Home page Planetmountain.com
Premio ITAS del libro di Montagna, il concorso letterario internazionale dedicato alla letteratura alpina.
Fotografia di Premio ITAS del Libro di Montagna
Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto vince il Premio ITAS del Libro di Montagna
Fotografia di Einaudi
Sergio Luzzatto, autore di Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa, e vincitore del Premio ITAS del Libro di Montagna
Fotografia di Premio ITAS del Libro di Montagna

Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto vince il Premio ITAS del Libro di Montagna

di

Sono stati decretati i vincitori del Premio ITAS del Libro di Montagna al 70° Trento Film Festival. A vincere la 48° edizione del concorso letterario che celebra la montagna in tutte le sue forme è stato Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto. Gli altri libri premiati: Cervino. La montagna leggendaria di Hervé Barmasse (Alpinismo e sport di montagna), Sentiero Italia CAI, a cura di Francesco Cappellari (Guide e mappe), Il pianeta di Greta di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro (Libri per ragazzi), Il cercatore di luce di Carmine Abate (Vita e storie di montagna). Menzione speciale Trentino per Ho scalato un ideale. Armando Aste, uomo e alpinista di Maurizio Gentilini.

La giuria del Premio ITAS del Libro di Montagna ha decretato, durante la serata di premiazione svoltasi al Salone di Rappresentanza del Comune di Trento, il vincitore assoluto della 48a edizione. Si tratta di Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto edito da Einaudi.

Il libro indaga la figura di Guido Rossa, e lo fa andando oltre la retorica con cui di solito il discorso pubblico parla delle vittime di terrorismo. Luzzatto, oltre l’icona, ha voluto scoprire l’uomo, guardando alla vita di Rossa con un taglio storico e al contempo narrativo, fino a scoprirne una personalità del tutto inedita, anche nel suo essere alpinista. Grazie all’autorizzazione ad accedere (il primo a poterlo fare) all’archivio di famiglia, l’autore delinea un carattere dissacrante e uno spirito artistico, un alpinista temerario e un sindacalista eroico.

Sergio Luzzatto, fresco vincitore, ha espresso la sua particolare soddisfazione: "Mi piace pensare che questo Premio riconosca, più che i meriti miei, i meriti di Guido Rossa. Che per tutta la sua vita ha cercato, sia attraverso la montagna sia attraverso il lavoro, un punto d’appoggio per sollevare il mondo. O almeno un punto di equilibrio fra sé e i compagni (sia di cordata, sia di fabbrica). Un punto di incontro fra la solitudine e la comunità."

Enrico Brizzi, presidente di Giuria ha commentato positivamente gli esiti di questa edizione: "Il Premio ITAS festeggia la sua edizione da record con 149 titoli partecipanti. Quest'anno più che mai abbiamo vista confermata la nostra intuizione, che ci guida dal 2013, anno della rinascita del Premio: la vita all'aria aperta è sempre più centrale nella produzione letteraria come negli stili di vita, e la montagna rappresenta il suo scenario principe."

Giuseppe Consoli, presidente ITAS, che dal 1971 promuove l’iniziativa ha commentato: "Il Premio è promotore di una cultura che sa mettere insieme il generale con il particolare. Premia infatti autori internazionali a fianco di eccellenze culturali del nostro territorio trentino. Anche geograficamente convergono il globale con il locale: da un lato tutto il mondo della montagna, dall’altro le singole specificità dei territori che sanno esprimere autori, alpinisti ed esponenti culturali con peculiarità uniche e irripetibili.
In questo senso il Premio è molto affine alla nostra Mutua, che ha il compito di tutelare e proteggere in senso ampio i nostri soci assicurati, applicandolo a realtà molto specifiche e particolari."

Questa la motivazione con la quale la giuria ha riconosciuto il valore assoluto dell’opera di Luzzatto:
Andare oltre il "santino di Guido Rossa". Potrebbe essere questo un titolo alternativo a quello che troviamo in copertina e che è anche proprio del capitolo centrale: Giù in mezzo agli uomini. Lì Luzzatto riporta la lettera con la quale Rossa prende la sua personale distanza dall’alpinismo, "droga che da troppi anni ci fa sognare e credere semidei o superuomini". Lettera scritta nove anni prima dell’omicidio e che, per l’eco che ne ebbe pur essendo una lettera a destinazione privata, rischia di "rendere un cattivo servizio a chi l’ha scritta".

Qui in questo passaggio sta il cuore dello studio di Luzzatto: una questione di sostanza, che consiste nello scavare a fondo la personalità articolata, complessa, forse anche contraddittoria di Guido Rossa, senza sminuirne affatto il portato storico, politico e umano, di alpinista esperto e ardito, di sindacalista che ha pagato con la vita le sue idee.

Uno studio, quello di Luzzatto, sorretto dal rigore metodologico, dall’uso accurato delle fonti documentali, dalla capacità di inquadrare la figura di Rossa in un contesto a sua volta complesso e articolato come quello dell’Italia degli anni del terrorismo e dei decenni che l’hanno preceduto. Anni e decenni cruciali anche per la definizione di modelli di alpinismo di cui Rossa stesso fu promotore prima di esserne critico. Tutto ciò reso possibile dalla limpida prosa narrativa, priva di ogni puro compiacimento estetico; strumento che permette al lettore di entrare e navigare nel testo e di apprezzarne in pieno il valore.

Gli altri finalisti di questa edizione e vincitori delle rispettive categorie sono:
- Cervino. La montagna leggendaria di Hervé Barmasse, Rizzoli, per la sezione "Alpinismo e sport di montagna"
- Sentiero Italia CAI, a cura di Francesco Cappellari, Idea Montagna, per la sezione "Guide e mappe"
- Il pianeta di Greta di Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro, Einaudi, per la sezione "Libri per ragazzi"
- Giù in mezzo agli uomini. Vita e morte di Guido Rossa di Sergio Luzzatto, Einaudi, per la sezione "Ricerca e ambiente"
- Il cercatore di luce di Carmine Abate, Mondadori, per la sezione "Vita e storie di montagna"
Vincitore della "Menzione speciale Trentino":
- Maurizio Gentilini, Ho scalato un ideale. Armando Aste, uomo e alpinista, Vita Trentina editrice

Opere segnalate:
- Giannandrea Mencini, Pascoli di carta. Le mani sulla montagna, Kellermann
editore
- Francesco Salvaterra, Presanella rock & ice, Versante Sud
Oltre alla premiazione, sono molti gli appuntamenti in programma per questa edizione.
Come da tradizione si rinnovano le consuete presentazioni delle opere vincitrici, occasioni preziose di dialogo tra autori e pu"bblico.
- Presentazione de Il cercatore di luce di e con Carmine Abate
Martedì 3 maggio alle ore 18, presso il salotto letterario di MontagnaLibri in Piazza Fiera
- Presentazione delle guide Sentiero Italia CAI
Venerdì 6 maggio alle ore 18, presso il salotto letterario di MontagnaLibri in Piazza Fiera
- Presentazione de Il pianeta di Greta di e con Alessandra Viola e Rosalba Vitellaro Domenica 8 maggio alle ore 11, presso T4Future, Giardino del Muse, Corso del Lavoro e della Scienza, 3
Torna poi per il secondo anno consecutivo anche il Convegno organizzato dal Premio ITAS: il 4 maggio dalle ore 15 alle 19 presso la sala conferenze della Cassa Rurale di Trento si terrà il Convegno "Montagna, femminile singolare. Come le donne vivono, leggono, spiegano le terre alte".
Lorenzo Carpanè, coordinatore del Premio, dialogherà con le ospiti per far emergere il punto di vista femminile sul tema della montagna. Dieci voci di donne che racconteranno la loro montagna, tra arte, lavoro, passione, impegno, oltre gli stereotipi maschili. Per un mondo alpino più aperto e inclusivo di ogni differenza.

Info: trentofestival.it

Condividi questo articolo


NEWS / News correlate:
Domani al via il 70° Trento Film Festival
28.04.2022
Domani al via il 70° Trento Film Festival
Domani, venerdì 29 aprile il Trento Film Festival apre la sua 70° edizione con la cerimonia ufficiale al Castello del Buonconsiglio, l’inaugurazione di MontagnaLibri e della Mostra mercato internazionale delle librerie antiquarie. In serata la proiezione in anteprima mondiale della versione restaurata del documentario Italia K2 del regista trentino Marcello Baldi.
Trento e il suo Film Festival: una storia lunga settant’anni
27.04.2022
Trento e il suo Film Festival: una storia lunga settant’anni
Dal 29 aprile all’8 maggio la 70° edizione del Trento Film Festival, la rassegna di cinema e culture di montagna che ha portato il mondo a Trento e Trento nel mondo.
Al Trento Film Festival il Premio Speciale Lizard - Viaggio e avventura
26.04.2022
Al Trento Film Festival il Premio Speciale Lizard - Viaggio e avventura
Per il secondo anno consecutivo il Premio Speciale Lizard sarà consegnato durante il Trento Film Festival, in programma dal 29 aprile all’8 maggio 2022
Tre premi speciali al Trento Film Festival: Lizard, CinemAMoRe, Studenti Università di Trento
04.05.2021
Tre premi speciali al Trento Film Festival: Lizard, CinemAMoRe, Studenti Università di Trento
Oggi al Trento Film Festival è il giorno di tre riconoscimenti speciali: il nuovo Premio Lizard - Viaggio e avventura viene assegnato al film 'La casa rossa' di Francesco Catarinolo e Gianluca De Angelis, il Premio CinemAMoRe va a 'PrimAscesa' di Leonardo Panizza, e il Premio Studenti Università di Trento, Bolzano e Innsbruck sarà consegnato Tobia Passigato per 'Schianti'.
MontagnaLibri: emozioni tra le pagine al 70° Trento Film Festival
14.04.2022
MontagnaLibri: emozioni tra le pagine al 70° Trento Film Festival
Nel Salotto Letterario di Piazza Fiera a Trento, decine di presentazioni di libri e incontri con autrici e autori, anche grazie all’importante e confermata collaborazione con il Premio ITAS del Libro di Montagna che in occasione del 70° Trento Film Festival presenta i libri finalisti e ne premia gli autori.
Più di 120 i film al 70° Trento Film Festival 2022
12.04.2022
Più di 120 i film al 70° Trento Film Festival 2022
Sono più di 120 i film, tra lunghi e corti, in programma dal 29 aprile all’8 maggio nella 70° edizione del 70° Trento Film Festival. Con 27 anteprime mondiali, 13 internazionali e 37 italiane, ben oltre metà del programma sarà composto da film mai visti prima in Italia.
Presentato il programma del 70° Trento Film Festival
11.04.2022
Presentato il programma del 70° Trento Film Festival
Dal 29 aprile all’8 maggio andrà in scena la 70° edizione del Trento Film Festival, il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’avventura e all’esplorazione. Oltre 120 film in programma, più di 150 appuntamenti, 9 mostre e il salotto letterario di MontagnaLibri. Tra gli ospiti Reinhold Messner, Hervé Barmasse, Tamara Lunger, Mauro Corona, Laura Rogora, Paolo Cognetti, Paolo Nespoli, Brunello Cucinelli e i Marlene Kuntz.
Un omaggio a Mario Fantin, l’esploratore con la macchina da presa, al 70° Trento Film Festival
07.04.2022
Un omaggio a Mario Fantin, l’esploratore con la macchina da presa, al 70° Trento Film Festival
Nove film recentemente restaurati, un documentario e una mostra per ricordare Mario Fantin, il regista, alpinista e sognatore che si definiva 'cacciatore di immagini alpine'. L’omaggio dal 29 aprile all’8 maggio durante il 70° Trento Film Festival nasce dalla collaborazione con il FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano, la Cineteca di Bologna e il Museo Nazionale della Montagna.
A Trento Takeaway, il nuovo film di Renzo Carbonera
06.04.2022
A Trento Takeaway, il nuovo film di Renzo Carbonera
Mercoledì 6 aprile tornano gli 'Avvicinamenti' al Trento Film Festival con l’anteprima in Trentino di Takeaway, l’ultimo film del regista friulano Renzo Carbonera: una storia di sport e doping, con Libero De Rienzo nel suo ultimo ruolo per il grande schermo.
A Trento The Rescue di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
30.03.2022
A Trento The Rescue di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi
Mercoledì 30 marzo a Trento il quarto appuntamento con la rassegna che accompagna il pubblico verso il 70° Trento Film Festival: alle 20.45 'The Rescue' di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi, il documentario che racconta con immagini inedite il celebre drammatico salvataggio di dodici ragazzi intrappolati nel 2018 in una grotta allagata in Thailandia.
Il Trento Film Festival presenta la nuova sezione Quarta parete per video YouTube
10.03.2022
Il Trento Film Festival presenta la nuova sezione Quarta parete per video YouTube
Grazie alla collaborazione con Hervé Barmasse e Tudor Laurini è nata la nuova sezione 'Quarta parete’ del Trento Film Festival, dedicata ai content creator e alle opere prodotte per canali YouTube. Il vincitore sarà premiato in occasione della 70° edizione, in programma dal 29 aprile al 9 maggio 2022.
È di Milo Manara il manifesto del 70° Trento Film Festival
03.03.2022
È di Milo Manara il manifesto del 70° Trento Film Festival
Dopo il manifesto rifiutato nel 1997, il celebre artista Milo Manara torna a Trento da protagonista realizzando il manifesto della 70° edizione del Trento Film Festival. Il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’avventura e all’esplorazione si terrà dal 29 aprile all'8 maggio 2022.
Trento Film Festival 2022, domani la presentazione della 70° edizione
01.03.2022
Trento Film Festival 2022, domani la presentazione della 70° edizione
Mercoledì 2 marzo alle 10.30 si terrà la presentazione del programma del 70° Trento Film Festival in live streaming sulla pagina Facebook e YouTube del Trento Film Festival, in programma dal 29 aprile all'8 maggio

CERCA nelle news

AREA

TIPOLOGIA

Ricerca nei testi

Autore

EXPO / Prodotti
EXPO / News dalle Aziende
Planetmountain.com logo
Planetmountain.com è un sito che tratta di arrampicata, alpinismo, trekking, vie ferrate, freeride, sci alpinismo, snowboard, racchette da neve, arrampicata su ghiaccio su tutte le montagne del mondo. Contiene inoltre informazioni tecniche sui materiali, recensioni di libri e video, consigli degli esperti, foto di montagna, competizioni di arrampicata sportiva.
ATTENZIONE
Le indicazioni riportate sono indicative e soggette a cambiamenti dovuti alla natura stessa della montagna. Dato il rischio intrinseco nella pratica di alcune attività trattate, PlanetMountain.com non si assume nessuna responsabilità per l'utilizzo del materiale pubblicato o divulgato.
NEWSLETTER

Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale con tutte le novità di planetmountain.com

Ultimi commenti Rock
  • Occhi d'Acqua
    Via superlativa su roccia pazzesca lontano da tutto e tutti. ...
    2022-06-04 / Carlo Cosi
  • Via Andrea Concini
    Via verticale e divertente, protetta e proteggibile, roccia ...
    2022-05-30 / Michele Lucchini
  • Senza chiedere il permesso
    Ripetuta il 08/10/2021, abbiamo fatto fatica a trovare l’a ...
    2021-10-10 / Santiago Padrós