Home page Planetmountain.com
La Città dei Sassi ai piedi del Sassolungo, Dolomiti
Fotografia di Francesco Tremolada
NOTIZIE / Collegamenti:

La Città dei Sassi al Sassolungo, Dolomiti

di

Sotto l'imponente Sassolungo sorge la Città dei Sassi, un insediamento nelle Dolomiti del tutto particolare. Di Vinicio Stefanello

Al visitatore appare subito chiaro che una città così non si è mai vista. I suoi colori sono quelli della terra e della pietra che cambia con i riflessi del cielo. Mentre tutto si confonde sullo sfondo di altissime pareti. Nessuno sa dire chi l’ha costruita. Né chi l’abitò per primo. E neanche se mai sia stata veramente popolata. Ma la Città dei Sassi è la più ospitale: s’arriva e sei già dei suoi. Non ha un centro né una periferia questa città, né strade principali. Non ci sono guardie, carte bollate, tasse da pagare o dogane. E non ci sono ristoranti e bar, ma ci si può accomodare dove meglio si vuole.

Le finestre non esistono, non ci sono porte, e sui tetti mancano camini e antenne, anche se nessuno sembra farci caso e nessuno ne sente la mancanza. L’asfalto non la prende, né compaiono indirizzi e numeri civici. Però ci sono una piazza, un vicolo o un angolo per tutti quelli che li sanno cercare. Non ci sono editti e leggi per regolare la vita della Città dei Sassi, ma chi s’inoltra tra le sue ombre deve amare la tranquillità, e preferire starsene in disparte. Poi chi si perde tra le sue pieghe non deve temere perché troverà sempre l’uscita giusta. Qui ogni angolo è una sorpresa e gli incontri non sono mai scontati.

La prima volta che ci capitai fu per caso, spinto alla fuga dal luna park ferragostano del Passo Sella. Subito mi persi dentro al magico ed invisibile cerchio di pietra. Tra quei massi piovuti dal cielo mi ritrovai così a girovagare tra profumi di mugo e di nascoste essenze. E tra quelle architetture sparse e sospese tutt’attorno ne scelsi una. Poi, dalla cima di quel masso vidi ancora altri massi con altri che s’arrampicavano ancora, tra quei sassi della Città dei Sassi.


SCHEDA: la Città dei Sassi, Dolomiti

L'ALTRO SASSOLUNGO
Capitolo 1: Introduzione
Capitolo 2: Punta delle cinque dita

Capitolo 3: Punta Grohmann

Capitolo 4: Torre Innerkofler

Capitolo 5: Dente e Sassopiatto

 

Condividi questo articolo

NEWS / News correlate:
Dente del Sassolungo e Sassopiatto
04.08.2017
Dente del Sassolungo e Sassopiatto
Il quinto ed ultimo nostro capitolo sul Sassolungo, Dolomiti, è dedicato al Dente del Sassolungo e all'enorme mole del Sasso Piatto che domina la Val Gardena e la Val di Fassa.
Torre Innerkofler al Sassolungo, Dolomiti
31.07.2017
Torre Innerkofler al Sassolungo, Dolomiti
Il quarto capitolo sul Sassolungo è dedicato alla Torre Innerkofler, alta 3098 metri ed incastrata tra la Punta Grohmann e il Dente del Sassolungo è un missile di Dolomia che domina Campitello in Val di Fassa.
Punta Grohmann, Sassolungo, Dolomiti
27.07.2017
Punta Grohmann, Sassolungo, Dolomiti
Il terzo capitolo sul Sassolungo è dedicato alla Punta Grohmann, conosciuta anche come Sasso Levante e Grohmannspitze, alta 3126m e salita per la prima volta nel 1880 da Michael Innerkofler.
Punta delle Cinque Dita, Sassolungo, Dolomiti
25.07.2017
Punta delle Cinque Dita, Sassolungo, Dolomiti
Punta delle Cinque Dita del Sassolungo: il secondo capitolo per esplorare questo gigante delle Dolomiti e la sua storia alpinistica.
Dolomiti: l'altro Sassolungo
25.07.2017
Dolomiti: l'altro Sassolungo
Come si fa a raccontare il Sassolungo senza parlare del Sassolungo? Forse parlando della Punta delle Cinque Dita, la Punta Grohmann, la Torre Innerkofler, il Dente, il Sasso Piatto... Per l'estate 2017, cinque puntate dedicate a questo gigante delle Dolomiti.
Spallone del Sassolungo: una prima discesa con gli sci in Dolomiti per Hermann Comploj
29.03.2016
Spallone del Sassolungo: una prima discesa con gli sci in Dolomiti per Hermann Comploj
Il 20/03/2016 Hermann Comploj ha effettuato una nuova prima discesa con gli sci in Dolomiti, scendendo in solitaria il versante sudovest dello Spallone del Sassolungo 3081m.
Nord del Sassolungo in inverno - non è posto per burattini. Di Ivo Ferrari
10.06.2015
Nord del Sassolungo in inverno - non è posto per burattini. Di Ivo Ferrari
Prendendo spunto dalla salita invernale, non integrale, della Via Soldà al Sassolungo, Ivo Ferrari si immedesima come fittizio terzo compagno di cordata per percorrere, insieme ai britannici Bob Millward e Steve Parr, l’immensa parete nord in quei difficili sei giorni nel dicembre 1976. Questa esperienza invernale sulla nord del Sassolungo è stata raccontata da Millward nel suo ormai famoso articolo No place for brass monkeys, tradotto da Gian Piero Motti e intitolato in italiano Non è posto per burattini. La prima vera salita integrale della via Via Soldà al Sassolungo, aperta da Franco Bertoldi e Gino Soldà nel 1936, è stata effettuata in tre giorni del febbraio 1985 dagli alpinisti altoatesini Kurt Walde e Toni Zuech.
Via Esposito - Butta sul Sassolungo, la prima invernale di Giorgio Travaglia e Alex Walpoth
26.05.2015
Via Esposito - Butta sul Sassolungo, la prima invernale di Giorgio Travaglia e Alex Walpoth
Dal 18 al 20 febbraio 2015 Giorgio Travaglia e Alex Walpoth hanno effettuato la prima invernale della Via Esposito - Butta sulla parete nord del Sassolungo, Dolomiti.
Spallone del Sassolungo in Dolomiti
20.12.2013
Spallone del Sassolungo in Dolomiti
Goulotte Raggio di sole e la Cascata dello Spallone, una classica combinazione che porta alla Cima Spallone del Sassolungo. La scheda presentata da Giuseppe Ballico.
Pilastro Magno, Sassolungo, prima invernale per Milani e Travaglia
21.01.2013
Pilastro Magno, Sassolungo, prima invernale per Milani e Travaglia
L'8, 9 e 10 gennaio 2013, Giorgio Travaglia e Francesco Milani hanno ripetuto in prima invernale, con 2 bivacchi in parete, la via "Pilastro Magno" (950m, VI) la via aperta da Ivo Rabanser e Marco Furlani nell'estate del 1993, sulla parete nord-est del Sassolungo (Dolomiti).
La Legrima, prima salita della colata sulla Nord del Sassolungo per Adam Holzknecht e Hubert Moroder
17.01.2013
La Legrima, prima salita della colata sulla Nord del Sassolungo per Adam Holzknecht e Hubert Moroder
Il 7 e 8 gennaio 2013, le Guide Alpine Catores Adam Holzknecht e Hubert Moroder hanno realizzato la prima salita di "La Legrima" (WI6 M6 V+, 2 passi A0) la grande linea di ghiaccio e misto sulla parete Nord del Sassolungo (Dolomiti) a lungo inseguita da molti ice climber.
22.09.2005
Nuova via dedicata ad Andrea Andreotti sul Dente del Sassolungo
Il 15 settembre 2005 Ivo Rabanser, Stefano Michelazzi, Giuseppe Ballico hanno aperto la via "Andrea Andreotti", sulla parete SE del Dente del Sassolungo (Dolomiti) con difficoltà di VII+, A3+.

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è continuamente aggiornato: news, itinerari di trekking, arrampicata, alpinismo, freeride, sci alpinismo, snowboard e arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene, inoltre, informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, fotografie, interviste ai protagonisti e report di competizioni.
FORUM
MERCATINO
Ultimi commenti Ice
  • Distensione
    Via sportiva molto bella, dalla linea logica, in ambiente su ...
    2017-09-14 / Michele Lucchini
  • All-in
    Francesco Salvaterra e Filippo Mosca 27 gennaio 2017, probab ...
    2017-02-02 / Francesco Salvaterra
  • Una via per te fatta in tre
    Prima ripetizione effettuata il 3/11. Da rettificare la diff ...
    2015-11-13 / maurizio piller%20hoffer
  • Via Hruschka
    Salita il 18 marzo 2015 con Alice, Federico e Stefano. Via v ...
    2015-03-20 / Giovanni Zaccaria