 Febbraio, Falesia del Cateissard Val di Susa, Bussoleno
Il 25 febbraio alle ore 11:00 nella Falesia del Cateissard (Val di Susa, Bussoleno) si svolgerà il Tromba & Friends evento per scalare assieme ma soprattutto per ricordare Adriano Trombetta, Antonio Lovato e Margherita Beria d’Argentina che hanno perso la vita il 17 febbraio dello scorso anno sullo Chaberton. La presentazione dell'iniziativa e un ricordo di Andrea Giorda.
Ricordando Adriano Trombetta
08.02.2018
Ricordando Adriano Trombetta
Ad un anno dalla scomparsa, un ricordo di Adriano Trombetta da parte di un amico. Nato a Torino nel 1979, guida alpina, Adriano ha perso la vita il 17 febbraio 2017 insieme a Margherita Beria D’Argentina e Antonio Lovato sotto una slavina sul Monte Chaberton (Alta Val di Susa, Alpi Cozie)
Per Adriano Trombetta
20.02.2017
Per Adriano Trombetta
Un ricordo per Adriano Trombetta, scomparso venerdì 17 febbraio 2017 insieme a Margherita Beria D’Argentina e Antonio Lovato sotto una slavina sul Monte Chaberton (Alta Val di Susa, Alpi Cozie). Di Elio Bonfanti.
Elba Discovery #4, l'ultimo video del Rock Slave XP 2014
20.04.2015
Elba Discovery #4, l'ultimo video del Rock Slave XP 2014
Il racconto di Marzio Nardi e la quarta ed ultima puntata del Rock Slave XP 2014 Elba Discovery, il viaggio arrampicata alla scoperta dei nuovi boulder dell'Isola d'Elba. Con Luca Andreozzi, Martina Blanchet, Federica Mingolla, Alberto Gotta, Alessandro Palma e Adriano Trombetta.
La strategia del ragno all'Ancesieu, una storia che riemerge
13.09.2011
La strategia del ragno all'Ancesieu, una storia che riemerge
Nell'agosto 2011 Adriano Trombetta, insieme ad Aziz e Michele Amadio, ha ripulito, attrezzato (con spit solo alle soste) e poi salito in libera La strategia del ragno la storica via aperta da Bosio, Cotta e Meneghin nel 1980 sull'Ancesieu (Vallone di Forzo, Gran Paradiso) “raddrizzata” dallo stesso Isidoro Meneghin e Ugo Manera con la variante del Diedro della Sveglia.
Rock maudit, nuova cascata ad Alagna per Trombetta e Margiotta
26.01.2010
Rock maudit, nuova cascata ad Alagna per Trombetta e Margiotta
Il 16/01/2010 Diego Margiotta e Adriano Trombetta hanno effettuato la prima salita di “Rock maudit” (III - 4°+R/X e 5° - 150m), una cascata di ghiaccio di difficile formazione ad Alagna.
Nona sinfonia al Monte Castello
21.10.2008
Nona sinfonia al Monte Castello
Nel settembre 2008 Adriano Trombetta e Michele Amadio hanno aperto ‘Nona Sinfonia’ (350m, II RS4, 7° obbl.) nuova via sulla parete sud del Monte Castello nel vallone di Noaschetta, Gruppo del Gran Paradiso.
22.09.2006
Becco di Valsoera: nuova via per Giorda e Trombetta
08/2006 Andrea Giorda e Adriano Trombetta hanno aperto Stairway to heaven, 500m max 7b+, con 1pa, e 6b obbl., sulla parete WNW del Becco di Valsoera (3369m), sul Gran Paradiso (Vallone di Piantonetto).

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

MERCATINO
Ultimi commenti Rock